MAKING DRONES

Versione stampabileVersione PDF
Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Roma
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Scuola paritaria Istituto Massimiliano Massimo
Tipo dell'organizzazione: 
School
Sito Web
https://sites.google.com/site/MakingDrones https://www.facebook.com/MakingDrones
Tipo di progetto
Applications for civic and social innovation
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Bambini costruiscono i loro droni professionali: il progetto open source Making Drones, il Papa-drone e quello che possono realizzare bambini e adolescenti dagli 8 ai 17 anni.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
L'idea di questo corso è nata da alcune riflessioni: i bambini e i ragazzi possono realizzare cose meravigliose divertendosi e acquisendo competenze indispensabili nel mondo del lavoro; la necessità di creare un ambiente dove i genitori e figli possano riscoprirsi in un gioco in comune; Heckman, premio Nobel per l’economia, ha riscontrato che ricchezza e povertà sono strettamente correlate all’acquisizione di competenze in età scolare. A supporto di ciò, secondo recenti proiezioni, molti dei lavori attuali saranno sostituiti nei prossimi anni da sistemi automatizzati (robot, software o droni). Si creeranno nuove professioni accessibili da coloro che potranno dimostrare competenze, creatività e capacità di problem solving. Abbiamo quindi individuato in questo progetto educativo legato ai droni la possibilità di formare alcune competenze necessarie ai lavori del nuovo millennio. Nelle lezioni sono stati utilizzati gli elementi “facilitatori” della didattica che consentono ai ragazzi di essere protagonisti attivi del loro apprendimento: il gioco; la competizione utilizzata come leva per un apprendimento stimolante dove le modalità di punteggio sono allineate alle finalità formative. La struttura delle lezioni è stata organizzata in modo da mantenere costantemente alta la curva di attenzione con rapidi cambi di contesto. Il corso è stato progettato dall’ing. Claudio Becchetti già docente della facoltà di Ingegneria della Sapienza, genitore ed ex alunno dell’Istituto Massimo e da P. Sergio Cavicchia SJ, docente di fisica e di religione presso l'Istituto. Per lo svolgimento e l'organizzazione delle lezioni hanno collaborato altri 14 docenti volontari provenienti dal mondo dell’industria, della scuola e dell’università. A Maggio 2015, il corso ha avuto una forte eco sulla stampa mondiale a seguito del dono del primo drone professionale a Papa Francesco costruito dagli studenti più giovani del corso.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2014
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Making Drones è un corso che ha insegnato a progettare, costruire e pilotare un drone professionale a 60 bambini e ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 17 anni. Il corso ha dimostrato le enormi potenzialità dei ragazzi che sono in grado, anche ad 8 anni, di costruirsi interamente un drone professionale partendo dai componenti elementari che sono stati saldati, assemblati, configurati e testati. Poiché la preparazione di questo tipo di lezioni è particolarmente onerosa, i 14 docenti volontari hanno cercato di “copiare” esperienze open, simili, nel mondo, ma senza successo. Per tale motivo, gli studenti e i 14 docenti volontari parteciperanno alla prossima edizione Maker Faire Roma (15-17 ottobre 2015): per divulgare i contenuti open source del corso e invitare altre realtà a copiare/migliorare questa e le altre esperienze già svolte ed in corso. Gli obiettivi di formazione generale hanno previsto il rafforzamento delle competenze determinanti nel contesto del lavoro e della vita. Basandosi sui modelli sviluppati dall’OCSE, dalle industrie e dai sistemi educativi più avanzati, sono state previste azioni per consolidare 4 competenze specifiche: il problem solving in contesti reali, il team working, la comunicazione efficace e la perseveranza, intesa come capacità di raggiungere un obiettivo di lungo termine attraverso step successivi.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Le lezioni si sono svolte presso l’Istituto Massimo di Roma dove gli studenti hanno costruito i loro 55 droni e ad ogni lezione hanno dato anonimamente un voto ai loro docenti che di media hanno raggiunto un punteggio di 9,2/10 in 500 valutazioni. Questo percorso didattico rappresenta il primo esempio al mondo considerando le fasce d’età coinvolte, i contenuti e la particolare modalità didattica utilizzata. Il corso ha previsto il raggiungimento di obiettivi formativi specifici in ambito tecnologico e di finalità di formazione generale. In ambito tecnico i ragazzi hanno imparato le formule necessarie alla progettazione-costruzione del drone (fisica, elettronica, chimica, aerodinamica) e le competenze laboratoriali associate. L’apprendimento del volo prevede un percorso che si è articolato attraverso ore di simulatore e pratica in analogia con le scuole di pilotaggio commerciale. I risultati che hanno determinato il successo del corso sono state le prove di volo (anche simultaneamente di tutti i droni costruiti in occasione di alcuni eventi appositamente messi a punto) che hanno dimostrato le capacità e le competenze raggiunte da tutti gli studenti; le richieste che sono pervenute da più parti al team di docenti organizzatori di riproporre il corso o di realizzarne una versione “full-immersion”.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Gli utenti che hanno interagito con il progetto sono stati principalmente i genitori degli studenti partecipanti, soprattutto quelli degli studenti appartenenti alla fascia d'età più bassa (dagli 8 ai 12 anni) ai quali, al termine di ogni incontro, è stata consegnata una scheda di valutazione da restituire in forma anonima. In questo modo, il team docente ha avuto modo di monitorare ed eventualmente modificare il piano d'azione di ogni singolo incontro.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
i genitori di ogni studente partecipante hanno provveduto all'acquisto del drone in kit.
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
07/2015
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
a progettare, costruire e pilotare un drone professionale ai bambini e ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 17 anni.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Inizialmente immaginavamo che le adesioni al corso sarebbero state non superiori alla decina, più che altro per la logistica che avrebbe previsto un impegno, non solo dello studente ma anche della sua famiglia, anche nella giornata del sabato, quindi a scuole chiuse. In realtà, ci siamo trovati nella condizione di dover chiudere le iscrizioni, ponendo un limite a 60 partecipanti, per motivi di spazio e di organizzazione delle lezioni. La difficoltà maggiore è stata quella di “tenere a bada” i genitori degli studenti più piccoli che in talune occasioni hanno provato a sostituirsi ai propri figli nelle attività di laboratorio. Non abbiamo avuto alcuna difficoltà nel far accettare il corso e le sue modalità ed abbiamo apprezzato la vicinanza di tutti riguardo le scelte didattiche e formative proposte dal corso
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
In occasione della partecipazione alla manifestazione Roma Drone Expo&Show (29-31 maggio 2015) molti genitori ci hanno chiesto di replicare questo corso, con le medesime modalità; alcuni docenti provenienti da altre scuole ci hanno chiesto di poter mettere a disposizione le nostre professionalità per poter replicare in altri contesti la medesima esperienza. Inoltre, nel corso dell'anno scolastico 2015-16 l'Istituto realizzerà, con le stesse modalità didattiche, un corso che insegnerà come costruirsi da soli ed utilizzare una stampante 3D.