storytelling

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Regione Emilia Romagna (Castelfranco Emilia, Nonantola, Bomporto, Rimini)

Organization

Organization Name: 
Cinemovel Foundation
Organization Type: 
Cultural Institution (foundations, museums, galleries, etc…)

Project Coordinator

Name and Surname: 
Vincenzo Bevar
Address: 
Via Dante 2, 40125 - Bologna
Telephone: 
393.4053112
E-Mail: 
enzo.bevar@cinemovel.tv

Website

http://www.percorsidilegalita.cinemovel.tv/

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

inn

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Schermi in Classe – Percorsi di legalità, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie e di strumenti virtuali (portale web, youtube, skype conferences, social network) al fianco degli incontri frontali con relatori esperti sui temi, punta a restituire una dimensione collettiva e partecipata tanto alla visione audiovisiva quanto al processo di costruzione di un immaginario comune sulle tematiche legate alle criminalità organizzate.

Project Summary (max. 2000 characters): 

Schermi in Classe – Percorsi di Legalità è stato finanziato per la prima volta nel 2011 dalla Regione Emilia Romagna. In tre anni di sperimentazione il progetto ha coinvolto 15 scuole di 8 comuni, 2.000 studenti, 85 classi, organizzando più di 100 incontri frontali e decine di eventi fuori dall’orario scolastico rivolti alle comunità di riferimento. Inoltre sono più di 1.000 i contenuti multimediali condivisi dagli studenti attraverso il portale online.

Il progetto costruisce con gli studenti dai 13 ai 18 anni un racconto multimediale partecipato sui temi legati alle mafie e alla legalità. Coinvolgendo in ogni regione oltre 700 studenti l’anno, si basa sull’utilizzo dei linguaggi della contemporaneità e sulle potenzialità delle nuove tecnologie: skype conference con autori, magistrati, scuole di altri territori, e altro ancora. Da un lato gli incontri frontali con relatori esperti (Libera, Miseria Ladra, Gruppo Abele, Libera Informazione, registi), supportati dall’allestimento di strumenti multimediali temporanei, danno avvio a un confronto con gli studenti sulle categorie dell’immaginario sulle mafie. Dall’altro lato il portale online e gli strumenti virtuali consentono a ogni studente di approfondire i temi anche fuori dall’orario scolastico. Studenti di scuole e città diverse si confrontano tramite il web sui temi con video selezionati da Youtube, articoli di approfondimento, foto, immagini e storie.

How long has your project been running?

2011-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

Obiettivo generale del progetto è fornire agli studenti coinvolti gli strumenti critici necessari per leggere la contemporaneità costruendo un racconto multimediale condiviso sui temi centrali per la formazione del cittadino: mafie, legalità, diritti, povertà, inclusione sociale, corruzione, cittadinanza attiva.
Schermi in Classe – Percorsi di Legalità vuole stimolare il confronto tra gli studenti, utilizzando linguaggi a loro familiari, per affrontare i temi indicati. Ridefinire l’immaginario collettivo è oggi un processo centrale per la formazione dei cittadini di domani. Parlare di mafie, povertà e diritti significa imparare a parlare un linguaggio plurale che coinvolga tutti. Da questo punto di vista imparare a utilizzare anche le nuove tecnologie significa rafforzare gli studenti nel percorso complesso di costruzione dell’individuo e del cittadino. La piattaforma del progetto diventa quindi uno spazio virtuale in grado di ospitare e, soprattutto, stimolare un confronto sui temi.
Con l’artista e illustratore Vito Baroncini abbiamo realizzato un mazzo di 16 carte raffiguranti varie categorie dell’immaginario: ricchezza/povertà, bellezza/degrado, luce/buio, silenzio/voce, libertà/schiavitù, nord/sud, singolare/plurale, etc. Partendo dalle categorie individuate ogni studente può condividere il suo punto di vista personale attraverso strumenti multimediali (youtube, social network, comics, etc). I materiali condivisi dagli studenti confluiscono in un portale web in grado di organizzarli per categorie consentendo il confronto aperto sui singoli contenuti. In questo modo gli strumenti multimediali, rimanendo a disposizione delle scuole e degli studenti successivamente alla realizzazione del progetto, continuano a rappresentare uno spazio virtuale per la condivisione di contenuti.
............continua nell'allegato

