collaborazione

"Un girasole di idee"Gemellaggio tra le scuole italiana ed uzbeka(UZBEKISTAN)

Paese, Città/Regione
Paese: 
Uzbekistan
Città/Regione: 
Tashkent
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
La scuola statale d'Istruzione generale Specializzata n.307 di circoscrizione di Khamza
Tipo dell'organizzazione: 
School
Specificare: 
school 307.uz
Sito Web
http://www.cooperazione.tv/video/gemellaggio-novaledo-uzbekistan/
Tipo di progetto
Educazione fino a 10 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Nel 2011 ottobre,abbiamo cominciato gemellaggio tra la scuola primaria di Novaledo e la scuola 307 di Tashkent. Tutti bambini delle classe IV-V sono contenti e entusiasti di fare e continuare questo gemellaggio internazionale.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
La nascita di un gemellaggio tra scuole e sempre un evento che va salutano con favore.Lo e' ancora di piu se le scuole in questione sono amigliaia di chilometri di distanza,in continenti diversi come nel nostro caso.La scuola primaria di Novaledo ha voluto cimentarsi in nuove relazioni culturali "tra mondi diversi",accogliendo la proposta di realizzare un gemellaggio con la nostra scuola 307 di Tashkent,capitale dell'Uzbekistan.Superando diffidenze e timori,la scuola di Novaledo ha progettato e compiuto un percorso di conoscenza del Paese dell'Asia Centrale partendo dai sentimenti piu' nobili che albergando nell'animo umano:l'amicizia e la conoscenza di se e dell'altro,lo spirito di collaborazione e di cooperazione,la solidarieta; e la fratellanza umana. Nell'intento a noi,cioe agli amici dell'Uzbekistan le vostre tradizioni,i bambini di Novaledo ci hanno descritte con disegni,fiabe e racconti del vostro territorio riportate nel libretto che dedica al nostro gemellaggio.Noi,gli amici uzbeki,che studiamo la lingua italiana,potremo cosi conoscere piu da vicino il vostro patrimonio culrurale e le vostre tradizioni basate sull'aiuto reciproco e sulla cooperazione.Inoltre,grazie al nostro progetto"Un girasole di idee" usando l'internet potremo avere iniziativa allo scambio di materiali e documenti sulla cultura ,le storie,i paesaggi dei rispettivi paesi,con l'obiettivo anche di far conoscere dal vivo un'esperienza di educazione cooperativa,che la scuola di Novaledo ha ben sperimentato negli anni.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
10/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Gli obiettivi specifici del progetto sono educativi didattici:confrontarsi con gli altri ed accettare idee diverse dalle proprie ;conoscere,rispettare e darsi regole;assumersi responsabilita;progettare un lavoro con fini di solidarieta;,collaborare;sentirsi protogonisti;favorire un'immagine positiva di se; durante le attivita;ascoltare;competenze linguistiche(lessico specifico;uso di registri diversi);esprimere ed argomentare le proprie opinioni;conoscere e pratica situazioni di vita democratica(candidature,elezione,scrutino.);verificare le attivita svolte insieme;individuando punti da forza e punti di miglioramento;redigere un verbale,preparare interviste;scrivere un resoconto,un articolo,un invito,una lettera;competenze matematiche relative alla gestione di un bilancio;uso del computer per tenere libri sociali;registrare;tabulare e archiviare dati;progettare e organizzare le attivita; seguendo una scaletta di lavoro;scegliere e calcolare il prezzo di vendita; dei prodotti per approssimazione;calcolare percentuali per la destinazione degli utili;sviluppare abilita; manuali,espressive ed estetiche;attivarsi per la realizzazione ottimale di un prodotto;conoscere tecniche di coltivazioni e cura dell'orto;educare al rispetto dell'ambiente;documentare le attivita svolte.Insomma cooperando si puo imparare tutto.Ma per raggiungere tutto dobbiamo invitare gli esperti italiani alla nostra scuola ed imparare da loro quelle cose gia indicati sopra.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Un lavoro silenzioso ma prezioso che ha dato frutti bellissimi ed inaspettati.Collaborando insieme abbiamo fatto le feste fra le scuole,abbiamo scritto nostro libro usando delle lingue italiano,uzbeko e russo il quale presenta del nostro gemellaggio e che si chiama "Un girasole di idee".I bambini di due nazioni sono stati coinvolti,contenti,felice,questi sentimenti potrete vedere dal sito:http://www.cooperazione.tv/video/gemellaggio-novaledo-uzbekistan/ I risultati conseguiti in questo breve tempo mi inducono a credere che questo gemellaggio riserverà ancora ottime sorprese.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Scuola 307 di Uzbekistan,Primaria Novaledo,Cooperazione Trentina,Provincia Autonoma di Trento,Regione Autonoma Trentino-Alto Adige
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 30.001 a 75.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
11/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Stare insieme, cooperare,mettersi d'accordo con le persone,aver fantasia,collaborazione,lavorare insieme,aiutarsi,l'unione fa la forza,ascoltare gli altri,condividere le idee,lavoretto in coppia,aiuto all'inteligenza,aver fiducia,prevedere i risultati,impegno,fatica,concentrazione,voglia,pazienza. Alla fine della nostra discussione abbiamo scoperto che cooperazione e' un attivita molto praticata dai bambini.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
La scuola n.307 di Tashkent e' stata fondata nel 1992 e specializzata nell'insegnamento della lingua inglese e della matematica.Si rivolge a studenti di eta compresa tra 6 e 14 anni di nazionalita ed etnie diverse nel rispetto delle loro identita e provenienza.Promuove lo sviluppo di una mentalita globale,aperta al mondo.In questa ottica ben si inserisce il gemellaggio con la scuola primaria di Novaledo favorendo l'insegnamento della lingua e della cultura italiana.Se riusciremo di vincere nel vostro questo bel concorso saremo felice di continuare questo bel gemellaggio tra bambini italiani ed uzbeki di eta da 6 e 10anni.Speriamo!.Bambini italiani dicono: siamo felici quando siamo insieme. Evviva el gemellaggio, ch'el ne porta lontan En den paese che de nome el fa Uzbekistan A conoscer e deventar amizia Anche de gente nova perche el mondo el se rinova!
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
<p>Diffondere il modello di cooperazione in piu scuole inserendo anche altre agenzie educative di collaborazione.Invitare degli esperti italiani e dei scolari italiani alla nostra scuola n.307 cosi potremo fare seminari della cooperazione e scambiare delle nostre idee. Ancora vogliamo stampare dei altri libri educativi per bambini italiani ed uzbeki.Pero, servirebbe una sponsorizzazione per attingere a nuovi fondi e energie umane. Grazie!!! Distinti Saluti!</p>

