cultura

Green Geek School Education

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Varese
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Green Geek
Tipo dell'organizzazione: 
Association
Sito Web
www.andrealatino.it/gse
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Portare la cultura dell'innovazione scuola per scuola, in Italia.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
L'idea è nata da Andrea Latino (21 anni) nel febbraio del 2011. I dati sempre più allarmanti relativi alla mancanza di capacità e competenze digitali da parte degli italiani, ed in particolare dei cosiddetti "nativi digitali", mi hanno portato a riflettere su tutte le occasioni che i miei coetanei - e non solo - rischiavano di perdere, dal punto di vista personale, culturale e lavorativo. Non è difficile riconoscere oggi le potenzialità della tecnologia, non soltanto negli specifici campi di applicazione, ma anche all’interno del contesto sociale: i suoi prodotti sono diventati componenti indispensabili della nostra quotidianità. Essi possono condizionare decisamente la nostra vita e le nostre abitudini. La tecnologia offre grandi possibilità di partecipazione, condivisione e azione, ma ancora troppo poco si sta facendo per educare i futuri cittadini non solo ad essere alfabetizzati a livello informatico, ma alfabetizzati alla democrazia, alla partecipazione, al rispetto, alla cura e alla responsabilità per se stessi, la propria città e il proprio Paese e ad un uso consapevole delle tecnologie che oggi sono a nostra disposizione per questi fini. Per questo, nel marzo del 2011, mi sono unito a Green Geek, l'associazione no profit già protagonista con Wired di "Sveglia, Italia!", la campagna nazionale che ha portato il WiFi libero e gratuito in 150 comuni del Paese. Al suo interno, in totale indipendenza e autonomia, ho lanciato GSE - Green Geek School Education, mosso dal profondo convincimento di aver avuto molto dal Paese che mi hanno cresciuto, e di voler restituire il più possibile. GSE è un progetto educativo che ha come target gli studenti di scuole superiori; ​il suo fine ultimo è quello di stimolare il desiderio a impegnarsi nel campo dell’innovazione e di diffonderne la cultura. Con le mie sole forze, gratuitamente, sottraendo tempo agli studi e al lavoro, ho cominciato a prendere contatti con alcune scuole nella provincia di Varese e a "testare l'idea" su gruppi ristretti di ragazzi, ottenendo una risposta positiva fuori da ogni mia aspettativa. Nei mesi successivi, il progetto è cresciuto e ha dimostrato tutta la sua profonda validità, sviluppandosi in 6 scuole e coinvolgendo più di 2400 studenti nella sola provincia di Varese, ed ottenendo grandiosi risultati. Nel marzo del 2012 una nuova, preziosissima collaboratrice si è affiancata a me: Viviana Premazzi, 31 anni, ricercatrice del FIERI (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull'immigrazione). Insieme abbiamo espanso gli obiettivi del progetto, puntando al far conoscere e sperimentare ai giovani pratiche di cittadinanza digitale, in maniera tale che possano diventare attori formati e consapevoli, capaci di fare la loro parte per costruzione bene comune, e d'esercitare i propri diritti politici sfruttando la Rete.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
03/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
GSE è un progetto educativo che ha come target gli studenti di scuole superiori; ​il suo fine ultimo è quello di stimolare il desiderio a impegnarsi nel campo dell’innovazione e di diffonderne la cultura. È costituito da interventi della durata di circa due ore direttamente nelle scuole, atti ad educare i “nativi digitali” ad un uso consapevole ed efficace delle nuove tecnologie, nonché al diffondere una vera “cultura dell’innovazione” che parta da alcune basi concettuali utili a comprendere il mondo dell’IT e non solo. Concetti, per fare qualche esempio, come quelli di "smart city", di start-up, o della "net neutrality". Tematiche che risultano banali e scontate agli occhi degli addetti ai lavori, ma che fin troppo spesso sono ignorate dagli stessi giovani. Ulteriore obiettivo di GSE è far conoscere e sperimentare ai giovani pratiche di cittadinanza digitale, in maniera tale che possano diventare attori formati e consapevoli capaci di fare la loro parte per costruzione bene comune, ed esercitare i loro diritti politici sfruttando la Rete, soprattutto se stranieri. Le modalità attuative sono semplici: si tratta d'incontri frontali, tenuti da un ragazzo d'età molto vicina a quella degli studenti (è questo che fa la differenza, secondo noi), strutturati in maniera non lineare e multidisciplinare, condotti attraverso l’esposizione di esempi concreti applicati sul suolo nazionale ed internazionale e una dialettica fortemente improntata alla motivazione, alla valorizzazione e al mentoring di/su gruppi e individui.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Nei 6 incontri di GSE, sono stati coinvolti più di 2400 studenti. Al di là del numero dei partecipanti, crediamo siano due i criteri sul quale valutare i nostri risultati: il feedback scritto da parte degli stessi ragazzi, attraverso commenti e messaggi pubblico/privati sulla piattaforma Facebook, è stato oltre il 10% (più di 150). Il secondo, è il riconoscimento esterno: GSE ha chiuso tra le prime dieci posizioni delle idee più votate nella Consultazione Pubblica per l'Agenda Digitale Italiana, nonché primo della sezione "Smart cities e smart communities", suscitando l'interessamento del MIUR. Di recente è stato presentato al Torino Digital Experience Festival e al VEGA, Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia. Ne hanno parlato alcune testate tra cui Wired, Assodigitale e Ninja Marketing, ed è stato oggetto di un videocontributo da parte del Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Gli studenti, ovvero i nostri utenti, interagiscono direttamente durante gli interventi di GSE nelle scuole, in maniera attiva e in prima persona. Hanno modo di tenersi ulteriormente in contatto attraverso una pagina sul social network Facebook e attraverso i contatti diretti con i responsabili del progetto.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
Autofinanziato
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
03/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Crediamo che da GSE si possano imparare le seguenti cose: 1) è possibile coinvolgere giovani direttamente nell'esecuzione dei loro progetti come parti principali e attive dell'attività divulgativa ed educativa, non solo come soggetti passivi; 2) I social network sono gli strumenti principe di interazione costante e continuativa con i ragazzi, una volta apprese le dinamiche di funzionamento degli stessi, e non meri accessori; 3) Gli studenti, a nostro giudizio, hanno un terribile bisogno di essere motivati e valorizzati continuamente, poiché vengono continuamente spaventati e demotivati dall'ambiente e dal mondo che li circonda. Crediamo che senza speranza non possa esserci futuro.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Ambizione di Green Geek è quella di promuovere almeno un evento per Provincia in Italia. A tale pro, siamo in dialogo attivo con il MIUR, nonché con moltissime realtà a livello locale, per ora nel Nord del Paese. Nostro sogno nel cassetto sarebbe quello di portare GSE al Sud, dove crediamo sia ancor più importante far conoscere ai ragazzi di queste realtà, al fine di garantire loro ulteriori prospettive future. Il costo principale del progetto è rappresentato dal vitto, l'alloggio e il trasporto dei responsabili al di fuori della Lombardia. In quanto no-profit, i responsabili non percepiscono, per scelta convinta, alcun tipo di compenso.

Blogger Culturali

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Catanzaro / Calabria
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Liceo Classico Statale Galluppi
Tipo dell'organizzazione: 
School
Sito Web
www.linkingcalabria.it/gutenberg
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Blogger culturali per comunicare con il mondo
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Il progetto è nato dall'idea di coinvolgere un gruppo di studenti della nostra scuola nella gestione di un blog di informazione culturale collegato al Progetto Gutenberg, Fiera del Libro e della Multimedialità, promosso ed organizzato dal Liceo Classico Galluppi di Catanzaro. Il Gutenberg ha assicurato agli studenti nei suoi 10 anni di attività la possibilità di conoscere i nuovi fermenti storici e culturali, di discutere con autori, poeti, filosofi, scienziati, docenti, universitari, giornalisti, di temi cruciali del nostro tempo ( dallo sviluppo sostenibile al rapporto identità/alterità, allo sviluppo scientifico e le nuove tecnologie), offrendo un approccio al mondo del sapere più diretto e articolato, che si affianca alla programmazione didattica ordinaria, proiettandola in un orizzonte più ampio. I giovani hanno iniziato a interagire tra loro creando un gruppo di "redazione" che dopo aver raccolto materiale didattico e fotografico ha inserito ogni cosa sul sito della scuola accompagnandola da un loro commento. Oggi questo gruppo già consolidato e i loro coordinatori intendono dare vita ad una situazione già di fatto sperimentata.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
