podcast

"Non Perdiamo la bussola"

Project Location
Country: 
Italy
City: 
Roma, Lazio
Organization
Organization Name: 
Circolo didattico 154° "T.Zevi" - Casalpalocco
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola Primaria
Project Type
Education up to 10 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Il Progetto è stato realizzato in Convenzione con il Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ed il 154° C. D.“T. Zevi” di Casalpalocco. Ha avuto durata triennale ed ha coinvolto gli alunni delle classi terze, quarte e quinte, in attività di Educazione al Patrimonio artistico-culturale. Lo scopo fondamentale del progetto è stato quello di sensibilizzare gli alunni sulle problematiche della tutela del patrimonio culturale.
Project Summary (max. 2000 characters): 
Obiettivi Le numerose connessioni disciplinari del progetto si sono dimostrate idonee alle esigenze del curriculum scolastico e al principio della differenziazione dell’offerta didattica. Metodologia di intervento: Il percorso operativo è stato progettato secondo tappe di apprendimento che alternano momenti di studio con attività di scoperta e analisi. Secondo il principio della ricerca-azione, il progetto ha previsto sia visite presso siti archeologici e musei, per suscitare curiosità, fornire motivazione all’apprendere e sollecitare gli alunni ad un utilizzo delle fonti materiali, sia laboratori svolti in classe in cui gli allievi, con l’ausilio di materiali cartacei strutturati e strumenti informatici, hanno utilizzato in modo consapevole e creativo le fonti scritte e iconografiche. Parte fondamentale del progetto è stata l’attività di rielaborazione volta all’approfondimento delle tematiche affrontate, alla verifica delle conoscenze acquisite e alla valutazione dei risultati. La metodologia utilizzata è stata prevalentemente quella del cooperative learning in cui tutti i soggetti sono stati attivi e co-protagonisti del processo di apprendimento. Si è privilegiato la didattica metacognitiva che considera fondamentale la consapevolezza dei processi di apprendimento attraverso la riflessione sul proprio percorso di conoscenza e il materiale elaborato in itinere dagli allievi, è confluito in un prodotto finale multimediale e/o cartaceo e nella “divulgazione e comunicazione” dello stesso. I bambini, in classe terza hanno utilizzato le tecniche e gli strumenti della disciplina dell'Orienteering e, in attività di gioco, hanno cominciato ad esplorare gli edifici antichi e ad analizzarli dal punto di vista archeologico; in classe quarta hanno prodotto, con il programma PowerPoint, una Video-audio guida di Ostia antica che raccoglie le esperienze realizzate nel corso dei due anni; in classe quinta hanno raccolto materiale e scaricato immagini dal web per realizzare, con il programma Publisher, il calendario “De gustibus” che riporta le ricette di Apicio e le reinterpreta in chiave moderna. Le aree disciplinari coinvolte sono state: Area Antropologica Area linguistico-espressiva Area tecnico-scientifica (Informatica) L’attività ha previsto: attività frontali di informazione in sede e/o presso l’area archeologica a cura dei docenti e del Servizio Educativo attività di studio su mappe, cartine, materiale fotografico, testi specialistici, navigazione sul web momenti operativi finalizzati alla produzione del materiale informativo-didattico in versione cartacea e/o multimediale e testi narrativi e descrittivi. visite a sito/museo Strumenti L'attuazione del progetto ha previsto l”utilizzazione delle strutture scolastiche: aula e laboratorio di informatica. Inoltre, l’uso della LIM, del lettore DVD, del computer, dello scanner, della macchina fotografica e del digital voice recorder.
How long has your project been running?
