Europa

Il verde d’Europa

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Velletri(Rm)/ Lazio
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
SMS Velletrano
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Favorire la collaborazione e l'integrazione del gruppo classe con la realizzazione di un prodotto multimediale.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Iniziato nel corso dell’a.s. 2010-2011 e proseguito nel corso del corrente anno scolastico, il progetto, dal titolo “Col PC facciamo centro” prevedeva la realizzazione di un prodotto didattico multimediale i cui obiettivi erano quelli di favorire l’integrazione e la collaborazione del gruppo classe, con particolare riferimento a ragazzi diversamente abili, e di promuovere negli alunni un uso intelligente di Internet. L’idea centrale è stata quella di realizzare un sito web sul patrimonio naturalistico di cinque diversi paesi dell’Unione europea, che oltre a censire aree protette, riserve e parchi nazionali, mettesse in luce anche la diversità nelle politiche ambientali. Il lavoro è stato scandito in più fasi: quella ideativa, in cui si è deciso l’argomento da trattare, quella organizzativa in cui si sono decisi i gruppi di lavoro, quella di ricerca e reperimento materiale in Internet e quella realizzativa delle pagine web. Tutte le pagine web create sono corredate di immagini e link significativi per l’approfondimento e la documentazione.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
01/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Integrazione e collaborazione tra gli studenti, con particolare attenzione a dei ragazzi diversamente abili e promuovere la cultura intelligente di internet attraverso la creazione di sito web ideato e studiato a fondo dai ragazzi prima della creazione.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Il sito è funzionante, tutte le pagine web sono corredate di link e immagini. I ragazzi si sono impegnati, hanno collaborato e lavorato tutti insieme.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Tutti coloro che visitano il sito.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
06/2012
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
I ragazzi hanno imparato a studiare un progetto dall'inizio alla fine, dall'idea alla realizzazione pratica. Hanno lavorato insieme in tutte le fasi. é un ottimo esercizio per rinforzare la coesione e l'integrazione, soprattutto per alunni diversamente abili.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si

Noi una stella della bandiera

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Velletri(Rm)/ Lazio
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
SMS Velletrano
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Cortometraggio sul Parlamento Europeo
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Gli alunni hanno realizzato un cortometraggio che racconta il Parlamento Europeo in un modo più giovane e moderno, parlando delle singole storie dei paesi europei che fanno parte dell’UE.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
01/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
L'obiettivo del lavoro era far conoscere agli alunni il contesto politico e internazionale nel quale ci troviamo. Per far questo abbiamo però elaborato questo cortometraggio per rendere più interessante agli occhi di ragazzi di 13 anni la storia dell'Unione Europea, di come si è creata, dei motivi e dei paesi che ne fanno parte.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
progetto da completare...
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
La classe coinvolta nel progetto era una seconda media, ma il cortometraggio è stato visionato da tutta la scuola. progetto da completare...
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
06/2012
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Un modo utile e divertente per far appassionare i ragazzi a una materia complessa come la storia contemporanea.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si

OPportunità EURopa (EuRop)

