• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 33.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 6.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 14.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.

ricerca

Raccontare i Robot

Come impossessarsi del 'sapere' attraverso la destrutturazione dell’'oggetto' e la sua 'ri-creazione', valorizzando nel contempo la dimensione narrativa legata al 'fare'.

1. Project summary
Summary: 

Che cosa prevede il progetto: L'esperienza a cui si riferisce il progetto assume un ruolo di rottura rispetto alla didattica tradizionale perché la costruzione di conoscenza avviene attraverso il 'fare' e il 'fare per capire'. Questo concetto si può applicare a quasi tutte le attività svolte nelle scuole che fanno parte del progetto e ne costituisce l'ossatura. Ad esempio la costruzione del robot inizia da un robot costruito e passa attraverso queste fasi: osservo il robot, cerco di capire come funziona, lo smonto e lo rimonto; la programmazione di un robot parte da un programma modello e segue questo percorso: leggo il programma, ne interpreto il significato, uso i simboli per scrivere un nuovo programma, modifico il programma in base ai risultati che ottengo; la creazione di un oggetto 'artistico' passa attraverso queste fasi: smonto una strumentazione elettronica (immaginata come parte di un robot), reinvento il significato di una parte e la riutilizzo all'interno di un nuovo oggetto. In questo paradigma 'raccontare i robot' è un'espressione che va interpretata in senso lato (racconto come si costruisce il robot, racconto il programma, racconto una storia di cui è protagonista un robot, racconto un oggetto fatto con parti di robot), alla base c'è l'idea di narrazione e l'uso funzionale della lingua, sia scritta sia orale, la lingua non solo per comunicare ma anche per capire.
Come è nata l’idea di questo progetto: esistevano sul territorio nazionale diverse realtà scolastiche che si occupavano di robotica educativa, per collegarle e farle avanzare nella progettazione e nella ricerca era necessario inventare strumenti che permettessero una comunicazione rapida ed efficace, nel rispetto delle competenze e di ognuno e sfruttando anche le risorse già esistenti; Scuola di Robotica ha fatto da tramite per unire le esperienze favorendo lo scambio, aumentando le occasioni di incontro fra le persone, valorizzando i prodotti e aumentandone progressivamente la qualità. Per tenere collegate le varie realtà e sviluppare progetti di robotica educativa era importante la documentazione delle attività e questo è avvenuto attraverso l’uso di strumenti (blog, portali, wiki, social network) che utilizzano diverse modalità comunicative (chat, videoscrittura, scrittura collaborativa, filmati, slideshow, album fotografici) promuovendo la creatività degli allievi e degli insegnanti e l'innovazione didattica con una introduzione finalizzata di nuove tecnologie.
 
Chi ha sviluppato l'idea: Scuola di Robotica, con il progetto Robot@scuola, ha avviato il contatto con le scuole, con le attività successive si è potenziata la relazione e si è allargato anche l’uso della rete con tutte le sue potenzialità, non solo per comunicare/collegare ma anche per facilitare l'accesso a sempre nuove risorse.

Chi realizza oggi il progetto: il progetto ha prodotto una grande 'storia di robot' interconnessa tramite la rete che si amplia ogni anno perché questa struttura permette alle scuole di inserirsi immediatamente, non in modo formale, ma attraverso contributi concreti; scrive e pubblica sui blog e/o sugli altri strumenti, solo chi ha qualcosa da raccontare, quindi se una scuola realizza un’attività, immediatamente il suo lavoro è presente sulla rete ed è a disposizione di tutti; questo consente una ricchezza altrimenti impensabile delle forme di espressione e valorizza le capacità di ognuno ma richiede anche una grande disponibilità e generosità da parte degli insegnanti nel mettere tutto ciò che pensano e realizzano a disposizione di tutti.
Il gruppo degli insegnanti che collabora al blog 'Percorso Soave' [progetto ideato e curato da Linda Giannini] http://blog.edidablog.it/blogs//index.php?blog=87 è stato invitato a partecipare al Corso di formazione Roberta, tenutosi a Genova nel 2008. Così è nata la convinzione che la Robotica possa 'tradursi' in un valido strumento didattico. Il passaggio successivo è stato quello di predisporre consapevolmente un approccio didattico fruibile dai bambini, rispondente alle realtà dei vari reparti di un ospedale, ai bisogni e agli interessi dei medesimi basando la proposta didattica su questa procedura metodologica:
1. De-costruzione dei materiali di recupero (circuiti stampati, bulloni, viti, bobine, etc.);
2. Osservazione;
3. Progettazione creativa;
4. Creazione di storie.
Il progetto e' stato condiviso con altre scuole grazie a "Raccontare i Robot", evento organizzato a Genova a maggio 2009.

A questo proposito rimandiamo a:
[comunicato stampa]
http://www.descrittiva.it/calip/0809/RaccontareRobotComunicato.pdf
http://www.scuoladirobotica.it/  
http://www.scuoladirobotica.it/retemiur/
Sui siti di Scuola di Robotica (il primo quello ufficiale, il secondo la sezione dedicata in specifico al progetto Robot@Scuola) compaiono le informazioni relative all'attività del gruppo e dell'Associazione; sono stati aperti svariati forum per discussioni su argomenti specifici monitorati dagli esperti di scuola di robotica. E' in corso di realizzazione un nuovo sito più adeguato alle necessità della community che diventa sempre più vasta ed 'esigente' sia rispetto all'accesso a spazi per la documentazione e per la comunicazione sia rispetto alla reperibilità di materiali e informazioni sulla robotica in generale e sulla robotica educativa in particolare.

http://www.descrittiva.it/calip/0809/percorsi_lego.htm
http://www.descrittiva.it/calip/0809/percorso_soave.htm
http://www.descrittiva.it/calip/0809/raccontare-robot.htm
Pagine curate da Linda Giannini che si trovano all'interno de' La scatola delle Esperienze. spiegare che cosa è In esse vengono riportate quasi giornalmente le documentazioni di tutte le attività della scuola e della rete di cui la scuola fa parte.

http://www.edscuola.it/lre.html
Il sito - ospitato da Edscuola - contiene i materiali del Laboratorio Ricerca Educativa a cura del LRE/Università di Firenze diretto da Paolo Manzelli.
                                                                                                                                                                                      
http://www.edidablog.it/b2evolution/blogs/index.php?blog=275
http://www.edidablog.it/b2evolution/blogs/index.php?blog=87
I due blog sono ospitati su Edidablog. Il primo nasce a seguito del Progetto Robot@Scuola - Rob&Ide, il secondo e' collegato al Percorso Soave. Entrambi continuano a tutt'oggi a raccogliere i materiali dei due gruppi di reti di scuole che, col tempo, si sono intrecciate e collegate nei percorsi e nelle attivita'.
 