09/2010
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Obiettivi Le numerose connessioni disciplinari del progetto si sono dimostrate idonee alle esigenze del curriculum scolastico e al principio della differenziazione dell’offerta didattica. Gli obiettivi specifici in ambito cognitivo e relazionale del progetto sono stati articolati come segue: Essere consapevoli del patrimonio storico-artistico del territorio di appartenenza degli alunni Conoscere in modo diretto l’attività delle istituzioni culturali, preposte alla conservazione e tutela del patrimonio, attive sul territorio Evidenziare i problemi connessi con la tutela e la valorizzazione del patrimonio Fornire gli strumenti di lettura del patrimonio culturale Conoscere metodi e fasi dell’indagine archeologica Analizzare e selezionare testi di interesse specifico Saper leggere una pianta archeologica collocando gli edifici studiati all’interno di essa Acquisire competenze relative alla storia sociale del mondo antico, confrontando la realtà passata con la contemporaneità, sottolineando il rapporto di causa effetto Acquisire la capacità di analizzare gli elementi costitutivi di un contesto storico per elaborare un modello di società Interagire in un gruppo di lavoro, collaborando al raggiungimento di obiettivi dati Contribuire alla conoscenza di fatti storici attraverso l’uso delle fonti Conoscere ed utilizzare il museo come fonte di ricerca storica Metodologia di intervento: Il percorso operativo è stato progettato secondo tappe di apprendimento che alternano momenti di studio con attività di scoperta e analisi. Secondo il principio della ricerca-azione, il progetto ha previsto sia visite presso siti archeologici e musei, per suscitare curiosità, fornire motivazione all’apprendere e sollecitare gli alunni ad un utilizzo delle fonti materiali, sia laboratori svolti in classe in cui gli allievi, con l’ausilio di materiali cartacei strutturati e strumenti informatici, hanno utilizzato in modo consapevole e creativo le fonti scritte e iconografiche.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
I bambini, in classe terza hanno utilizzato le tecniche e gli strumenti della disciplina dell'Orienteering e, in attività di gioco, hanno cominciato ad esplorare gli edifici antichi e ad analizzarli dal punto di vista archeologico; in classe quarta hanno prodotto, con il programma PowerPoint, una Video-audio guida di Ostia antica che raccoglie le esperienze realizzate nel corso dei due anni; in classe quinta hanno raccolto materiale e scaricato immagini dal web per realizzare, con il programma Publisher, il calendario “De gustibus” che riporta le ricette di Apicio e le reinterpreta in chiave moderna.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Alunni di tre classi, docenti ed esperto Archeologo
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Specify: 
Fondo d'Istituto
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
L'esperienza condotta nei tre anni costituisce un esempio di applicazione di utilizzo delle TIC in ambito didattico e soprattutto l'integrazione di ICT allo studio della storia, della storia dell'arte, della cittadinanza attiva e dell'educazione motoria. Costituisce, anche, un valido esempio di pratica della Media Education, sono stati prodotti, infatti, Podcast e brevi animazioni.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes

Un m@re di chiocciole

Project Location
Country: 
Italy
City: 
Roma
Organization
Organization Name: 
154° Circolo Didattico "Tullia Zevi" di Roma - Casalpalocco
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola Primaria
Website
http://casalpalocco.wikispaces.com/quartaCweb
Project Type
Education up to 10 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Realizzato nell'ambito dell'iniziativa del MIUR "cl@ssi 2.0", a cui partecipa come progetto vincitore del relativo bando, il progetto si propone di ampliare la diffusione di una didattica digitale e fornire la classe di supporti multimediali che favoriscano lo sviluppo delle competenze digitali e non solo, sperimentando nuovi ambienti di apprendimento.
Project Summary (max. 2000 characters): 
Il progetto viene realizzato in una classe di scuola primaria. E' stato avviato dalla fine della terza classe, nell'a.s. 2010/2011, ma le attività più significative dal punto di vista dell'applicazione di metodologie didattiche innovative sono state svolte nell'a. s. 2011/12. Il progetto si concluderà nell'a.s. 2012/13. Nasce come evoluzione di attività già in corso da anni in questo Circolo, in cui si è sempre scelto di privilegiare il linguaggio multimediale come strumento per il perseguimento degli obiettivi didattici del curricolo, in modo da rendere il percorso più motivante ed attraente per gli allievi, e promuovendo lavori di gruppo sia a casa che a scuola con l’utilizzo dei computer e dell'accesso alla rete. Competenze Dal punto di vista didattico, i benefici attesi concernono inoltre l’acquisizione delle competenze relative a: *scrittura