QUATTRO PASSI D’AMORE PER IL GHANA

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
ROMA - LAZIO
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
PICCOLI GIGANTI ONLUS
Tipo dell'organizzazione: 
Other
Sito Web
http://www.piccoligiganti.eu/
Tipo di progetto
Educazione da 19 a 29 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
COSTRUIRE UNA SCUOLA NEL VILLAGGIO DI KPATOVE NEL GHANA
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
L’IDEA ERA DI ADOTTARE UN BAMBINO A DISTANZA, MA POI ABBIAMO DECISO DI AIUTARE PIU’ BAMBINI POSSIBILI. SIAMO VENUTI IN CONTATTO CON LA DOTTORESSA FRANCESCA LUCCHI DI MILANO CHE DA ANNI OPERA NEL VILLAGGIO DI KPATOVE IN GHANA, INSIEME AD EUGENIO DI GIOVANNI. ABBIAMO DECISO DI COSTRUIRE UNA SCUOLA PER I RAGAZZI DEL VILLAGGIO. IL PROGETTO E’ REALIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE PICCOLI GIGANTI ONLUS CON FRANCESCA ED EUGENIO, ELETTI UFFICIALMENTE NEL VILLAGGIO CAPI DELLO SVILUPPO, CON CERIMONIA UFFICIALE. FRANCESCA ED EUGENIO HANNO ORGANIZZATO UNA SALA CON DEI COMPUTER, CONNESSIONE AD INTERNET E WEBCAM PER CONNETTERSI “AL MONDO INTERO” E POTER FARE UTILI COLLEGAMENTI CON L’ITALIA, HANNO INOLTRE INSEGNATO AI RAGAZZI L’USO DEL COMPUTER. LA NOSTRA ASSOCIAZIONE HA VOLUTO AMPLIARE QUESTO PROGETTO E ATTRAVERSO UNA RACCOLTA FONDI (CUCINANDO, FACENDO SPETTACOLI, MOSTRE DI DISEGNI E PESCHE DI BENEFICIENZA) ABBIAMO FATTO UNA RACCOLTA FONDI. IL RICAVATO E’ STATO INTERAMENTE DEVOLUTO AL VILLAGGIO.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
08/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
L’OBIETTIVO DEL PROGETTO E’ DARE LA POSSIBILITA’ A PIU’ BAMBINI DI ANDARE A SCUOLA E MIGLIORARE IL LORO FUTURO, AVERE UNA COSTRUZIONE DI PROPRIETA’ CHE DIA LA POSSIBILITA’ DI POTER INVESTIRE PER MIGLIORARE LA STRUTTURA NEL TEMPO, SENZA DISPERDERE RISORSE, AVERE NEL VILLAGGIO UNA SCUOLA CHE OFFRA UN LIVELLO DI EDUCAZIONE QUALITATIVAMENTE ELEVATO, CHE RISPETTI LA CULTURA LOCALE MA CHE POSSA AL CONTEMPO APPROFITTARE DELLE ACQUISIZIONI DEL SISTEMA SCOLASTICO OCCIDENTALE, PER OTTENERE BUONI RISULTATI NELL’EDUCAZIONE, ATTRARRE RAGAZZI ANCHE DA ALTRI VILLAGGI LIMITROFI (CHE AL MOMENTO NON STUDIANO O CHE FREQUENTANO SCUOLE PESSIME) , IN CHE FAVORISCE L’AFFLUENZA DI NUOVE PERSONE NEL VILLAGGIO, PIU’ DENARO E SVILUPPO DEL VILLAGGIO TUTTO. PER RAGGIUNGERE TALE OBIETTIVO AL MOMENTO ORGANIZZIAMO RACCOLTE FONDI DURANTE IL PERIODO INVERNALE PER PROSEGUIRE CON I LAVORI, MA AVREMMO NECESSITA’ DI PIU’ FONDI PER ACCELERARE IL PROCESSO.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
ABBIAMO PROGETTATO, CON L’AIUTO DI UN ARCHITETTO LOCALE (ANCHE INSEGNANTE DELLA SCUOLA ATTUALMENTE IN VIGORE), IL DISEGNO DELL’EDIFICIO, POSTO SU UN PIANO UNICO, A “ELLE”, CON UNO SPAZIO VERDE AL CENTRO E UN GAZEBO CHE OFFRE OMBRA AGLI STUDENTI PER LE STAGIONI PIÙ CALDE, CON 8 CLASSI, LABORATORIO INFORMATICO E SCIENTIFICO (DA ATTREZZARE), UN UFFICIO PER GLI INSEGNANTI ED UNO PER IL PRESIDE; ABBIAMO ACQUISTATO I MATERIALI ED AVVIATO LA COSTRUZIONE; AD OGGI SONO STATE POSTE LE FONDAMENTA DELLA STRUTTURA E SONO STATE COSTRUITE LE PRIME QUATTRO FILE DI MATTONI LUNGO TUTTO IL PERIMETRO DELLA SCUOLA. ABBIAMO INOLTRE ALLOCATO PARTE DEI FONDI RACCOLTI PER DARE BORSE DI STUDIO A CIRCA 30 STUDENTI DEL VILLAGGIO, SIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE, SIA DELLA SCUOLA SUPERIORE, PER POTER ASSICURARE LORO IL PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI. ABBIAMO MESSO A DISPOSIZIONE DI 9 STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE LA CIFRA PER L’ISCRIZIONE ALL’ESAME FINALE PER OTTENERE IL DIPLOMA ED ABBIAMO RIPARATO LA POMPA DELL’ACQUA DEL VILLAGGIO CHE SI ERA ROTTA (QUEST’ULTIMO INTERVENTO ESULA DAL PROGETTO DI COSTRUZIONE DELLA SCUOLA, MA E’ STATO RITENUTO IMPORTANTE PERCHE’ MANCAVA L’ACQUA POTABILE NEL VILLAGGIO).
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
ABBIAMO UN REFERENTE LOCALE, IL PRESIDE DELLA SCUOLA ATTUALMENTE IN VIGORE, CHE COORDINA IL PROGETTO CON IL SUPPORTO DEL DIRETTORE DI UNA ONLUS CHE HA SEDE NELLA CITTADINA PIU’ VICINA AL VILLAGGIO (HO); GLI ABITANTI DEL VILLAGGIO COLLABORANO NELLA COSTRUZIONE DELLA SCUOLA, INOLTRE ALL’OCCORRENZA ASSOLDIAMO ALTRI MURATORI, STIPENDIATI CON I FONDI DEL PROGETTO.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 10.001 a 30.000 Euro
Specificare: 
raccolta fondi
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
No
Da quanto tempo?: 
07/2012
Quando prevedete che diventi autosufficiente?: 
01/2017
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
CHE LA VOGLIA DI AIUTARE RENDA POSSIBILE QUELLO CHE SI CREDEVA IMPOSSIBILE
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
IN QUESTO MOMENTO DI GRAVE CRISI ECONOMICA, RACCOGLIERE FONDI NON E’ ASSOLUTAMENTE FACILE. LA NOSTRA ASSOCIAZIONE SI E’ PERO’ GIA’ FATTA CONOSCERE, PER IL MOMENTO SOPRATTUTTO NEL NOSTRO QUARTIERE, DUNQUE LE PERSONE HANNO NEI NOSTRI CONFRONTI UNA FIDUCIA CHE CI HA PERMESSO DI RACCOGLIERE I FONDI PER INIZIARE I LAVORI A KPATOVE.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
VOGLIAMO CONTINUARE QUESTO PROGETTO E TERMINARE LA COSTRUZIONE DELLA SCUOLA. MOLTE PERSONE NEL VILLAGGIO HANNO FIDUCIA IN NOI.