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Sono coinvolte ogni anno 5-6 scuole per un totale di oltre 700 studenti per anno scolastico. Con ogni gruppo di studenti prevediamo almeno 4 incontri frontali con relatori esperti sui temi, oltre all’organizzazione di visioni collettive di film e materiali di approfondimento a scuola e in orario extra-scolastico aperte alle famiglie e alle città. Dall’utilizzo della piattaforma online e degli strumenti virtuali possiamo considerare circa 1.000 contributi da parte degli studenti coinvolti. Dal confronto reale e virtuale tra gli studenti, come anticipato, nascono inoltre 16 carte/illustrazioni relative alle categorie dell’immaginario ma, soprattutto, i materiali multimediali segnalati e condivisi dagli studenti entrano a far parte di uno spettacolo di arte partecipata promosso da Cinemovel Foundation assieme a Vito Baroncini “Mafia Liquida” spettacolo tra cinema, fumetto e lavagna luminosa che chiuderà i progetti presentandone i risultati alla città. Indicatori: La piattaforma di Schermi in Classe – Percorsi di Legalità raccoglie durante l’intera durata del progetto i materiali selezionati, condivisi e commentati dagli studenti. In questo modo gli studenti di città distanti tra loro riescono a confrontarsi su temi, storie e approfondimenti, arricchendo nel confronto il loro percorso di crescita personale. Dall’altro lato la piattaforma diventa strumento di monitoraggio per tutti gli stakeholder del progetto, dai genitori agli insegnanti, ai relatori coinvolti e agli osservatori esterni. Lo spettacolo conclusivo Mafia Liquida raccoglie i materiali condivisi dai ragazzi trasformandoli in uno spettacolo divulgativo in grado di raccontare il progetto con uno strumento artistico dal forte impatto visivo e sociale.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Ogni anno partecipano al progetto circa 700 studenti tra i 13 e 18 anni, provenienti da 5 scuole diverse di comuni anche lontani geograficamente. La durata del progetto va da ottobre a luglio e prevede momenti esterni all’attività scolastica, pomeridiani/serali, aperti alle famiglie e alla città, al fine di condividere riflessioni e percorsi anche fuori dagli istituti scolastici.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
From 10.001 to 30.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Grants
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
2015-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
<p>Il progetto &egrave; stato gi&agrave; trasferito in comuni diversi dell&rsquo;Emilia Romagna e nei prossimi anni punta a raggiungere il livello nazionale mettendo in contatto studenti e insegnanti di citt&agrave; e regioni diverse</p>
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

La sperimentazione di Schermi in Classe, Percorsi di Legalità, nato a sua volta da Libero Cinema in Libera Terra, Festival internazionale di cinema itinerante contro le mafie, promosso da Cinemovel e Libera, ci ha consentito in questi anni di osservare da vicino le potenzialità delle nuove tecnologie e dei nuovi linguaggi nella costruzione di un confronto aperto tra saperi e territori.

La ricerca di un equilibrio tra tradizione e innovazione, centrale in tutti i progetti della Cinemovel Foundation, è stata possibile grazie al coinvolgimento degli studenti e degli insegnanti nelle fasi di progettazione e di sviluppo delle attività.

Schermi in Classe – Percorsi di Legalità è un progetto innovativo che punta a sviluppare modelli di coinvolgimento culturale e sociale applicabili ai contesti scolastici con la finalità di stimolare la partecipazione e la costruzione di strumenti critici nei giovani. Da questo punto di vista l’esperienza del progetto è utile per la comprensione delle potenzialità di percorsi simili.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Schermi in Classe – Percorsi di Legalità ha concluso la prima fase di sperimentazione e punta adesso a connettere e consentire il confronto a studenti e insegnanti di città e regioni lontane geograficamente. Schermi in Classe, inoltre, in quanto macro-progetto contenitore della declinazione tematica “Percorsi di Legalità” si accinge ad avviare nuovi modelli di sperimentazione legati ad argomenti e tematiche diverse. La formazione in ambito audiovisivo e di nuove tecnologie, centrale per gli sviluppi del progetto, è oggi fondamentale per il sostegno formativo ai cittadini di domani. La possibilità di allargare la realizzazione delle attività a nuovi partner e possibile sponsor e finanziatori rappresenta quindi la sfida per la crescita delle attività proposte.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Italia, Roma, Lazio

Organization

Organization Name: 
insegnante di scuola primaria in servizio presso ICS via Leonori 74 Roma
Organization Type: 
School
Specify: 
l Green Screen è stato donato alla classe dalle famiglie dei ragazzi. Per le riprese e il montaggio dei video sono stati utilizzati device mobili in modalità BYOD. Le applicazioni utilizzate per lo storytelling e Stop Motion sono in versione gratuita;

Project Coordinator

Name and Surname: 
Cristiana Zambon
Address: 
Largo Leo Longanesi 9 A
Telephone: 
349 7705772
E-Mail: 
cristiana@aromabb.it

Website

https://www.youtube.com/watch?v=mohkWpAVc94 http://voice.adobe.com/v/949F9urNjwV

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education up to 10 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

Realizzare in classe videolezioni di argomenti studiati attraverso metodologie di storytelling avvalendosi di tecniche cinematografiche riprodotte con applicazioni per devices mobili e condividendoli tramite Cloud e codici QR.