11/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Il progetto nello specifico intende: a. sostenere e diffondere attraverso il web il modello di circolazione di saperi e conoscenze al centro del progetto Gutenberg; b. accrescere le competenze, lo spirito critico, la creatività, il talento e lo spirito di innovazione dei giovani dai 15 ai 18 coinvolti nel progetto; c. incrementare i processi di auto-responsabilizzazione dei singoli e la capacità di lavorare in gruppo; d. offrire ai giovani gli strumenti per orientarsi nei labirinti della rete web e padroneggiare la complessità del suo ecosistema, al fine di utilizzarne le enormi potenzialità ed i nuovi stili della comunicazione; e. estendere alle giovani generazioni la conoscenza del nostro patrimonio culturale, materiale e immateriale, e la sua condivisione, nonchè lo scambio di conoscenze con altri modelli ed esperienze culturali maturate all'estero. f. ideare nuovi modelli di rappresentazione sociale e di "welfare culturale", fondati sulla cooperazione e co-responsabilizzazione tra i diversi attori (pubblici e privati) che operano nel mondo della cultura, con l'obiettivo di offrire alle nuove generazioni un sistema educativo ed informativo ricco, libero e aperto ai diversi apporti, capace di sviluppare creatività, talento e capacità critiche. La collaborazione interistituzionale fra agenzie educative, università, associazioni culturali della città vuole rappresentare una "scelta di campo" che acquisisce una particolare valenza in un contesto, come quello calabrese, segnato da radicati processi di disintegrazione sociale, dispersione scolastica, assenza di una progettualità organica nelle politiche pubbliche, che ha permesso nel tempo il consolidarsi di modelli economici e culturali alternativi a quelli statuali. Diventa fondamentale allora sostenere e diffondere l'accesso alla cultura ed ai saperi a tutti i livelli ed età, moltiplicare gli spazi di incontro e di dibattito, utilizzare le enormi potenzialità offerte oggi. Il progetto vuole in tal modo consolidare e diffondere l'esperienza del Gutenberg e più in generale, il modello di circolazione della conoscenza di cui esso è da tempo portatore, ad una platea più ampia nella consapevolezza che l'educazione alla cultura costituisce una tappa fondamentale nella formazione di cittadini attenti e responsabili e nella lotta contro l'illegalità e, nel contempo, contribuire a sviluppare competenze, creatività, capacità di analisi, incrementare i processi di auto-responsabilizzazione dei singoli e la capacità di lavorare in gruppo , sperimentare nuovi strumenti di comunicazione.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Il progetto conclusosi con la chiusura dell'anno scolastico e l'ultimo incontro Gutenberg, che ha visto ospite lo studioso Luciano Canfora, ha raggiunto risultati soddisfacenti, soprattutto per quanto attiene l'interazione con l'esterno del blog e dei canali attivati. La visibilità del lavoro è stata plateale e ha ripagato le fatiche settimane intense di lavoro oltre quelle di apprendistato e di formazione propedeutica. Se in generale, il progetto ha favorito attraverso il web su idee, saperi e conoscenze proposto da Gutenberg 2012, nella fattispecie ha realizzato un prodotto web avanzato, innovativo, dotato di contenuti originali e di qualità, permettendo ai soggetti coinvolti l'acquisizione di competenze specifiche nell'ambito dei nuovi processi di informazione e comunicazione. Grazie al supporto degli esperti dell'ACLI di Catanzoro e di linkingcalabria.it, che hanno proposto e ideato il progetto, è stato possibile realizzare quanto ci si era già prefissati, facendo uso di strumenti avanzati sul piano tecnologico. Il progetto risponde a dei criteri mirati di valutazione: coinvolgimento dei giovani in attività capaci di produrre risultati formativi apprezzabili sul piano delle competenze professionali e relazionali acquisite e dello sviluppo personale valore culturale significativo, anche in considerazione dell'alto livello del progetto gutenberg e dei soggetti pubblici e privati coinvolti, partenariato tra un istituto scolastico, terzo settore (acli) e una realtà territoriale che opera nel campo della comunicazione web (linkingcalabria.it) sostenibilità operativa e finanziaria dell'attività innovatività del progetto, che si propone di far circolare in una community di giovani e giovanissimi conoscenze e saperi spesso di altissimo livello, creando un'esperienza unica non solo nella regione ma in tutto il paese
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
10 componenti della redazione e dei collaboratori esterni scelti tra gli studenti delle scuole partner del Gutenberg. 16 ore di attività di formazione, incontri tra formatori e redazione che si terranno il sabato pomeriggio, fuori dall'orario scolastico. affiancamento da parte di un coordinatore e tutor nella ideazione e architettura del blog, sua realizzazione e gestione.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
non finanziato
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
07/2012
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
lo spirito collaborativo, un modello trasferibile di sviluppo di competenze trasversali ( impiego di strumenti tecnologici avanzati) e disciplinari (la scrittura argomentativa e creativa)
