• strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.

Progettare in Burundi gli impianti elettrici in armonia con le norme di sicurezza

Versione stampabileInvia a un amico

Progettare un impianto elettrico civile o industriale secondo norme di sicurezza internazionali per rendere più sicuri e affidabili le abitazioni, i laboratori e le offcine delle scuole e i luoghi di lavoro dei paesi del terzo mondo senza ricorrere all’assistenza a e alla consulenza di Uffici tecnici europei

1. Sommario progetto
Sommario: 

L’idea di poter insegnare a distanza una disciplina tecnica di progettazione di impianti elettrici, secondo criteri rispettosi delle norme di sicurezza universalmente riconosciuti, nasce in coincidenza di 5 circostanze sincrone:
1-Nel 2003, In Burundi, nella città di Ngozi, la fondazione Witar di Vicenza di cui lo scrivente è cofondatore, riesce ad avere una connessione a banda larga con l’ausilio di Eutelsat, consorzio europeo di comunicazioni satellitari e della consociata azienda Pentastudio di Vicenza , che riservano alla fondazione Witar e al lyceè technique “ LTAR A. ROSSi” una connessione Internet con la quale studenti e docenti di questo liceo utilizzano la navigazione Internet e lo strumento di posta elettronica per dialogare, conoscere, comunicare e scambiare files con altre scuole per ampliare ambiti di competenze degli insegnanti e studenti.
2- Nello stesso periodo la fondazione onlus Witar inizia la costruzione di un edificio scolastico denominato “LTAR –Lycèe technique A. Rossi-” nel quale ospitare strumenti didattici, laboratori, ateliers per le esercitazioni pratiche delle discipline tecniche, previste dsi programmi didatti elle scuole tecniche burundesi.
3 Le macchine degli ateliers: torni, frese e saldatrici,trapani e rettifiche , i laboratori di misure elettriche e meccaniche, la gestione degli apparati di produzione dell’energia elettrica- gruppi elettrogeni, pannelli fotovoltaici, richiedevano come priorità assoluta la formazione di tecnici idonei non solo a garantire il perfetto funzionamento di questi laboratori e officine ma anche la corretta gestione dei laboratori intesa come cultura della sicurezza e della prevenzione dai rischi di infortuni di natura meccanica ed elettrica. Ciò non solo ai fini della sicurezza personale degli operatori scolastici e studenti ma anche per trasmettere e comunicare agli allievi di questa nuova scuola africana la cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni.
4 La Bticino, primaria azienda italiana nella produzione di dispositivi elettrici ed elettromeccanici ,di distribuzione, di comando e di controllo degli impianti elettrici, forniva e distribuiva in modo gratuito software tecnici e didattici idonei a progettare impianti elettrici civili ed industriali in rigoroso accordo con le norme della regola dell’arte e quindi in armonia con le norme CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano-. Considerato che le norme di sicurezza italiane, nell’ambito elettrico, sono le stesse norme europee CENELEC, la progettazione delle installazioni elettriche in Burundi con i software della Bticino sono compatibili con le regole dell’arte burundesi che attingono a quelle belghe e quindi a quelle europee.
5 La realizzazione di una vera e propria aula informatica virtuale in cui la voce del docente e dei docenti era garantita in modo interattivo da un sistema Ivoip di Skype e la lavagna era realizzata dallo schermo del docente che con sistema UVNC- controllo remoto del PC- permetteva al video proiettore dell’aula burundese di realizzare una vera e propria lavagna luminosa ila cui immagine era determinata dalla attività del docente formatore.
La semplice installazione di un software UVNC, libero da royalty, la reciproca notifica dei rispettivi Internet Protocol, l’eliminazione di firewall inopportuni consentivano con almeno 8 frames/sec. il controllo dello schermo

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Vicenza
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
PRIVITERA CONCETTO
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
CONCETTO PRIVITERA
E-Mail: 
concettoprivitera@alice.it
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro
Creatività e Innovazione sociale: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
05/05/2007
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