http://trilussa.primocircolopinerolo.it/circolo/?page_name=progetto_robotica
Sul sito della Direzione Didattica del 1° circolo di Pinerolo sono raccolte le documentazioni delle attività di robotica dall'ottobre del 2000; il sito nel tempo si è modificato perchè le risorse offerte dalla rete si sono ovviamente ampliate. Attualmente lo strumento utilizzato per documentare la robotica è il wiki del portale, uno strumento agile che permette sia agli insegnanti sia agli alunni di scrivere direttamente sul web senza bisogno di supporti tecnici. In un primo momento i contributi sono stati quasi esclusivamente di tipo testuale poi, a mano a mano che gli insegnanti acquisivano le competenze indispensabili, sono state inseriti immagini fisse, gallerie di immagini, slideshow, e, infine, filmati. La competenza acquisita per documentare la robotica ha permesso un ampliamento della base degli insegnanti formati sulle ICT anche per quanto riguarda l'uso di altri strumenti come la chat. Ora tutti i laboratori del circolo sono dotati di almeno una web cam e, all'occorrenza, le classi possono colloquiare, in audio e video, tramite Skype sia all'interno del circolo sia all'esterno con il controllo degli insegnanti. Ripercorrendo le pagine del sito si costruisce sotto gli occhi di chi legge una grande storia della robotica educativa e del suo inserimento progressivo nel curriculum della scuola dell'infanzia e primaria del circolo.
 
http://roberta.isii.it/
Sul blog, istituito nell'ambito del progetto Formez, vengono raccolte le esperienze dei docenti che partecipano al progetto Roberta. Il Blog che inizialmente era nato come condivisione delle scuole di Piacenza partecipanti al progetto Formez si è così aperto a tutti i docenti che stanno lavorando sulla robotica educativa con un occhio di riguardo all'apprendimento di genere. Il blog è ancora in fase beta (non tutti i docenti di 'Roberta' hanno la possibilità di scrivervi). Sullo stesso blog sono state raccolto durante l'anno scolastico 2008-09 le esperienze delle scuole che hanno avviato il progetto Roberta in seguito alla formazione svolta con i corsi realizzati in Piemonte a Torino, Pinerolo (TO), Oleggio (NO), Buriasco (TO) in diversi circoli didattici dagli insegnanti certificati dal Fraunhofer Institut. Sempre per stimolare la comunicazione e dare impulso alla community che si è venuta creando, periodicamente gli insegnanti erano raggiunti da una mail contenente le News del progetto (corsi fatti, esperienze avviate, eventi esterni a cui partecipare ecc.).
 
http://www.mcetorino.it/roberta.htm    http://www.fogliacci.it/progetto_roberta/roboticaeducativa.htm
Il primo è il sito del MCE Torino, che contribuisce alla realizzazione del progetto Roberta in Piemonte (l'MCE è un ente riconosciuto dal MIUR per la formazione degli insegnanti). Il secondo è il sito del Gruppo Nazionale Informatica, il gruppo territoriale sempre del MCE che si occupa in modo specifico dell'informatica a vari livelli. Questi siti hanno una ruolo essenzialmente informativo e raggiungono altre realtà sul territorio nazionale che si occupano a vario titolo di robotica educativa anche al di fuori del Progetto Roberta.

http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=58389654714&ref=search&sid=0ef9c954f03f0171b3ec4e993dcfda87
Lo spazio su Facebook per il gruppo è utile sia per raggiungere un pubblico più vasto sia per tenere collegati gli insegnanti che frequentano il social network in modo più immediato e personale.

http://www.flickr.com/photos/scuoladirobotica/
Uno spazio in cui inserire velocemente le fotografie scattate durante gli incontri in occasione di convegni, stage ecc.; diventa anche un comodo archivio a cui attingere per documentare l'attività del gruppo.

[il programma]
http://www.descrittiva.it/calip/0809/RaccontareRobotCALENDARIOattivit.pdf
Durante la settimana, oltre alla costruzione e programmazione di robot, le scuole hanno avuto modo di condividere Le Storie di...  [Genova] - [Gambolo'] - [Milano] - [Pinerolo] - [B.go Sabotino] - [Latina poesie] [Latinastorie] Si tratta di una raccolta delle Storie Robotiche realizzate durante l'a.s. 2008-09 nelle diverse scuole della rete e rappresentano la parte espressiva e creativa dal punto di vista linguistico. Alle storie si è affiancata  l'esposizione dei robot creativi
Le risorse che il gruppo sta utilizzando in rete sono multiformi. L'elenco è sicuramente provvisorio perchè ogni giorno la rete offre nuove possibilità di comunicazione e di espressione che il gruppo esplora, valuta ed eventualmente adotta.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
[Liguria] Scuola di Robotica [Liguria] Scuola Infanzia Gaslini di Genova * [Lazio] Istituto Comprensivo Don Milani Latina [Lazio] Liceo Artistico Statale di Latina [Lazio] SSIS Universita' del Lazio: Arte e Disegno [Lombardia] Scuola dell'Infanzia Istituto Comprensivo "Thomas Mann" Milano * [Lombardia] Istituto Comprensivo "G. e G. Robecchi" di Gambolo' - Scuola Secondaria di 1° Grado "G. Marconi" [Lombardia] Polo Tecnico professionale industriale ITIS "A.Righi" Treviglio (BG) [Piemonte] 1° Circolo Didattico di Pinerolo (TO) [Piemonte] M.C.E. Movimento di cooperazione educativa - Gruppo Territoriale di Torino
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Scuola di Robotica
4. Type of organization
Select type: 
Association
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Fiorella Operto
E-Mail: 
operto@scuoladirobotica.it
6. Website
The website of the project: 
www.scuoladirobotica.it/retemiur
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
23/09/2002
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

“Imparare facendo” stimola la creatività, tutelando lo sviluppo psicologico, relazionale e cognitivo, promuovendo nuove acquisizioni e superando la “deprivazione cognitiva”.Il progetto prevede la collaborazione di scuole in tutto il territorio italiano e scuole in ospedale. La complessa realtà dell’ospedale può influire pesantemente sulla motivazione all’apprendimento. Attraverso queste attività, svolte con spirito di collaborazione tra le scuole e sfruttando le competenze di insegnanti ed esperti, il progetto mira ad un innalzamento qualitativo delle pratiche didattiche migliorando nel contempo le competenze degli alunni nelle aree disciplinari coinvolte a vario titolo nel progetto.

Quindi il miglioramento è visto da due differenti punti di vista: educativo con una crescita nelle diverse tipologie di scuole e sociale con la possibilità dei bambini in ospedale di sentirsi comunque al centro dell'attenzione della scuola e dei loro compagni al di fuori dell'ospedale.