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
1 inesperienza dei ragazzi rispetto alla natura del progetto 2 coinvolgimento di ragazzi di diverse classi con attività diverse 3 fronti di lavoro contemporanei 4 ottimizzazione dei tempi per la raccolta materiali, ideazione interviste, disponibilità degli autori, montaggio dei video, pubblicazione sul web 5 compatibilità fra impegni curricolari ed extra nelle ultime settimane dell'anno scolastico soluzioni una progettazione sostenibile deve saper valutare attraverso una dettagliata analisi SWOT quali siano i possibili motivi di insuccesso, prevedendo in itinere soluzioni che rispondano a quello che in gergo si chiama piano di contingenza.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Il progetto si propone di recuperare e garantire ad una comunità storicamente "esclusa" occasioni e strumenti di riappropriazione di una nuova dimensione culturale con tutte le ricadute che questo può avere per migliorare la società nei suoi vari aspetti: democrazia, sicurezza, economia, turismo. Inoltre, sul piano psicologico, è importante che la Calabria si adegui come standard di vita all'Europa, che impieghi cioè delle risorse pubbliche per creare delle opportunità per la collettività, mettendo a disposizione di tutti i cittadini e della loro crescita culturale quanto di meglio le moderne tecnologie della comunicazione offrono per le attività di lettura, di apprendimento, di miglioramento e di emancipazione personale.

La memoria per imparare a vivere bene...

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Roma/Lazio
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
IC Uruguay
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Roma nel cammino della Memoria: percorsi e viaggi di storia, cultura e impegno civile
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Il progetto sulla Memoria nasce dall'idea
Da quando è funzionante il vostro progetto?
12/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Ripercorrere la storia dell'olocausto....da continuare
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
I ragazzi per questo viaggio nella Memoria hanno dovuto fare una serie di attività, tra cui le interviste con tutti gli ospiti: Lello di Segni, Lia Levi. Hanno analizzato diversi documenti storici nel laboratorio di Carpi. Hanno fatto ricerche pluridisciplinari, da quelle storiche a quelle sociali, geografiche con per es. diversi luoghi coinvolti. Hanno messo insieme tutte queste informazioni in un percorso unico, montato e alla fine presentato anche su Power Point.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Una classe, la I C ha partecipato direttamente al laboratorio sulla memoria con la prof.ssa De Carolis, mentre l'intero progetto è stato presentato all'intera scuola, che ha visto e conosciuto gli ospiti intervenuti.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
07/2012
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Far conoscere la storia e il passato ai ragazzi in maniera proattiva e non passiva. è importante conoscere quello che è avvenuto nella storia per non dimenticare
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si

“LibriAmoCi…d’immenso” XI Fiera del bambino lettore, autore, esperto di logica, campione di cittadinanza

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
SORA (FR) LAZIO
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
I° CIRCOLO DIDATTICO SORA
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
“Leggiamoci tanto bene “
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Motivazione pregressa “Fiera delle idee “ per favorire nel bambino l’abilità di diventare imprenditore di se stesso. Trasformazione , in itinere, in “FIERA del LIBRO del Bambino autore, scrittore, competente in logica e campione di cittadinanza ”. Sviluppo-Ottimizzazione dell’ambito linguistico matematico con grande enfasi alla lettura per diletto e gusto estetico. Gemellaggi vari con scuole europee e scrittura a più mani e in più lingue; e-books; studio lingua latina a partire dalla I^ Media. Giornalino “Le Farfalline” Scuola Infanzia Rione Napoli: Premio Naz.le GIORNALISTI. Il progetto è in collaborazione con l'università e la BIBLIOTECA comunale, ARTIS MUSICAE ACADEMIA
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/1999
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Identità e Intercultura; Affezionare i bambini e i ragazzi alla lettura libera; Esplicare le capacità linguistiche, logiche, creative, critiche; Promuovere il successo formativo con prevenzione e recupero problematiche generali e/o relative ai D.S.A. . Integrazione ; Padronanza capacità espressive e comunicative di tutti gli alunni compresi gli stranieri, con utilizzo LIM, strumenti compensativi e misure dispensative (L.170).
