Giuria

Versione stampabileVersione PDF

 

I membri della Giuria
I membri della Giuria vengono selezionati sulla base delle loro conoscenze ed esperienze maturate nei diversi settori rappresentati nel GJC (innovazione, educazione, inclusione sociale ecc.). La Giuria sarà suddivisa in Gruppi di lavoro, uno stesso progetto verrà valutato da almeno 3 giurati.
 
 
 
La valutazione - Criteri generali
I progetti saranno giudicati non solo per l’uso innovativo delle nuove tecnologie ma anche per il loro contributo allo sviluppo dell'educazione per il 21° secolo e dell’inclusione sociale. I giurati dovranno identificare i progetti più innovativi e “ispiranti” che adottano un approccio efficace nella diffusione delle nuove tecnologie, tenendo conto del contesto di appartenenza del progetto e dell’aspetto tecnologico, didattico, sociale ecc.
I giurati dovranno cercare i progetti che:
  • Sviluppano l'uso delle nuove tecnologie da parte dei giovani
  • Migliorano la qualità, lo svolgimento e l'efficacia della didattica attraverso l'uso di nuove tecnologie, sia in classe che all'esterno
  • Migliorano la qualità della vita e offrono nuove opportunità al mondo della scuola e ai settori più svantaggiati della società
  • Avvicinano l'offerta e la domanda di lavoro attraverso nuovi metodi di formazione e  reclutamento
  • Contribuiscono alle pari opportunità
  • Migliorano lo scambio e la cooperazione internazionale
  • Hanno prodotto dei risultati concreti
 
La valutazione - Criteri specifici
I giurati dovranno dare un voto da 1 a 10 per ognuna delle seguenti aree: innovazione, utenti, impatto, adattabilità.
In particolare: 
 
INNOVAZIONE -I giurati dovranno valutare le qualità innovative del progetto nel contesto sociale di riferimento. Ciò non riguarda solamente l'aspetto tecnologico.
Le domande che dovranno porsi i giurati sono:
  • Quanto è innovativo il progetto nel suo complesso?
  • Quanto è innovativo il progetto in riferimento ai seguenti parametri: utilizzo delle nuove tecnologie; coinvolgimento degli stakeholders (interni ed esterni); approcci e modelli di sviluppo; risultati del progetto.

UTENTI
 - I giurati dovranno valutare quanto il progetto risponde ai bisogni degli utenti.
Le domande che dovranno porsi i giurati sono:
  • Il progetto è veramente utile e risponde ai bisogni degli utenti?
  • Il progetto è di facile accesso per i suoi utenti?
  • In che modo il progetto garantisce nuove opportunità per gli utenti e la loro partecipazione?

IMPATTO 
- I giurati dovranno valutare l'impatto del progetto in ambito educativo e/o di inclusione sociale
Le domande che dovranno porsi i giurati sono:
  • Quante persone e organizzazioni ha coinvolto il progetto? E in che modo, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo (ad es. come sono cambiate le relazioni, le alleanze, le forme di lavoro ecc.)?
  • In che misura il progetto ha stimolato l'uso di nuove tecnologie per l’innovazione didattica e l’inclusione sociale?

ADATTABILITÀ 
- I giurati dovranno valutare in che misura il progetto possa essere adattato ad altri contesti e possa creare nuove opportunità per nuovi protagonisti.
Le domande che dovranno porsi i giurati sono:
  • Che potenziale ha il progetto di essere adattato altrove? E’ già stato replicato?
  • Cosa possono imparare gli altri utenti da questo progetto?
  • Quali azioni hanno intrapreso i partecipanti per trasferire/condividere il loro progetto con altri?