Obiettivi

  • innovare la didattica delle materie scientifiche tramite pratiche che fanno largo uso delle ICT, dal blog al social network; 
  • stimolare gli insegnanti all’uso delle ICT e fornire il supporto necessario per la loro formazione in questo ambito;
  • diffondere la robotica educativa come strumento per motivare gli studenti allo studio delle discipline scientifiche;
  • mantenere il contatto tra la scuola e la ricerca didattica in diversi ambiti con particolare attenzione all’informatica e alle discipline scientifiche (matematica, fisica, chimica, biologia…);
  • sviluppare capacità espressive ed artistiche attraverso la costruzione di oggetti, l’invenzione di storie, il disegno, la pittura collegate con le attività di robotica. Contesto Reti di scuole, scuole in ospedale e scuole singole di diverso ordine e grado su tutto il territorio nazionale che hanno attivato progetti di robotica educativa nelle loro classi.
What does it try to achieve and how: 

Il progetto si basa sulle reti di scuole pre esistenti con esperienza nella robotica educativa. La robotica diventa lo strumento, il mezzo per realizzare e incentivare la collaborazione fra scuole diverse, fra studenti di età e culture differenti, fra docenti ed esperti del settore. Le tecnologie utilizzate oltre ai robot (costruiti, progettati, immaginati, programmati) sono i computer, le webcam,siti internet, blog e chat. Grazie a questi strumento studenti e docenti lontani fra loro hanno interagito lavorato insieme a un unico obbiettivo: Raccontare i robot!

Which opportunities/problems does it address to: 

"Raccontare i robot" è un progetto che prevede e incentiva l'interazione fra le varie scuole. Questa è l'opportunità più importante nata da progetti incentrati sulle tecnologie didattiche. Riuscire a creare una grande rete dove tutti gli studenti e le studentesse possano interagire, collaborare conoscersi, sentirsi a casa. Grazie a questo incentivo, alla collaborazione dovuta alla natura stessa della robotica, che stimola le diverse intelligenze a comunicare fra loro, si è potuta creare una forte collaborazione fra scuole diversissime e lontane fra loro. Le problematiche affrontate sono quelle legate alla scienza e tecnologia, al coinvolgimento di tutti i discenti nello studio della scienza e della tecnologia, senza preclusioni dovute al sesso, allo stato mentale o fisico, al luogo in cui ci si trova. "Raccontare i robot" ha creato un luogo virtuale dove tutti hanno potuto affrontare in maniera "Personale" la conoscenza della scienza. In numerosi incontri i docenti hanno coinvolto i propri studenti a pensare alle conseguenze i un uso estremo della robotica e da qui anno discusso di roboetica.

Please explain what is unique or special in your project: 

Narrare la scienza per renderla di tutti, usufruibile, personalizzabile, originale. Nella scuola moderna sempre più evidente che l'insegnamento delle materie scientifico tecnologiche non puo’ rimanere astratto ma deve coinvolgere tutti gli studenti in un percorso a loro riconoscibile. Raccontare i robot ha reso possibile queste intenzioni. Utilizzando l'oggetto che ad oggi racchiude maggiore tecnologia e maggiori potenzialità per il futuro per capire meglio le materie scolastiche classiche (matematica, scienza, fisica, disegno, biologia ecc.) gli insegnanti sono riusciti a coinvolgere tutti gli studenti, ogni intelligenza diversa è stata individuata ed esaltata. Grazie all'oggetto robot si è potuto raccontare la scienza e la tecnologia. La narrazione è vero e proprio insegnamento come lo è la personalizzazione, il rendere proprio il robot (nel senso di oggetto interattivo, oggetto artistico e di fantasia o ancora come oggetto di studio o come oggetto di narrazione multimediale). La personalizzazione dello studio e la conseguente creatività ha reso possibile la condivisione su tutti i fronti. Ogni studente e ogni docente ha tracciato il proprio percorso evolutivo, conoscitivo e messo in condivisione con gli altri. Queste sono le caratteristiche uniche e speciali di "Raccontare i robot": il ritorno alla scienza passando per metodi umani e legati all'umanesimo come l'arte, la scrittura, il testo multimediale. L'impatto etico di tale processo è evidente, la tecnologia non è più vissuta come dominatrice ma come strumento catalizzatore delle "arti" dell'Uomo.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

La partecipazione al Progetto, non vincolata all’età e al genere, ha fatto nascere gruppi di lavoro dove ogni bambino e ogni bambina ha potuto dare un contributo originale.

Inoltre l'utilizzo delle ICT ha consentito:

  • la documentazione delle attività svolte in tempo reale;
  • la comunicazione continua fra gli insegnanti e scuola di robotica tramite tutti gli strumenti a disposizione (mailing list, blog, chat, social network;
  • la visibilità delle attività con la partecipazione continua ad eventi e convegno;
  • una crescita qualitativa degli interventi didattici determinata dallo spirito di emulazione;
  • il contatto continuo con la ricerca nell’ambito della robotica e della didattica;
  • lo stimolo continuo a cercare nuove strade per introdurre la robotica nella scuola e coinvolgere sempre nuove scuole e nuovi insegnanti;
  • il coinvolgimento di enti esterni alla scuola;
  • l'instaurazione di relazioni personali, in un clima di collaborazione e di supporto reciproco;
  • il supporto all’azione didattica da diversi punti di vista: tecnico, didattico, organizzativo. La diversità di competenze che il progetto ha messo in relazione ha portato ad un arricchimento reciproco continuo.
How does it fulfill the users’ needs: 

Gli studenti oggi hanno bisogno di esprimere la propria intelligenza che in un mondo sempre più multimediale si sta stratificando su livelli sempre più diversi rispetto ai curricula classici. Intelligenze pratiche o estremamente astratte hanno la possibilità grazie ai robot di essere rese reali, di realizzarsi nel compimento di opere artistiche, di progetti scientifici o di programmazioni complesse. Gli studenti hanno bisogno di comunicare e i robot sono catalizzatori della comunicazione, grazie alla propri interdisciplinarietà consentono la condivisione fra studenti diversi, con capacità e intelligenze varie e difficilmente confrontabili. Narrare robot significa rendere confrontabili intelligenze, lingue, personalizzazioni altrimenti lontane e non individuabili. I docenti anche loro in qualche modo utenti hanno potuto migliorare le proprie conoscenze tecniche (robotiche ma non solo per esempio sulle tecnologi e web 2.0).
 

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Sono centinaia di studenti e decine di docenti che mensilmente si collegano al blog del progetto e che collaborano attivamente fra loro.

Inoltre in occasione dell'incontro reale si possono conteggiare utenti della mostra laboratorio in più di 400 studenti in 5 giorni di mostra.

 

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Migliorare l'educazione e la formazione dei giovani significa inquesto progetto, rendere gli studenti cittadini consapevoli dell'uso della scienza e della tecnologia, persone capaci di gestire la tecnologie in maniera etica.

Migliorare la formazione significa raggiungere un numero sempre più alto di partecipazione e in questo progetto è importantissimo il coinvolgiento di tutte le "intelligenze".

Migliorare l'educazione e la formazione significa aggiornare i docenti e la formazione e l'aggironamento dei docenti è stato un principio fondante di questi percorsi dove la robotica ha costituito l'oggetto narrativo, il catalizzatore per parlare di scienze e tecnologia in maniera nuova e coinvolgente.

 

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Grazie al coordinamento di Scuola di Robotica, associazione da sempre legata a importanti centri di ricerca universitari e non solo si è riusciti a far partecipare al porgetto importanti ricercatori o professori universitari. Grazie alla rete di scuoel preesistente si è riusciti a coinvolgere entità diverse come EGOCREANET o l'Università del Lazio.

La partecipazione di tuti è stata ottimizzata grazie all'uso del blog Rob&Ide ounto di incontro per tutti, bambini, docenti, esperti, industrie (Kuka su tutte) e esterni interessanti alla mission di creare una scuola capace di formare giovani cittadini liberi di pensare e  capaci di usare tutti gli strumenti che la scienza ci mette a disposizione.

 

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Come nella precedente richiesta è internet e il blog l'ambiente usato per tenere unito il gruppo e per stimolare il lavoro. Grazie all'essenza stessa della robotica che coinvolge gli studenti e stimola alla comunicazione possiamo individuare nella robotica stessa lo strumento catalizzatore della comunicazione.

Per comunicare bisogna mettere in comuni nozioni, opinioni e idee. La robotica stimola ogni intelligenza e ogni studente, ogni docente per poter rendere reali le propprie idee ha dovuto condividerle sul blog, via skype, con fotografie e testi multimediali. Queste necessità assolutamente naturale è il punto di forza del progetto che partendo da nuove tecnologie stimola l'uso di altri nuovi strumenti, conducendo i partecipanti in un aggironamento conoscitivo continuo.

Describe how you measure (parameters) these results: 

I risultati del progetto non hanno bisogno di test o questionari per quantizzarli. Questo progetto ha come risultato la continua crescita del network di partecipanti, il crescente numero di partecipanti che è risultato ma anche verifica immediata del risultato stesso.

Ogni docente ha potuto valutare i propri studenti nelle maniere più diverse, il progetto invece si è autotestato grazie alla continua partecipazione sul blog, blog che si può monitorare facilmente con le statistiche sulle visite e sui post scritti.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
From 30.001 to 75.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
Il progetto vive di autofinanziamento delle scuole e di SdR (tramite erogazione di lavoro gratuito). In questi anni il progetto ha visto coinvolte le scuole partecipanti ad altri progetti europei o nazionali (Robodidactics, Robot@Scuola, Roberta, bandi provinciali o bando scuole aperte per esempio) che hanno consentito ad alcune scuole della rete di acquistare e/o rinnovare la propria strumentazione tecnica.
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
07/27/2002
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Il progetto è trasferibile nel momento in cui altre scuole entrano in rete, nel corso degli anni questo è periodicamente già accaduto. L'ampia documentazione delle attività consente agli insegnanti che entrano per la prima volta di riconoscersi subito nelle proposte e, anche solo per imitazione, diventare subito operativi.

What lessons can others learn from your project: 

Il nostro progetto puo’ proporre pratici esempi di:

  • documentazione
  • collaborazione
  • attivazione di percorsi interdisciplinari
  • uso delle ICT
     
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto nasce dall'incontro di diversi percorsi: Soave Kids con l'interazione su blog delle scuole in ospedale e altre scuole italiane, le scuole del network Robot@Scuola (2005) e del blog Rob&Ide (2007) che insieme a Scuola di Robotica da anni si occupano di robotica educativa.  I percorsi si sono contaminati grazie a questa sinergia, ogni partecipante ha capito l'importanza di non mantenere i due percorsi paralleli ma di intersecarli e scambiarli fra loro. In poco tempo si sono moltiplicati i messaggi, le interazioni, le idee, che si potevano condividere in ogni percorso. La convergenza definitiva è avvenuta nei primi mesi del 2008 quando un ulteriore nuovo progetto (il progetto Roberta- Le ragazze scoprono la robotica) ha consentito la formazione di alcuni docenti della scuola in Ospedale sulla robotica educativa focalizzata sulle metodologie e sull'approccio alla valorizzazione di intelligenze diverse. Grazie a questo corso la scuola in ospedale ha definitivamente introdotto l'uso dei robot come strumento didattico. Dalle interazioni nate dal febbraio 2008 ad oggi il progetto, trasportato dall'entusiasmo degli insegnanti e degli studenti (di qualsiasi ordine o grado), si è evidenziato per una particolare propensione narrativa. La scienza e la tecnologia non è stata più insegnata attraverso i metodi tradizionali, ma è stata narrata e la robotica ha aiutato fortemente questo processo di narrazione. La narrazione testuale, grafica, musicale, cinematografica, video ha consentito agli studenti di conoscere la scienza in maniera diversa, di 'dubitare' delle certezze e di comprendere ancor più profondamente. Grazie a "Raccontare i robot" si sono verificate narrazioni particolari, non solo ortodosse. Ad esempio, i ragazzi di Sassuolo hanno fatto da Tutor ai bambini di Pinerolo, gli studenti e le studentesse di Gambolò hanno spiegato e narrato la robotica per una settimana a studenti più piccoli e più grandi all'interno di una grande biblioteca per ragazzi. Narrare in questo progetto significa collaborare, mettere in comune, trovare nuovi linguaggi, nuove esperienze. E' la narrazione dei bambini in ospedale che hanno rielaborato il concetto di robot, hanno creato opere d'arte basandosi sul riciclaggio di strumentazioni elettroniche, usando la tecnologia, rielaborandola senza mai subirla, comprendendola e dominandola in maniera nuova rispetto alla consuetudine.

Tutti i partecipanti al progetto hanno interagito fra loro, creando ponti e relazioni. Questi ponti fanno parte anch'essi della narrazione. La settimana del maggio 2009 ha coronato con una mostra laboratorio il lavoro di anni di bambini che crescendo sono rimasti legati al progetto, alla grande narrazione dell'educazione, dove ogni passo è in avanti, è costruzione e non distruzione dei saperi già acquisiti. Lo studente anche trovandosi in ospedale comprende di far parte di un percorso più ampio, e non di un atto episodico o fortuito. La forte documentazione dei due percorsi Soave Kids e Rob&Ide consente agli studenti di ritrovarsi, di essere consapevoli della propria crescita vissuta in maniera lineare (il sapere cresce con gli studenti) e non come un eterno ripetersi di nozioni. La consapevolezza del cambiamento è una caratteristica della scienza e della tecnologia che vengono accettate e usate al meglio solo da cittadini consapevoli della propria crescita passata e futura.

