web 2.0

Un m@re di chiocciole

Project Location
Country: 
Italy
City: 
Roma
Organization
Organization Name: 
154° Circolo Didattico "Tullia Zevi" di Roma - Casalpalocco
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola Primaria
Website
http://casalpalocco.wikispaces.com/quartaCweb
Project Type
Education up to 10 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Realizzato nell'ambito dell'iniziativa del MIUR "cl@ssi 2.0", a cui partecipa come progetto vincitore del relativo bando, il progetto si propone di ampliare la diffusione di una didattica digitale e fornire la classe di supporti multimediali che favoriscano lo sviluppo delle competenze digitali e non solo, sperimentando nuovi ambienti di apprendimento.
Project Summary (max. 2000 characters): 
Il progetto viene realizzato in una classe di scuola primaria. E' stato avviato dalla fine della terza classe, nell'a.s. 2010/2011, ma le attività più significative dal punto di vista dell'applicazione di metodologie didattiche innovative sono state svolte nell'a. s. 2011/12. Il progetto si concluderà nell'a.s. 2012/13. Nasce come evoluzione di attività già in corso da anni in questo Circolo, in cui si è sempre scelto di privilegiare il linguaggio multimediale come strumento per il perseguimento degli obiettivi didattici del curricolo, in modo da rendere il percorso più motivante ed attraente per gli allievi, e promuovendo lavori di gruppo sia a casa che a scuola con l’utilizzo dei computer e dell'accesso alla rete. Competenze Dal punto di vista didattico, i benefici attesi concernono inoltre l’acquisizione delle competenze relative a: *scrittura creativa ed elaborazione di testi; *lettura e produzione di immagini; *comunicazione attraverso linguaggi multimediali grafico-testuali-audio; *sperimentazioni, ricerche e relazioni su temi scientifici; *produzione di e-zine e giornalini online; *produzione di podcast per la già esistente Radio@154; Finalità progettuali Il progetto si propone di ampliare la diffusione di una didattica digitale e fornire la classe di supporti multimediali che favoriscano lo sviluppo delle competenze digitali e non solo. Il progetto si propone così di rispondere ai fabbisogni rilevati con un insieme di attività volte a rendere quotidiano e non eccezionale l'utilizzo delle nuove tecnologie, fruite come strumenti di didattica al servizio dell'esplorazione cognitiva e dei diversi stili di apprendimento del gruppo classe, focalizzando l'attenzione sulle discipline scientifiche e linguistiche. Questa focalizzazione consentirà di valorizzare le esperienze pratiche e gli studi nei vari ambiti cognitivi. La strategia utilizzata, con un approccio basato sul modello delle intelligenze multiple e sulle metodologie di apprendimento cooperativo, consentirà anche la realizzazione dei contenuti didattici digitali da parte degli allievi e anche l'efficace coinvolgimento di coloro che presentano disabilità. Grande risalto viene dato alla collaborazione con le istituzioni universitarie (così come è già accaduto nella realizzazione del progetto Innovascuola) e alla condivisione in rete dei contenuti realizzati, così da stimolare lo scambio innanzitutto con le altre classi, ma anche con le scuole del quartiere e con quelle esterne al territorio d'appartenenza. Metodologia La metodologia seguita vuole dare enfasi in modo particolare ad attività di pratica laboratoriale e alla partecipazione attiva, identificate come componenti essenziali dell'approccio, in modo da porre il focus sia sulle performance collettive sia sulle performance dei singoli, anche nei casi in cui può essere richiesta la definizione di piani individualizzati. L'assunzione del progetto è che però esistano dei “facilitatori assoluti”, come le metodologie didattiche che hanno come obiettivo quello di creare ambienti di apprendimento innovativi, qual è il cooperative learning, e come le tecnologie di lavoro di gruppo, quali sono le LIM, che consentono, certamente non da sole ma se incluse in un approccio didattico sistemico, di migliorare il contesto di vita scolastico riducendo le barriere allo sviluppo e all'espressione creativa dei bambini. Questo progetto vuole identificare così una modalità di intervento e produrre delle esperienze didattiche riproducibili. Stato Attuale del progetto Il progetto è articolato su tre anni, in modo da consentire un cambiamento graduale sia per gli alunni sia per i docenti. Il terzo anno (a.s. 2012/2013) è dedicato al consolidamento delle competenze, con la condivisione, anche al di fuori dell'ambito della nostra scuola, di quanto realizzato.
How long has your project been running?