Tessiture educative

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Roma /Lazio
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Alberto Sordi
Tipo dell'organizzazione: 
School
Specificare: 
Ist. Sec. di 1°
Sito Web
http://www.wix.com/clarasardella1/nonunodimeno
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Costituzione di un centro territoriale di prevenzione al Bullismo, al Cyber-bullismo e al Disagio Adolescenziale tramite l’educazione ai media e alla relazionalità. Sostegno degli adolescenti in situazioni di criticità (disagio relazionale, affettivo, sociale, per disgregazione del nucleo familiare).
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
L ’idea è quella di riflettere con gli alunni/genitori/insegnanti/operatori di varie agenzie educative, per cercare di scoprire insieme quali strategie attuare e proporre dei correttivi a dinamiche relazionali a rischio negli adolescenti. Formazione Docenti: è prevista la formazione degli operatori/animatori/insegnanti per • conoscere il modello dell’influenza sociale e le life-skills, e il loro ruolo nella prevenzione scolastica a comportamenti a rischio. • apprendere la metodologia necessaria per lavorare con i giovani con il modello dell’influenza sociale e delle life-skills • conoscere la struttura, i contenuti e le attività del progetto. • educare ai media e a un uso consapevole e critico degli strumenti mediali Formazione equipe studenti: L’intervento prevede la formazione di un’équipe di alunni che dovrebbero supportare gli animatori e i formatori nella prevenzione o nell’intervento di situazioni a rischio. Educazione tra pari:Nell'educazione tra pari i membri di un certo gruppo sociale sono coinvolti in attività volte a influenzare gli atteggiamenti e i comportamenti del gruppo su alcune tematiche. I pari educano i pari, migliorando l’efficacia del processo e degli esisti educativi perché in possesso dello stesso patrimonio linguistico, valoriale e rituale. Di conseguenza, l’interazione faccia a faccia tra pari, essendo meno inibente e più immediata, è avvertita come meno giudicante. Il laboratorio, sempre tenendo ben visibile il progetto didattico, vuole essere uno spunto per incoraggiare la peer education nella convinzione che l’aiuto tra pari è molto più credibile, accettato e produttivo. Il laboratorio può avere un forte potenziale educativo di condivisione e può concorrere alla formazione integrale della persona. Incontri gruppi di parola: Circle-time con altri giovani del territorio, guidati dagli operatori pastorali della Parrocchia S. Enrico. Attività sportive varie: organizzate dal Centro Sportivo Volleyrò. Creazione di un blog: gestione, da parte degli alunni, del sito di riferimento per problematiche adolescenziali nel quale poter scrivere su un blog Creazione di una “radio scolastica”: realizzazione di podcast…una radio che si legge, si naviga, si ascolta… Monitoraggio: Il progetto sarà monitorato dalla Facoltà di Psicologia Uninettuno e ne sarà valutata l’efficacia per poterlo proseguire ed esportare.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
10/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Formare e sostenere le professionalità che intervengono sugli adolescenti a rischio nell’ambito del territorio. Diffondere il modello Unplugged (già sperimentato) su diverse scuole del territorio, rafforzando le life-skills, modello dell’influenza sociale con uso di metodologie interattive protratte nel tempo, già avviate nella scuola con il progetto Unplugged monitorato dalla Regione Lazio ASL RM B. Focus sulle abilità e competenze generali (pensiero critico, pensiero creativo, capacità decisionali, problem solving, comunicazione efficace, capacità di relazione interpersonale, empatia, autoconsapevolezza, gestione delle emozioni e dello stress). “Effetti secondari” del progetto sono il miglioramento del clima di classe, delle dinamiche relazionali anche in famiglia e del rispetto per gli insegnanti e gli adulti in generale. Obiettivi operativi • Gestione del sito di riferimento per affrontare i problemi adolescenziali (avviato già quest’anno con alcuni alunni) http://www.wix.com/clarasardella1/nonunodimeno • Realizzazione materiale multimediale, prodotto dagli alunni, da inserire nel sito • Realizzazione di podcast per la “radio scolastica” realizzata dagli alunni • Prosecuzione progetto Unplugged sulla lotta alle dipendenze in collaborazione con la ASL RMB • Introduzione degli allievi nell’ambiente scolastico in modo attivo, favorendo il loro inserimento in reti di amicizia attraverso incontri sportivi • Costituzione gruppi di parola sulla Parola (Circle-time su temi riguardanti le problematiche adolescenziali partendo dai testi della Bibbia)
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Molti giovani sono stati coinvolti nel progetto e si è notato un miglioramento nelle relazioni umane e nell'attenzione all'Altro.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Circa 1.000 collaborando con la ASL RMB, con il MED, con l'Ass. Volleyrò, con l'Università Uninettuno e con la Parrocchia.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 10.001 a 30.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
10/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
A gestire situazioni di bullismo, e, più in generale, il progetto può essere un valido aiuto nel fornire un concetto di sana competizione in ambiente protetto. Stare insieme, condividere i valori sportivi, misurarsi con le proprie capacità con quelle dei compagni di squadra o di gruppo, favorisce il raggiungimento di uno sviluppo integrale della persona e trasmette valori sociali quali l’autodisciplina, la solidarietà, il rispetto, lo spirito di gruppo, la tolleranza e la lealtà.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Diffondere il "modello operativo" in più scuole inserendo anche altre agenzie educative di collaborazione. Servirebbe una sponsorizzazione per attingere a nuovi fondi e nuove energie umane.

Ipertesto

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Anguillara/Lazio
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Istituto comprensivo"San Francesco" di Anguillara
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
ICT per l’integrazione dei migranti/rifugiati
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Ampliare gli orizzonti culturali, sviluppare capacità di collaborazione, responsabilità e autostima, perseguire la consapevolezza delle varie forme di diversità.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
La realtà locale in cui opera l'IC di Anguillara negli ultimi anni ha visto un notevole incremento demografico dovuto al flusso migratorio sia da Roma che dai paesi stranieri. Il contesto si presenta molto eterogeneo e le problematiche emerse sono fondamentalmente legate all'integrazione, eventuale dispersione e alla motivazione allo studio. Si ritiene opportuno pertanto promuovere l'educazione alla multiculturalità attraverso lo studio delle lingue straniere usate in modo veicolare. SI è evidenziata la necessità di ampliare gli orizzonti culturali, lo sviluppo delle capacità di collaborazione, la responsabilità e l'autostimma all'interno del gruppo classe; attraverso la conoscenza e la pratica creativa delle tecnologie multimediali, la familiarità con la lingua inglese mediante l'utilizzo della stessa in modo veicolare, lo sviluppo formativo della persona sul piano psicofisico.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Perseguire la consapevolezza delle varie forme di diversità allo scopo di prevenire e contrastare la formazione di stereotipi e pregiudizi verso le altre culture, e per avviare gli studenti all'acquisizione di una mentalità aperta pronta all'interdisciplinarità mediante nuove didattiche e nuove tecnologie; famigliarità con la lingua straniera, padronanza delle tecniche multimediali. Obiettivi linguistico culturali del progetto: conoscenze: lessico - ampliamento degli ambiti lessicali relativi alla sfera istituzionale e pubblica, riflessioni sulla lingua. Civiltà - aspetti culturali più significativi del paese straniero e quelli adesso collegato sotto il punto di vista storico, geografico e culturale.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Entrambe le classi hanno creato un ipertesto multimediale, per farlo hanno creato una mappa concettuale legata a un testo letterario, ricercato diversi nessi logici nelle diverse aree di conoscenza che all'interno di un ipertesto costituiscono le parole chiave e i links, prodotto e consegnato l'elaborato in forma digitale, creato una homepage con la mappa, caricato e creato i link, montato e rifinito il prodotto. Criteri: l'attività è valutata in itinere e alla fine. Indicatori: capacità di esposizione chiara e coerente, capacità di sintesi, capacità di operare colegamenti e raffronti tra i vari argomenti, svolgimento della traccia (completo, adeguato, accettabile, parziale). I ragazzi hanno presentato il progetto in occasione della visita degli studenti estoni e spagnoli per un progetto Comenius e un gemellaggio.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Due classi: studenti della II E e II C, ragazzi di 12 e 13 anni.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
Il progetto era già stato svolto da altre due terze classi nel quadriennio precedente con le stesse modalità.
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Metodologia di lavoro, con caratteristiche innovative e qualificanti: didattica laboratoriale, personalizzazione insegnamento- apprendimento, gruppi di lavoro, costruttivismo, comparative learning, utilizzo tecnologie multimediali
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si

Policultura "NOI...."

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Bussero (Milano) /Lombardia
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
IC Monte Grappa Scuola Primaria
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
ICT per l’integrazione dei migranti/rifugiati
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Diversamente a scuola
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Abbiamo intrapreso questo viaggio per realizzare un progetto che potesse consolidare le abilità sperimentate negli anni e promuovere l'integrazione (stranieri, alunni diversamente abili, DSA.....). Gli argomenti scelti ed inseriti nel progetto erano quelli previsti dalla programmazione attuale. Il nostro lavoro si è basato sulla scoperta e la consapevolezza del proprio IO, pregi e difetti, ed aveva come obiettivo il raggiungimento della coscienza dell'importanza del gruppo. Abbiamo voluto intraprendere un viaggio di conoscenza del nostro paese, accorgendoci di amarlo, ma anche scoprendo di essere legati ad altri luoghi del cuore. Infine abbiamo messo a confronto eroi dei nostri genitori con i nostri, successivamente riflettuto sui modelli da imitare e ci siamo chiesti chi vorremmo diventare. Tutto ciò è stato realizzato dai bambini delle classi 4^A e 4^B della scuola primaria di Bussero.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
11/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Gli obiettivi prefissati: promuovere l'integrazione migliorare l'efficacia dell'insegnamento motivare l'apprendimento attraverso strumenti multimediali e contemporaneamente utilizzare la metodologia del cooperative-learning procedendo per prove e errori supportare gli alunni con difficoltà di apprendimento aumentare la partecipazione, l'interesse e il coinvolgimento alle attività migliorare le capacità attentive essere protagonisti del sapere responsabilizzare gli alunni riconoscere e sviluppare le capacità di ogni singolo alunno accrescere l'autostima migliorare le relazioni avvicinarsi a più lingue straniere conoscere usi e costumi provenienti da altri paesi migliorare le capacità di scrittura di testi di vario genere ricchi di emotività e sentimenti MEZZI usati computer videocamera fotocamera digitale programmi audio per creare format programmi grafici e di video scrittura cooperative-learning costruzione e uso di mappe concettuali brain storming problem solving classi aperte circle time sperimentazioni proatiche uscite sul territorio gite scolastiche di più giorni interventi a scuola di esperti e genitori utilizzo di vari spazi all'interno della scuola
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Insegnamento più efficace maggior partecipazione e coinvolgimento degli alunni alla costruzione del loro sapere migliore capacità attentiva maggiore autostima buona capacità di collaborare gli alunni con difficoltà di apprendimento hanno potuto giovare di un supporto da parte dei compagni maggior responsabilità di tutti raggiungimenti di obiettivi didattici con maggior facilità Per la valutazione degli alunni si è elaborata una semplice griglia utilizzata alla fine di ogni elaborato.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Al progetto hanno aderito gli alunni e gli insegnanti curriculari delle classi 4^A e 4^B, inoltre genitori ed esperti. 42 alunni di cui 5 diversamente abili, 7 DSA e uno straniero, 2 adottati (1 vietnamita e 1 etiope)
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 10.001 a 30.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
11/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Un insegnamento più efficace ed un apprendimento più motivante e solido.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
La nostra scuola è provvista di un'aula informatica. Siamo invece ancora sprovvisti di alcuni sussidi multimediali e ciò ha indotto ad usare strumenti personali per realizzare il nostro progetto. Auspichiamo che all'inizio dell'anno scolastico 2012/2013 in quanto classi 2.0 di avere la possibilità di usufruire di una lavagna multimediale, un pc ogni due alunni, telecamera, macchina fotografica digitale, microfoni, registratori vocali.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Si intende continuare a promuovere un apprendimento multi mediatico per migliorare l'insegnamento e la partecipazione a progetti intenti a incentivare il sapere.

eVacanze!