Project Summary (max. 2000 characters): 

Il progetto ha portato a realizzare videolezioni per motivare allo studio, alla ricerca e all’esposizione orale puntuale di quanto appreso. L’idea nasce per sfruttare le potenzialità offerte dagli strumenti digitali applicati alla didattica ed il fascino degli effetti speciali utilizzati in ambito cinematografico.
Le tecniche usate sono semplici, a costo zero, dai risultati immediati, divertenti e condivisibili.
I bambini hanno ideato, strutturato e registrato dei mini documentari su argomenti assegnati. In modalità cooperativa, hanno fatto ricerche online e su testi specifici, selezionato foto e video di particolare interesse. Hanno poi elaborato il testo, organizzato materiali e set poi filmato con smartphone e tablet utilizzando a loro scelta tra due differenti tecniche cinematografiche avvalendosi di applicazioni specifiche, semplici ed intuitive: Stop Motion e Green Screen. La prima rende possibile animare disegni ed oggetti attraverso la messa in successione di fotografie. La seconda prevede l’utilizzo di un telo fotografico verde come sfondo mentre i bambini espongono o drammatizzano. Grazie ad applicazioni per Chroma Key, lo sfondo nella ripresa video diviene trasparente ed è possibile sovrapporre ad esso foto, video o disegni e grafici elaborati dai bambini.
I video sono stati condivisi con le famiglie degli alunni attraverso una cartella Dropbox ed utilizzati dai bambini a casa per lo studio.
A fine anno scolastico è stata allestita una mostra interattiva durante la quale dei video sono stati resi accessibili tramite codici QR posti sui cartelloni esposti.

How long has your project been running?

2013-08-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

Motivare allo studio e alla ricerca;
Educare all’interazione attiva e creativa con mezzi e strumenti digitali;
Rendere efficaci e produttive ricerche e navigazione in internet controllando le fonti e verificando le informazioni trovate, selezionando contenuti significativi;
Migliorare le capacità relazionali di lavoro cooperativo e di problem solving nella ricerca di soluzioni flessibili alle differenti esigenze;
Valorizzare le singole competenze;
Stimolare all’impegno nello studio, nella rielaborazione delle informazioni e nella scrittura di testi in codici linguistici appropriati, nella scelta di immagini o video particolarmente significative e suggestive, nel controllo di aspetti tecnici quali l’illuminazione, l’inquadratura, la registrazione, la durata del video;
Rendere efficace l’espressione orale.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
I risultati didattici ed educativi raggiunti sono molti e tangibili. Sono migliorate le capacità di studio e di rielaborazione orale di quanto appreso; la ricerca e navigazione in internet è divenuta più efficace ed accurata. Lavorare ad un progetto video richiede la collaborazione con i compagni e a livello relazionale ha favorito la disponibilità all’ascolto, il maggior rispetto delle idee altrui e l’ interiorizzazione della ricchezza offerta da differenti proposte e punti di vista. Sono stati valutati: il processo di apprendimento individuale, il percorso di maturazione, il metodo di lavoro, l’impegno e la partecipazione, l’efficacia del percorso e delle strategie messe in atto. La valutazione si è basata sull’osservazione sistematica e sull’analisi degli elaborati prodotti, la loro chiarezza, completezza e rigore. I video che sono stati condivisi con le famiglie degli alunni stessi anche per amplificarne il senso d’importanza e di valore dell’impegno.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Il progetto ad oggi ha coinvolto in maniera sistematica l’intero gruppo classe di 25 alunni e le loro famiglie.
Oggi le tecniche e le strategie sono state apprese e consolidate e possono essere con facilità trasmesse ad altri gruppi classe interessati anche di altre scuole.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
Less than 1 year
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2013-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

Una strategia innovativa, tecnologica, creativa, prosociale per motivare allo studio, alla ricerca, al lavoro cooperativo, alla condivisione delle idee.
L’idea è riproducibile; unisce tradizione ed innovazione, creatività e tecnica e coinvolge trasversalmente tutte le discipline. Richiede pochi strumenti e mette in campo capacità importanti per un’educazione ad un rapporto attivo e produttivo con la tecnologia e la rete e contribuisce a creare un ambiente di studio e lavoro dinamico e una didattica collaborativa.
Le videolezioni risultano divertenti e accessibili, stimolanti per tutti i bambini, preziose per lo studio in caso di bisogni educativi specifici.

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Non sono stati registrati ostacoli particolari se non piccole difficoltà logistiche legate all’adeguamento dello spazio dell’aula alle esigenze di movimento, di registrazione e di esposizione alla luce, elemento che condiziona fortemente la qualità dei video. Questi problemi possono essere ovviati predisponendo nella scuola di uno spazio deputato a queste attività, provvisto di luci specifiche, ad oggi non in nostro possesso. Nel rispetto della privacy degli alunni, le riprese nelle quali erano visibili e riconoscibili, sono state condivise esclusivamente con le loro famiglie. Negli altri casi invece sono state utilizzate come contributo a campagne educative e di sensibilizzazione, per la partecipazione a concorsi rivolte alle scuole.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Condividere le videolezioni e i tutorial didattici anche con un canale You Tube e Social Network (Twitter, Pinterest, Istagram). In questo modo si accompagna l’ingresso dei ragazzi nel mondo dei Social e ad un rapporto con essi sano e consapevole creando un account di classe. Si creano infatti importanti occasioni di riflessione, confronto e dialogo in merito alla sicurezza online e alla privacy personale, aspetti fondamentali nell’educazione alla cittadinanza digitale; Realizzare un FlipBook, libro digitale sfogliabile, nel quale inserire testi, immagini e video; Proporre il progetto a classi anche di altre scuole ed organizzare un Festival Cinematografico, un’occasione di apertura, condivisione e valorizzazione di singole esperienze.

Project Location

Country: 
Mozambique
City: 
Mozambico, Maputo, Bairro (Quartiere) Hulene B

Organization

Organization Name: 
Associazione Basilicata-Mozambico Onlus “Padre Prosperino Gallipoli”. Matera, Italia
Organization Type: 
Association
Specify: 
Organizzazione di eventi e mostre per attività di crowfounding, finanziamenti pubblici o privati, vendita servizi o prodotti

Project Coordinator

Name and Surname: 
Roberto Galante
Address: 
via della Villa 3 50065 Pontassieve Firenze
Telephone: 
3335468387
E-Mail: 
galarob@yahoo.it

Website

http://www.amundzukukahina.org

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

inn

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

A Mundzuku Ka Hina, parole ed immagini: percorso di formazione professionale attraverso l’acquisizione dei nuovi linguaggi informatici, ma anche un momento di produzione culturale, sperimentazione pedagogica, confronto umanistico e compartecipazione attiva ai processi formativi, dedicato ai giovani della discarica, a orfani, a bambini di strada

Project Summary (max. 2000 characters): 

All'interno del più vasto progetto denominato Mamma Discarica, nel 2008 prende vita la scuola laboratorio di comunicazione A Mundzuku Ka Hina. Nasce, con limitate risorse finanziarie ed umane, da un’intuizione dell’Arch. Roberto Galante e il sostegno dell’ass. Basilicata Mozambico. Essa è direzionata ai giovani che si procurano la sopravvivenza nella discarica, troppo spesso considerati rifiuti essi stessi, a orfani, bambini di strada, giovani del Bairro.
Nel laboratorio si insegna fotografia, video, grafica, alfabetizzazione digitale. Ma all’interno di una visione “olistica” della comunicazione e della formazione ad essa inerente, si lavora anche sul movimento, la voce, la drammatizzazione, il teatro e la danza, raccolta di storie di vita, storytelling e poesia.

Pensiamo che qualsiasi ipotesi di sviluppo economico, per arrivare a buon fine, debba procedere di pari passo con una evoluzione culturale ed umana. Con la possibilità di accedere ai nuovi linguaggi informatici, alle nuove forme di comunicazione attraverso l'immagine e con la possibilità di interagire con il resto del mondo.

La sfida, proporre un progetto formativo e di inserimento nel mondo del lavoro basato sulle nuove tecnologie informatiche in un ambito estremo e particolare, di lavorare con ragazzi che non hanno avuto la possibilità di accedere a forme di educazione più avanzate, alcuni analfabeti.