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Livorno,Toscana
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Polo Liceale F. Cecioni
Tipo dell'organizzazione: 
School
Specificare: 
Scuola Secondaria Secondo Grado_Liceo Linguistico
Sito Web
http://projeteurop.blogspot.it/
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
facilitare l’entrata nel mondo dellavoro degli studenti beneficiari tramite la creazione di una retetransfrontaliera di Scuole e Camere diCommercio con un corso integrato/bilingue
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
rafforzare l’identità comune, far comprendere le problematiche e le sfide che attendono l’Europa nel futuro prossimo, e facilitare l’entrata nel mondo del lavoro degli studenti grazie all’impegno del sistema camerale. Il progetto mira inoltre a rendere stabile il percorso formativo bilingue franco-italiano da sperimentare attraverso la creazione di reti tra gli Istituti scolastici coinvolti e le Camere di Commercio dell’area di cooperazione. Nel Liceo Cecioni Nella scuola è attivo il percorso di studi che consente agli allievi italiani di conseguire simultaneamente due diplomi a partire da un solo esame l'Esame di Stato italiano e il Baccalauréat francese. Vista la realtà di un doppio diploma alla fine del percorso di studi dei nostri alunni,abbiamo cercato un’idea progettuale che rendesse “spendibile “nei territori,in un contesto di inserimento nel mondo del lavoro, le competenze conseguite dai nostri alunni . Ecco come è nata l’idea di un progetto con Camera di Commercio di Livorno, e con,oltre a l nostro liceo, Polo Liceale F. Cecioni di Livorno, l’ITCS Rosselli di Genova, l’ITCG Enrico Fermi di Iglesias ed il Lycée Polyvalent de Balagne,Corsica,Francia.I soggetti coinvolti nel progetto sono tutti transfrontalieri e tutti coinvolgono le rispettive camere di commercio. Il percorso integrato bilingue “OPportunità EURopa”, ideato con lo scopo di avvicinare gli studenti delle Scuole secondarie di secondo grado ai temi di grande attualità riguardanti l’UE, di far percepire loro i valori, gli ideali di informarli sulle opportunità che da questo processo scaturiscono e soprattutto di avvicinarli al mondo del lavoro attraverso un percorso di taglio informativo e formativo.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
10/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Creazione di una rete stabile tra gli Istituti Scolastici di secondo grado e le Camere di Commercio dell’area transfrontaliera volta alla attuazione di percorsi formativi integrati bilingue; la creazione di 4 uffici Europa transfrontalieri presso ogni scuola partner (sportello Europe for Students). L’elemento cardine dell’iniziativa è costituito dalla sperimentazione del corso integrato bilingue, il quale faciliterà il passaggio degli Istituti partner dal contesto ristretto e sottodimensionato della realtà scolastica locale verso un contesto più ampio e ricco, basato sullo scambio, la cooperazione e la mobilità tra docenti e studenti dell’area transfrontaliera. piattaforma di elearning ,modalità blended:un sito web ,un blog, e filmati,video,.. Il Porto di Livorno,Il Comune, e la Camera di Commercio stanno curando l’inserimento degli alunni coinvolti nel progetto in stages in cui essi accompagneranno visitatori e turisti in visite culturali e tematiche della città. Attività simili saranno organizzate in territorio francese Queste attività contribuiranno ad avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro, e contribuiranno inoltre a creare, o nella migliore delle ipotesi a rafforzare, delle reti tra Istituti, Camere di Commercio ed Imprese, in grado di attuare iniziative;di alternanza scuola lavoro. Il coordinare camerale avrà il compito di illustrare gli aspetti socio economici dei territori oggetto della progettazione, avvalendosi anche di materiale appositamente predisposto.