04/2011
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Obiettivi progettuali Gli obiettivi progettuali possono essere così riassunti: Sperimentare nuovi contesti di apprendimento, rendendo naturale l’uso delle tecnologie all’interno delle pratiche didattiche quotidiane (netbook, LIM, comunicazione a distanza) Porre al centro delle proposte di lavoro il singolo alunno con le sue esperienze di scuola ed extrascuola Favorire l’acquisizione di forme di apprendimento non lineare (webquest, cooperative learning) Sperimentare nuovi linguaggi e nuovi modi di rappresentare e gestire la conoscenza attraverso testi, immagini, audio e video, materiali online Rispondere ai bisogni reali degli alunni che, in quanto “nativi digitali”, hanno già acquisito abilità e conoscenze nell’area delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione Sviluppare attività di documentazione e di valutazione e autovalutazione costanti Approccio metodologico L'approccio metodologico utilizzato si caratterizza per le seguenti caratteristiche specifiche: la forte enfasi sulla combinazione tra esperienza pratica “attiva” (es. lettura di testi, realizzazione con la web radio di brevi esperienze di creazione di “format” comunicativi all'esterno della scuola sulle tematiche dell'accoglienza, dell'integrazione, della tutela dell'ambiente e sulle problematiche del quartiere, coinvolgendo ed intervistando esperti e esponenti delle istituzioni locali, utilizzo del wiki come contenitore per la condivisione delle attività svolte e per la descrizione delle esprienze vissute). esperienza “guidata e interattiva” la definizione dei confini estesi della scuola sia in termini di appartenenza al quartiere sia in termini di prossimità di interessi sul web (cittadinanza digitale); la socializzazione delle esperienze e dei risultati attraverso l'utilizzo di luoghi fisici (la classe, il teatro) e di luoghi virtuali (la rete, attraverso la web radio e il wiki); lo scambio di esperienze sia all'interno del Circolo, tra le classi, sia tra il Circolo e l'ambiente esterno, rappresentato dalle scuole, le istituzioni e dalle associazioni del quartiere, creando un setting operativo all'insegna della Continuità. Si ha cura, altresì, di salvaguardare i principi basilari di: concretezza; gradualità; unitarietà dell'azione pedagogico-didattica, nella collegialità delle figure docenti; insegnamento individualizzato. Tutte le attività proposte sono articolate sia attraverso lavori in piccolo e grande gruppo sia attraverso attività individuali. L’obiettivo primo da raggiungere è quindi quello di progettare e costruire un ambiente per l’apprendimento che sia al tempo stesso spazio comune di intervento per alunni, genitori e docenti dove condividere informazioni, conoscenze, esperienze e si configuri anche come strumento capace di favorire stimoli nuovi e pari opportunità.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
tato Attuale del progetto Il progetto è articolato su tre anni, in modo da consentire un cambiamento graduale sia per gli alunni sia per i docenti. Il terzo anno (a.s. 2012/2013) è dedicato al consolidamento delle competenze, con la condivisione, anche al di fuori dell'ambito della nostra scuola, di quanto realizzato. La classe è stata attrezzata mediante la dotazione finanziaria fornita dal progetto, con le seguenti risorse: n.1 Personal Computer, con preinstallato un set di materiali didattici digitali sulle diverse discipline di studio in formato “open content”. n.1 Lavagna Interattiva Multimediale con Videoproiettore a corto raggio e dotata di casse audio. n.22 risponditori per alunni Instruction. n.22 Netbook per alunni con preinstallato un set di materiali didattici digitali sulle diverse discipline di studio in formato “open content”. n.1 Stampante multifunzione di rete Si è proceduto inoltre con gradualità al raggiungimento dei seguenti risultati: utilizzo della LIM nelle lezioni; utilizzo dei netbook nelle lezioni; utilizzo dei principali software di supporto alla scrittura (Word), al disegno (Paint, Tux Paint, Drawing for children) , alla comunicazione (Google gmail e le sue applicazioni es. google document), alla navigazione su Internet (browser); utilizzo del wiki scolastico; realizzazione di un e-zine. Il successo di un progetto di questo genere si misura rispetto alla pervasività che acquisiscono le nuove tecnologie nella nostra didattica: diventa essenziale, così, la creazione di una cultura condivisa tra i docenti ed una diffusione verso il territorio con il coinvolgimento dei genitori. Su questo fronte, abbiamo operato e stiamo operando con due modalità: attraverso l'organizzazione di un sistema di condivisione delle esperienze, supportato dal wiki scolastico e strutturato con incontri sistematici di confronto e condivisione tra i docenti. L'obiettivo è di condividere precocemente anche i materiali didattici realizzati e far convergere rapidamente questi risultati anche nei diversi progetti avviati dalla Scuola; attraverso l'organizzazione di iniziative aperte al territorio, con incontri di sensibilizzazione e confronto con istituzioni universitarie, scolastiche e sociali, come l'incontro “Scuola digitale, sicurezza in rete, pensiero creativo... tante sfide per docenti e genitori”, con l'obiettivo di informare e sensibilizzare i genitori, tenutosi il 13 aprile 2011 presso la nostra scuola con l'intervento di esponenti dell'Università di Roma “La Sapienza”, del MIUR, dell'ANSAS, del Coordinamento Genitori Democratici. Come risultati esemplificativi sui due fronti, docenti e alunni hanno avviato processi di cambiamento dell'ambiente di apprendimento. durante i momenti dedicati al raccontarsi al territorio e alla famiglia i genitori hanno chiesto di poter fruire di corsi a carattere informativo sulla navigazione sicura in rete. Valutazione dei risultati I risultati sono in linea con le pianificazioni e le aspettative, sia in termini di realizzazione delle attività sia di raggiungimento degli obiettivi didattici. Le modalità di verifica dei risultati sono rivolte ai diversi livelli di analisi: sull'efficacia degli interventi sui docenti; sulle performance dei bambini; sui processi di integrazione, socializzazione ed apprendimento che si sono sviluppati nei laboratori. L'insieme di queste verifiche consente non solo di valutare il raggiungimento degli obiettivi progettuali ma anche gli interventi di miglioramento necessari. A questo scopo sono utilizzati metodi sia quantitativi che qualitativi. I primi danno informazioni rispetto ai risultati (outcomes), i secondi danno informazioni sui processi. Oltre a ciò vengono organizzati e raccolti all’interno di un portfolio di progetto i prodotti e gli strumenti costruiti durante il percorso (attività didattiche, materiali, schede di lavoro, strumenti di valutazione, ecc.).
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Il progetto coinvolge al momento una classe di 22 alunni, oltre i docenti e i genitori (anche tramite il wiki e l'e-zine).
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
From 10.001 to 30.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
07/2012
When is it expected to become self-sufficient?: 
09/2012
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Il progetto rientra in una sperimentazione Ministeriale nell'ambito del piano Scuola Digitale, l'iniziativa cl@ssi 2.0 del MIUR, e come tale può costituire un'esperienza positiva di riferimento. Esperienza che ha lo scopo di creare ambienti di apprendimento innovativi, di promuovere l'individualizzazione e la personalizzazione degli apprendimenti, formali-non formali, di creare contenuti didattici digitali, di impiegare metodologie didattiche. Una caratteristica del progetto è la scelta di non realizzarsi come "isola a sé stante", ma di innestarsi nella realtà della scuola sia dal punto di vista formativo (attuando in modo innovativo i progetti pilastro del POF) sia dal punto di vista strumentale (ampliando l'uso del wiki scolastico, del podcast, del software multimediale in generale anche per la realizzazione dell'e-zine). Un'altra caratteristica è l'utilizzo del setting d'aula per un efficace utilizzo del cooperative learning e della didattica laboratoriale orientati al cambiamento efficace dell'ambiente di apprendimento.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Tra gli ostacoli da segnalare si rileva la difficoltà di mantenere in efficienza le attrezzature tecnologiche e in particolare i computer portatili, poiché nelle scuole primarie non è prevista la presenza di un tecnico.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
La maggiore aspettativa è di proseguire con la diffusione della didattica digitale, applicata in modo pervasivo con questo progetto, a tutte le classi della scuola, dove già sono in atto pratiche di didattica digitale soprattutto con l'utilizzo delle LIM, uscendo così dalla logica della sperimentazione. I futuri progetti saranno orientati pertanto ad estendere le pratiche di questo progetto gradualmente a tutte le altre classi.

eSafety4eTwinners - web 2.0 and social media use eTwinners 4 preventing school dropout

Project Location
Country: 
Romania
City: 
Caransebes
Organization
Organization Name: 
Special School Caransebes Romania
Organization Type: 
0
Website
http://www.mentormob.com/learn/i/esafety4etwinners-project/esafety4etwinners-1-teacher-duma-cornel-lucian-special-school-caransebes-romania-founder
Project Type
Education from 16 to 18 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
eSafety4eTwinners develop students creativity using in a safe mode new online technologies ( tools and apps web 2.0 and social media ) in XXI Century Education 4 preventing school dropout .