La finalità del progetto è quella di poter insegnare a distanza le modalità progettuali di un impianto elettrico civile o industriale in una scuola tecnica burundese dove le norme di sicurezza e la cultura della prevenzione degli infortuni non sono ritenute prioritarie e non fanno parte della cultura e delle competenze dell’allievo di un lyceè technique.
La disponibilità di questi software tecnici e insieme la disponibilità della connessione Internet permette di insegnare a qualunque distanza i criteri ispiratori della sicurezza della persona e delle installazioni elettriche.
Nei paesi dell’Africa subequatoriale la cultura della sicurezza della persona ,
nell’ambito del suo lavoro o della sua attività formativa, – laboratori didattici dei centri di formazione professionale- non stimolano l’attenzione e la preoccupazione dei sistemi educativi e allora i rischi di infortuni per folgorazione o per mancanza di manutenzione delle macchine e dei dispositivi elettrici costituiscono fenomeni rilevanti con gravi danni alle persone e alle cose.
Insegnare ai docenti delle scuole tecniche e in questo caso nei lyceè technique la disciplina di Installations electriques con questo sistema di e-learning costituisce uno strumento formidabile di supporto e di assistenza che altrimenti non sarebbe stato possibile per i costi determinati dalla distanza e dalla differenza ambientale e dei costumi.

Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 

Per trasmettere ai giovani studenti delle scuole tecniche burundesi la cultura della sicurezza degli impianti elettrici civili e industriali, tramite la tecnologia informatica, secondo norme universalmente condivise sono necessari:
1- una connessione Internet che permetta a due PC di comunicare fra loro con un sistema Ivoip e con un sistema UVNC ovvero un sistema che consente a uno dei due Personal Computer di controllare l’altro PC remoto del discente in modo che lo schermo del PC del docente sia disponibile e coincidente con lo schermo del PC del discente .
2-software Ivoip Messanger o Skype, che sono software liberi, e software UVNC, anch’esso libero da copyright, necessario per configurare i due PC che comunicano a distanza in modo che lo schermo del PC del docente diventi lo schermo del PC remoto del discente.
3 Software tecnici della Bticino chiamati TPlan e TSystem che consentono il primo di disegnare la planimetria dell’edificio su cui porre tutti i componenti della distribuzione, della utilizzazione, della protezione, di un impianto elettrico e cioè cavi interruttori di protezione, interruttori di comando, prese, elementi di illuminazione, quadri di distribuzione, dispersori di messa a terra etc; il secondo Tsystem di calcolare in modo automatico le correnti e determinare quindi le sezioni dei conduttori dei cavi, le caratteristiche degli interruttori e dei sezionatori il coordinamento delle protezioni etc.
Questi software tecnici non hanno costi di acquisto e vengono scaricati liberamente da un sito dalla Bticino.

Quali opportunità/problemi affronta: 

Per insegnare a distanza discipline di carattere tecnico bisogna utilizzare software tecnici e la loro gratuità ne facilita sicuramente la diffusione. La possibilità di comunicare a voce in simultanea, la possibilità di avere uno schermo su cui mostrare e specificare le peculiarità della progettazione di un impianto elettrico fornisce ai docenti di discipline tecniche e alle giovani generazioni dell’Africa centrale la straordinaria opportunità di conoscere gli strumenti della sicurezza e la cultura della prevenzione degli infortuni che altrimenti, e cioè senza lo strumento informatico e questi software tecnici, avrebbero costi inaccettabili per le disponibilità economiche delle scuole tecniche africane.
I problemi che il progetto affronta sono insiti nella storia e nella cultura della gente burundese. Le giovani generazioni accettano con entusiasmo le innovazioni e lo strumento informatico viene ritenuto straordinariamente attraente per cui il loro coinvolgimento è risultato facile e immediato e con alti margini di successo. Le difficoltà maggiori si sono manifestate nel coinvolgimento del personale docente di discipline tecniche delle scuole e dei centri di formazione. Nei paesi dell’Africa subequatoriale i salari degli insegnanti sono miserrimi e non bastano assolutamente al sostentamento vitale della persona. Per tale motivo queste generazioni, costrette ad impegnarsi in altre attività, sono sfiduciate e demotivate senza grandi speranze di un futuro cambiamento delle loro condizioni economiche e sociali. Allora non seguono volentieri questi corsi di aggiornamento e formazione se non sono opportunamente incentivati con salari accessori. Per mancanza di disponibilità finanziarie raramente questi incentivi sono stati distribuiti. A causa di queste difficoltà solo l’insegnamento diretto agli studenti ha avuto maggiore successo durante l’orario scolastico con la presenza dei docenti.

