Contro la droga lo spot è “alla pari”

Gio, 16/07/2009

La cooperativa Finisterrae partecipa al GJC con un progetto di prevenzione alle dipendenze.

Pontecorvo, un piccolo Comune in provincia di Frosinone, con un alto tasso di tossicodipendenza giovanile, in un contesto di periferia e di degrado urbano, dove è carente la progettazione di iniziative dedicate agli adolescenti e ai giovani. È qui che nasce il progetto sperimentale Taglia corto con la droga.
La scelta di utilizzare gli strumenti della Media Education è della cooperativa sociale Finisterrae, che da due anni sta sviluppando questa metodologia per vari interventi sul territorio. Il progetto sperimentale prende forma con il supporto di altri attori: la Provincia di Frosinone (Settore Politiche Giovanili), che finanzia il progetto, la Fondazione Exodus come consulenza e supporto scientifico e la scuola media di Pontecorvo.
Diverse le fasi del progetto, tra laboratori e incontri con gli esperti, attività di ricerca e di documentazione, e anche un concorso di cortometraggi sul tema della droga a cui i ragazzi hanno partecipato con gruppi di lavoro di interclasse. Nove le classi coinvolte.
 
 "Una mano per smettere" - uno spot realizzato dai ragazzi [guarda il video]
 
  
Nell’audio il responsabile del progetto, Pietro Noce, spiega la scelta strategica della Media Education per sviluppare “interventi di prevenzione di assunzione di sostanze stupefacenti, disagio minorile, emarginazione e devianza”, dedicati agli studenti della scuola secondaria di primo grado.
 
 
Il progetto Taglia corto con la droga partecipa al Global Junior Challenge nella categoria “fino a 15 anni”.

 

 
« indietro