Project Summary (max. 2000 characters): 
In nowadays society where science and information known a spectacular development and use of new web 2.0 and social media applications is no longer regarded as an avant-garde movement our students should be able to handle in the creative use of computer and online free tools hwo represents a necessity in XXI Century Education . Interactive presentations like glogster edu and digital school lessons make a centered student who live in a learning envirolment and virtual education has become a phenomenon in education in last years. In the era of Internet and development of new technologies although my students and other students who have problems are children with special educational needs, at risk of school droppout XXI Century Skills can help them integrate into society .These technologies can stimulate discussion, open gateway to knowledge, promoting creativity and innovation for effective lifelong learning . Teacher and also students should have an entitlement to safe internet access at all times. Pulling Piaget and Papert , the use of participatory media tools in education is typically geared towards, creating a more student centered, adaptive environnement where learners can contribute to the course material, formulate and express their own insights and opinion, construct their own understanding of material by connecting concepts, to personal experience or current events, and learn from one another in collaborative environments . In the same time students are happy to learn how to integrate in a safe mode new digital technologies in their classroom ,and this may prevent early school dropout . Although there are students with special needs , if they develop digital skills easier to integrate into the labor market today as most employers require computer literacy skills when hiring. More informations in our wiki http://e-safety4etwinners.wikispaces.com/  
How long has your project been running?
10/2010
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Through this project we want to develop XXI century skills for students using in a eSafe mode new tehnologies in education 2.0 . If we use with our students new tools and applications web 2.0 and social media we open for them gateway through knowledge . - Known and share each other culture; - Explore Web 2.0 tools and apps for education; - Acquire skills for the XXI century http://www.p21.org/ ); - Learn to communicate and work collaboratively; - Improve skill language - Students became social media curators Work process : We collaborate to chose toghether what tools and apps we will use every mounth in our project
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Our free project was selected from 80 projects in top 10 Social Media practice by ElearningEuropa LS6 team and appear on their edited brochure made after Teacher's competition on Language Learning and Social Media use in Formal Language Learning Context http://elearningeuropa.info/en/book/full-description-practice-2  . I am very proud because our project was approved in the exhibition organized by Microsoft, MECTS and EOS on Innovative Education Forum 2012 http://bit.ly/fie2012  . I want to show everyone that although my students are with special needs they can made beautiful on-line things if we help them    http://e-safety4etwinners.wikispaces.com/ http://elearningeuropa.info/en/book/full-description-practice-2 https://www.facebook.com/groups/eSafety4eTwinners/ http://tinyurl.com/e-Safety4eTwinnersvoxopopgroup http://www.flickr.com//groups/1281160@N23/pool/show  
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
We was last year 7 teachers / parteners and we involved more than 100 students in our project and we collaborate on facebook, wikispaces , mixxt ...
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
Str. Splaiul Sebesului, Bl.2 , Sc. A , Ap.1 , Caransebes, Caras-Severin
Since when?: 
03/2012
When is it expected to become self-sufficient?: 
06/2012
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Web 2.0 , social media and other digital and information technologies are powerful and interesting tools, which open up new opportunities for everyone and for this reason teachers and students must know how to use it nowadays in a safe mode In the same time students are happy to came at schools where they learn about new tools and apps web 2.0 and social media and also they learn how to integrate in a safe mode new digital technologies in their classroom ,and this may prevent early school dropout .
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Unfortunatelly the time is too short because we have only 1 hour / week to use all wonderful tools and apps who appear daily in the online word . In fact, the eSafety4etwinners provides a safe Web 2.0 learning environment while making learning fun. In line with this pan-European project, he has developed an optional course the computer my friend to teach pupils how to use web 2.0 tools safely.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
3 parteners we want to organize a preparatory visit for a Leonardo project this school year . We made also a blog for a good collaboration in this school year where students will post presentations, videos, and their online work . http://esafety4etwinners.blogspot.com/

King of my castle

Project Location
Country: 
Romania
City: 
Caracal
Organization
Organization Name: 
Gh. Magheru Caracal
Organization Type: 
0
Website
http://king-of-my-castle.blogspot.com/
Project Type
Education from 11 to 15 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Based on Gardner's Multiple Intelligences Theory, our eTwinning project tried to tackle each one of them, using the real castles and trying to "strengthen" the castles of our children's minds
Project Summary (max. 2000 characters): 
The project idea came at the end of an eTwinning learning event based on Howard Gardner's theory of multiple intelligences. We decided to apply the theory and see how our students will react. The theme was very generous and very well chosen. The students accepted the project with great enthusiasm, which they kept until the end. The work process was planned on 6 topics: - real castles in each country presentations, along with their natural surroundings(natural smart) - stories about castles, jumbled ones, unfinished or even fictional( language smart) - mathematical problems related to castles ( dimensions, age, number of rooms...) (maths and logical smart) exchanged and solved by partner students. - best draw or icon of a castle( kinesthetic and spatial smart), contest where children will comment and vote their partners' works of art( social smart). -songs related to castles, recorded by our children or searched by them on youtube( musical smart) -games, quizzes, puzzles(self smart). The initial time-schedule of 6 months was compressed because children were so enthusiastic they solved more than one task a month, so the most of active partners completed them in advance, working in ICT, History, Geography, Language, Maths, Art and Music classes. 6 of the partner schools were awarded with the European Quality Label in eTwinning. They are: Adriana Maris-Colegiul National "Coriolan Brediceanu", Lugoj, Romania; Beata Janus-Lewczyńska-Szkoła Podstawowa nr 24 im. Jana Marcina Szancera, Częstochowa, Poland; Cristina Nicolaita (FOUNDER), Scoala cu clasele I-VIII Gheorghe Magheru, Caracal, Romania; Cristina Ongaro, Istituto Comprensivo B. Barbarani, Minerbe, Italy; Florin Mariş, Scoala cu clasele I-VIII Nr. 2, Lugoj, Romania; KSENIJA VIDMAR-NINCEVIC (FOUNDER), Osnovna škola Bartula Kašića Zadar, ZADAR, Croatia.