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Due mobilità effettuate ( in Liguria ed in Toscana). I giorni 9, 10 e 11 Maggio 2012 si è svolta a Livorno la seconda mobilità del progetto di cooperazione EurOp con la partecipazione di alunni ed insegnanti provenienti dalle quattro regioni transfrontaliere Liguria, Corsica, Sardegna, Toscana. Questa volta le varie istituzioni europee erano al centro degli incontri svolti nelle due lingue di communicazione: l'italiano ed il francese. L'inizio di questa mobilità è coinciso proprio con la giornata dell'Europa organizzata nella sede del Liceo F. Cecioni con la partecipazione della Dott.ssa Sophie Stallini in rappresentanza del Bureau de Coopération Linguistique dell'Ambasciata francese. Alcuni alunni del Liceo Cecioni hanno presentato i loro lavori nell'ambito del percorso Esabac, altri hanno illustrato insieme alle loro insegnanti l'utilità dei progetti E.Twinning e Comenius nonché delle varie mobilità compiute negli ultimi anni in Europa. Sono state effettuate ben due visite sul territorio; la prima al porto industriale preceduta da una brillante presentazione da parte della Dott.ssa Francesca Morucci nel Palazzo dell'Autorità portuale in Venezia, la seconda all'interno della Rafineria Eni, commentata e guidata con grande disponibilità dagli Ingegneri Zullo e Mantigli. Gli alunni hanno dimostrato un particolare interesse durante la visita al Museo allestito dentro la raffineria che ne documenta la nascita e l'evoluzione all'interno del tessuto industriale livornese, nazionale ed europeo. Come nel corso della prima mobilità di Genova, i ragazzi hanno lavorato a gruppi secondo i vari compiti loro assegnati. La documentazione relativa sarà inserita sul blog del progetto previsto a tale scopo. La terza fase del progetto si svolgerà a Settembre in Sardegna presso la sede dell'Istituto Fermi, a Iglesias.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
40 studenti; Doc madrelingua n°3 Doc italiano n° 8 Formatore professionale del settore di riferimento n°1 Esperto esterno (con competenze tecniche) n°1 Camera Di Commercio Livorno Imprese :12 Camere di Commercio : 4 Collaborative teaching,didattica per scoperta, simulazioni, metodologie blended CLIL di storia,di linguaggi settoriali ( commercio,impresa, industria,…)attività laboratoriali.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 75.001 a 500.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
05/2012
Quando prevedete che diventi autosufficiente?: 
02/2013
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
un percorso formativo transfrontaliero bilingue stabile garantisce la sostenibilità istituzionale ed economico- finanziaria dell’iniziativa: le attività formative ideate dal progetto non contemplano solo formazione d’aula e a distanza ma anche visite ed approfondimenti presso le imprese dei territori degli istituti partner cheverranno coinvolte grazie alle attività della Camera di Commercio di Livorno in collaborazione con le Camere di Commercio di Genova, Cagliari e Bastia. Il progettomira a sviluppareuna rete traIstituti partner e Camere di Commercio che facilita la riproposizione di future attività di alternanza scuola lavoro.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
maggiori competenze da parte dei futuri lavoratori ad oggi ancora studenti:comprendere le problematiche e le sfide che attendono il vecchio continente ed in particolare l’area di cooperazione;sviluppare un senso di comunione e di condivisione dello spirito europeo; conoscere le lingue e le culture presenti sui territori delle due sponde; possedere una buona conoscenza del contesto socio economico delle regioni e delle relative opportunità in termini occupazionali; superamento di un frequente intrappolamento ai margini del mercato del lavoro, con occupazioni e professionalità di bassa qualità, non di rado senza alcuna coerenza tra carriera scolastica ed opportunità e carriera lavorative.Conoscere l’importanza del processo di integrazione europeo. Interfacciare la scuola con il sistema imprenditoriale ,favorire l'ingresso nel mercato del lavoro attraverso esperienze che favoriscono il passaggio dal sapere al saper fare.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
la creazione in ogni istituto partner, di uno Sportello Europa transfrontaliero, gestito da professori e studenti, focalizzato sulle opportunità formative esistenti . Gli sportelli, anche dopo la fine del progetto, continueranno a sensibilizzare all’interno della scuola nuovi studenti e professori verso l’attuazione di iniziative formative transfrontaliere.Gli strumenti di disseminazione e comunicazione saranno sviluppati in doppia lingua ed in particolare il sito WEB del progetto sarà finanziato ed aggiornato anche dopo la fine dell’iniziativa,integrando in modo stabile i propri programmi di offerta formativa (POF), con il moduloformativo bilingue transfrontaliero sperimentato. Agevolare la comunicazione tra partner e l’operatività del gruppo di lavoro,- Promuovere il progetto (le sue attività e i suoi risultati) a livello transfrontaliero,- Garantire la riconoscibilità delle attività del progetto attraverso il disegno di un’immagine coordinatacondivisa.