Gli sponsor del progetto sono sempre stati docenti e dirigenti scolastici che hanno cercato le risorse e le hanno indirizzate verso questo progetto. Tutte le scuole partecipanti hanno reperito da sole i fondi necessari per realizzare i progetti di robotica educativa e questo ha avuto conseguenze positive sul percorso avviato con "Raccontare i Robot" perché ogni scuola ha imparato dalle altre come reperire risorse e come organizzarsi

I progetti con cui "Raccontare i Robot" si interseca sono "Robodidactics" e "Roberta" due progetti europei, Robot@Scuola progetto finanziato nel 2005 dal MIUR, vari progetti locali. L'evento "Raccontare i Robot" è stato invece sponsorizzato e patrocinato da: Biblioteca Internazionale dei Ragazzi "E. De Amicis",La Città dei bambini e dei Ragazzi, Women&Technologies, Ferrero, Kuka, Firma, My Page, il Comune di Genova e da Scuola di Robotica stessa.

La forza di questi percorsi è l'utilizzo di strumenti duraturi (come i robot) e tecnologie gratuite (blog, forum, software open source ecc.) in modo da rendere i percorsi educativi indipendenti ma continui nel tempo, non episodi una tantum. I fondi reperiti sono stati quindi utilizzati dalle singole scuole per consentire l'acquisto della strumentazione idonea a portare avanti i corsi.

La ricchezza di questo progetto sta nella crescita continua di competenze in tanti settori diversi e soprattutto nella contaminazione delle esperienze che vengono avviate da una scuola e poi reinventate da un'altra. In questo processo continuo "Raccontare i robot" è veramente una storia che non può avere fine.

 

Barriers: 
  • Difficoltà di tipo finanziario (pochissimi finanziamenti e quasi tutti a carico delle scuole)
  • Scetticismo da parte di alcuni dirigenti scolastici (non tutti per fortuna!) e a volte poca collaborazione da parte delle istituzioni.
  • Scarse competenze di alcuni insegnanti sull'uso delle ICT.
  • Limiti logistici: spazi e tempi della struttura ospedaliera, tempi limitati delle scuole per realizzare attività a piccoli gruppi
     
Solutions: 
  • Corsi per gli insegnanti: la Robotica come occasione di confronto e di attivita’ pratica per imparare a usare le ICT
  • Creazione di reti di scuole per sostenere i progetti
  • Programmazione flessibile (per inserire le attività di robotica gli insegnanti hanno dovuto modificare orari, fare cambi con colleghi e coinvolgerli in alcune fasi ecc.)
  • Programmazione di percorsi da svolgere in parte a piccoli gruppi e in parte a classe intera
  • Supporto di esperti esterni in particolari momenti dell'attività
     
Future plans and wish list: 

Abbiamo in programma di estendere il progetto ad altre scuole, cosi' da avere nuove idee e nuovi stimoli da mettere in comune con quanto gia' condiviso ora. Ovvio che per far evolvere il progetto sara' importante l'utilizzo dei kit Lego Mindstorms, WeDo e l'aggiornamento in itinere delle nuove scuole che si sono inserite nella rete e/o che si inseriranno nel progetto. Per acquistare i kit da fornire alle scuole, che con sempre maggior difficoltà riescono a reperire un budget anche minimo, servono finanziamenti adeguati. La struttura di rete consente scambi e utilizzi a rotazione dei kit e dei materiali, ma nello stesso tempo l'ampliamento continuo della rete stessa richiede sempre nuovi investimenti.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

La donna nella memoria

Creare un ipertesto che fornisca la possibilità di archiviare e rendere fruibili i materiali di lavoro ed i prodotti intermedi che sono stati utili alla creazione del prodotto finale del percorso sull

1. Project summary
Summary: 

Ogni anno il Comune di Roma propone alle scuole medie di partecipare ad un percorso di formazione-informazioe sui temi della Memoria, della Shoah, della Costituzione, dell'antifascismo, dell'evoluzione dell'Europa Unita, a cui segue un viaggio in uno dei luoghi della memoria in Italia.Le classi terze della scuola sviluppano insieme un percorso che realizza forme di democrazia partecipata, apprendono le informazioni utili, progettano un prodotto e lo realizzano, assegnandosene un porzione a ciascuna.Terminato il prodotto (in questo caso una stella a sei punte con un'immagine elaborata da una classe sul tema), i materiali di lavoro ed i prodotti di lavoro vengono raccolti organicamente in un ipertesto

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
SMS Luigi Di Liegro
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Anna Tonachella
E-Mail: 
sms.diliegro@tin.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Dare senso all'apprendimento della storia, far provare esperienze formative sul campo, far sperimentare modalità e tecniche comunicative, far produrre prodotti di lavoro e di comunicazione

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Entusiasmo nella partecipazione, maggiore conoscenza dell'evoluzione storica dell'Italia, maggiore facilità nello studio della storia, esperienza nella democrazia partecipata e nel condividere obiettivi, progettazione e realizzazione di un prodotto con un gruppo di lavoro, apprendimento di linguaggi e tecniche digitali

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
fondo d'istituto
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

metodologia e prodotti vengono utilizzati per l'apprendimento di altre classi che sono poi invogliate a studiare e produrre

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Video inchiesta

Indagine e approfondimento di una realtà attinente al mondo giovanile, mediante strumentazione audio-video, da parte di un gruppo di studenti coordinati da un regista.

1. Project summary
Summary: 

L'idea è nata dalla referente per l'educazione alla salute che ha visto in questo progetto la possibilità di ampliare l'offerta formativa e di contrastare la dispersione scolastica.
L'idea è stata poi sviluppata da un regista che ne ha progettato l'impianto e la metodologia e che, nelle vesti di coordinatore, ha seguito e segue un gruppo di studenti nella realizzazione dell'attività.
Il gruppo di studenti di classi diverse segue un corso teorico-pratico, tenuto dal regista - coordinatore, su quanto attiene al linguaggio delle video- inchieste (tecnica di ripresa e di illuminazione d'ambiente, psicologia dell'intervista, scelta delle immagini e dei movimenti di macchina in relazione al ritmo voluto, linguaggio situazionale e descrittivo). Successivamente viene scelto dagli studenti un tema legato alla loro realtà giovanile e vengono individuati i luoghi e le persone da itnervistare. Si effettuano con telecamera riprese ed interviste. Le sequenze girate vengono visionate, discusse e selezionate ai fini del montaggio finale, valutando anche l'opportunità di ulteriori riprese fino a giungere ad una sintesi efficace dei contenuti.
Nelle sue fasi realizzative, il progetto offre l'opportunità di acquisire una competenza organizzativa e progettuale, sviluppando contemporaneamente il senso di appartenenza alla comunità scolastica nella quale gli studenti possono operare secondo modalità alternative a quelle della formazione tradizionale, che spesso risulta poco attraente. In più approfondisce ed amplia le competenze acquisite nel curricolo scolastico per la stretta attinenza tra i processi di comunicazione elettronica attuati nel progetto stesso e gli indirizzi specifici dell'istituto.
Il progetto viene realizzato già da diversi anni coivolgendo anche altre istituzioni scolastiche, nelle cui classi i nostri studenti hanno effettuato le riprese di interviste e del dibattito sul tema di volta in volta trattato.
In tal modo è stato possibile il confronto con coetanei di diverso ordine di studi e di altri ambienti sociali. I temi trattati sono stati il fenomeno degli Ultras, il diverso ruolo formativo delle scuole miste rispetto a quelle esclusivamente maschili e femminili, il rapporto dei giovani con la moda; il tuning, ovvero la passione di modificare le auto; la cultura hip hop nelle sue manifestazioni di strada, quali i writers e la danza; il rapporto dei giovani con la politica, il problema dell'integrazione culturale e sociale di giovani stranieri, realizzato da un gruppo misto di studenti, in prevalenza immigrati; il rapporto dei giovani con la musica. Su ciascuno di questi temi è stato prodotto un video, uno in mDV, gli ultimi in HDV.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
ITIS Hertz
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Rosanna Preite
E-Mail: 
rosanna.preite@inwind.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2001
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Svelamento delle tecniche e del linguaggio cinetelevisivi e delle loro capacità e libertà comunicative. Acquisizione di strumenti critici di lettura e analisi del messaggio infomativo. Fusione delle energie e dei contributi, anche i più personali verso un'opera unica.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Esperienza completa e riflessione metodologica di una ricerca sul campo acquisizione di strumenti critici di analisi.

11. Sustainability
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

L'idea della docente referente "educaziobne alla salute", per ampliare l'offerta formativa e contrastare la dispersione scolastica. Sviluppo e realizzazione progetto da parte di un regista. Persone coinvolte: referente, regista.

Barriers: 

Reperimento fondi.

Future plans and wish list: 

Maggiore visibilità. Possibilità di far circolare il prodotto nelle scuole, destinandolo anche agli adulti (professori e gfenitori) e attraverso il mezzo televisivo.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Il nostro viaggio alla scoperta della civiltà fiumana, istriana e dalamata

Descrive la situazione storica che ne ha portato all'allontanamento degli itlaiani dall'Istria e spiegare il fenomeno delle foibe; in generale chiarire i termini di cosa sia una ricerca storica

1. Project summary
Summary: 

L'idea nasce dalla visita al museo della civiltà fiumana e dalla necessità di esplorare l'idea di Memoria a tutto tondo; è stata la classe IIId a porsi le domande che hanno portato alla ricerca ed a creare la presentazione in Power Point

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
SMS Luigi Di Liegro
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Maria Cristina Diamantini
E-Mail: 
sms.diliegro@tin.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

dare senso all'apprendimento della storia, far provare esperienze formative sul campo, far sperimentare modalità e tecniche comunicative, far produrre prodotti di lavoro e di comunicazione

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Entusiasmo nella partecipazione, maggiore conoscenza dell'evoluzione storica dell'Italia, maggiore facilità nello studio della storia, apprendimento di linguaggi e tecniche digitali

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
fondo d'istituto
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Metodologia e prodotti vengono utilizzati per l'apprendimento di altre classi che vengono poi invogliate a studiare e produrre

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Cittadini del mondo

Il progetto nasce per stimolare gli alunni a creare da soli il proprio apprendimento, e a perseguire ognuno con i suoi tempi e la sua autonomia il proprio percorso formativo.

1. Project summary
Summary: 

Il progetto nasce per stimolare gli alunni a creare da soli il proprio apprendimento, e a perseguire ognuno con i suoi tempi e la sua autonomia il proprio percorso formativo. L'idea è nata nel 2006 insieme agli alunni di una classe: insieme ad essi si è scelto il nome, la piattaforma, le modalità di lavoro e la collaborazione con altre scuole. Successivamente il testimone è passato agli alunni degli anni seguenti. In questo modo il blog è diventato anche un archivio dinamico in cui il processo di insegnamento/apprendimento è uscito dai limiti fisici del luogo scuola per diventare flusso continuo in cui la comunicazione mescola molti media e ridisegna l'unitarietà dei saperi.
Sviluppato dall'insegnante che ha creato il blog , nell'ultimo anno altri docenti del consiglio di classe hanno condiviso il progetto e partecipato, sebbene timidamente.
Negli ultimi due anni al blog italiano si è affiancata la partecipazione al multiblog internazionale Hors les murs in cui insegnanti, alunni e genitori collaborano allo sviluppo della stessa idea di scuola senza confini, condividendo progetti etwinning e stimolando l'apprendimento delle lingue straniere, attraverso l'uso di strumenti innovativi come l'aula virtuale Elluminate.
Cittadini del mondo e Hors les Murs hanno camminato insieme producendo valore aggiunto al lavoro svolto nelle classi

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Chieti
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Istituto Comprensivo S. Giovanni Teatino
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Vincenzina Pace
E-Mail: 
vincepace@fastwebnet.it
6. Website
The website of the project: 
http:// blog.scuolaer.it/cittadinidelmondo - http/horslesmurs.ning.com
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
10/02/2006
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

L'obiettivo principale è stimolare l'alunno a produrre testi su argomenti qualificati interagendo con altri allo scopo di creare sapere condiviso.

What does it try to achieve and how: 

Insegnante e alunni usano insieme il web e producono, oltre ai testi, i link utili proposti a tutti come ambienti di apprendimento

Which opportunities/problems does it address to: 

Gli argomenti trattati sono sia proposti dal docente sia dagli alunni: insieme ad essi sono state create le categorie attualmente in uso – altre se ne creeranno all'occorrenza

Please explain what is unique or special in your project: 

Il fatto che mette in gioco molteplici abilità per creare – più rapidamente e con maggiore efficacia che nella situazione-classe tradizionale, una competenza comunicativa complessa.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

1. L'apprendimento collaborativo a distanza (per esempio sulla tematica del lavoro minorile nel 2006, e i vari etwinning successivamente);
2. la dilatazione dello spazio/tempo scuola (anche se ciò ha significato sovraccarico per l'insegnante, presente con i ragazzi on line, ma non pagata dalla scuola per questo)

How does it fulfill the users’ needs: 

Nella misura in cui permette loro di sperimentare modalità di apprendimento più creative

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Il numero è variabile, poiché dipende essenzialmente dalla disponilità personale dello strumento informatico: questa è la ragione per cui se le scuole fossero realmente dotate di mezzi questo tipo di attività sarebbe democraticamente aperta a tutti.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

La collaborazione a distanza permette di riflettere sui comportamenti e sul valore del rispetto verso l'interlocutore sconosciuto, concentrando l'attenzione sul messaggio da veicolare piuttosto che su dinamiche relazionali ludiche o aggressive, come se ne sperimentano spesso in classe.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Il blog e il multiblog sono ambienti nati per condividere: saperi e strumenti. Si sperimenta insieme, si discute delle difficoltà, si prospettano soluzioni. E questo crea arricchimento per tutti

Describe how you measure (parameters) these results: 

 la partecipazione
 i testi prodotti
 il miglioramento in contesto scolastico

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

L'esplorazione dei siti li illustra meglio di ogni parola

Barriers: 

L'ostacolo principale è stato in primis la esplicita opposizione della dirigente scolastica del 2006, che non credeva nel progetto e ha ostacolato in ogni modo l'accesso alla rete internet.
Successivamente la cronica indisponibiltà del collegamento alla rete ha limitato di molto la fruibilità in classe.

Solutions: 

Con una ostinata presenza on line fuori dall'orario ufficiale di servizio (lavoro nero, altro che fannulloneria alla Brunetta)

Future plans and wish list: 

Prevedo di continuare il progetto integrando sempre più e meglio tutti i linguaggi ma magari ottimizzando tempi ed energie.
Servirebbero una rete ad alta velocità e almeno 15 notebook (o pc) sempre disponibili in classe, con almeno una stampante e uno scanner, una macchinetta fotografica digitale, microfoni e webcam (per la produzione di audiovideo).

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Il senso di smilla per la neve

Un ipertesto che rappresenta le ricerche scientifiche realizzate dagli alunni della scuola grazie all'utilizzo delle moderne tecnologie multimediali.

1. Project summary
Summary: 

L'ipertesto realizzato dagli alunni rappresenta una completa ricerca scientifica sui ghiacciai dell'antartide e uno studio sulle sue acque. Le tecnologie digitali e multimediali sono state di grande impatto ed aiuto ai fini della ricerca ed elaborazione dei dati e delle conoscenze necessarie per realizzare una ricerca completa.
Le potenzialità multimediali del computer e della rete sono state sfruttate anche dal punto di vista della connettività: sfruttando le moderne tecnologie di comunicazione in video conferenza i ragazzi hanno avuto la possibilità di collegarsi direttamente "con l'Antartide" potendo così chiedere risposte alle domande rimaste in sospeso nella ricerca e per aver un riscontro "concreto" di ciò che hanno studiato.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
109° Circolo didattico Santoro
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Caterina Trivigno
E-Mail: 
no.mail@no.mail.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il nostro progetto si svolge su due ambiti e livelli differenti. Uno prettamente scolastico, in cui i giovani alunni si dedicano ad attività di ricerca e di elaborazione delle informazioni in maniera collettiva e collaborativa, il tutto con il coordinamento degli insegnanti. Il secondo livello di azione è di tipo globale in quanto i ragazzi hanno avuto la possibilità di entrare in contatto, tramite videoconferenza, con i responsabili italiani del progetto Smilla. In questo modo hanno potuto soddisfare le loro richieste riguardo aspetti mancanti della ricerca scientifica portata avanti.

What does it try to achieve and how: 

I ragazzi hanno collaborato realmente tra loro e con gli insegnanti usando le tecnologie informatiche e multimediali messe a disposizione dalla scuola.

Please explain what is unique or special in your project: 

Sicuramente l'esperienza più significativa è stata collegarsi in videoconferenza con dei veri scienziati che lavorano sul campo. Sfruttare al meglio le nuove tecnologie della comunicazione ci ha permesso di arricchire non solo la nostra ricerca, ma soprattutto la curiosità e l'esperienza degli alunni, con qualcosa di veramente unico e significativo.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

L'ìpertesto e stato realizzato interamente e i ragazzi si sono appassionati molto alle varie tematiche di stampo scientifico studiate durante il nostro lavoro.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Cercare e analizzare le informazione in maniera diretta con la guida di una persona adulta coordinatrice consente ai ragazzi di sviluppare una maggiore consapevolezza e li educa al lavoro armonioso di gruppo e alla

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Le nuove tecnologie sono state usate in tutte le fasi del nostro lavoro:
- la ricerca di contenuti scientifici e immagini dedicati a ragazzi di età inferiore ai 14 anni,
- la realizzazione stessa di un ipertesto richiede l'utilizzo delle tecnologie informatiche,
- la tecnologia della video conferenza è stata usata per collegarsi in diretta con i ricercatori italiani del progetto Smilla.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
Less than 1 year
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
09/01/2008
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Future plans and wish list: 

Abbiamo intenzione di replicare il progetto con le nuove classi, scegliendo sempre nuovi argomenti di interesse scientifico che possano appassionare i bambini e contribuire a costruire in loro una coscienza ambientale e scientifica più consapevole. Vorremmo portare avanti e , quindi, ripetere l'esperienza di videoconferenza con i maggiori esperti italiani delle tematiche che andreamo a studiare perchè riteniamo che le tecnologie digitali e multimediali debbano essere usate al meglio insegnando agli studenti che i computer e la rete non sono solamente fonte di gioco ma uno strumento potentissimo e utilissimo per accrescere le proprie conoscenze e creare contatti tra persone che si trovano nei luoghi più disparati del pianeta.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Redazione Giornalistica

COMPRENSIONE ED USO DEL LINGUAGGIO GIORNALISTICO, USO TECNOLOGIE INFORMATICHE PER LA COMUNICAZIONE (PRESENTAZIONE PPT, SOFTWARE IMPOSTAZIONE TIPOGRAFICA) – PUBBLICAZIONE SU SITO SCUOLA

1. Project summary
Summary: 

IL PROGETTO NASCE DALL’IDEA DI AMPLIARE L’ATTIVITA’ DELLA BIBLIOTECA CON UN LABORATORIO CHE AVESSE LO SCOPO DI FORMARE UN GRUPPO DI ALUNNI DI 4a E 5 a SUI LINGUAGGI DELL’INFORMAZIONE. TALE GRUPPO COSTITUISCE LA REDAZIONE GIORNALISTICA CON IL COMPITO DI RACCOGLIERE MATERIALI, SELEZIONARE LE INFORMAZIONI PROVENIENTI DALLE VARIE CLASSI E SCRIVERE ARTICOLI, INTERVISTE…. LA REDAZIONE SI OCCUPA DI IMPOSTARE TIPOGRAFICAMENTE GLI ARTICOLI E GIUNGERE ALLA CREAZIONE DI UN GIORNALE CON USCITA MENSILE. IL PROGETTO NASCE NEL 2006 E VEDE LA COLLABORAZIONE ANCHE DI TESTATE LOCALI. NEL CORSO DI QUEST’ANNO SCOLASTICO SI E’ DECISO DI AFFIANCARE AL GIORNALE CARTACEO, IL GIORNALE ON-LINE PUBBLICATO SUL SITO DELLA SCUOLA: www.edoardovillanova.it

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
VILLANOVA DI GUIDONIA. COMUNE GUIDONIA MONTECELIO
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
SCUOLA INFANZIA/PRIMARIA CIRCOLO DIDATTICO GUIDONIA 3
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
ANNA MARIA DI LORENZO
E-Mail: 
23700@istruzione.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/01/2006
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Capacità di ricerca delle informazioni, uso autonomo degli strumenti informatici. Il progetto si svolge in contesto scolastico e in orario extrascolastico

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

E’ stata raggiunta la capacità di utilizzare autonomamente strumenti informatici per prodotti finalizzati all’informazione e alla comunicazione

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
fondo incentivante per i docenti, facile consumo per i materiali
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
01/01/2006
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Barriers: 

LABORATORI INFORMATICI NON SEMPRE FUNZIONANTI

Solutions: 

FONDI PER LA GESTIONE E L’ASSISTENZA TECNICA

Future plans and wish list: 

CONTINUARE IL PROGETTO

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

"Psycolab"

Così testimoniano gli studenti:Psycolab è utile perché ci permette di esprimere le nostre opinioni e conoscere quelle degli altri.

1. Project summary
Summary: 

"Psycolab" è una piattaforma gratuita. E' un blog utilizzato per lo studio e l'approfondimento in un contesto accattivante per i partecipanti.Sono coinvolte le classi del biennio e del triennio dell'Indirizzo SPP. E' costruito con linguaggio asp. Le sezioni sono le seguenti:Concorso albo scuole. (197articoli),DARWIN (24),DISABILITA' (13),DIZIONARIO (22), ELEMENTI STATISTICA (61),Erikson (5),ETA' DI MEZZO (7),FILM (44),FREUD (84),FROMM (14), GESTALT (4),GIOCO (7),Giovani (11),Indirizzo psicodinamico (101),INTELLIGENZA (14),Intervista a esperti(14),LAVORO (4), MEMORIA (16), Ottava fase (4), PENSIERO (5),PRIMI ANNI DI VITA (84), PSICOLOGIA SOCIALE (55),PUBBLICAZIONI (1),RICERCA (55),Scuola (14),SOGNI (12),SONDAGGIO (51),Studente efficace 103)
TEST (62),Training Autogeno (14),TV (15),UMORISMO (9),VIAGGI (7)

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Chioggia
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Liceo SPP "G.Veronese" Chioggia
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Ruggeri Fortunata
E-Mail: 
lilianaprof@interfree.it
6. Website
The website of the project: 
http://www.didafree.it/public/blog/psicolab/dblog/
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
26/10/2007
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Risp. le ragazze -Psycolab è utile per vari motivi: uno di questi perché possiamo svolgere i compiti da casa utilizzando il pc, il che può essere un modo anche più divertente di imparare. Poi, possiamo esprimerci come meglio crediamo e possiamo fare un confronto tra le nostre risposte e quelle dei compagni. Inoltre, nel blog sono presenti anche articoli che riguardano opinioni delle ragazze di altre classi del triennio così se qualcuno ha qualche curiosità sul programma che andrà a svolgere l’anno successivo può leggere gli articoli e farsi un' idea.

What does it try to achieve and how: 

Con la continua ricerca- azione; con la documentazione e l'approfondimento.

Which opportunities/problems does it address to: 

Psycolab è un altro piacevole ed interessante metodo di comunicazione tra noi ragazzi. Attraverso il blog riusciamo ad esprimere le nostre idee e pensieri e a capire anche quello che pensano gli altri. E' facile il collegamento on line anche a casa. Io penso che si potrebbe migliorare l’attività cercando di aprire un dialogo diretto tra noi ragazzi proprio per comunicare direttamente su ciò che si pensa riguardo a un argomento concordato. Gli articoli pubblicati sono tutti quegli argomenti che trattiamo dalla classe prima fino ad oggi:psicologia, sociologia, comunicazione, ricerca, arte, attualità, solidarietà, diversità, pari opportunità,intercultura, sondaggi di opinione, test, e interviste ad esperti..

Please explain what is unique or special in your project: 

Scrivere in questo blog è stato piacevole e bello perché è un’attività diversa dalle altre. E' utile e coinvolgente e alleggerisce il carico di impegno quotidiano a scuola e a casa.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Risp. delle alunne- potrebbe servire anche in altre esperienza della mia vita. E' un mezzo importante ed efficace per imparare. Non richiede molto tempo e imparare è sempre utile.

How does it fulfill the users’ needs: 

Risp. delle alunne-Questa attività è molto interessante. Penso che si potrebbe estendere anche ad altre materie. Ho risposto a molti argomenti nel blog. Tutti sono stati molto interessanti ma solo alcuni in particolare mi hanno colpita. Uno di questi è l’ultimo articolo che parla dell’intelligenza del pc dove ognuno ha detto la sua e si è arrivati alla conclusione che i pc non sono intelligenti. Molto interessante è stato anche lo studio, non ancora concluso della statistica. Uno dei primi articoli che ho trovato molto simpatico e divertente era descrivere le caratteristiche di un insegnante modello. Ho risposto anche a questionari su Freud, e su altri studiosi importanti della psicologia.

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Gli alunni del biennio e del triennio del Liceo SPP

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

risp. le alunne- è molto utile, soprattutto perché possiamo imparare cose nuove e scrivere il nostro parere sulle cose che e sul mondo che ci circonda e possiamo anche leggere il parere delle compagne delle altre classi.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Ache la possibilità di collegarsi a casa è molto comoda, così puoi leggere tutti gli articoli che ci sono nel blog nella tranquillità di casa tua. Fino ad oggi ho risposto a 22 articoli che riguardano: l’umorismo, l’indirizzo psicodinamico, come avere successo a scuola, le emozioni, il training autogeno, veri commenti sulla visione di film, la personalità, Sigmund Freud, Alfred Adler e il complesso d’inferiorità, la psicopatologia nella vita quotidiana, le varie facce della vita quotidiana, Erick Fromm, test di Lucher, gli extracomunitari, sondaggio sull’orario scolastico, la comprensione, le conclusioni dell’anno scolastico, se è meglio leggere ad alta voce o no, lo sviluppo del pensiero intelligente, il pensiero, l’uso del pc della tv e del cellulare, questionario sull’esperienza di psycolab; l'intervista a insegnanti e artisti come la scultrice Franca Dalcomune.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

E' un utile strumento on line. Tutti possono fruirne gratuitamente

Describe how you measure (parameters) these results: 

Interviste e sondaggi periodici

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 3 to 6 years
12. Transferability
What lessons can others learn from your project: 

A studiare in modo attivo e coinvolgente, scivere, approfondire, ricercare, indagare, pubblicizzare,...

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Lo spazio è offerto gratuitamente dal web master della scuola elementare Chioggia 2.

Barriers: 

Al momento non ci sono state difficoltà

Future plans and wish list: 

Di continuare su questa strada

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data
Syndicate content