How long has your project been running?
10/2010
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Our main interests in developing this project were Multiple Intelligences and 21st Century Skills. Creativity and innovation; Critical thinking and problem solving; Communication; Collaboration. Following Bloom's taxonomy, the Project aims are divided into: *Cognitive Students will (Students learn important issues of famous castles, *Develop their awareness of geographical & historical features of other partner countries, *Improve their ICT & EL skills, *Affective Students will, *Develop and widen up their interpersonal skills via communication with their partners, *Show the positive disposition towards the introduction of the European dimension within the school setting,*Psychomotor Students will,*Develop their artistic skills and multiple talents.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
The pedagogical innovative result achieved by our project consisted in treating a theme (Castles) by different approaches, using the theory of Multiple Intelligences. In this manner, all the students involved were able to find their place in the project, according to their best intelligence and, working together as a team, they developed their 21st Century Skills. The students used their creativity in every project activity or aspect, because they chose the way to express themselves (through art, science, collaboration, use of ICT, etc)
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
We used teachers room, but also twinspace ( http://new-twinspace.etwinning.net/web/p37934/welcome), project diary ( http://twinblog.etwinning.net/27550/), messenger and e-mail to discuss issues, to exchange opinions, to offer and ask for help. We also collaborated through tools like google.docs, wallwisher, voicethread, easypool to organize our work and solve the tasks together. Our blog received about 200 visits a month.
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
Less than 1 year
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Specify: 
We didn't need funding.
Is your project economically self sufficient now?: 
R. Calomferescu Street, No 7, Cod 235200, Caracal, Romania
Since when?: 
10/2010
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Students were free to upload additional material.Pupils take account of the needs of partner schools regarding the use of ICT, too.That is the best part of the project as they suggested the contest for the best icon (they voted for the best one), created their fictional stories, even shape poems, new Romeo and Juliet version....We were peers and that was great! The same happened with our partners. That's the integration of the highest possible creative collaborative work of our students and ourselves, as teachers, and other partnering schools which we've never experienced before!
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Our several-month experience while working on this Project tells us that the idea could be easily adaptable to any age of a child. Moreover, we could continue the Project this year with the same/different students, engage the same/add new partners and, of course, we'd update new ICT tools to demonstrate the Project aims.

Pinocchio 2.0

Project Location
Country: 
Italy
City: 
[Lazio] Istituto Comp. don Milani Latina, scuola capofila [Lazio] Liceo Artistico Statale di Latina [Liguria] Scuola di Robotica [Liguria] I.P.S.I.A. Gaslini di Genova Bolzaneto [Liguria] Scuola in ospedale Gaslini di Genova reparti: Day Hospital - Malattie Infettive - Neurochirurgia - Onco-Ematologia [Lombardia] Scuola in ospedale Niguarda - Milano [Lombardia] Scuola in ospedale San Carlo di Milano [Lombardia] Scuola primaria Milano Rinnovata [Lombardia] Scuola secondaria di primo grado Marconi Gambolò, PAVIA [Lombardia] Polo Tecnico professionale industriale ITIS "A.Righi" Treviglio (BG) [Piemonte] 1° circolo Cuneo - scuola primaria [Piemonte] M.C.E. Movimento di cooperazione educativa [Puglia] "Scuola dell'infanzia - Istituto Comprensivo Accadia, Foggia [Sardegna] Scuola primaria 1° Circolo di Sassari [Toscana] Istituto Comprensivo Centro Storico - Pestalozzi Firenze [Veneto] Istituto Comprensivo "Bartolomeo Lorenzi" di Fumane (VR) + le scuole della rete Robot@Scuola "“ Rob&Ide + oltre 1025 partners collegati in Facebook [dato agosto 2012] http://www.facebook.com/groups/139204519436108/ + Scuole EUN + 15 partner eTwinning (*) tra queste: Scuola dell'infanzia di Braila, Romania - Scuola primaria Zakladna Skola Skycov - Skolska 299 - 951 85 Skycov, Slovakia - Ist. Tecnico Statale per il Settore Economico "Raffaele Piria", Reggio Calabria, Italia - Liceo Classico “Plauto” Roma, Italia - Istituto Magistrale "S. Rosa da Viterbo", Viterbo, Italia (*) eTwinning è il gemellaggio elettronico tra scuole europee, un nuovo strumento per creare partenariati pedagogici innovativi grazie all'applicazione delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC). Questo il sito ufficiale http://etwinning.indire.it + Tirocinanti di Logopedia - Università Degli Studi Di Roma "La Sapienza", sede di Ariccia (Roma) tirocinanti corso Dirigente di Comunita' presso l'istituto Marconi di Latina - Osservatori e/o collaboratori: [Toscana] EgoCreaNet [Sardegna] Andrea Mameli Head of Outreach Program Center for Advanced Studies Research and evelopment in Sardinia (CRS4) Scientific and Technological Park POLARIS Building 1
Organization
Organization Name: 
Scuola di Robotica + Linda Giannini
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola di robotica; scuole in rete, dall'infanzia all'adolescenza; Università ; Istituzioni pubbliche; Centri di ricerca e di formazione + docenti in pensione, genitori, nonne/i, tirocinanti
Website
Blog http://blog.edidablog.it/blogs/index.php?blog=275 - http://blog.edidablog.it/edidablog/segnidisegni/ - Raccolta post Rob&Ide 2010/2011 http://www.descrittiva.it/calip/1011/ArchivioROBeIDE2010-2011.pdf - Portale di Scuola di Robotica http://www.scuoladirobotica.eu/ - http://www.descrittiva.it/calip/1011/percorsi_lego.htm - http://www.descrittiva.it/calip/1011/eTwinning-2011.htm - Pagina Facebook http://www.facebook.com/group.php?gid=139204519436108&ref=mf - Pinocchio 2.0 ha interconnessioni internazionali per esempio - con l'ENO Tree Planting Day 2010 ENO Tree Planting Day è un evento aperto a scuole ed a gruppi interessati all'ambiente ed alla pace. Viene organizzato due volte in un anno, a maggio ed a settembre. Piantare alberi è una delle attività  pi๠popolari nel programma ENO. Il progetto è nato nel 2000 e ha raggiunto migliaia di scuole di 150 Paesi. Finora sono stati piantati circa 4 milioni di alberi ma l'obiettivo è quello di piantare 100 milioni di alberi entro la fine del 2017. ENO Tree Planting Day è stato scelto perché il burattino Pinocchio prima di divenire bambino era di legno ed il legno deriva dagli alberi e dal rispetto della natura. Dunque Pinocchio 2.0 favorisce l'educazione ambientale ed è in continuità  con il progetto Piccoli ecologisti con la scuola dell'infanzia eTwinning Braila, Romania http://www.descrittiva.it/calip/0910/etw-piccoli-ecologisti.htm - La documentazione è reperibile anche presso questo indirizzo http://www.descrittiva.it/calip/1011/percorso_eno.htm - con international day of librries: "favourite fairytale" qui http://blog.edidablog.it/blogs//index.php?blog=275&m=20101008 a titolo esemplificativo, gli elaborati [dalla scuola dell'infanzia alla secondaria di primo grado che hanno raggiunto la Slovacchia [Primary School Skycov "“ Slovakia "“ Europe] in occasione dell'evento international day of libraries: "favourite fairytale" http://blog.edidablog.it/blogs//index.php?blog=275&m=20101014 - http://trilussa.primocircolopinerolo.it/circolo/?page_name=progetto_robotica - http://www.mcetorino.it/roberta.htm - http://www.fogliacci.it/progetto_roberta/roboticaeducativa.htm - http://roberta.isii.it - http://www.flickr.com/photos/scuoladirobotica+ filmati su youtube http://www.youtube.com/user/Robeide#g/u 1) climbing robots: http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/0/y9yx3Jq-Iao - 2) tucano Robot :http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/4/K1qXkvt1YCM - 3) manta Robot :http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/1/hhyC1rPpyb8 - 4)Robeide Robot : http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/2/3s3dSlZictk - 5) Worm Robot pneumatico: http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/3/UV3KmC9Trso - 6)worm Robot Elettrico:http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/5/1vr1ewWDOas - 7) Nw ClimbingRobot :http://www.youtube.com/user/Robeide#p/u/6/GkK3fbu9HfY - I lavori etwinning del Plauto di Roma http://etwinning20112013.tripod.com/
Project Type
Education up to 10 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Pinocchio 2.0 e' un progetto dall'infanzia all'adolescenza ed all'università 
Project Summary (max. 2000 characters): 
Il progetto Pinocchio 2.0 da anni tende alla creazione una comunità  per l'apprendimento e per lo sviluppo di competenze di tipo tecnologico "“ scientifico, anche mediante l'attuazione di laboratori di robotica. Pinocchio 2.0 simboleggia la realizzazione delle idee, dei sogni, delle aspirazioni, dei desideri di grandi e piccini. Pinocchio rappresenta -quindi- qualsiasi oggetto o soggetto che viene creato e/o condiviso "“in presenza o grazie alla rete- da diversi soggetti (oltre 2000, in ospedale e non, italiani e stranieri) tra cui bambine/i (scuola infanzia, scuola primaria); adolescenti (secondaria di primo e secondo grado); docenti in pensione e non (dalla scuola dell'infanzia all'università ); tirocinanti studentesse della scuola sec. di secondo grado ed universitarie; osservatori esterni (enti di ricerca, università , "¦), genitori, nonni,"¦; esperti quali assumono il ruolo di "Geppetto" poiché realizzano concretamente, da soli e/o in forma collaborativa, una idea, un manufatto artistico, un racconto, un disegno, un video, un robot avvalendosi sia di materiale di riciclo che delle potenzialità  offerte dal web 2.0 e dall'open source. Pinocchio è stato scelto come filo rosso capace di collegare le proposte educative e didattiche delle diverse scuole; rappresenta inoltre il primo "robot" che animandosi (non grazie ai risultati delle ricerche tecnologiche, ovviamente, ma per una strana e bellissima magia) ha insegnato qualcosa ai bambini. Pinocchio è risultato anche il "rappresentante" della "fragilità  infantile". A questo proposito i bambini delle Scuole in Ospedale che hanno preso parte al progetto non si sono trovati di fronte ad un super eroe, ma ad un "compagno di viaggio", che, seppur soggetto alla "mutazione del proprio corpo" - così come loro, che lo vedono trasformarsi anche in seguito alla "malattia", e non soltanto alla "crescita" - si è dimostrato egualmente in grado di cercare una via di "uscita" e di "riuscita"
How long has your project been running?
09/2008
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
- conoscere, padroneggiare e confrontare i livelli comunicativi a livello personale e sociale; - conoscere, padroneggiare e confrontare i media comunicativi a livello personale e sociale; - innovare la didattica delle materie scientifiche tramite pratiche che fanno largo uso delle ICT, dal blog al social network; - stimolare gli insegnanti all'uso delle ICT e fornire il supporto necessario per la loro formazione in questo ambito; - diffondere la robotica educativa come strumento per motivare gli studenti allo studio delle discipline scientifiche; - mantenere il contatto tra la scuola e la ricerca didattica in diversi ambiti con particolare attenzione all'informatica e alle discipline scientifiche (matematica, fisica, chimica, biologia"¦); - sviluppare capacità  espressive ed artistiche attraverso la costruzione di oggetti, l'invenzione di storie, il disegno, la pittura collegate con le attività  di robotica. - comprendere il senso di appartenenza ad una comunità  virtuale; - sviluppare la capacità  di lavorare in gruppo, con particolare riferimento alla cooperazione a livello locale e virtuale; - favorire l'introduzione di una didattica che usa in modo versatile una molteplicità  di mezzi tecnologici, di linguaggi e di codici; - favorire attraverso l'uso dei media, processi di tipo conoscitivo, di socializzazione, di sviluppo e potenziamento di capacità  logiche operative; - ridefinire le forme essenziali del processo di alfabetizzazione sulla base delle nuove esigenze quali quelle poste dall'evoluzione tecnologica; - favorire il processo di superamento della frammentarietà  dei saperi ed educare alla lettura della complessità ; - abbattere le barriere geografiche, attraverso la comunicazione telematica.