Please explain what is unique or special in your project: 

I software che permettono di controllare da lontano un PC e il sistema di Ivoip non sono nuovi e già da oltre 7 anni sono diffusi e utilizzati. Ma l’idea di applicarli in Africa, in aree di paesi in cui la comunicazione telefonica cablata è rara o inesistente, ha permesso di riconsiderare tutta la strategia dell’insegnamento grazie alle comunicazioni satellitari, che evitando la connessione cablata, permettono di raggiungere facilmente nodi di connessione Internet.
Il progetto quindi presenta la sua peculiarità perché permette di comunicare con sistemi didattici avanzati e trasmettere ai docenti e agli studenti competenze che altrimenti avrebbero costi davvero improponibili.
La disponibilità di un docente formatore in Italia o in Europa che parli in una lingua compresa dai dicenti africani rende il progetto ricco di fascino e prospettive per corsi di aggiornamento e perfezionamento nell’ambito della formazione continua.

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

Con il Liceo Ltar A. Rossi di Ngozi in Burundi sono stati effettuati corsi di Impianti elettrici grazie alla comunicazione satellitare e alla connessione Internet direttamente agli allievi di una classe seconda della filiera di elettromeccanica del Lycèe technique di Ngozi e agli insegnanti di elettrotecnica dello stesso Lycèe
Gli studenti già diplomati sono in grado di formulare non solo un progetto secondo le regole dell’arte, con le garanzie delle norme di sicurezza universalmente condivise, ma anche redigere un computo metrico estimativo necessario per elencare dal punto di vista qualitativo e quantitativo i materiali necessari per realizzare l’opera nonché il costo dell’impianto

In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

Nei paesi dell’Africa subequatoriale, in mancanza di una cultura della sicurezza e della prevenzione dagli infortuni, i progetti, che richiedono finanziamenti da parti di organismi internazionali, vengono formulati, gestiti e realizzati da uffici tecnici europei, che, con le loro competenze, garantiscono la realizzazione delle opere secondo le regole dell’arte in ossequio alle norme di sicurezza europee.
Con le competenze acquisite mediante questi corsi di formazione e o di aggiornamento i progetti di impianti elettrici per edifici civili e industriali sono gestiti direttamente da giovani progettisti indigeni che elaborano così nuove occasioni e opportunità di lavoro senza che risorse economiche, destinate al loro paeseE siano dirottate lontane dal loro continente.

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

Finora il progetto è stato limitato agli insegnanti di discipline di elettrotecnica del Lycèe technique di Nogzi (5 docenti) nonché agli studenti della classe seconda della filiera elettromeccanca dello stesso Lycèe (15 studenti). Quando tutti i lyceès technique del Burundi saranno connessi con la rete Internet- progetto che la cooperazione belga in Burundi sta realizzando-, allora questo progetto sarà ampliato e diffuso in tutto il sistema della formazione tecnica burundese per fornire agli studenti di questa filiera pari opportunità.

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

Non è tanto il corso di Impianti elettrici, mediante i software tecnici della Bticino, che rendono il progetto utile e interessante in un settore specifico e specialistico della formazione tecnica quanto la possibilità di dialogare e comunicare mediante voce -Ivoip e immagini fisse –UVNC a qualunque distanza. In questo modo qualunque insegnamento, qualunque corso di formazione può essere progettato grazie a software applicativi e alla connessione Internet mediante comunicazione satellitare. Grazie alla comunicazione satellitare e al down load di software applicativi gratuiti si possono fare le applicazioni più diverse e utili e informare e formare gli studenti alle discipline più innovative non solo dal punto di vista tecnico- si pensi alla piattaforma Autocad per l’insegnamento di disegno tecnico - ma anche dal punto di vista culturale geografico e medico.