Children and reporters

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Rionero in Vulture, Basilicata
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Scuola Primaria Statale " M. Preziuso"Rionero in Vulture
Tipo dell'organizzazione: 
0
Sito Web
http://childrenandreporters.blogspot.com/
Tipo di progetto
Educazione fino a 10 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Progetto eTwinning finalizzato alla creazione di un giornalino scolastico multimediale internazionale
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
" Children reporters" è un progetto che coinvolge diverse scuole europee: Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Romania, Polonia, Bulgaria ed alunni dai 6 ai 12 anni. Risponde all'esigenza, avvertita dai diversi insegnanti partners, di realizzare un giornalino scolastico multimediale allo scopo di guidare gli alunni, attraverso un'attività  motivante e coinvolgente, a comunicare e condividere le proprie esperienze e conoscenze utilizzando il linguaggio multimediale e la lingua inglese. La realizzazione del giornalino scolastico è articolata in alcune fasi: 1.Progettazione dell'attività  da svolgere a cura degli insegnanti partners 2.Presentazione del progetto agli alunni in modo da renderli consapevoli delle modalità  di lavoro e delle finalità  da raggiungere. 3. Raccolta e selezione delle informazioni: in questa fase gli alunni delle varie scuole cercano, selezionano e organizzano il materiale sull'argomento da trattare in base alle sezioni in cui è stato articolato e suddiviso il giornalino. 4. Revisione e pubblicazione dell'articolo sul giornale online 5. Apprendimento con e dagli altri: l'articolo pubblicato viene letto dai compagni delle altre scuole che possono inserire i propri commenti, discuterne in classe o successivamente confrontarsi relativamente alla tematica proposta utilizzando strumenti di comunicazione sincrona ed asincrona.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Obietti del progetto: Avvicinare gli alunni al mondo dell'informazione in generale ed in particolare al giornale considerato come uno dei pi๠importanti "media". Incentivare la scrittura ed altre forme di espressione come processo narrativo. Sviluppare competenze nell'ambito della scrittura e lettura nella lingua inglese ed in lingua madre. Stimolare un processo creativo che permetta ai ragazzi l'utilizzo delle proprie competenze in un contesto metadisciplinare. Rafforzare la capacità  di pensare in maniera critica nel momento in cui si cercano, si selezionano e si organizzano informazioni rilevanti su un determinato argomento; Comprendere semplici testi . Partecipare a discussioni di gruppo, individuando il problema affrontato e le principali opinioni espresse. Elaborare in modo creativo testi di vario tipo. Apprendere le nozioni base sulla scrittura via web e la grafica. Utilizzare gli strumenti ICT in maniera collaborativa . Esprimersi e comunicare mediante tecnologie multimediali. Saper lavorare in gruppo responsabilmente, tenendo conto delle esigenze altrui , collaborando attivamente per il raggiungimento di un obiettivo comune. Sviluppare le competenze interculturali degli studenti.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Gli obiettivi posti alla base del progetto sono stati raggiunti in maniera soddisfacente dalla maggior parte degli alunni. In particolare si sono registrati i seguenti risultati Potenziamento e sviluppo delle capacità  comunicative e di literacy . Potenziamento della capacità  di affrontare un problema attraverso il dialogo e la discussione. Acquisizione di nuove competenze nell'uso degli strumenti multimediali. Miglioramento delle dinamiche relazionali. Maggiore capacità  di gestione ed organizzazione delle informazioni. Maggiore autonomia nell'organizzazione e pianificazione del lavoro scolastico. Sviluppo di una maggiore abilità  nella comunicazione in lingua inglese. Superamento di stereotipi e pregiudizi verso culture diverse.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Insegnanti ed alunni delle diverse scuole europee gemellate. La comunicazione e l'interazione avvengono tramite strumenti di comunicazione sincrona ed asincrona
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
autofinanziamento ed attività  di volontariato da parte dei docenti impegnati
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Via S. antonio,6 - 85028 Rionero in Vulture
Da quanto tempo?: 
06/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
La redazione di un giornale multimediale internazionale ha un enorme valenza formativa. Narrare le proprie esperienze e conoscenze condividendole con quelle altrui incoraggia gli alunni a stabilire un dialogo costruttivo con gli altri in quanto ogni storia si intreccia con le storie degli altri per somiglianze e differenze, a prendere in considerazione nuove idee e soluzioni per la risoluzione dei problemi. Tutto questo trascende il piano della semplice comunicazione per trasformarsi in competenze di vita quotidiana. - Attraverso il giornale gli alunni imparano a guardarsi intorno, ad osservare la realtà  che li circonda, a formarsi un'opinione ed un giudizio dei fatti per poi raccontarla, sviluppando in questo modo una mentalità  critica.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Precario funzionamento delle attrezzature tecnologiche. Il problema si potrebbe risolvere con un miglioramento ed integrazione delle stesse.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Il progetto sarà  continuato nel prossimo anno scolastico ed esteso ad altre classi della nostra scuola nonchè a tutte le scuole che ne vorranno prendere parte.