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Socializzazione, Integrazione / Inclusione, Cittadinanza, Continuità Verticale, Piacere Estetico per la Lettura e per tutto l’ambito Linguistico, Incontro-Incanto di Paesaggi Storico-Geografici, Artistici, Tecnologico-Informatici e Antropici sconosciuti. Esercizio della curiosità come molla della CONOSCENZA- Reciprocità con il Territorio.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Tutti gli alunni del Circolo; Genitori e Familiari; Artis Musicae Academia; Università Locali e Roma3; Biblioteca Comunale. Ente Locale ; Scuole Superiore I° Grado; scuole Naz.li e Int.li attraverso le LIM. Docenti esperti interni ed esterni col loro volontariato in sede, attraverso Laboratori di SAPERE, SAPER FARE, SAPER ESSERE E SAPER DIVENIRE .
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Più di 6 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 10.001 a 30.000 Euro
Specificare: 
FIS FONDO AUTONOMIA L.440
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
07/2012
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
Scuole del Territorio, Scuole Gemellate, anche Europee
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Rendere la lettura un’abitudine sociale diffusa a partire dalla sc.Infanzia per innalzare il LIVELLO CULTURALE di alunni e Territorio.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Indisponibilità di un’ampia dotazione informatica, oggi superata dal Progetto Roma (LIM) e di amplificazione. Coinvolgimento dei genitori come co-lettori. Convenzioni con vari Partner; Dotazione di amplificazione per Performance finale
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Progetto Pilota di ALFABETIZZAZIONE in LINGUA CINESE da parte di due classi sperimentali. Progetto di musica (M° S.Gemmiti): • Coreutica per bambini e adulti del Territorio; • Strumentale ( Orchestra: max 40 elementi- allievi di ogni età); • Ottimizzazione “Fiera del Libro nell’I.C. istituendo in collab. con il Liceo Classico. Finanziamento e Pubblicità gratuiti.

Impariamo ad apprendere insieme

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Rionero in Vulture, Basilicata
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Scuola Primaria Statale Rionero in Vulture
Tipo dell'organizzazione: 
0
Sito Web
http://new-twinspace.etwinning.net/web/p17036/welcome
Tipo di progetto
Educazione fino a 10 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Progetto eTwinning che mira a promuovere l'amore per il sapere e l'apprendimento come base per la cittadinanza attiva.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
"Imparare ad impare" è una competenza chiave europea ed una competenza fondamentale nell'attuale società , caratterizzata da un alto livello di conoscenza ma anche da esponenzialità , globalizzazione, tecnologizzazione. Per vivere in questa società  bisogna essere in grado di adattarsi velocemente al cambiamento e rendersi conto del fatto che gli uomini sono legati l'un l'altro a livello planetario. Diventa importante, e lo sarà  ancora di pi๠per le nuove generazioni, acquisire nuove abilità  nella gestione delle informazioni e delle relazioni interpersonali; non ci si potrà  accontentare di imparare; ma sarà  necessario imparare ad imparare, per essere in grado di farlo per tutta la vita. Apprendere insieme è una motivazione ad imparare. Gli studenti si impegnano a lavorare insieme, si coinvolgono progressivamente a svolgere il lavoro che viene loro assegnato , sviluppano maggiore stima di sè e sono in grado di raggiungere risultati efficaci e obiettivi educativi richiesti dalla società  contemporanea. Il presente progetto intende guidare gli alunni, spesso demotivati e disinteressati, ad acquisire un atteggiamento di positività  verso lo studio e la cultura insegnando ai bambini un modo di apprendere basato sul bisogno di conoscere, di formarsi e di realizzarsi. Esso intende promuovere l'amore per il sapere come strumento fondamentale per lo sviluppo di una società  pi๠sostenibile nel futuro. Attraverso la collaborazione internazionale e l'uso interattivo delle TIC gli alunni acquisiranno conoscenze, abilità , valori, preparandosi a diventare cittadini attivi e consapevoli,in grado di interagire con popoli e paesi diversi, sensibili ai problemi nazionali e a quelli che appartengono all'intera umanità , capaci di affrontare in maniera critica e creativa le sfide del futuro.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2009
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Il progetto intende rappresentare un antitodo ai fenomeni di dispersione ed insuccesso scolastico che tuttora sono presenti nella nostra scuola. OBIETTIVI (Dalla raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 relativa a competenze chiave per l'apprendiemto permanente ) "¢Incoraggiare gli alunni a diventare protagonisti attivi e responsabili del proprio apprendimento così come della propria vita."¢Acquisire la capacità  di perseverare nell'apprendimento in vista del raggiungimento di un obiettivo, chiedendo consigli, informazioni e sostegno ove necessario."¢Saper organizzare in maniera autonoma il proprio apprendimento, mediante una gestione efficace del tempo e delle risorse disponibili."¢Imparare a riflettere criticamente sulle proprie strategie di apprendimento, individuandone elementi di forza e di debolezza. "¢Acquisire la capacità  di lavorare in maniera collaborativa rispettando regole ed impegni. "¢Acquisire la capacità  di comprendere, esprimere, interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti ed opinioni sia oralmente che per iscritto usando la lingua madre."¢Utilizzare la lingua inglese come strumento di comunicazione con popoli e culture diverse. "¢Acquisire la capacità  di cercare, raccogliere, elaborare, comunicare, condividere informazioni ed esperienze usando gli strumenti tecnologici "¢Acquisire la capacità  di relazionarsi e dialogare in maniera costruttiva, in contesti differenti, esprimendo le proprie opinioni ed accettando quelle altrui."¢Promuovere la tolleranza e l'accettazione dell'altro."¢Considerare la diversità  come risorsa."¢Imparare a relazionarsi positivamente con le persone e l'ambiente sulla base di una scala di valori universalmente riconosciuti "¢Promuovere negli alunni un atteggiamento di rispetto verso gli altri popoli e gli altri paesi. "¢Ampliare le conoscenze culturali degli alunni e degli insegnanti. "¢Promuovere il dialogo multiculturale e multilinguistico.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
I risultati derivanti dall'implementazione di questo progetto sono stati ottimi sia in termini di ampliamento delle conoscenze sia in termini di possesso pi๠sicuro di abilità . Innanzitutto è aumentato notevolmente il livello di motivazione e partecipazione degli alunni nell'apprendimento. Il percorso di apprendimento, basato sul cooperative learning e sulla didattica laboratoriale, in cui l'insegnante è un mediatore e facilitatore dell'apprendimento, ha permesso ad ogni alunno, anche quelli pi๠timidi, di apprendere senza paura di sbagliare, di dare il proprio contributo alla risoluzione dei problemi, di chiedere aiuto senza inibizioni per superare le proprie difficoltà , di valutare il proprio lavoro e operato, di sentirsi importante per il raggiungimento di una meta comune. Di conseguenza gli obiettivi posti alla base del progetto sono stati raggiunti in maniera ottimale dalla totalità  degli alunni. Sono stati riscontrati dei miglioramenti anche nella relazione tra pari, per cui gli alunni hanno acquisito una maggiore capacità  di gestire le situazioni di conflitto, di lavorare in gruppo coordinando la propria attività  con i tempi e le esigenze dei compagni, prestando maggiore attenzione alle proposte e alle idee degli altri. E' aumentato il livello di attenzione e la capacità  di concentrazione nell'apprendimento per cui meno nervosismi in generale e meno insofferenza. Gli alunni hanno inoltre acquisito una maggiore capacità  di gestione ed organizzazione delle informazioni, nella organizzazione e pianificazione del lavoro scolastico, nell'uso delle nuove tecnologie e della lingua inglese. L'esperienza è stata arricchente anche dal punto di vista professionale in quanto ha permesso a docenti di diverse scuole europee di ampliare le proprie conoscenze, di migliorare sul piano relazionale, di confrontarsi con gli altri partners e riflettere sui diversi aspetti del proprio lavoro di docente.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Il progetto coinvolge diverse scuole europee che regolarmente interagiscono sia attraverso gli strumenti di comunicazione asincrona ( social network, chat, email...) che sincrona ( videoconferenze)
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
fondo scolastico, attività  di volontariato docente.
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Via S. Antonio,6
Da quanto tempo?: 
09/2009
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
Il progetto ha ricevuto il Quality Label nazionale ed europeo in Italia, Francia e Germania inoltre si è classificato vincitore al GOLD INDIRE 2010
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Il nostro progetto è un esempio di come la tecnologia, se usata in maniera consapevole e sicura, può contribuire a migliorare il processo di insegnamento/apprendimento; motivare gli alunni; superare barriere ed ostacoli geografici portando il mondo in classe; proiettare i nostri giovani verso il futuro, promuovere capacità  critiche globali, ampliare le conoscenze e le competenze di alunni e docenti, favorire il raggiungimento di quelle che vongono considerate le competenze del 21° sec.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Carenza di strumenti tecnologici; a volte cattivo funzionamento degli strumenti esistenti