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Romania: Baru / Hunedoara
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Scoala Generala cu clasele I – VIII Petros – Baru (scuola secondaria)
Tipo dell'organizzazione: 
School
Sito Web
http:// http://www.ecomunitate.ro/e-Vacanta_2011(25192).html
Tipo di progetto
Educazione da 11 a 15 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Progetto mira a formare una comunità attiva e dinamica di insegnanti e studenti per diffondere interesse per la tecnologia all'interno della comunità di appartenenza.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Concorso "eVacanze!", giunto alla sua ottava edizione è coordinato dal Ministero delle Comunicazioni e della Società dell'informazione e mira a sviluppare attività complementari, caratterizzate da un uso creativo del computer, comunicazione e sviluppo delle competenze della moderna pratica pedagogica. La stretta collaborazione tra i partecipanti al progetto, ha lo scopo di assimilare nuove tecniche per l'utilizzo di computer nel settore dell'istruzione e attirare nuovi utenti provenienti dalle zone rurali. Partecipare a questo progetto 229 scuole nelle zone più povere della Romania. Quest'anno edizione ci sono due passi per valutare progetti nel quadro della concorrenza "eVacanze!": la valutazione, effettuata da comitati locali e la valutazione finale, condotta dal comitato centrale (giuria) la concorrenza. Abbiamo deciso di coinvolgere le scuole all'estero e in questa competizione perché abbiamo in corso il progetto multilaterale Comenius (Italia, Germania, Spagna, Repubblica Ceca, Finlandia e Irlanda del Nord) e potenziali partner futuri (progetto bilaterale e multilaterale) in Turchia. nelle attività del progetto hanno partecipato 80 studenti e 5 insegnanti. Inizialmente, abbiamo diviso i 30 studenti in tre gruppi. Ogni gruppo è stato coordinato da un insegnante. Gruppo no. 1 (dieci studenti e un insegnante) è stato incaricato di eseguire disegni in Paint. Commissione ha approvato i disegni sono componenti locali del modello di cartolina virtuale. Gruppo no. 2 (dieci studenti e un insegnante) è stato incaricato di registrare video / audio, canti tradizionali e costumi specifici del nostro paese. VILLAGGIO DI NATALE Baru, andare i fornai. Gruppi di persone, giovani / vecchi, vagano di casa in casa, dalla mattina alla sera. Con una videocamera e una macchina fotografica, gli studenti hanno fatto il video digitale / foto audio e numerosi, ca. 200. Le registrazioni sono state approvate dalla Commissione Locale, che ha istituito il materiale sarà composto da carte virtuali. Gruppo no. 3 (dieci studenti e un insegnante) è stato incaricato di fare carte virtuali (assemblaggio di componenti). continua nel form allegato
Da quando è funzionante il vostro progetto?
12/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
"eVacanza!" - ottava edizione attualmente - mira a rafforzare le migliori pratiche delle edizioni precedenti e lo sviluppo di attività complementari, definite uso creativo del computer di sviluppo, comunicazione e comunità di pratica didattica moderna. La partecipazione attiva delle scuole in una serie di attività extracurriculari svolte durante l'estate sarà intensificare il coordinamento delle scuole partecipanti, per sostenere rapporto di collaborazione con altre scuole della rete Knowledge Project dell'Economia e delle migliori pratiche in espansione in tutti i 229 comunità incluso nel progetto. Il progetto propone anche la formazione di una comunità attiva e dinamica degli educatori, studenti, genitori, la tecnologia per diffondere interesse per la comunità di appartenenza. La stretta collaborazione tra i partecipanti al progetto, l'obiettivo è l'assimilazione di nuove tecniche per l'utilizzo di computer nel settore dell'istruzione e attirare nuovi utenti provenienti dalle zone rurali. Questo concorso ha lo scopo di valutare anche l'efficacia delle scuole coinvolte nel progetto "eVacanza" e la diffusione dei risultati a livello nazionale.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
L'uso delle ICT nel progetto – 60 punti: Usabilità e la rilevanza di uso delle TIC, in particolare per garantire le attività del progetto di collaborazione – 10 punti; Qualità e originalità dei materiali dei lavori di "Vacanze invernali nella comunità" (attività 2, Fase 1) – 10 punti; Calitatea şi originalitatea materialelor realizate în activitatea „Eseu de iarnă” (activitatea 3, faza 1) – 10 punti; Qualità e originalità dei materiali contenuti nel "Scambio di idee che utilizzano le TIC allo sviluppo della Comunità" di lavoro (attività 5, Fase 2) – 15 punti; Qualità e originalità dei materiali contenuti nel "Attuazione della idea di sviluppo" attività (attività 6, Fase 2) – 15 punti; Progetto - 40 punti Coinvolgimento della comunità locale – 5 punti; Scuola partner su 229 comunita non EBC – 5 punti; Partner internazionale – 15 punti; Project management, vale a dire: piano della qualità e rapporti di progetto, programma di conformità per l'attuazione, come documentare le lezioni apprese (attività 1, fase 1), (attività 4, fase 1), (attività 7, fase 2) – 15 punti; La giuria ha assegnato il nostro progetto 62 punti, 4 ° posto clasandune il paese. E-estate 2011: i vincitori 1.Locul I: South Wales ponteggio (69 punti) 2.Locul II: High School Silviu Dragomir (68 punti) 3.Locul III: Scuola di Arti e Mestieri Vintileasca, (65 punti) Menzione 1: • Scuola di grado I-VIII Petros - Baru, Hunedoara (62 punti) http://www.ecomunitate.ro/evacanta(24160).html
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
La nostra scuola partecipa a questo progetto da otto anni. Così, siamo riusciti a implementare bilaterale e multilaterale del progetto Comenius, anche se siamo privati in yn area povera. Continuare a lavorare con 229 scuole in vari progetti extracurricolari. Della comunità locale nella nostra zona sono 3.000 persone, con la disoccupazione tra i giovani (20 -29) oltre il 50%. allegato
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Più di 6 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
In un primo momento, ormai 8 anni sono stati 255 scuole nei poveri, svantaggiati. Lentamente, lentamente, cominciò a frequentare circa il 70 per cento delle 229 scuole in progetti di partenariato. Imparare gli uni dagli altri, i moderni metodi di insegnamento, la collaborazione online.
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Ulteriori informazioni su come attrarre finanziamenti europei, moderni metodi di insegnamento con particolare attenzione per l'ambiente online. Come ottenere la vostra scuola conosciuta nella vostra zona in Romania e non in Europa attraverso progetti multilaterali. Come attrarre gli sponsor, i membri della comunità locale e gli studenti provenienti da altre comunità che possono iscriversi nella vostra scuola per parlare di una performance progetto scolastico.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
La collaborazione con scuole internazionali è abbastanza ingombrante. Curricula separati, vacanze scolastiche a tante attività vengono effettuate a un tasso del 60 -70%. Collaborazione via email, messenger, google docs tra gli studenti possono ottenere se so l'inglese. Pertanto incoraggiamo gli studenti a imparare le lingue straniere.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Continueremo la buona tradizione di coinvolgere la comunità locale, comunale e membri della comunità in progetti scolastici. Per l'anno scolastico 2012 - 2013 cercando di lavorare con una scuola in Italia di un progetto Comenius bilaterale

