• strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.

Music Library

Versione stampabileInvia a un amico

Tre scuole di ordini e Paesi diversi creano insieme una raccolta di musiche che si distinguano per il loro valore didattico interdisciplinare, le trascrivono in notazione Braille, le inseriscono nel loro repertorio didattico, creano presentazioni e filmati dividendosi le diverse fasi del lavoro.

1. Sommario progetto
Sommario: 

Le due scuole italiana (Primaria) ed inglese (Infant School) già lavoravano insieme dal 2007 con un progetto etwinning (Bambini: tra luci ed ombre) nel quale l’espressione musicale era molto importante. Dal settembre 2008 avevamo stabilito di concentrarci ancora di più sulla musica per creare un repertorio comune. Siamo stati contattati dai colleghi greci (Liceo Musicale con alunni con esigenze speciali) che hanno messo a disposizione del progetto le loro specifiche professionalità e competenze (fra le quali la scrittura musicale Braille). Oggi stiamo creando il repertorio, come da progetto iniziale, trascrivendolo nella notazione tradizionale e in quella Braille, traducendo ritmicamente i testi nelle tre lingue, ma, per meglio documentare le potenzialità didattiche dei vari brani, stiamo anche sperimentando la produzione di presentazioni e filmati a 3 mani: ogni scuola svolge una fase del lavoro e poi passa il prodotto ai partners per lo svolgimento delle fasi successive. Nel corso della seconda fase del progetto, oltre a continuare il lavoro nelle classi come svolto finora, i brani componenti il repertorio saranno organizzati in modo da facilitarne la consultazione e selezione da parte di colleghi che intendano utilizzarli a fini didattici.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Ferrandina (MT), Basilicata
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Circolo Didattico “D’Onofrio”
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Livia Casamassima
E-Mail: 
guidolavecchia@tiscali.it
6. Website
Il sito web del progetto: 
http://my.twinspace.etwinning.net/musiclibrary?l=en
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 18 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
01/09/2008
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

Lavoriamo in scuole diverse per fasce d’età e finalità, ma siamo tutti convinti della valenza formativa dell’attività musicale e delle sue ricadute positive su tutte le altre aree di apprendimento. Intendiamo far beneficiare i nostri alunni e noi insegnanti dell’esperienza degli altri partner, oltre che rinforzare lo spirito di cittadinanza comune e le competenze informatiche di tutti i partecipanti.

Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 

Lavoriamo sul materiale sonoro-musicale proposto via via dalle diverse scuole: impariamo le musiche e i canti dopo averli tradotti nelle 3 lingue e trascritto testi e spartiti in Braille, ci scambiamo prodotti ed esperienze e raccogliamo parte degli elaborati prodotti in presentazioni Power Point. I contatti e lo scambio di materiale avvengono sulla piattaforma eTwinning, la stessa sulla quale si possono visionare i files pubblici.

Quali opportunità/problemi affronta: 

Questo tipo di lavoro offre spazio di proposta a tutti, così come le attività interdisciplinari svolte sono molto diverse perché cercano di rispondere ad esigenze e condizioni molto diversificate. La principale difficoltà deriva dalla concentrazione della responsabilità della comunicazione e di buona parte del lavoro sugli insegnanti d’inglese e d’informatica perché il nostro corpo docente non è ancora tutto formato in questi due ambiti.

Please explain what is unique or special in your project: 

Accomuna alunni e docenti di Paesi, età e condizioni personali molto diverse (in particolare i non vedenti); il repertorio musicale e didattico che stiamo raccogliendo speriamo possa essere un aiuto per chi debba lavorare con gruppi di alunni molto eterogenei o debba affrontare difficoltà specifiche nella propria disciplina e voglia affrontarle partendo da un laboratorio musicale.

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

La partecipazione degli alunni è entusiasta e ha una ricaduta positiva sul lavoro scolastico anche nelle discipline non musicali; l’impegno nella scelta del repertorio da proporre ha affinato le capacità di analisi e confronto; il confrontarsi con culture musicali diverse mantiene aperta una sensibilità uditiva che, tipica dell’infanzia, rischia di diminuire se non stimolata; lavorare attraverso le TIC spesso fa sentire i giovani utili ai loro stessi docenti; si sta maturando una coscienza di appartenenza europea comune.