Descrivete in quale modo il progetto ha ottimizzato la partecipazione di professionisti, ragazzi, giovani o altri soggetti: 

Nel caso specifico dei software tecnici della Bticino, la realizzazione dell’impianto elettrico con la piattaforma Tplan, grazie al suo sistema di codifiche dei materiali, dei cavi e dei dispositivi elettrici, presenti nella memoria dei suoi data base, è immediata. L’elenco degli elementi che costituiscono l’impianto elettrico, la distinta di tutti i materiali e le loro caratteristiche, compreso il costo risultano ordinati, precisi e rigorosi, semplificando e facilitando al massimo il computo estimativo dei materiali che compongono l’opera.

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 

Già nel 2007 una classe dello stesso Lycèe technique Ltar A. Rossi di Ngozi, utilizzando la connessione Internet, ha composto, grazie alla assistenza dello scrivente, un libro di elettrotecnica scaricando da Wikipedia France dei files il cui titolo fosse uguale a quello degli argomenti elencati nell’indice di un libro di testo scolastico di Elettrotecnica francese. Il libro è stato realizzato e distribuito alle classi della filiera elettrica di quel lyceè. L’idea è stata presentata al concorso GJC del 2007 da parte di un Lycèe burundese avente per titolo: “Manca il libro di Elettrotecnica? Ce lo facciamo noi.” e selezionato fra i primi dieci perché meritevole di menzione. Oggi gli studenti della filiera elettrica ed elettronica di questo liceo utilizzano questo libro di testo che altrimenti, per il costo assai rilevanti, non avrebbero potuto possedere.
Già dal 2007 nello stesso Lyceè, grazie alla parabola satellitare, che permette la connessione ad Internet, alcuni insegnanti di Geografia utilizzano il software libero Google Earth per trasmettere ai loro allievi immagini di monti, laghi, fiumi, mari, montagne della Terra con le ubicazioni di confini e città delle nazioni del mondo in modo da rendere la lezione di Geografia, pur virtuale, più viva e vera e suscitare così curiosità interesse e vocazione alla migliore conoscenza delle nazioni e delle genti. L’uso di un video proiettore consente infine a tutta la classe di partecipare in modo attivo alla lezione di Geografia.

Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

In Burundi non solo non si hanno a disposizione criteri di analisi e di verifica dei risultati conseguiti nelle scuole pubbliche e private burundesi con compilazioni di questionari e schede di valutazione. Però si sa per certo che alcuni giovani diplomati hanno presentato progetti di impianti civili e industriali in armonia con le regole dell’arte e hanno ottenuto non solo incarichi di progettazione ma finanziamenti da Onlus e ONG per costruire edifici e scuole secondo criteri di buona regola.

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 3 a 6 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Da 75.001 a 500.000
Come è finanziato il vostro progetto: 
Altro
Altro: 
Attività di volontari esperti in Informatica e grazie alla assistenza
Is your project economically self sufficient now: 
Si
Insert date: 
05/05/2007
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

Connettendo ad Internet due PC e configurandoli opportunamente mediante istallazione di software opportuni e scambiandosi poi i reciproci Internet Protocol, si può facilissimamente realizzare un corso di formazione a distanza senza che il docente e i discenti si incontrino fisicamente.