FOCUSCUOLA: Redazioni di classe

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
CALABRIA
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
LICEO SCIENTIFICO LINGUISTICO STATALE “P. METASTASIO” SCALEA (CS)
Tipo dell'organizzazione: 
School
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
REDATTORI DEL FUTURO
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Il progetto, che partecipa al concorso “FOCUSCUOLA: redazioni di classe”, è rivolto agli alunni delle scuole superiori di II grado che aderiscono al programma “Il quotidiano in classe”. L'attività vuole avvicinare gli studenti delle scuole superiori alle tematiche legate all’educazione alla cultura scientifica, in modo che i ragazzi si creino proprie idee, opinioni informate scevre da pregiudizi. In tal modo si offre agli studenti l’opportunità di lavorare in gruppo, come in una vera redazione giornalistica e di confrontarsi per sviluppare creatività e capacità di lavorare “su campo.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
11/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Promuovere nuove strategie di apprendimento quali cooperative learning, work groups; utilizzare software grafici specifici per impostare una pagina di giornale, imparare ad utilizzare le fonti fornendo una impronta personale nella stesura dell’articolo; migliorare ed incrementare le abilità di scrittura e di utilizzo di lingue straniere.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Gli alunni delle classi terze che hanno aderito al progetto, nel corso dell’intero anno scolastico, dopo un lungo, meticoloso ed impegnativo lavoro di ricerca e di progettazione, sono giunti a redigere e definire un numero unico di FOCUS che riporta articoli originali, buona grafica di immagini, corredato di curiosità e informazioni suppletive, sullo stile del noto mensile.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
27 studenti e 1 docente. La presentazione delle attività, la verifica e la correzione dei lavori prodotti sono state effettuate in classe durante le ore curriculari. Le ricerche, la stesura degli articoli e la realizzazione grafica sono state svolte a casa dai gruppi di lavoro.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
11/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
Altre scuole in Italia che hanno aderito al FOCUSCUOLA
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Come creare gruppi cooperativi di studenti in grado condurre ricerche in campo scientifico e autogestire una redazione giornalistica.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Creare una redazione FOCUS permanente con la costituzione di una sezione attiva sul sito web della scuola per incentivare lo studio delle discipline scientifiche, la collaborazione con studenti di altre scuole ed enti di ricerca ed università. Un finanziamento per la retribuzione di 30 ore per le attività extracurriculari di esperti di disciplina scientifica, la collaborazione con la rivista FOCUS

Percorso Soave

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Istituto Comprensivo don Milani di Latina, scuola capofila + le scuole in rete, in ospedale e non di diverse città e regioni italiane: - [Calabria] Ist. Tecnico Statale per il Settore Economico "Raffaele Piria", Reggio Calabria - [Lazio] Scuola dell'Infanzia Istituto Comprensivo "Don Milani" di Latina - [Lazio] Scuola primaria Istituto Comprensivo "Don Milani" di Latina - [Lazio] Scuola secondaria primo grado Istituto Comprensivo "Don Milani" di Latina - [Lazio] Liceo Artistico Statale di Latina - [Lombardia] Scuola in ospedale Niguarda di Milano - [Lombardia] Scuola in ospedale San Carlo di Milano - [Liguria] Scuola dell'Infanzia Gaslini, Genova * reparti: Malattie Infettive Neurochirurgia - [Liguria] Scuola dell'Infanzia 3° circolo di Sanremo - [Liguria] Scuola di Robotica - [Piemonte] Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Govone - Priocca (CN) - [Puglia] Scuola dell'Infanzia Istituto Comprensivo Accadia (FG) - [Sardegna] Scuola primaria 1° circolo di Sassari - [Toscana] Istituto Comprensivo Centro Storico - Pestalozzi Firenze
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
scuola
Tipo dell'organizzazione: 
Public Institution
Sito Web
http://blog.edidablog.it/blogs/index.php?blog=87 - http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/ - http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2012/09/02/documentazione-on-line-del-percorso-soave-dal-2005-al-2009/ - http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/2012/09/02/documentazione-on-line-di-soave-kids-dal-2006-al-2012/
Tipo di progetto
Educazione fino a 10 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Progetto in rete per educare alla solidarietà attraverso il dialogo e lo scambio di esperienze con bambini in ospedale
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Il "Percorso Soave" trae origine nell'anno scolastico 2002/03 da "I Folletti nella rete", esperienza didattica a distanza tra scuole [quella di Latina e quella di Soave]. Col tempo al progetto si sono aggiunte scuole di diverso ordine e grado, in ospedale e non; le attività hanno coinvolto principalmente bambine/i – ragazze/i della scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di primo grado, anche attraverso pensieri per Mario Lodi, invenzioni e condivisione di storie. Scuole italiane hanno dunque cominciato a co-costruire in forma collaborativa attività e momenti di gioco-apprendimento, utilizzando un po' tutti i mezzi di comunicazione, da quelli tradizionali a quelli piu' "sofisticati" offerti alle ICT. Il filo conduttore, oltre ad essere rappresentato da "soggetti fantastici" (i folletti), dai racconti e dalla condivisione di storie, prevede la co-scrittura di blog "Soave Kids" http://blog.edidablog.it/blogs//index.php?blog=87 [ambiente istituzionale legato al progetto MIUR Web-X] L'idea del progetto è quella di congiungere, attraverso una rubrica delle storie inventate, scritte e illustrate da bambini vicini e lontani, anche gli adulti, dando loro la possibilità di comunicare con bambine/i e di lasciare qualche piccolo racconto, pensiero, messaggio... stabilendo così una ricca corrispondenza tra le varie scuole della rete. Si parla del percorso Soave nel numero 6 di Form@re del 2006 http://formare.erickson.it/wordpress/it/2006/percorso-soave-scuole-in-rete-creativa-e-co-costruttiva/ - in passato il progetto e’ anche stato citato come esempio di best practice in "Vivitibene - benesserestudente" all’interno di Tecnologie Amiche [rif. Miur]
Da quando è funzionante il vostro progetto?
09/2002
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
 imparare a confrontare le proprie idee con quelle degli altri per decidere insieme;  individuare i bisogni propri e quelli del gruppo;  assumere una cultura della partecipazione, della vigilanza e della responsabilità nei confronti della comunità;  promuovere relazioni interpersonali positive per educare alla socialità, allo star bene insieme e alla solidarietà verso i soggetti in difficoltà ed il prossimo in generale  coinvolgere in modo attivo gli alunni delle scuole nell’attività di promozione della donazione mediante interventi volti a realizzare materiale [disegni, storie, manufatti artistici]  comprendere il valore e la necessità delle norme/regole per l’organizzazione della vita sociale;  promuovere negli adulti un ascolto attento delle proposte/risposte di bambine/i – ragazze/i e favorire il dialogo reciproco;  costruire una comunità attenta e sensibile coinvolgendo anche, ove possibile, le famiglie;  utilizzare in forma corretta e creativa le TIC
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Creazione e consolidamento di reti di collaborazione, cooperazione e condivisione oltre che di una comunità educante. Molte delle scuole coinvolte nel progetto hanno usato al loro interno questionari di gradimento e schede di autovalutazione
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Tutti quelli che fanno parte della rete di scuole [DOCENTI e Studenti delle scuole in rete, in ospedale e non di diverse città e regioni italiane]
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Più di 6 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
nessun finanziamento
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
09/2002
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
piu’ che replicato, si è esteso e sviluppato aggiungendo nella rete altre scuole e compagne/i di viaggio
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Che la condivisione e collaborazione a distanza è possibile anche bambine/i ragazze/i in ospedale in modo da proseguire i propri percorsi di apprendimento, studio, collaborazione
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Dato che tutto si è svolto sulla base della volontà di co-costruire e condividere da parte dei vari soggetti coinvolti, oltre che nel rispetto di ciascuna componente, non rileviamo ostacoli o difficoltà. Ne è la dimostrazione il fatto che da 10 anni il progetto continua ad avere vita.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Con il nuovo anno scolastico la documentazione del progetto si sposterà qui http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/ ovvero sempre all’interno dell’ambiente messo a disposizione dal MIUR per il progetto Edidablog – web–X poiché la vecchia piattaforma è stata chiusa dal miur in favore dell’implementazione di una nuova piattaforma maggiormente affidabile che potrà fornire nuove e migliori funzionalità.