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

Le 4 classi italiane hanno partecipato per tutto l’anno scolastico, in numero variabile gli alunni delle altre 2 scuole.

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

Li obbliga a esercitare spirito critico, confrontarsi e lavorare in team. A questo aggiungiamo i vantaggi portati dall’educazione musicale.

Descrivete in quale modo il progetto ha ottimizzato la partecipazione di professionisti, ragazzi, giovani o altri soggetti: 

Ogni alunno può dare il suo contributo, diversificato e, in quanto concorrente al quadro complessivo, ugualmente riconosciuto.

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 

Abbiamo alunni in condizioni sociali svantaggiate che hanno solo a scuola modo di utilizzare le TIC e confrontarsi con altri giovani che vivono altrove. L’uso creativo delle TIC a scuola è comunque utile a tutti perché chi possiede un PC, a casa tende a farne un uso passivo piuttosto che vederlo come un mezzo per esprimersi e creare un vero collegamento produttivo.

Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

Osserviamo la variazione nel rendimento scolastico, soprattutto nelle discipline più coinvolte, e la maturazione personale e sociale degli alunni.

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000
Come è finanziato il vostro progetto: 
Altro
Altro: 
Fondo d’istituto per l’arricchimento dell’offerta formativa
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

Possono utilizzare il repertorio raccolto nella loro attività didatttica ma soprattutto possono continuare a lavorare nella stessa direzione per ampliarlo ulteriormente. Possono adottare la modalità di lavoro diviso in fasi che, pur svolgendosi nei diversi Paesi senza un diretto incontro fra gli alunni, fa loro sperimentare il lavoro di team, con tutte le sue esigenze, difficoltà ma enormi potenzialità ed occasioni di arricchimento reciproco.

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Background: 

Il progetto nasce come proposta dall’Italia sulla piattaforma etwinning nel 2007, ma con i primi partner inglesi abbiamo preferito lavorare il primo anno ad un progetto meno specialistico, per poi passare nel secondo anno, forti dell’esperienza maturata e della reciproca stima, oltre che dell’affiancarsi di un terzo partner, a questo di respiro più ampio e impegnativo. Il personale coinvolto è interno alla scuola, tranne alcune collaborazioni esterne episodiche ma stimolanti (esperta di cinema, di danza, di teatro).

Ostacoli: 

Le inefficienze del laboratorio informatico scolastico e la difficoltà ad approcciarsi ad un lavoro europeo da parte dei colleghi che non conoscono la lingua inglese o che non erano abituati ad usare i più comuni programmi (Power Point, Finale, Movie Maker) nella loro attività didattica.

Soluzioni: 

I compiti sono stati divisi in modo che ogni docente mettesse a disposizione del team le proprie specifiche competenze, svolgendoli in esclusiva e/o in funzione di supporto.

Future plans and wish list: 

Il progetto è alla conclusione del primo anno; nel corso del secondo intendiamo proseguirlo. Dal prossimo anno scolastico dovremmo avere a disposizione un laboratorio d’informatica più efficiente e speriamo che i nostri partners si colleghino a Skype per consentire agli alunni l’uso dell’inglese parlato e non più solo scritto.
Stiamo pensando a come poter incidere il repertorio a 3 con un lavoro “a staffetta” simile a quello utilizzato sinora per ppt e filmati. Il nostro sogno è sicuramente quello di potere un giorno incontrarci e tenere un concerto: coro e gruppo strumentale dei bambini e dei ragazzi più grandi assieme. Sullo sfondo e in contemporanea con le esecuzioni proietteremmo i filmati e gli elaborati grafici, presenteremmo le attività mimiche e di danza... Allora sì che potremmo essere sicuri di aver inciso nella formazione dei ragazzi in direzione interculturale ed europea!
In sintesi avremmo bisogno di un programma di missaggio multitraccia di discreto livello, di un programma per la creazione di film d’animazione (forma amata dagli alunni di tutte le età ma che non abbiamo potuto ancora realizzare), di un PC portatile per lavorare spostandoci agilmente nei vari ambienti scolastici e, quando occorresse, all’esterno, una tastiera musicale e una videocamera non professionale.

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali