News

Dopo il Global Junior Challenge 2017 comincia la sperimentazione nelle scuole.

L'edizione 2017 del Global Junior Challenge raccontata in due minuti

#MLSEurope: sulla stampa le interviste a Valeria Cagnina e Vincenzo Polizzi.

Global Junior Challenge 2017: le motivazioni per ogni categoria.

Si chiude l'ottava edizione: in Campidoglio la consegna di premi e menzioni speciali.

9ª edizione: Roma, 2019

Ritorna il "Global Junior Challenge (GJC) Premio Tullio De Mauro alla Scuola che Innova ed Include" con una veste rinnovata e tante novità! 

Da quest'anno il multievento, che si svolge in memoria del professor emerito Tullio De Mauro, è interamente dedicato al mondo della scuola e a chi promuove l’innovazione al suo interno per lasciare un segno e dare un forte messaggio di rinnovamento nella scienza dell'insegnamento e dell'apprendimento. 

Promosso storicamente da Roma Capitale, GJC è organizzato ogni due anni dalla Fondazione Mondo Digitale e rappresenta un’occasione unica per riflettere sulle sfide del 21° secolo per l'innovazione nella didattica e per diffondere buone pratiche nell’applicazione dei sistemi tecnologici a fini educativi e formativi, favorendo lo sviluppo della creatività giovanile.

La nona edizione del concorso si svolge in collaborazione con la casa editrice Erickson e si conclude con una tre giorni dedicata ai docenti e dirigenti scolastici promotori di innovazione. La manifestazione è prevista dall’11 al 13 dicembre 2019, a Roma. I progetti finalisti espongono in una prestigiosa vetrina appositamente allestita nei giorni 11 e 12 dicembre, la cerimonia di premiazione si svolge il 13 dicembre nella sala Giulio Cesare in Campidoglio

GJC si conferma dunque come il contest/evento capace di aggregare innovazione e creatività nel mondo scolastico. Ma la vera innovazione non può partire se non dal lavoro e dall'impegno di docenti e dirigenti “illuminati”, a loro infatti sono dedicati il Premio Speciale Tullio De Mauro per il docente innovatore, attraverso la candidatura di uno o più progetti, e la menzione d'onore per i dirigenti scolastici per la proposta di una scuola innovativa, inclusiva e di qualità.

Non solo “studiare è uno strumento di libertà” (Tullio De Mauro) ma è indispensabile alle società e ai singoli per compiere scelte libere e responsabili e per contribuire allo sviluppo delle comunità.

Tullio De Mauro (Torre Annunziata, 1932 - Roma, 2017) è stato linguista di fama internazionale e docente universitario. Ha ricoperto anche l’incarico di Ministro della Pubblica Istruzione dal 2000 al 2001. E per dieci anni (2001-2011) ha guidato come presidente la Fondazione Mondo Digitale. A sinistra il video che abbiamo dedicato al Professore in occasione dei dieci anni di attività festeggiati insieme a lui nel 2011.

@Gjc2019 #gjc2019