Edmodo, la classe è on line

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
Roma (Lazio)
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
Liceo “Vittorio Gassman”
Tipo dell'organizzazione: 
School
Sito Web
http://www.edmodo.com/
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Comunicazione efficace con gli studenti, anche con quelli assenti, assegnazione di compiti ed esercizi. Risposte inviate al solo docente o condivise con la classe.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Cercando nella rete ho trovato un prodotto gratuito (EDMODO), molto simile a facebook nella grafica e nell’utilizzo,e per questo gradito agli studenti, che permette di creare con pochi click un gruppo classe o addirittura un gruppo scuola o più gruppi collegati, per gestire le comunicazioni tra docente ed alunni, tra alunni ed alunni, per scambiare materiale, per creare questionari, per assegnare compiti con scadenza determinata. Ho quindi deciso di sperimentarne l’uso con alcune delle mie classi. Il vantaggio deriva dal fatto che gli studenti hanno a disposizione uno strumento simile a facebook ma che non permette loro di mescolare la vita privata con quella scolastica, quando accedono ad EDMODO sanno che si trovano in un ambiente scolastico, che è una “propagazione” della scuola, un essere ancora in classe; è la classe che si estende oltre le mura della scuola ed offre nuove opportunità per condividere ed imparare. Durante quest’anno scolastico il progetto è stato sperimentato con una classe prima, una seconda e due classi quarte
Da quando è funzionante il vostro progetto?
10/2011
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Edmodo sembra essere più funzionale di altri ambienti di apprendimento (moodle, schoology..) perché è più immediato e più facile da usare, con pochi click si può condividere di tutto. Si può creare una classe in pochi attimi e, attraverso un codice unico, garantire l’iscrizione a tutti gli studenti. Con molta facilità è possibile caricare files di ogni tipo (senza alcun limite di estensione), linkare materiale da risorse esterne. Infine c’è da ricordare la disponibilità gratuita di applicazioni per smartphone e tablet, elemento che ha entusiasmato i ragazzi. Rispetto ad altre piattaforme ha il vantaggio di poter essere utilizzato da chiunque e non richiede particolari conoscenze informatiche, inoltre è presente un “parent code” da poter consegnare ai genitori affinchè possano anche loro accedere alla piattaforma e controllare il lavoro dei ragazzi o comunicare con il docente. Personalmente, con le mie classi, non ho usato questa funzionalità, ho informato i genitori che i ragazzi avrebbero utilizzato questa piattaforma ma non ho consegnato il codice; volevo che i ragazzi si responsabilizzassero durante l’uso dei social network e poiché hanno tutti almeno 15 anni non mi è sembrato necessario lo stretto intervento dei genitori. La funzionalità è comunque interessante specialmente se si lavora con ragazzi più piccoli o con bambini. Con l’uso di EDMODO la lezione non finisce con l’ora di insegnamento in classe ma continua anche oltre l’orario scolastico, i ragazzi possono chiedere chiarimenti, l’insegnante può mostrare a tutti, come esempio di soluzione di un esercizio proposto, il buon lavoro svolto da uno studente, può formare gruppi di studenti all’interno della classe, può chiedere ad un allievo di rendersi disponibile per “spiegare” un esercizio ad un compagno in difficoltà, può correggere gli esercizi di ogni singolo studente prima dello svolgersi della lezione successiva ed inviare suggerimenti per correggere eventuali errori.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
Ho proposto il progetto soltanto in alcune delle mie classi per confrontare i risultati ottenuti con questa metodica e quelli ottenuti nelle classi in cui la sperimentazione non è stata effettuata. Ho potuto riscontrare l’instaurarsi di un clima migliore nella classe, di una maggiore partecipazione alle attività, una maggiore puntualità nell’eseguire gli esercizi assegnati a casa. Una classe in particolare, presentava notevoli problemi disciplinari e di applicazione che non sono stati completamente risolti attraverso l’uso di EDMODO, ma sicuramente l’utilizzo della piattaforma ha fatto sentire i ragazzi maggiormente partecipi al gruppo classe ed io, in qualità di docente, li ho potuti monitorare meglio relativamente al lavoro domestico. C’è da rilevare, inoltre, che anche i più svogliati e disinteressati si sono avvicinati con maggiore curiosità alle attività proposte attraverso la piattaforma.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Il progetto è stato proposto a circa 80 ragazzi, che hanno consultato abbastanza regolarmente le pagine di EDMODO ma può essere allargato a tutte le classi e addirittura a tutti gli studenti della scuola.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Si
Da quanto tempo?: 
10/2011
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
Che senza spendere alcuna somma di denaro (ma solamente molto tempo da parte del docente) è possibile portare l’innovazione nella scuola
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Non ci sono stati particolari ostacoli nella realizzazione del progetto, solo due o tre ragazzi hanno lamentato il fatto di poter accedere ad Edmodo solo durante il week-end, poiché durante la settimana dormivano a casa dei nonni e non avevano disponibile un collegamento internet, quindi usavano edmodo dal telefonino. La “app” per i telefonini permette di visionare i compiti, condividere i dati, ma è meno efficace di quella su computer. Non era disponibile una LIM che avrebbe permesso di condividere tutto il materiale prodotto in classe.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
Mi piacerebbe riproporre il progetto integrando l’uso di una LIM; vorrei che fosse riconosciuto in qualche modo il notevole lavoro aggiuntivo richiesto al docente per gestire le classi con questa metodica, vorrei riuscire ad utilizzarlo con tutte le mie classi.

Facebook Classroom

Paese, Città/Regione
Paese: 
Italy
Città/Regione: 
GATTINARA
Organizzazione
Nome dell'organizzazione: 
IPSSAR "G. Pastore"
Tipo dell'organizzazione: 
0
Tipo di progetto
Educazione da 16 a 18 anni
Descrizione del progetto
Descrivete il vostro progetto con una frase (max. 500 caratteri): 
Uso di Facebook per migliorare la didattica e la comunicazione docente-alunni. Condivisione di materiali, pianificazione delle attività , comunicazioni efficaci senza costi per la scuola.
Riassunto del progetto (max. 2000 caratteri): 
Ho creato un gruppo chiuso in Facebook con tutti gli allievi di una classe quinta superiore e tramite le funzioni native abbiamo condiviso appunti e materiale didattico, organizzato le attività , comunicato sia collettivamente che individualmente ampliando l'esperienza didattica e migliorando in termini di efficacia e efficenza le comunicazioni con gli allievi. L'idea è nata dal fatto che tutti gli allievi della classe usavano già  Facebook ed avevano molta dimestichezza con il mezzo tecnologico; mi sono chiesto se questo strumento non potesse migliorare la mia attività  di docente anche in considerazione del fatto che è uno strumento totalmente gratuito e fruibile da chiunque. Ho perciò trasformato il gruppo classe in un gruppo chiuso di Facebook e nell'arco di pochissimo tempo utilizzavamo uno strumento che ci ha consentito di condividere esperienze e materiali in modo semplice, efficace ed economico. Ultimo, ma non per questo meno importante, ho dimostrato ai ragazzi che si può fare un uso intelligente di Facebook.
Da quando è funzionante il vostro progetto?
11/2010
Obiettivi ed elementi di innovazione
Quali sono gli obiettivi specifici del progetto e quali sono i mezzi usati per raggiungerli?: 
Il problema della tradizionale lezione frontale è che una volta conclusa la lezione spesso passano alcuni giorni prima che docente e allievi si rivedano. In tale lasso di tempo lo studente diligente potrebbe avere dei dubbi o delle domande che non è riuscito ad esprimere durante la lezione, oppure potrebbe non aver preso bene gli appunti o addirittura è stato assente e vorrebbe sapere nel dettaglio cosa è stato fatto. Non sempre il/la compagna sono in grado di venire in aiuto mentre la possibilità  di rivolgersi al docente potrebbe rivelarsi preziosa. Uno spazio comune sul web a cui partecipano tutti gli allievi di una classe può consentire una comunicazione efficace anche in modo asincrono, facilita la diffuzione dei materiali, diventa occasione di dibattito e riflessione. Bisogna però individuare uno strumento che sia semplice da utilizzare da parte di ragazzi e docenti e che, possibilmente, non richieda costi di accesso. Oggi sul web lo strumento che risponde a questi due requisiti è proprio Facebook.
Risultati
Ad oggi, quali sono i risultati raggiunti dal vostro progetto e quali sono i criteri per valutarli? (max. 2000 caratteri): 
dopo aver sperimentato lo scorso anno questo strumento per quella che mi piace chiamare "didattica aumentata" ed aver ottenuto un significativo miglioramento nella comunicazione e distribuzione di materiale, ho riproposto la cosa a due classi del corrente anno scolastico e anche quest'anno la risposta da parte dei ragazzi è stata molto positiva.
Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo? (max. 500 caratteri): 
Questo anno scolastico le classi che gestisco sono due, una quarta e una quinta superiore; cioè meno di 50 persone in tutto ma la frequenza con cui i ragazzi consultano la pagina di classe è elevata, oltre metà  classe effettua pi๠di 3 visite settimanali. Inoltre il mezzo è in grado di gestire tutte le classi che un docente intende creare.
Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000 Euro
Specificare: 
costo zero
Ad oggi il vostro progetto si auto­finanzia?: 
Via Gallarini, 26
Da quanto tempo?: 
11/2010
Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove?: 
Si
Dove? In che modo?: 
quest'anno è stato allargato a due classi della stessa scuola, ma può essere esteso atutte le classi e a tutti gli insegnanti.
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto? (max. 1500 caratteri): 
che le nuove tecnologie possono fornire validi strumenti per migliorare l'efficacia dell'azione didattica.
Siete disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti?: 
Si
Informazioni aggiuntive
Ostacoli e soluzioni (max. 1000 caratteri): 
Non ho incontrato ostacoli particolari, certo la mancanza della LIM in classe ha limitato i risultati ottenibili ma il progetto è stato comunque un successo.
Progetti per il futuro e aspettative (max. 750 caratteri): 
vorrei rifare questa esperienza con una classe dotata di LIM; se trovassi uno sponsor farei anche assegnare a ciascun ragazzo un tablet. Niente libri e limitatissimo uso della carta.