creativa ed elaborazione di testi; *lettura e produzione di immagini; *comunicazione attraverso linguaggi multimediali grafico-testuali-audio; *sperimentazioni, ricerche e relazioni su temi scientifici; *produzione di e-zine e giornalini online; *produzione di podcast per la già esistente Radio@154; Finalità progettuali Il progetto si propone di ampliare la diffusione di una didattica digitale e fornire la classe di supporti multimediali che favoriscano lo sviluppo delle competenze digitali e non solo. Il progetto si propone così di rispondere ai fabbisogni rilevati con un insieme di attività volte a rendere quotidiano e non eccezionale l'utilizzo delle nuove tecnologie, fruite come strumenti di didattica al servizio dell'esplorazione cognitiva e dei diversi stili di apprendimento del gruppo classe, focalizzando l'attenzione sulle discipline scientifiche e linguistiche. Questa focalizzazione consentirà di valorizzare le esperienze pratiche e gli studi nei vari ambiti cognitivi. La strategia utilizzata, con un approccio basato sul modello delle intelligenze multiple e sulle metodologie di apprendimento cooperativo, consentirà anche la realizzazione dei contenuti didattici digitali da parte degli allievi e anche l'efficace coinvolgimento di coloro che presentano disabilità. Grande risalto viene dato alla collaborazione con le istituzioni universitarie (così come è già accaduto nella realizzazione del progetto Innovascuola) e alla condivisione in rete dei contenuti realizzati, così da stimolare lo scambio innanzitutto con le altre classi, ma anche con le scuole del quartiere e con quelle esterne al territorio d'appartenenza. Metodologia La metodologia seguita vuole dare enfasi in modo particolare ad attività di pratica laboratoriale e alla partecipazione attiva, identificate come componenti essenziali dell'approccio, in modo da porre il focus sia sulle performance collettive sia sulle performance dei singoli, anche nei casi in cui può essere richiesta la definizione di piani individualizzati. L'assunzione del progetto è che però esistano dei “facilitatori assoluti”, come le metodologie didattiche che hanno come obiettivo quello di creare ambienti di apprendimento innovativi, qual è il cooperative learning, e come le tecnologie di lavoro di gruppo, quali sono le LIM, che consentono, certamente non da sole ma se incluse in un approccio didattico sistemico, di migliorare il contesto di vita scolastico riducendo le barriere allo sviluppo e all'espressione creativa dei bambini. Questo progetto vuole identificare così una modalità di intervento e produrre delle esperienze didattiche riproducibili. Stato Attuale del progetto Il progetto è articolato su tre anni, in modo da consentire un cambiamento graduale sia per gli alunni sia per i docenti. Il terzo anno (a.s. 2012/2013) è dedicato al consolidamento delle competenze, con la condivisione, anche al di fuori dell'ambito della nostra scuola, di quanto realizzato.
How long has your project been running?
04/2011
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Obiettivi progettuali Gli obiettivi progettuali possono essere così riassunti: Sperimentare nuovi contesti di apprendimento, rendendo naturale l’uso delle tecnologie all’interno delle pratiche didattiche quotidiane (netbook, LIM, comunicazione a distanza) Porre al centro delle proposte di lavoro il singolo alunno con le sue esperienze di scuola ed extrascuola Favorire l’acquisizione di forme di apprendimento non lineare (webquest, cooperative learning) Sperimentare nuovi linguaggi e nuovi modi di rappresentare e gestire la conoscenza attraverso testi, immagini, audio e video, materiali online Rispondere ai bisogni reali degli alunni che, in quanto “nativi digitali”, hanno già acquisito abilità e conoscenze nell’area delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione Sviluppare attività di documentazione e di valutazione e autovalutazione costanti Approccio metodologico L'approccio metodologico utilizzato si caratterizza per le seguenti caratteristiche specifiche: la forte enfasi sulla combinazione tra esperienza pratica “attiva” (es. lettura di testi, realizzazione con la web radio di brevi esperienze di creazione di “format” comunicativi all'esterno della scuola sulle tematiche dell'accoglienza, dell'integrazione, della tutela dell'ambiente e sulle problematiche del quartiere, coinvolgendo ed intervistando esperti e esponenti delle istituzioni locali, utilizzo del wiki come contenitore per la condivisione delle attività svolte e per la descrizione delle esprienze vissute). esperienza “guidata e interattiva” la definizione dei confini estesi della scuola sia in termini di appartenenza al quartiere sia in termini di prossimità di interessi sul web (cittadinanza digitale); la socializzazione delle esperienze e dei risultati attraverso l'utilizzo di luoghi fisici (la classe, il teatro) e di luoghi virtuali (la rete, attraverso la web radio e il wiki); lo scambio di esperienze sia all'interno del Circolo, tra le classi, sia tra il Circolo e l'ambiente esterno, rappresentato dalle scuole, le istituzioni e dalle associazioni del quartiere, creando un setting operativo all'insegna della Continuità. Si ha cura, altresì, di salvaguardare i principi basilari di: concretezza; gradualità; unitarietà dell'azione pedagogico-didattica, nella collegialità delle figure docenti; insegnamento individualizzato. Tutte le attività proposte sono articolate sia attraverso lavori in piccolo e grande gruppo sia attraverso attività individuali. L’obiettivo primo da raggiungere è quindi quello di progettare e costruire un ambiente per l’apprendimento che sia al tempo stesso spazio comune di intervento per alunni, genitori e docenti dove condividere informazioni, conoscenze, esperienze e si configuri anche come strumento capace di favorire stimoli nuovi e pari opportunità.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
tato Attuale del progetto Il progetto è articolato su tre anni, in modo da consentire un cambiamento graduale sia per gli alunni sia per i docenti. Il terzo anno (a.s. 2012/2013) è dedicato al consolidamento delle competenze, con la condivisione, anche al di fuori dell'ambito della nostra scuola, di quanto realizzato. La classe è stata attrezzata mediante la dotazione finanziaria fornita dal progetto, con le seguenti risorse: n.1 Personal Computer, con preinstallato un set di materiali didattici digitali sulle diverse discipline di studio in formato “open content”. n.1 Lavagna Interattiva Multimediale con Videoproiettore a corto raggio e dotata di casse audio. n.22 risponditori per alunni Instruction. n.22 Netbook per alunni con preinstallato un set di materiali didattici digitali sulle diverse discipline di studio in formato “open content”. n.1 Stampante multifunzione di rete Si è proceduto inoltre con gradualità al raggiungimento dei seguenti risultati: utilizzo della LIM nelle lezioni; utilizzo dei netbook nelle lezioni; utilizzo dei principali software di supporto alla scrittura (Word), al disegno (Paint, Tux Paint, Drawing for children) , alla comunicazione (Google gmail e le sue applicazioni es. google document), alla navigazione su Internet (browser); utilizzo del wiki scolastico; realizzazione di un e-zine. Il successo di un progetto di questo genere si misura rispetto alla pervasività che acquisiscono le nuove tecnologie nella nostra didattica: diventa essenziale, così, la creazione di una cultura condivisa tra i docenti ed una diffusione verso il territorio con il coinvolgimento dei genitori. Su questo fronte, abbiamo operato e stiamo operando con due modalità: attraverso l'organizzazione di un sistema di condivisione delle esperienze, supportato dal wiki scolastico e strutturato con incontri sistematici di confronto e condivisione tra i docenti. L'obiettivo è di condividere precocemente anche i materiali didattici realizzati e far convergere rapidamente questi risultati anche nei diversi progetti avviati dalla Scuola; attraverso l'organizzazione di iniziative aperte al territorio, con incontri di sensibilizzazione e confronto con istituzioni universitarie, scolastiche e sociali, come l'incontro “Scuola digitale, sicurezza in rete, pensiero creativo... tante sfide per docenti e genitori”, con l'obiettivo di informare e sensibilizzare i genitori, tenutosi il 13 aprile 2011 presso la nostra scuola con l'intervento di esponenti dell'Università di Roma “La Sapienza”, del MIUR, dell'ANSAS, del Coordinamento Genitori Democratici. Come risultati esemplificativi sui due fronti, docenti e alunni hanno avviato processi di cambiamento dell'ambiente di apprendimento. durante i momenti dedicati al raccontarsi al territorio e alla famiglia i genitori hanno chiesto di poter fruire di corsi a carattere informativo sulla navigazione sicura in rete. Valutazione dei risultati I risultati sono in linea con le pianificazioni e le aspettative, sia in termini di realizzazione delle attività sia di raggiungimento degli obiettivi didattici. Le modalità di verifica dei risultati sono rivolte ai diversi livelli di analisi: sull'efficacia degli interventi sui docenti; sulle performance dei bambini; sui processi di integrazione, socializzazione ed apprendimento che si sono sviluppati nei laboratori. L'insieme di queste verifiche consente non solo di valutare il raggiungimento degli obiettivi progettuali ma anche gli interventi di miglioramento necessari. A questo scopo sono utilizzati metodi sia quantitativi che qualitativi. I primi danno informazioni rispetto ai risultati (outcomes), i secondi danno informazioni sui processi. Oltre a ciò vengono organizzati e raccolti all’interno di un portfolio di progetto i prodotti e gli strumenti costruiti durante il percorso (attività didattiche, materiali, schede di lavoro, strumenti di valutazione, ecc.).
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Il progetto coinvolge al momento una classe di 22 alunni, oltre i docenti e i genitori (anche tramite il wiki e l'e-zine).
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
From 10.001 to 30.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
No
Since when?: 
07/2012
When is it expected to become self-sufficient?: 
09/2012
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Il progetto rientra in una sperimentazione Ministeriale nell'ambito del piano Scuola Digitale, l'iniziativa cl@ssi 2.0 del MIUR, e come tale può costituire un'esperienza positiva di riferimento. Esperienza che ha lo scopo di creare ambienti di apprendimento innovativi, di promuovere l'individualizzazione e la personalizzazione degli apprendimenti, formali-non formali, di creare contenuti didattici digitali, di impiegare metodologie didattiche. Una caratteristica del progetto è la scelta di non realizzarsi come "isola a sé stante", ma di innestarsi nella realtà della scuola sia dal punto di vista formativo (attuando in modo innovativo i progetti pilastro del POF) sia dal punto di vista strumentale (ampliando l'uso del wiki scolastico, del podcast, del software multimediale in generale anche per la realizzazione dell'e-zine). Un'altra caratteristica è l'utilizzo del setting d'aula per un efficace utilizzo del cooperative learning e della didattica laboratoriale orientati al cambiamento efficace dell'ambiente di apprendimento.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Tra gli ostacoli da segnalare si rileva la difficoltà di mantenere in efficienza le attrezzature tecnologiche e in particolare i computer portatili, poiché nelle scuole primarie non è prevista la presenza di un tecnico.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
La maggiore aspettativa è di proseguire con la diffusione della didattica digitale, applicata in modo pervasivo con questo progetto, a tutte le classi della scuola, dove già sono in atto pratiche di didattica digitale soprattutto con l'utilizzo delle LIM, uscendo così dalla logica della sperimentazione. I futuri progetti saranno orientati pertanto ad estendere le pratiche di questo progetto gradualmente a tutte le altre classi.

Radio Storia

Project Location
Country: 
Brazil
City: 
Belo Horizonte, Minas Gerais
Organization
Organization Name: 
Fundação Torino
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola Internazione (Italo-Brasiliana)
Website
www.radiohistoriaft.blogspot.com
Project Type
Education from 16 to 18 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Riferire notizie di impatto della Storia del Brasile e del mondo, questo è l'obiettivo della "Radio Storia", è un'iniziativa per cui gli alunni viaggiano nel tempo e nello spazio raccontando notizie di rilievo sulla storia, come se stessero vivendo realmente gli eventi al momento in cui si verificano.
Project Summary (max. 2000 characters): 
Il progetto ha avuto origine con la scoperta da parte di un professore della tecnologia podcast. Questa tecnologia, in aggiunta alle risorse del blog, hanno permesso la creazione di una radio virtuale per affrontare eventi storici, come se la messa in onda avvenisse in tempo reale da parte degli studenti, in un viaggio spazio-temporale. Il progetto ha avuto inizio nel 2009-2010, e messo in atto da studenti della terza media. Nel 2010-2011 ha continuato a svilupparsi presso la Scuola Media, tuttavia nel 2011-2012 il progetto é stato adottato dal Liceo Scientifico, dove si é sviluppato ulteriormente grazie ad una maggiore maturitá e all’utilizzo consapevole delle risorse tecnologiche. In questi tre anni il progetto é stato coordinato dal professore di Storia Brasiliana, Marcus Vinícius Leite, con la collaborazione, attraverso lavori interdisciplinari, di altri professori (italiano, storia italiana, inglese e portoghese).
How long has your project been running?
09/2009
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Contesto: Scuola paritaria italiana in Brasile, a Belo Horizonte. Giovani del Liceo Scientifico. Obiettivi: rendere lo studio della Storia piú piacevole agli studenti, dare l’opportunitá agli alunni di produrre contenuti basandosi sulle materie studiate, approfittare del dominio, da parte degli studenti, delle moderne risorse tecnologiche, creare strumenti che rendano possibile lo studio a casa e ampliare la loro capacitá di fare ricerca, cosí come la loro capacitá di produrre testi storici drammatizzati, oltre a permettere nuove modalitá di valutazione degli studenti.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
Abbiamo realizzato piú di 70 trasmissioni, affrontando argomenti di storia, letteratura e arte. Lavoriamo con diversi idiomi (inglese, italiano, portoghese, tedesco, spagnolo e francese). Abbiamo una pagina su Facebook (www.facebook.com/radio.historia) e su Twitter (@radiohistoria) dove condividiamo i nostri contenuti in forma virtuale. Siamo stati obiettivo di servizi su radio, TV e riviste in relazione all’innovazione presente nella nostra pratica pedagogica. Nel 2011 abbiamo ricevuto il premio "Educadores Inovadores" da parte della Microsoft Brasil, per l’uso innovativo della tecnologia in classe. Nello stesso anno abbiamo avuto il riconoscimento da parte del Senato Federale e Camera dei Deputati del Brasile per la nostra attivitá innovatrice. La nostra maggiore conquista comunque é stata riuscire a rendere lo studio piú concreto e ludico per gli studenti. Per valutare il nostro progetto abbiamo analisato la produzione scritta fatta dagli allievi e anche la produzione audiovisuale che si puó vedere nel blog della Radio Storia.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Abbiamo avuto circa 45 studenti coinvolti direttamente nell’ultimo anno, tuttavia esiste una grande interazione via Twitter (circa 560 utenti) e su Facebook (589 amici). Gli studenti producendo contenuti e gli utenti seguendone contenuto e sviluppo su Twitter e Facebook.
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
09/2009
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
Il progetto è stato divulgato nella midia e internet altre scuole in Brasile hanno adottato un modello simile, producendo contenuto con gli alunni e utilizzando internet. Midia: http://www.youtube.com/watch?v=SaSwjGnGMH4&feature=player_embedded Rivista: http://www.revistadehistoria.com.br/secao/reportagem/secao/educacao/historia-ao-vivo
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
L’esperienza di produrre contenuti é preziosa per gli alunni. Trasformare i temi visti in classe in una intervista o un servizio giornalistico e poterlo condividere é qualcosa che arricchisce gli studenti. Alcuni alunni sono giunti ad affermare che in questo modo stavano imparando divertendosi. Tutto ció puó essere utilizzato da altri studenti come strumenti di studio in momenti differenti. La nostra idea é stata originale, dato che non abbiamo conoscenza di radio scolastiche che producano contenuti in questo formato. La facilitá nel realizzare lavori interdisciplinari é un altro punto che rende particolare questo progetto.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Abbiamo un progetto attualmente in discussione con la Fondazione Lelio and Lisli Basso per una collaborazione in un progetto internazionale. Nel caso questa collaborazione non si concretizzi, il progetto continuerá ad essere sviluppato nell’attuale formato. Abbiamo registrato “Radio Storia” nel Bando delle Nuove Tecnologie del Ministero dell’Educazione brasiliana, e ció potrebbe significare l’ampliamento dell’utilizzo della tecnologia in tutto il Brasile.

Didanext Channel. Didattica narrativa con scene parlanti

Project Location
Country: 
Italy
City: 
Torino/Piemonte
Organization
Organization Name: 
IIS BODONI PARAVIA TORINO
Organization Type: 
School
Specify: 
Scuola Secondaria di Secondo Grado Istituto Professionale e Tecnico
Website
http://podcast.istitutobodoni.it/groups/podcasts/weblog/3ca05/Didattica_narrativa_ePub_multimediale.html
Project Type
Education from 16 to 18 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Una nuova pratica attiva (attivismo pedagogico, costruttivismo). Costruzione di una nuova tipologia di "oggetti" didattici di ispirazione museale, che abbiamo chiamato "scene parlanti", corredate di un completo apparato di divulgazione culturale che comprende tutti gli strumenti della comunicazioni oggi disponibili, dalla carta ai codici QR, passando per iPad, brochure, podcast, film a passo uno, manifesti. Sono stati presentati agli esami di stato del 2011 e del 2012.
Project Summary (max. 2000 characters): 
L’idea è nata dal prof. Alberto Pian in occasione degli esami di Stato e dall’osservazione dei problemi di concettualizzazione e di rapporto con l’esperienza pratica e la manualità dall’altro, rilevati negli studenti. l progetto si ispira direttamente alla pedagogia attiva europea (da Freinet al costruttivismo) e alle recenti acquisizioni del filone di pensiero sui serious games e il conctto di gamificazione. Il progetto consiste nella costruzione di una scena su un tema di storia o di letteratura che possa aprire a più collegamenti. La scena non è un diorama perchè non è in scala e ha un contenuto essenzialmente simbolico e non rappresentativo del reale. Rappresenta, cioè, il punto di vista dell’allievo intorno a un tema rappresentato fisicamente. Le scene sono costruite con materiali di recupero (arte povera) che i ragazzi portano a scuola, integrato da alcuni specifici materiali del modellismo. Le scene possono essere composte da filmati e giochi creati dagli studenti. Tutta l’attività ha un aspetto giocoso, alcune costruzioni sono anche giocabili. La progettazione e la realizzazione di tutto l'apparato comunicativo che ruota intorno alle scene è stata realizzata con strumenti particolari com iPad. Uno degli aspetti più interessanti è che “tutti lavorato a tutto”. Ruotando diversi allievi di diverse classi i compagni lavorano reciprocamente alle scene di ciascuno in modo tale che il lavoro diventa occasione di collaborazione, di instaurazione di legami fraterni e affettivi, di ripasso e studio dell’interno programma. Questo progetto unisce aspetti di costruzione e di attività laboratoriale con altri prettamente multimediali (tutti quelli oggi conosciuti), con gli strumenti più avanzati come gli iPad. “Didattica integrata” perchè si tratta proprio di un esperimento di integrazione di metodologie differenti (non solo didattiche, ma anche tratte dall’esperienza umana comunicativa in genere), che confluiscono in un nuovo tipo di articolazione. D’altra parte credo proprio che si vada sempre di più verso un uso ampio del concetto di “integrazione”. Per esempio basta pensare al dibattito che vede oggi contrapporre i fautori della carta stampata a quelli degli “ebook”, quando invece, proprio nella scuola, sono all’ordine del giorno pratiche di integrazione e di dialogo fra diversi strumenti!
How long has your project been running?
10/2010
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Obiettivi principali del progetto: Integrazione didattica di tutti gli strumenti della comunicazione, tradizioni e multimediali attorno a un solo oggetto. Preparazione dell'esame di Stato in forma completamente innovativa e originale Provare a vedere se è possibile favorire allo stesso tempo lo sviluppo cognitivo delle abilità tecnico - pratiche, virtuali - multimediale e simbolico - concettuali in un momento in cui gli aspetti astratti - virtuali tendono ad avere il sopravvento nello sviluppo cognitivo dello studente. La principale condizione per realizzare questa esperienza è di disporre di un luogo, anche piccolo, dove gruppi di allievi possano lavorare e all’interno del quale si possano conservare e utilizzare i materiali come legno, cartone, pannelli, tubi, corde, carta pesta, colori, attrezzi come seghe e trapani.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
I risultati sono stati stabiliti dalle stesse commissioni di Esame. Le tre commissioni differenti impegnate nel 2011 e nel 2012 hanno rilasciato numerosi apprezzamenti, riscontrando una elevata preparazione dei ragazzi e il caso di successo di una ragazza e di un ragazzo dislessici che hanno ottenuto eccezionali risultati con questo metodo attivo.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Tutte le classi quinte dell'Istituto Professionale. Circa un centinaio di allievi per due anni di attività.
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Specify: 
la scuola mette dei fondi, il docente effettua degli acquisti e finanzia in parte, gli studenti portano oggetti e strumenti di recupero a scuola
Is your project economically self sufficient now?: 
Yes
Since when?: 
10/2011
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
Yes
Where? By whom?: 
E' stato spiegato in seminari e incontri con altre scuole sul territorio nazionale. Non so però dire se è stato replicato.
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Che bisogna integrare tutti gli aspetti della comunicazione; trovare forme di contatto fra apprendimento teorico / strato e concreto / manuale; che occorre seguire gli studenti in un'attività che stimoli la cooperazione, il rispetto reciproco, la formazione di una "squadra"; che bisogna insegnare agli studenti a impiegare la propria creatività come base per un migliore apprendimento (ramificazione dei processi didattici), che si deve operare per integrare tutte gli strumenti e pratiche per realizzare un rapporto didattico e pedagogico fra attività teorica e pratica..
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
Il principale ostacolo è nella mentalità spesso vecchia e ancorata a schemi superati degli stessi docenti. Non esistono altri ostacoli. E' un'attività bellissima che dà molti risultati, è un delitto non adottare pratiche attive e innovative nella scuola.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Continuare con questo progetto attraverso lo sviluppo del concetto di gamificazione e di serious games (vedi mio articolo in uscita sulla rivista Applicando di settembre, in edicola, o in iPad, da fine agosto), per continuare con la progettazione anche attraverso giochi didattici e la giocabilità delle conoscenze.

Sinopoli Podcast

Project Location
Country: 
Italy
City: 
Roma/Lazio
Organization
Organization Name: 
Scuola Secondaria di I grado Giuseppe Sinopoli
Organization Type: 
0
Website
http://web.mac.com/francesco.consalvi/iWeb/SinopoliPod/Home.html
Project Type
Education from 11 to 15 years
Project Description
Description Frase (max. 500 characters): 
Un channel radiofonico via podcast che coinvolge emotivamente e cognitivamente i ragazzi, facilitando l'avvio dei loro percorsi di apprendimento.
Project Summary (max. 2000 characters): 
Un channel via podcast dedicato alle news per aiutare i ragazzi a ri-orientarsi nella realtà  che li circonda, fornendo loro gli strumenti necessari a comprendere la complessità  del mondo in cui vivono. Un ritorno, inoltre, alla parola detta per riconquistare una dimensione non frammentaria del raccontare. L'idea nasce all'inizio del 2010 per arricchire l'offerta della scuola nell'ambito dell'attività  di giornalismo, che vede variare il curricolo di numerosi corsi. Dopo un giornale tradizionale, dopo un giornale on line, sembrava naturale sperimentare la radiofonia via podcast. Un computer Mac, un microfono, una lavagna interattiva multimediale e un semplice software per registrare e montare gli episodi. Oggi il progetto coinvolge sei classi, circa 150 studenti.
How long has your project been running?
01/2010
Objectives and Innovative Aspects
What are the specific objectives of the project and what are the instruments used to achieve them?: 
Sinopoli Podcast ha l'ardire di aprire una finestra sul mondo. Molto precocemente gli allievi percepiscono le esperienze proposte dagli insegnanti all'interno delle mura delle aule scolastiche come avulse dalla realtà  che li circonda, ma soprattutto decisamente meno affascinanti ed emozionanti di ciò che riescono a vivere e a sperimentare nei momenti informali insieme con il gruppo dei pari. Il ricorso ai tool digitali nella progettazione dei percorsi di apprendimento di ciascuno contribuisce a ridurre questo gap e a rendere i ragazzi pi๠protagonisti nella costruzione e conquista delle conoscenze ed abilità  necessarie al prosieguo degli studi, ma anche alla creazione di una vita adulta appagante e soddisfacente. Inoltre, mira a far confrontare i ragazzi con la "complessità " del mondo per riuscire a comprenderla. Gli obiettivi specifici sono legati ai traguardi di apprendimento propri delle discipline de l'italiano e la geostoria.
Results
Describe the results achieved by your project How do you measure (parameters) these. (max. 2000 characters): 
I risultati sono in primo luogo educativi: risulta implementata la voglia di fare scuola, in un ultima istanza il senso che viene dato all'esperienza scolastica. Abbiamo riscontrato nel corso dell'impegno dei ragazzi per creare una trasmissione un aumento del coinvolgimento, anche emotivo, e la sorpresa di poter creare conoscenza da soli senza le direttive costanti di un insegnante. In secondo luogo, i risultati si palesano anche sul lato cognitivo/disciplinare: imparare a ricercare le informazioni, attivando la curiosità  indagatrice di un giornalista, imparare a riorganizzarle secondo una scaletta (clock) per poi "ridirle" privilegiando il momento della narrazione, dell'utilizzo della parola detta, parlata senza la frammentazione tipica della comunicazione tra giovani di oggi, ci paiono risultati incredibili.
How many users interact with your project monthly and what are the preferred forms of interaction? (max. 500 characters): 
Dicevamo che i ragazzi coinvolti sono stati dal gennaio al giugno 2010 pi๠di duecento; dalla ripresa di ottobre 2010 ad oggi sono circa 150. L'attività  avviene prevalentemente in classe, ovviamente in aula nel momento della registrazione, aula che si trasforma con semplici accorgimenti in uno studio radiofonico.
Sustainability
What is the full duration of your project (from beginning to end)?: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in Euro)?: 
Less than 10.000 Euro
Is your project economically self sufficient now?: 
Viale Somalia, 148
Since when?: 
01/2011
Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere?: 
No
What lessons can others learn from your project? (max. 1500 characters): 
Altri possono imparare come coinvolgere attraverso l'utilizzo delle strumentazioni digitali i ragazzi nella costruzione dei loro apprendimenti. Anche un cellulare ben usato può divenire una strumento fantastico per registrare voci ed opinioni e magari montarle subito per ricavarne un file .mp3 da ascoltare con gli amici.
Are you available to help others to start or work on similar projects?: 
Yes
Background Information
Barriers and Solutions (max. 1000 characters): 
I ragazzi sono stati da subito entusiasti, questa occorrenza a subito spianato la strada ad una lavoro per la scuola inedito. Gli ostacoli sono stati, incredibilmente, di natura tecnologica, sfatando in parte l'assunto che i giovani di oggi siano tutti dei nativi digitali.
Future plans and wish list (max. 750 characters): 
Ci piacerebbe creare un vero e proprio studio di registrazione all'interno della scuola. Per riuscire a far questo servirebbe una montagna di soldi!