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Il progetto è in continua evoluzione e non lo consideriamo concluso. Ad ogni buon conto i vari micro percorsi avviati in relazione a Pinocchio 2.0 hanno abbattuto le barriere della distanza non solo fisica (grazie alle ICT), ma anche quella data dalle diverse età  dei partecipanti [dall'infanzia all'adolescenza]. Il vantaggio è stato quello del potenziamento del confronto, della co-costruzione e della messa in comune delle diverse competenze. Siamo stati felici di avere con noi colleghi in pensione, esperti, ex studenti della SSIS, tirocinanti, genitori, nonni. Per quanto riguarda gli studenti coinvolti nei molteplici percorsi, il progetto ha tenuto conto delle esigenze di espressione e comunicazione di ciascuno che si sono concretizzate attraverso l'uso di varie tecniche. I diversi "Pinocchio" che sono stati realizzati sottoforma di racconti, disegni, manufatti artistici, sono stati condivisi anche attraverso la rete. il progetto si basa sulle reti di scuole pre esistenti con esperienza nella robotica educativa. La robotica diventa lo strumento, il mezzo per realizzare e incentivare la collaborazione fra scuole diverse, fra studenti di età  e culture differenti, fra docenti ed esperti del settore. Le tecnologie utilizzate oltre ai robot (costruiti, progettati, immaginati, programmati) sono i computer, le webcam, siti internet, social network, blog, chat e software open source. Importante e' anche il collegamento eTwinning il quale ha favorito il confronto con 15 partner europei [tra questi ricordiamo Bielorussia, Bulgaria, Danimarca, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Turchia] e ci ha consentito di ricevere il quality label nazionale
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
- bambine/i [infanzia, primaria] - adolescenti [sec. primo e secondo grado] - docenti [dall'infanzia all'università ] - tirocinanti studentesse universitarie - genitori esperti osservatori esterni [enti di ricerca, università , "¦] oltre 1025 persone [dato agosto 2012] su Facebook; oltre 2000 soggetti si incontrano in presenza [aule scolastiche, convegni, workshop, meeting, corsi di apprendimento/formazione] e/o mediante vie di comunicazione sincrona/asincrona costruendo così ponti, reti.
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
08/2008
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
La sua trasferibilità  è un dato di fatto: ne sono un esempio progetti analoghi che sono nati dopo e che hanno le stesse caratteristiche di Pinocchio 2.0.
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Che la partecipazione al progetto, non vincolata all'età  e al genere, ha fatto nascere gruppi di lavoro dove ognuno ha potuto e può dare un contributo originale. Inoltre che l'utilizzo delle ICT ha consentito la documentazione delle attività  svolte in tempo reale; la comunicazione continua fra gli insegnanti e scuola di robotica tramite tutti gli strumenti a disposizione (mailing list, blog, chat, social network); la visibilità  delle attività  con la partecipazione continua ad eventi e convegni; il contatto continuo con la ricerca nell'ambito della robotica e della didattica; la diversità  di competenze che il progetto ha messo in relazione ha portato ad un arricchimento reciproco continuo.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Limiti logistici: spazi e tempi della struttura ospedaliera, tempi limitati delle scuole per realizzare attività  a piccoli gruppi. Soluzioni: corsi di formazione e di auto aggiornamento per i docenti: la Robotica come occasione di confronto e di attività  pratica per imparare a usare le ICT e, in particolare, ad utilizzare in forma creativa ed educativa i kit di robotica; creazione di reti di scuole per sostenere i progetti; programmazione flessibile (per inserire le attività  di robotica gli insegnanti hanno dovuto modificare orari, fare cambi con colleghi e coinvolgerli in alcune fasi ecc.); programmazione di percorsi da svolgere in parte a piccoli gruppi e in parte a classe intera; supporto di esperti esterni in particolari momenti dell'attività 
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Abbiamo in programma di continuare ad estendere il progetto ad altre scuole, così da avere nuove idee e nuovi stimoli da mettere in comune con quanto già condiviso ora. Ovvio che per far evolvere il progetto sarà importante l'utilizzo dei nuovi kit Lego Mindstorms, WeDo e l'aggiornamento in itinere delle nuove scuole che si sono inserite nella rete e/o che si inseriranno nel progetto. Per acquistare i kit da fornire alle scuole, che con sempre maggior difficoltà riescono a reperire un budget anche minimo, serviranno finanziamenti adeguati. Ad ogni buon conto la struttura di rete consente scambi e utilizzi a rotazione dei kit e dei materiali, ma nello stesso tempo l'ampliamento continuo della rete stessa richiede sempre nuovi investimenti