Children and reporters

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Rionero in Vulture, Basilicata
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Scuola Primaria Statale " M. Preziuso"Rionero in Vulture
Tipo dell'organizzazione: 
2
Sito Web
http://childrenandreporters.blogspot.com/
Tipo di progetto
Educazione fino a 10 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Progetto eTwinning finalizzato alla creazione di un giornalino scolastico multimediale internazionale .
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Le motivazioni che hanno spinto me ed altri insegnanti europei a realizzare questo progetto sono molteplici - Il linguaggio multimediale è un linguaggio pervasivo, si pone trasversalmente alle varie discipline ed attraversa ogni settore della nostra conoscenza, ed il bambino di oggi, nativo digitale, ne è profondamente immerso, sviluppando nuove modalità  di apprendimento. - Utilizzare il linguaggio multimediale con finalità  didattico-narrative significa guidare l'alunno, in un ambiente immersivo e stimolante, a costruirsi una propria identità ; a trovare un proprio posto nel mondo in cui vive come protagonista; a chiarire ed organizzare le proprie conoscenze, i propri concetti, i propri sentimenti, a ritrovare la gioia di avere sempre qualcosa da dire, da raccontare. - Imparando a raccontare e raccontarsi, gli alunni acquisiscono gli strumenti necessari per riflettere metacognitivamente sulla propria esperienza. - Diventare abili nell'esprimere e raccontare i propri pensieri e sentimenti può contribuire alla capacità  dello studente di risolvere i conflitti interpersonali in maniera non violenta utilizzando la negoziazione, la discussione, il tatto al posto dell'aggressività . - Narrare le proprie esperienze e conoscenze condividendole con quelle altrui incoraggia gli alunni a stabilire un dialogo costruttivo con gli altri in quanto ogni storia si intreccia con le storie degli altri per somiglianze e differenze, a prendere in considerazione nuove idee e soluzioni per la risoluzione dei problemi. Tutto questo trascende il piano della semplice comunicazione per trasformarsi in competenze di vita quotidiana. - Attraverso il giornale gli alunni imparano a guardarsi intorno, ad osservare la realtà  che li circonda, a formarsi un'opinione ed un giudizio dei fatti per poi raccontarla, sviluppando in questo modo una mentalità  critica.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Obietti del progetto: Avvicinare gli alunni al mondo dell'informazione in generale ed in particolare al giornale considerato come uno dei pi๠importanti "media". Incentivare la scrittura ed altre forme di espressione come processo narrativo. Sviluppare competenze nell'ambito della scrittura e lettura nella lingua inglese ed in lingua madre. Stimolare un processo creativo che permetta ai ragazzi l'utilizzo delle proprie competenze in un contesto metadisciplinare. Rafforzare la capacità  di pensare in maniera critica nel momento in cui si cercano, si selezionano e si organizzano informazioni rilevanti su un determinato argomento; Comprendere semplici testi . Partecipare a discussioni di gruppo, individuando il problema affrontato e le principali opinioni espresse. Elaborare in modo creativo testi di vario tipo. Apprendere le nozioni base sulla scrittura via web e la grafica. Utilizzare gli strumenti ICT in maniera collaborativa . Esprimersi e comunicare mediante tecnologie multimediali. Saper lavorare in gruppo responsabilmente, tenendo conto delle esigenze altrui , collaborando attivamente per il raggiungimento di un obiettivo comune. Sviluppare le competenze interculturali degli studenti.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Gli obiettivi posti alla base del progetto sono stati raggiunti in maniera soddisfacente dalla maggior parte degli alunni. In particolare si sono registrati i seguenti risultati Potenziamento e sviluppo delle capacità  comunicative e di literacy . Potenziamento della capacità  di affrontare un problema attraverso il dialogo e la discussione. Acquisizione di nuove competenze nell'uso degli strumenti multimediali. Miglioramento delle dinamiche relazionali. Maggiore capacità  di gestione ed organizzazione delle informazioni. Maggiore autonomia nell'organizzazione e pianificazione del lavoro scolastico. Sviluppo di una maggiore abilità  nella comunicazione in lingua inglese. Superamento di stereotipi e pregiudizi verso culture diverse.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Insegnanti ed alunni delle diverse scuole europee gemellate. La comunicazione e l'interazione avvengono tramite strumenti di comunicazione sincrona ed asincrona
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
Autofinanziamento, attivtà  di volontariato dei docenti che credono nel valore formativo di tali attività 
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Via S. antonio,6 - 85028 Rionero in Vulture
Da quanto tempo?: 
09/2010
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Incoraggiare i bambini a leggere e scrivere in modo tale da consentire loro di dare un senso all'uso del linguaggio in contesti reali è il modo migliore per aiutarli a sviluppare le competenze necessarie per diventare fluenti lettori e scrittori e, di conseguenza, far loro acquisire la capacità  di gestire in maniera critica e creativa le informazioni, cosa fondamentale per informarsi ed apprendere per tutta la vita.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Precario funzionamento delle attrezzature tecnologiche. Il problema si potrebbe risolvere con un miglioramento ed integrazione delle stesse.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Il progetto sarà  continuato nel prossimo anno scolastico ed esteso ad altre classi della nostra scuola nonchè a tutte le scuole che ne vorranno prendere parte.