Il principio, restituire gli strumenti e le competenze agli invisibili, coloro che non hanno voce per esprimere il proprio sentire affinché possano elaborare un proprio originale linguaggio narrativo. Esprimere, anche dal punto di vista formale ed estetico, la propria autonoma visione sul proprio mondo. Affrancarsi da quella sorta di colonialismo culturale, funzionale all'industria della cultura, che li vorrebbe vedere narrati secondo stereotipi accomodanti, piuttosto che architetti della narrazione.

Il laboratorio è organizzato in step intensivi di tre mesi l'uno. Negli intervalli tra gli step lasciamo ai ragazzi i mezzi tecnici per progredire nel loro percorso. Per garantire la continuità didattica, abbiamo avviato percorsi di e-learning a distanza tra Italia e Mozambico.

Per fronteggiare le drammatiche contingenze socio economiche e sanitarie degli allievi abbiamo attivato un servizio counseling di supporto psicologico.

How long has your project been running?

2008-05-30 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

vedi Form allegato

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
vedi Form allegato
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Ogni step coinvolge circa 25/30 allievi a cui viene fornita diaria, vitto, assistenza sanitaria e di counseling. Corsi di alfabetizzazione digitale 50/70 allievi ogni anno. Workshop formativi dedicati a maestri ed alunni del posto circa 200 utenti. Momenti di solidarietà con il popolo della discarica circa 500 beneficiari. La condivisione e la partecipazione attiva presso scuole, centri culturali, parrocchie e università italiane, le mostre e la partecipazione a festival coinvolgono diverse migliaia di utenti. Il digital diary pubblicato periodicamente sul nostro sito web coinvolge un pubblico molto vasto.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
From 75.001 to 500.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
2015-08-30 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

vedi Form allegato

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
L'ambiente in cui operiamo è composto da fasce emarginate di popolazione cui la vita non ha offerto la possibilità di elaborare ed esprimere le proprie potenzialità ed i propri talenti. Il cui unico orizzonte è la quotidianità, intesa come sopravvivenza. Persone considerate troppo spesso alla stregua di bestie, senza sensibilità o alcuna capacità. Il livello d’istruzione scolastica e formativa in Mozambico è molto basso. Una metodologia passivizzante che non lascia molto spazio alla ricerca e all’elaborazione individuale dei ragazzi. Ciò sembra creare dei processi mentali statici e non dinamici. I ragazzi non hanno la possibilità di sviluppare una propria autonomia culturale né un proprio autonomo sistema di ricerca e di crescita. L’ accesso a libri e altre fonti di ricerca e formazione è praticamente inesistente. Nel nostro laboratorio il reperimento del materiale di supporto avviene tramite internet, con strumenti open source e contenuti Creative Commons. Per il laboratorio esiste però una reale difficoltà nel pianificare un percorso che si sviluppi nel tempo. L'esiguità dei fondi a disposizione costituisce un freno alle potenzialità del progetto.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Impiantare un laboratorio esperienziale di comunicazione, una sorta di factory full time, deep immersion, che abbia continuità nel tempo, che mantenga le stesse peculiarità didattiche e disciplinari utilizzate finora e diventare una scuola accreditata dalle autorità locali, con le seguenti valenze. Momento di formazione ed avviamento a percorsi lavorativi. momento di recupero ed inclusione per fasce marginali della popolazione. Una scuola capace di produrre cultura e professionalità rivolte al futuro, un ponte tra tradizione, troppo spesso ridotta a folklorismo, e futuro. Agenzia che riesca ad intercettare la domanda di mercato ed al suo interno a produrre i relativi prodotti quale momento di autofinanziamento. Servirebbe un budget che stiamo quantificando, una struttura più articolata per valorizzare il capitale d'esperienza finora accumulata, le relazioni sviluppate, i riconoscimenti ricevuti, le offerte di collaborazione pervenuteci.

Project Location

Country: 
Italy
City: 
CECCANO/LAZIO

Organization

Organization Name: 
ISTITUTO TECNICO ECONOMICO di Ceccano, via Gaeta
Organization Type: 
School
Specify: 
fondo d'Isituto

Project Coordinator

Name and Surname: 
LUIGIA CIUFFARELLA
Address: 
VIA CARTIERA QUARTO N.47, FERENTINO (FR) CAP 03013
Telephone: 
3388816964
E-Mail: 
luigia.ciuffarella@istruzione.it

Website

con Google chrome cercare: Ceccano, una città da scoprire

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education from 11 to 15 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

map tour della città di Ceccano (FR) per la valorizzazione e la promozione del territorio e per l'inclusione sociale

Project Summary (max. 2000 characters): 

il progetto " a scuola di story map" nasce dall'attività ideata da ESRI Italia per le scuole superiori italiane, attività organizzata nell'ambito della Giornata Mondiale del GIS-GIS Day 2014. In tale occasione, ERSI Italia assieme all'Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) ha ideato un progetto rivolto ai docenti ed agli insegnanti della scuola superiore che portasse alla scoperta delle story map. Le story map sono applicazioni web semplici da realizzare e molto versatili per scopi didattici, esse possono offrire un valido supporto all'insegnante di Geografia e per la trattazione di temi a carattere interdisciplinare. Una story map permette di combinare mappe interattive disponibili sul WEB, con testo, foto, video ed altri contenuti multimediali. Diventa così possibile dar vita a diverse forme di trattazione. Il progetto ha coinvolto oltre 60 insegnanti delle scuole superiori di Lazio, Toscana a Piemonte che hanno partecipato ad un corso di formazione per imparare ad usare l'arcgis online all'inizio dell'anno scolastico 2014/2015. Successivamente i singoli insegnanti hanno attivato dei progetti utilizzando la tecnologia e la metodologia acquisita. Nella nostra scuola il progetto extracurricolare, ha coinvolto gli alunni interessati delle classi seconde dell'Istituto e tre docenti (Geografia, Economia Aziendale, Italiano e Storia). Gli alunni coinvolti, dopo un brain storming, hanno deciso di realizzare un map tour della propria città con la finalità di svelare il territorio attraverso i suoi punti di interesse, avvalendosi anche del partenariato con la proloco di Ceccano. Gli alunni, utilizzando il laboratorio informatico della scuola, hanno realizzato diverse web application, suddividendosi in piccoli gruppi. Gli insegnanti hanno seguito il lavoro in presenza ed in remoto. Una delle story map realizzate è stata inviata ad ESRI Italia dove è stata valutata assieme agli altri lavori inviati da una giuria di esperti. Il nostro Istituto si è aggiudicato il premio per le scuole nella sezione " scuola e nuove tecnologie", assegnato il giorno 15/04/2015 presso l'Hotel Ergife di Roma nell'ambito della conferenza ESRI Italia 2015

How long has your project been running?

2014-11-29 23:00:00

Objectives and Innovative Aspects

- saper utilizzare la piattaforma in cloud ArkGIS online
- sviluppare la capacità di effettuare ricerche finalizzate a scopi specifici utilizzando diversi tipi di fonte
- svelare il territorio mappa per mappa attraverso i suoi punti di interesse
- imparare a raccontare e condividere con le mappe geografiche.
I mezzi utilizzati sono stati: personal computer dell'aula informatica dell'Istituto, collegamento ad internent con motore di ricerca Google Chrome, piattaforma ArcGIS online, materiale a disposizione nel WEB, materiale cartaceo fornito dalla Proloco della città di Ceccano, LIM.
Tra le metodologie usate: lezione frontale, lezione interattiva, scoperta guidata, didattica laboratoriale con alunni suddivisi in gruppi da due.

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
- realizzazione dal parte dell'insegnante responsabile del progetto di una presentazione in power point esplicativa per gli alunni - formazione di un gruppo di lavoro in piattaforma denominato ITE Ceccano - realizzazione di web application che descrivono il territorio di Ceccano. Le web application pubblicate sono consultabili dai vari devices con connessione internent e motore di ricerca Google Chrome, - realizzazione di una presentazione in power point di spiegazione e supporto alla story map - GIS day a scuola il giorno 29 maggio 2015 per la presentazione del prodotto ad alunni e genitori - conseguimento del premio ESRI Italia 2015, sezione scuola e nuove tecnologia, aprile 2015 Conferenza ESRI 2015, Roma con la web application "Ceccano, una città da scoprire". La story map vincitrice è stata inserita in un atlante digitale di ESRI Italia con indirizzo web://www.esriitalia.it/mapgallery/thegeobservatory/Cosa/GISDay 2014 - partecipazione alla cerimonia di premiazione presso l'Hotel Ergife di Roma il 15 aprile 2015 alle 18,30 , dove il docente responsabile ha avuto un attestato del riconoscimento ottenuto ed un premio (entrambi conservati a scuola) - somministrazione di un questionario anonimo per testare il gradimento dell'utenza
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Alunni dell'Istituto Tecnico economico di Ceccano e docenti in qualità di realizzatori del prodotto, persone che navigano sul web in qualità di fruitori del prodotto.

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
ISTITUTO TECNICO ECONOMICO. scuola secondaria di secondo grado
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
2015-06-29 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

-come sia possibile utilizzare nuove tecnologie per raccontare il territorio ( e non solo) in termini di interdiscisplinarietà, con la creazione di una web application consultabile on line da tutti
- come insegnare ed imparare il territorio utilizzando strumenti e prodotti che catturino l'attenzione dell'alunno di oggi, nativo digitale
- come sia possibile cambiare i tempi scuola lavorando in piattaforma ed in cloud, piegandoli alle esigenze dei singoli

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
il tempo è stato il maggiore ostacolo. Il progetto infatti, nella sua fase iniziale richiedeva necessariamente la presenza degli alunni a scuola, al fine di ideare il percorso e di imparare ad usare la piattaforma ArcGIS online. Si è cercato di non gravare troppo sul tempo studio degli alunni a casa, di non andare a sovrapporsi con altri progetti extracurricolari e di conciliare i tempi di permanenza a scuola con gli orari dei mezzi di trasporto degli alunni in quanto nel nostro Istituto il pendolarismo è elevato. Nonostante ciò, molti alunni hanno dovuto rinunciare al progetto perché non è stato possibile conciliare le esigenze di tutti. Per il prossimo anno si prevede di utilizzare il 20% dell'orario curricolare dell'insegnamento della Geografia e di Economia Aziendale per ovviare all'inconveniente. Inoltre, essendo avviato il progetto ed essendo già formati gli alunni, sarà possibile lavorare anche in remoto con maggiore efficienza.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
per l'anno 2014/2015 ci si propone di: - realizzare di una mappa della città con percorsi testati dagli alunni in termini di fattibilità, tempi di percorrenza, presenza o meno di servizi, collegamenti con mezzi di trasporto pubblici e privati - realizzare di immagini e filmati prodotti dagli stessi alunni per implementare la web application già pubblicata nell'anno scolastico 2014/2015 - tradurre e pubblicare pianta e map tour in lingua inglese e francese (allargamento del progetto agli insegnanti di lingua) - ampliare l'area di interesse includendo anche i comuni limitrofi - cercare un nuovo partenariato con l'Associazione Ars Cultores - realizzare mini-tour di Ceccano con gli alunni del nostro istituto che fungono da guida (attività rivolta anche agli alunni delle scuole di grado inferiore)

Project Location

Country: 
Italy
City: 
Roma

Organization

Organization Name: 
I.C. Via G. Messina
Organization Type: 
School
Specify: 
Solo una forma di incentivo data alal RETE XVIII per i docenti che hanno partecipato alla costruzione di progetti finalizzati alle competenze

Project Coordinator

Name and Surname: 
Paolo Aghemo
Address: 
Via Nocara, 9
Telephone: 
3471229815
E-Mail: 
paghemo@gmail.com

Website

http://www.podomatic.com/profile/paghemo e https://vimeo.com/user3966281

Privacy Law

Consenso al trattamento dei dati personali
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the use of my personal data.

Project Type

Education up to 10 years

Project Description

Description Frase (max. 500 characters): 

p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }
Comunicare in madrelingua in relazione alle 8 competenze chiave della CE, progettare, collaborare e partecipare anche attraverso l'uso di ICT.
Facilitare il passaggio dalle conoscenze alle competenze attraverso il recupero della comunicazione orale nella forma dell'ascolto, che è il modo naturale con cui il bambino entra in rapporto con gli altri e la complessità.
Un racconto ascoltato e appreso che viene ri-narrato ad alunni più piccoli attraverso una serie di "quadri narrativi".
 

Project Summary (max. 2000 characters): 

  Il progetto si propone di valutare l'apporto positivo nell'aspetto motivazionale e nell'apprendimento in alunni di età differenti attraverso l'esperienza della narrazione. Gli alunni della primaria dopo aver letto, compreso e rielaborato oralmente, con disegni e con un podcast (sviluppato su uno storyboard costruito dagli alunni stessi)http://paghemo.podomatic.com/entry/2014-11-25T04_38_54-08_00, narrano ai compagni della scuola dell'Infanzia il testo in capitoli/quadri narrativi. Essi a loro volta si documentano alla LIM sugli animali dell'isola e ri-raccontano, con semplici parole, la storia ascoltata, ai propri insegnanti e genitori.

How long has your project been running?

2014-04-29 22:00:00

Objectives and Innovative Aspects

  - rendere gli alunni protagonisti dei loro apprendimenti attraverso l'ascolto, la lettura e rielaborazione in podcast e disegni del testo "L'isola felice" di Giuseppe Bordi (Fabbri Editori) http://www.giuseppebordi.it/libri-per-bambini-lisola-felice/; - rendere gli alunni capaci di ascoltare, comprendere e rielaborare un testo narrativo/fantastico (conoscenza); - rielaborare il testo in modalità orale e visuale (disegni) in modo da renderlo comprensibile ad alunni della scuola dell'Infanzia (competenza); - utilizzare le ICT per rendere maggiormente fruibile e riutilizzabile la narrazione in modalità "digital storytelling" (ulteriore competenza).   

Results

Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
La prova è consistita nel replicare la narrazione ascoltata e compresa facendola comprendere ad alunni più piccoli con le difficoltà insite in questa operazione che ha richiesto un passaggio da conoscenza a competenza. Un compito di realtà che ha creato un vero e proprio episodio di apprendimento situato (EAS). Le chiavi sono quindi state: - autonomia (quale parte del racconto scelgo di raccontare nel piccolo gruppo, con quali parole, che personaggio evidenzio, quale tipologia di rappresentazione grafica); - partecipazione (collabora con i pari età e fa da tutor ai più piccoli, dà il proprio contributo); - flessibilità (trova soluzioni funzionali, ad esempio i più piccoli sono stanchi o non comprendono una certa parte); - consapevolezza (le scelte fatte hanno degli effetti); - autovalutazione (cosa ha funzionato cosa non ha funzionato, aspetti critici). In modo specifico sull'autovalutazione ci si è basati sull'interesse dell'ascolto degli alunni della scuola dell'Infanzia, sulla verifica dell'espansione del lessico ricettivo e riproduttivo con una scheda iniziale, in itinere e finale, con il feedback dai piccoli alunni, dai loro insegnanti e genitori, dalla Rete.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 

Gli alunni delle classi coinvolte, i docenti, i genitori, amici e parenti in rete.
Inoltre nella condivisione sui social network di gruppi di insegnanti (ad oggi molto numerosi come Insegnanti, Docenti Vituali, Insegnanti 2.0, LIM 2).

Sustainability

What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
What is the source of funding for your project?: 
Other
Specify: 
Scuola statale, Istituto comprensivo
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
2014-04-29 22:00:00

Transferability

Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 

La narrazione come momento cognitivo.

La trasferibilià è intrinseca all'oggetto del progetto che è la narrazione. Il testo o i testi che s'intendono narrare sono da scegliere in base all'età degli alunni o del gruppo a cui s'intende narrare.
Schank dice che “gli esseri umani sono naturalmente predisposti ad ascoltare, ricordare e raccontare storie. Il problema – per gli insegnanti, genitori, leader di governo, amici e.... computer – e di avere storie interessanti da raccontare.” (Schank “Raccontami una storia”). Lo sviluppo cognitivo si basa sul racconto come cuore dell’intelligenza. Raccontiamo storie principalmente per intrattenimento, in secondo luogo come una forma d’arte. Eppure il racconto è, fondamentalmente, una funzione cognitiva. Facilmente riproducibile con un minimo di attrezzatura informatica ed una connessione ad internet quesa metodologia, che possiamo defnire "digital storytelling" (con una funzione didattica/costruttiva), è un elemento di forza del processo di insegnamento/apprendimento.

 

Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Background Information

Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Gli ostacoli specifici, dentro la scuola, è data dalla mentalità della lezione frontale che ancora viene privilegiata da molti docenti. Altri ostacoli, ma di minore influenza, possono essere date dalla dotazione tecnologica. Soluzione: - lavoro di gruppo con docenti, formatori, operatori; - indicazioni sulle dotazioni tecnologiche minime necessarie.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
<p>Il progetto sta per essere ampiato nell'istituto di Via G Messina (http://www.icviagmessina.gov.it/) con un progetto denominato &quot;radio social web&quot; per dare l'opportunit&agrave; a pi&ugrave; docenti e pi&ugrave; classi di poter costruire oggetti di apprendimento didattico con i propri alunni e diffonderli &quot;online&quot;. Si allegano documentazioni richieste per questo progetto sia per la Rete XVIII Competenze in crescita sia per il Convegno nazionale &nbsp;<a href="http://www.iprase.tn.it/eventi/litaliano-e-le-altre-al-tempo-del-plurilinguismo/" data-slimstat-tracking="false" data-slimstat-callback="true" data-slimstat-type="2">L&rsquo;Italiano e le altre al tempo del plurilinguismo</a> IV Seminario sulle Indicazioni Nazionali per il 1&deg; ciclo (Tenutosi all'Iprase di Rovereto) dove sono stato chiamato a relazionare sul progetto.</p> <div>&nbsp;</div> <p>&nbsp;</p>
Subscribe to RSS - storytelling