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Background: 

Il progetto di poter trasmettere a docenti e studenti di un liceo burundese conoscenze e competenze tecniche, armoniche con norme di sicurezza per la prevenzione dagli infortuni nei laboratori tecnici, si concretizza nel momento in cui un’antenna parabolica consente di ricevere il segnale di un canale di comunicazione da un satellite in orbita geostazionaria sull’Oceano Indiano, nominato WA3, di proprietà del consorzio europeo EutelStat e gestito dal punto di vista commerciale da Pentastudio di Vicenza . Questo segnale ha consentito di essere connessi ad un nodo Internet e quindi di poter comunicare, trasmettere e ricevere immagini, suoni, voci e dati alfanumerici come qualunque host della rete Internet.
L’edificazione, la realizzazione e insieme l’arredo e il corredo di macchine, dispositivi, laboratori e ateliers ha indotto la Onlus Witar, di cui lo scrivente è cofondatore, che ha relizzato la scuola ad aggiornare e insieme formare i docenti per la gestione di queste attrezzature affinché l’attività pratica dei suoi laboratori fosse trasferita dai docenti agli studenti. Questo ha determinato l’esigenza e insieme la necessità di trasferire a una decina di docenti le competenze necessarie per eseguire le prove di laboratorio di misure elettriche e meccaniche e di impianti elettrici rispettose non solo della sicurezza degli impianti manche a delle persone e soprattutto dei giovani studenti che negli ateliers dovevano essere garantiti nella sicurezza e nella loro salute. Questa in sintesi è la genesi e insieme lo scopo del progetto. In questa fase, rilevante è stata l’opera di alcun volontari tecnici esperti in Informatica per configurare i PC remoti e per l’istallazione di software adeguati. Particolare, generosa e infaticabile è stato il contributo di Paolo Brunello, attualmente in Burundi con la cooperazione Belga e con Giuseppe Ziggiotto di Vicenza che con le loro competenze hanno reso facile e possibile tutto questo progetto e l’assistenza dell’azienda Pentastudio di Vicenza che ha regalato il costo del canale satellitare di comunicazione.

Ostacoli: 

Gli ostacoli maggiori sono stati di due ordini diversi:
a- Psicologici: I docenti burundesi non rispettano gli orar,i le cadenze e i calendari preventivamente concordati con motivazione che apparivano banali e ingiustificati. Solo quando si proponevano incentivi economici i rendez-vous venivano rispettati.
b- Tecnici:- Le trasmissioni, dopo lo scambio di IP (internet protocollo) saltavano e venivano rinviate le talora perché il canale Internet era saturo talora perché in Burundi veniva interrotta la fornitura di energia elettrica..

Soluzioni: 

Bisogna infittire il numero di viaggi e le presenze fisiche dei docenti formatori nel luogo dove fisicamente si realizza l’attività didattica e il trasferimento di competenze.
Bisogna attivare un sistema di incentivi agli insegnanti per evitare rinunce e assenze ingiustificate ai corsi di formazione.
Bisogna che prossimi mesi si attivino gruppi elettrogeni che garantiscono di limitare o meglio eliminare interruzioni dell’energia elettrica per dare continuità all’attività di formazione.
Tutti queste iniziative trovano soluzione solo con il contributo di pochi e generosi volontari. I tempi sono molto lunghi.

Future plans and wish list: 

In Burundi la cooperazione belga sostiene il sistema scolastico del Burundi e sta realizzando progetti innovativi di grande respiro. Con la prospettiva di armonizzare le risorse e di mettere insieme le esperienze si può pensare di superare qualche difficoltà anche se la questione del trasferimento di competenze professionali alle giovani generazioni dei paesi dell’Africa subequatoriale resta un problema molto, molto difficile da risolvere. Al momento per dare sollievo al progetto bisogna trovare i finanziamenti necessari per il costo della connessione Internet nei prossimi anni e per un sistema di incentivi agli insegnanti acquistare un gruppo di continuità di potenza non superiore a 3 KW
E’ particolarmente faticoso redigere documenti, dispense e manuali in lingua francese per rendere più facile l’approccio allo studio di un software pensato in italiano e realizzare anche un libro che contenesse nella lingua indigena- francese- i temi e gli argomenti indispensabili per l’apprendimento e l’assimilazione di concetti professionali nuovi. Gran parte di questo lavoro è stato fatto. Nei prossimi mesi ai corsisti verrà consegnato un manuale completo in lingua francese.

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali