• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 33.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 6.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 14.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.

Problem solving

Un computer per ogni studente

“L’obiettivo di usare un personal computer quotidianamente a casa e a scuola, al pari di un quaderno e non come strumento accessorio, è certamente ambizioso e non è mai

1. Project summary
Summary: 

Il progetto che prevede di usare un personal computer quotidianamente a casa e a scuola, al pari di un quaderno e non come strumento accessorio,  si sposa con la certezza che vada superato il modello dell’ora di informatica.

Il computer non è della scuola ma del bambino, può essere usato tutte le mattine a scuola e, quando si vuole, al pomeriggio; il computer affianca il quaderno e la classe ridiventa un laboratorio.

Alle famiglie degli studenti, giustamente interessate, è stata  garantita la piena congruenza del progetto con gli obiettivi e le finalità  delle classi coinvolte.  Il ruolo delle famiglie è, come sempre, molto importante: a loro è richiesto di seguire i figli nello svolgimento dei compiti a casa, siano essi assegnati su quaderni, libri o computer.

A scuola i computer non sono stati usati in modo continuativo per più di un'ora, e per non più di due ore nell'arco della giornata.

 

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Rivoli, Novi Ligure e Pavone Canavese
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
1° Circolo Didattico Rivoli e Istituto Majorana di Grugliasco (TO)
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Paola Limone
E-Mail: 
paola.limone@gmail.com
6. Website
The website of the project: 
http://share.dschola.it/olpc/jumpc.aspx
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
06/10/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il principale obiettivo che la sperimentazione si propone è quello di verificare le potenzialità dell'inserimento dell'uso del "computr nello zainetto" nei percorsi didattici quotidiani e di sperimentare l'uso di strumenti  "inusuali" nelle scuole. 

L'aspetto innovativo del progetto risiede nella possibilità di “rendere le tecnologie digitali di comunicazione un elemento davvero importante per la facilitazione degli apprendiment"i. Ogni allievo, avendo il suo pc portatile, è stato guidato ed invitato ad usarlo nelle attività didattiche e nei diversi campi di conoscenza.

Il lavoro di preparazione del "kit didattico" (scelta dei siti autorizzati per la navigazione, scelta dei software didatticamente utili da installare) è un altra importantissima novità. Non è la macchina a fare scuola, è sempre il docente che prepara percorsi didattici in base alle esigenze curricolari della propria classe. L'insegnante ha però bisogno di poter progettare attività e percorsi su computer che siano già ampliamente arricchiti di risorse e che garantiscano sicurezza e poca manutenzione .

Come già detto, a differenza di qualsiasi computer usato normalmente, i computer del bambino devono richiedere pochissima manutenzione (sono sempre con lui), non devono prendere virus e devono proteggere la navigazione sia a casa che a scuola.

Con un'adeguata progettazione e con una collaborazione tra scuole tecniche superiori e scuole primarie ci siamo riusciti con ottimi risultati. Gli studenti dell'ITIS Majorana di Grugliasco - dove il professor Zucchini insegna informatica - hanno preparato i JumPC, testandoli e attrezzandoli con una ricca gamma di software pronti all'uso fin dai primi giorni di scuola e con il collegamento wireless a Internet. Il loro aiuto è stato fondamentale e ha sollevato gli insegnanti della scuola primaria da problemi eccessivi legati al collaudo e alle installazioni.

I computer  utilizzano un’interfaccia software utile a semplificare la gestione delle operazioni con icone grandi e accattivanti, e a tutelare i minori. Magic Desktop, questo è il nome dell’interfaccia, è avviato in automatico all’accensione del computer e permette al bambino di utilizzare soltanto i moduli previsti al suo interno (videoscrittura, giochi, disegni) e i programmi autorizzati dai genitori, previo inserimento di password.

Allo stesso modo è possibile controllare l’uso di Internet, mediante la  preselezione di  siti considerati navigabili. Quest’ultimo accorgimento è a mio parere uno dei più validi del “parental control” e viene chiamato “white list”: noi abbiamo autorizzato 900 siti sicuri e adatti ai bambini della scuola primaria, 80 “preferiti” facilmente raggiungibili.
Al motore di ricerca in dotazione è stato sostituito il motore “Ricerche Maestre” .

Sono stati selezionati e quindi utilizzati dai bambini numerosi programmi ritenuti utili nella didattica e il cui uso non pretende il pagamento di diritti  d’autore (si tratta di software libero): ambienti per l’elaborazione delle immagini, per la realizzazione di mappe mentali e concettuali, per lo studio della geometria e della geografia, per la scrittura e per il disegno.
 

What does it try to achieve and how: 

Tutta l'attività  é stata attentamente pianificata. 

Il progetto ha previsto l'individuazione di:

1. materie scolastiche/campi di apprendimento

2. obiettivi

3. aspetti metodologici

4. risorse digitali e motivazioni del loro impiego

5. risultati attesi

6. fasi di lavoro

7. schede di valutazione da parte degli insegnanti

8. schede di autovalutazione per gli alunni

Materia scolastica,

Obiettivi

Aspetti metodologici

Risorse digitali

Motivazioni dell'impiego delle risorse digitali

Risultati attesi

 

Area linguistico – espressiva

 

1.  1. Scrittura e lettura

Saper scrivere, modificare semplici testi

 

Saper inserire immagini

 

Saper inserire video, audio

 

Saper progettare in gruppo

Sintesi testuali

 

Creazione di storie, racconti e fiabe

 

Testi liberi

Programmi di word processing

Flessibilità offerta dalle risorse digitali:

Discutere

Progettare

Modificare

Scrivere

Correggere

Arricchire

Verificare

Cancellare

Integrare

Condividere

Adeguare

Valutare

Riorientare

 

Miglioramento nella strutturazione dei testi

Miglioramenti nella capacità di riassumere un testo.

Miglioramento nella capacità di autocorrezione.

Miglioramento della capacità di lettura.

Crescita nei rapporti di collaborazione.

 

 

 

 

2.    2. Scrittura e lettura LINGUA STRANIERA

Saper scrivere semplici testi

Saper fare semplici traduzioni

Saper inserire immagini e audio nel testo

 

Dettati

 

Dialoghi

 

Testi liberi

Programmi di word processing

 

Traduttori online

 

 

 

 

 

 

Flessibilità offerta dalle risorse digitali

Miglioramento nella strutturazione di semplici proposizioni in lingua inglese.

 

Miglioramento nella capacità di autocorrezione.

 

Più sicurezza nella lettura e nella traduzione

 

area matematico-scientifico-tecnologica

area storico-geografica

area linguistico-artistico-espressiva

 

3. Attività grafiche e creative

Saper disegnare al computer

Saper ricercare, importare, modificare, salvare le immagini(disegni, fotografie)

Saper creare fotogallery

Disegno libero o a tema

Modifica di una fotografia o di un disegno(con consegna)

Inserimento di elementi grafici in testi o fotografie.

Programmi per disegno

Programma per ritocco fotografico

 

Possibilità di di sviluppare la propria creatività utilizzando gli effetti grafici resi disponibili dai software di grafica

 

Sviluppo delle capacità grafico pittoriche

 

Maggior precisione nel disegno geometrico.

 

Capacità di progettare in maniera collaborativa

4. Ricerca, selezione, organizzazione e elaborazione di informazioni

 

Saper usare Internet per fare ricerche e per conoscere ambienti diversi

 

Saper selezionare tra le tante informazioni quelle utili al proprio lavoro.

 

Costruire un percorso di ricerca

 

Caccia al tesoro” digitale

 

Simulazione di viaggi

Visite ad ambienti virtuali

Motori di ricerca

 

Siti di interesse didattico

 

Link preorganizzati dai docenti

 

Ricchezza di informazioni a disposizione

 

Miglioramento nella capacità di ricerca di informazioni e di risposte a domande date.

Miglioramento della capacità di riassumere e rielaborare le informazioni acquisite

 

Miglioramento nell’esposizione del proprio lavoro di ricerca (scritto o orale)

5. Gioco

 

Saper trovare e usare giochi su internet e sul computer

Saper essere collaborativo nei momenti di gioco

 

Giochi su singole discipline per:

introdurre un nuovo argomento

Ripassare

Consolidare

Approfondire

Giochi caricati sul computer e su internet (portali per bambini)

 

Validità di molti giochi didattici utilizzabili nelle varie discipline

 

Capacità di coinvolgimento e stimolo al miglioramento dei giochi a punteggio.

 

Acquisizione più rapida e sicura di concetti legati alle diverse discipline.

 

 

 

 

 

6. Schematizzazioni e mappature

 

Saper progettare, collaborativamente e con l’aiuto dell’insegnante diagrammi, mappe mentali e concettuali

 

Produrre mappe in gruppo, con l’aiuto dell’insegnante e individualmente

 

Programmi per rappresentazioni grafiche della realtà

 

Possibilità di lavorare ad una mappa in diverse fasi, modificandola ed arricchendola nel corso dell’anno scolastico

 

Arricchimento delle capacità personali di rappresentazione grafica della realtà.

 

7.Modellizzazioni

Saper investigare

Ideare un'operazione o una sequenza di operazioni (modello) che riproduca il comportamento della macchina (sistema sperimentale).

 

"elaboratori" che acquisiscono dei dati (input) e li trasformano in un risultato (output)

 

 

Migliorare l'abilità di calcolo a mente e la comprensione delle operazioni aritmetiche

applicare il concetto di modello

 

Traguardi di Competenze (tratti dalle Nuove indicazioni)

 

1. Essere in grado di usare le tecnologie e i linguaggi multimediali per sviluppare il proprio lavoro in più discipline, per presentarne i risultati e anche

per potenziare le proprie capacità comunicative.

2.Utilizzare strumenti informatici e di comunicazione in situazioni significative di gioco e di relazione con gli altri.

3.Seguire istruzioni d’uso e saperle fornire ai compagni.

4.Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente con le funzioni e i principi di sicurezza che gli vengono dati.

 

Fasi di lavoro
 

OTTOBRE-NOVEMBRE

Fase di familiarizzazione con il jumpc ( a casa ed a scuola)

Attività di gioco (vedi punto 5)

Attività grafiche e creative (vedi punto 3)

Parallelamente i bambini avranno il compito di esercitarsi nella scrittura alla tastiera, per permetter loro di affrontare con maggior sicurezza le attività di scrittura.

DICEMBRE –GENNAIO

Inizio attività di scrittura e lettura in lingua italiana e straniera (punti 1 e 2)

Inizio attività di ricerca, selezione, organizzazione ed elaborazione di informazioni (punto 4)

Inizio produzione di schematizzazioni e mappature (punto 6)

FEBBRAIO

Stesura primi risultati della sperimentazione (preferibilmente in concomitanza con la preparazione delle schede di valutazione)

Consegna agli alunni di una scheda di autovalutazione e di valutazione del jumpc

Febbraio:
 

  1. Fase di familiarizzazione con il jumpc ( a casa ed a scuola) (solo classe di NOVI LIGURE

  2. Attività di gioco ( punto 5)

  3. Attività grafiche e creative (punto 3)

  4. Attività di esercitazione nella scrittura alla tastiera ( leggermente difforme da quella che utilizzano normalmente)

Marzo – Aprile – 15 Maggio

 

  1. Attività di scrittura e lettura in lingua italiana e straniera (punti 1 e 2);

  2. Attività di ricerca, selezione, organizzazione ed elaborazione di informazioni (punto 4)

  3. Produzione di schematizzazioni e mappature (punto 6)

  4. Attività di investigazione come modello del metodo scientifico

 

15 Maggio – Giugno
 

  1. Attività di verifica
     

  1. Consegna di un questionario di autovalutazione e di valutazione del jumpc
     

  1. Stesura dei risultati della sperimentazione
     

 

 

Which opportunities/problems does it address to: 

Alcune riflessioni:
 

perchè progetti simili abbiano successo sul piano didattico/formativo è indispensabile un accordo e la partecipazione  di tutte le componenti del team (insegnanti contitolari, prevalenti, di sostegno, di lingua straniera, prevalenti, stellari, planetari....). Tale partecipazione potrà ovviamente avere livelli di competenza e  tempi diversi, ma vedrà comunque unito il corpo docente intorno al curricolo da sviluppare anche con l'apporto delle tic in classe.
 

non ha senso che un collega di una singola disciplina (o di poche) sia lasciato solo a gestire tutta l'attività: è il fallimento della nostra idea, l'esatto contrario di quanto ci si sta prefiggetndo come obiettivo.
 

     

Please explain what is unique or special in your project: 

Alcune riflessioni:
 

perchè progetti simili abbiano successo sul piano didattico/formativo è indispensabile un accordo e la partecipazione  di tutte le componenti del team (insegnanti contitolari, prevalenti, di sostegno, di lingua straniera, prevalenti, stellari, planetari....). Tale partecipazione potrà ovviamente avere livelli di competenza e  tempi diversi, ma vedrà comunque unito il corpo docente intorno al curricolo da sviluppare anche con l'apporto delle tic in classe.
 

non ha senso che un collega di una singola disciplina (o di poche) sia lasciato solo a gestire tutta l'attività: è il fallimento della nostra idea, l'esatto contrario di quanto ci si sta prefiggetndo come obiettivo.
 

     

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il valore della condivisione

Il progetto “Un computer per ogni studente” ha previsto, fin dai primi passi, che il materiale prodotto dal gruppo di lavoro fosse messo a disposizione di tutti in rete: schede tecniche e didattiche, suggerimenti per la configurazione dei computer, elenchi dei programmi installati e suggerimenti di attività e percorsi attuabili, riflessioni sull’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica, programmazioni di classe, relazioni sul lavoro in corso di svolgimento.
A supporto della comunicazione ci è stato offerto anche un blog nelle pagine del quotidiano La Stampa: è in questo spazio che noi docenti abbiamo raccontato i passaggi più significativi del nostro lavoro in classe, linkando materiali prodotti dai bambini e documenti che possono essere utili o interessanti per chiunque stia seguendo il progetto.

 

How does it fulfill the users’ needs: 

Le attività realizzate in maniera gradevole, stimolante, collaborativa, propositiva si traducono in apprendimento.

Non solo: si dà modo a tutti di esprimersi, realizzare e costruire conoscenze con attività insolite, diversificate e personalizzate.

Ma permette anche agli insegnanti di predisporre attività mirate per tutti gli alunni. 

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

coinvolto 4 classi di tre scuole primarie più una scuola superiore

9 docenti di scuola primaria e 3 docenti della scuola superiore di secondo grado, 33 ragazzidelle superiori.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Gli elementi che rendono il progetto una “buona pratica” per migliorare l'educazione e la formazione dei giovani a nostro parere possono essere: 

- dal punto di vista metodologico:  il lavoro collaborativo ( tutti partecipano alla costruzione e condivisione delle conoscenze con un apporto personale e ciò vale anche gli alunni che presentano  difficoltà )

- dal punto di vista delle abilità, il divenire capaci di selezionare le informazioni raccolte

- dal punto di vista dei contenuti, l’acquisizione di conoscenze anche con l'utilizzo di strumenti multimediali

- l'acquisizione di una maggiore autostima  nel rendersi partecipi e protagonisti del proprio apprendimento
 
 

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Il progetto ha permesso di migliorare:

  1. la capacità degli insegnanti di collaborare e  di confrontarsi con altre metodologie didattiche.
  2. la competenza nell’uso delle TIC.
How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Gli elementi che rendono il progetto una “buona pratica” per migliorare l'educazione e la formazione dei giovani a nostro parere possono essere: 

- dal punto di vista metodologico:  il lavoro collaborativo ( tutti partecipano alla costruzione e condivisione delle conoscenze con un apporto personale e ciò vale anche gli alunni che presentano  difficoltà )

- dal punto di vista delle abilità, il divenire capaci di selezionare le informazioni raccolte

- dal punto di vista dei contenuti, l’acquisizione di conoscenze anche con l'utilizzo di strumenti multimediali

- l'acquisizione di una maggiore autostima  nel rendersi partecipi e protagonisti del proprio apprendimento
 
 

Describe how you measure (parameters) these results: 

Tutte le attività realizzate sono pubblicate sul sito http://share.dschola.it/olpc/jumpc.aspx 

Il nostro interesse , in quanto docenti, è soprattutto quello di vedere i nostri studenti pieni di curiosità e di voglia di imparare, impegnati e cooperativi, pronti ad affrontare nuove difficoltà nel passaggio ad una classe o ad un livello di scuola successivo.
Il computer e la rete in classe ci hanno aiutato molto, molto abbiamo dovuto fare con le nostre programmazioni e la nostra esperienza.

E’ sempre e comunque l’insegnante a dover progettare percorsi significativi, e a dover cercare le migliori strategie per raggiungere gli obiettivi previsti. Il computer è uno dei tanti strumenti a sua disposizione.
Siamo convinte che se il modello di lezione resta di tipo frontale difficilmente l’utilizzo di tecnologie potrà incidere in modo significativo sull’apprendimento.
 

Le strategie per prova e verifica in un’ottica costruzionista, la valutazione/autovalutazione in progress e collaborativa, la consapevolezza della perfezionabilità, possono invece rendere docenti e allievi protagonisti nel percorso di apprendimento e autoapprendimento. 

Riportiamo la valutazione qualitativa finale del progetto:

Motivazioni emerse:

La  possibilità offerta di avere “il mondo sulla porta di casa” ha stimolato la volontà di fare ricerca e di reperire informazioni nel web, oltre che sui libri scolastici.

La possibilità di salvare in rete i propri lavori, rendendoli così pubblici e condividendoli ha maggiormente motivato gli alunni, che hanno posto maggior cura nell’esposizione e nell’autocorrezione.

Cosa e' cambiato, cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, qualche sorpresa?

Maggiore facilità nel fare ricerche, utilizzando libri e internet in classe.

Sono migliorati i rapporti di cooperazione in attività quali la scrittura e la ricerca, la produzione di semplici video.

 

·        Grazie al computer i bambini hanno anche imparato ad utilizzare le fotografie, i files musicali (registrazioni vocali e musica), i disegni, i video le parole per esprimere sentimenti e per raccontare.

·        Le mappe mentali e concettuali che abbiamo fatto per anni sui quaderni e alla lavagna ora sono costruite dai bambini sui loro computer, sono salvate in rete e quindi  riutilizzabili da qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento

·        La possibilità di avere un controllo ortografico automatico (la sottolineatura) ha aiutato i bambini a riflettere sulla lingua e sui possibili errori commessi. Grande vantaggio in particolare per i bambini stranieri.

·        I ragazzini che hanno avuto l'opportunità di partecipare a questo progetto hanno acquisito un modo diverso di pensare al computer: non solo gioco, ma lavoro, apprendimento, condivisione, collaborazione.

·        Molte delle loro famiglie hanno conosciuto un modo diverso di lavorare fianco a fianco con i propri figli, in molte occasioni imparando da loro.

·        Abbiamo avuto naturalmente anche dei problemi, di perdita di documenti e di blocco dei computer in momenti inopportuni, o di password di protezione da sostituire.

·        D'altra parte l'esperienza è stata utile per ribadire (nel caso ce ne fosse ancora bisogno) l'importanza di una protezione per i minori che, per quanto consapevoli e responsabilizzati, sono pur sempre bambini/ragazzini con tutte le curiosità perfettamente naturali alla loro età, curiosità che possono soddisfare in pochi minuti (non parliamo qui della qualità delle risposte ma della quantità) grazie alla rete.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
Gruppo Consiliare Regionale "Insieme per Bresso" , Intel e Olidata (computer in comodato d' uso perl'anno scolastico 2008-2009)
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Il progetto si è svolto nelle scuole del 1° Circolo di Rivoli (TO), nel 1° Circolo di Novi Ligure (AL) e nel Circolo di Pavone Canavese (TO).

Molte scuole italiane ci hanno contattati, ed hanno tratto spunto dal nostro progetto e dai materali da noi messi a disposizione per preparare progetti analoghi

Intel, Olidata e Mondo Digitale hanno organizzato in alcune scuole di Roma e Palermo laboratori informatici con i jumpc.

A Roma si è trattato di un laboratorio prettamente dedicato alla lingua inglese, a Palermo all' ambito matematico.

In questi casi i computer rimanevano a scuola.

I docenti avevano la possibilitò di utilizzare un software di controllo di tutti i computer degli studenti (che nel nostro progetto abbiamo scelto di non usare.)

What lessons can others learn from your project: 

Sviluppare le capacità informatiche nella consapevolezza che  anche le nuove tecnologie sono un mezzo per realizzare gli obiettivididattici.

Sviluppare la creatività

Creare motivazione apprendere

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Barriers: 

Occorre che il team sia disponibile non solo a collaborare, ma ad acquisire competenze informatiche.

Future plans and wish list: 

Speriamo per il futuro, che chi si occupa ad alti livelli di istruzione si renda conto di quanto di buono, nascendo dalla scuola per le scuole, possa essere valorizzato e replicato in altre realtà.
La collaborazione tra scuola primaria e scuola secondaria si è rivelata vincente, un valore aggiunto senza il quale nulla avrebbe funzionato così bene.

 

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

“Il doppiaggio”

Nella scuola media dell’Istituto Comprensivo Falcone, il doppiaggio di brevi filmati in francese scaricati da Internet offre la possibilità di sperimentare la lingua nel contesto d’uso esercitando la

1. Project summary
Summary: 

Il doppiaggio di brevi filmati in lingua straniera scaricati da Internet è iniziato nell'anno scolastico 2007-08 nell’Istituto Comprensivo Falcone di Grottaferrata. L’idea è scaturita all’interno del percorso A scuola con soddisfazione quando sono stati usati la videocamera digitale, il computer e un editor audio video negli esperimenti di scienze e nel telegiornale scientifico per migliorare la dizione e il commento all’esecuzione dell’esperimento.

L'idea del doppiaggio in francese è nata per superare una difficoltà momentanea: nuovo docente di francese, non avevo ancora ricevuto il libro in adozione nelle classi; intendevo poi stimolare gli alunni ad un uso creativo delle nuove tecnologie. Altra novità, che ho introdotto dopo le prime ore di lezione, è stata l'uso del lettore mp3 per ascoltare i brani presenti nel CD allegato al libro. Il lettore mp3 ha il vantaggio di essere molto più pratico del CD e può contenere brani di uso didattico scaricati da internet.
L'utilizzo del video partiva anche dall'esigenza di ricreare situazioni reali in quanto più coinvolgenti delle proposte del libro di testo che rischiano di apparire artificiose.
La pratica del doppiaggio nell’insegnamento della lingua straniera si svolge in orario curriculare e fa parte di un percorso in cui gli alunni sono abituati a utilizzare il computer per registrare i brevi dialoghi introduttivi delle unità didattiche.
L'approccio con il doppiaggio inizia con i ragazzi che vedono e ascoltano il filmato digitale in lingua francese poi, ascoltando in cuffia l’audio originale per sincronizzarsi con il movimento delle labbra, recitano la parte del personaggio per registrare un nuovo audio.
Impersonare ruoli in situazioni in cui tra gli attori intercorre un dialogo telefonico per prenotare un tavolo al ristorante, un dialogo, o anche la semplice descrizione di un luogo, consente di ascoltare e produrre enunciati della lingua d’uso potendo assaporare il reale contesto delle cose che circondano le parole per lo meno attraverso le immagini.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Grottaferrata (RM)
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
IC Giovanni Falcone
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Luciano Nisticò
E-Mail: 
RMIC8BT00Q@ISTRUZIONE.IT
6. Website
The website of the project: 
http://web.mclink.it/MM3594/Luciano_Nistico/Benvenuti.html
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2007
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Negli esperimenti di scienze obiettivo del doppiaggio è la possibilità di migliorare progressivamente il commento all’esecuzione dell’esperimento.
Nelle lezioni di lingua francese l’obiettivo del doppiaggio è principalmente la possibilità di migliorare la pronuncia.
L'attività in lingua francese si svolge durante le due ore curricolari di lingua francese; il doppiaggio degli esperimenti si svolge in orario curricolare di scienze o italiano.

What does it try to achieve and how: 

Dal punto di vista tecnico sono state sperimentate due modalità:
il primo anno con Movie Maker di Windows ed il software Audacity, software gratuito per registrare, importare e esportare file audio in qualunque formato, tagliare e mixare tracce, applicare effetti particolari;
il secondo anno con un portatile Apple ed il software iMovie.
In entrambi i casi gli studenti possono sostituire l’audio originale dei video in francese registrando un nuovo audio, usando attivamente la lingua francese giovandosi dell’ascolto del messaggio originale e dell’ancoraggio delle parole alle cose nella multimodalità visivo-uditiva.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

L'impegno degli alunni sia nella fase di preparazione, sia durante le registrazioni, è notevole, anche perché sono consapevoli che la registrazione mantiene traccia del risultato conseguito attraverso il loro lavoro.
Alle attività ha partecipato, conseguendo notevoli risultati, anche un'alunna diversamente abile.

I video in cui la lingua francese è inserita nel reale contesto narrativo e sociale consentono agli alunni di sperimentare la lingua dove le parole sono ancorate alle cose nella multimodalità del segnale visivo-uditivo.

Nel laboratorio scientifico, la registrazione video degli esperimenti di scienze ha l'obiettivo di rendere la procedura trasmissibile. Il successivo miglioramento dell’audio originale offre la possibilità di spostare la prospettiva sull’ascoltatore del messaggio e sulla procedura dell’esperimento.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto di doppiaggio in francese è nato all'inizio dell'anno scolastico 2007-08 per superare una difficoltà temporanea: non avevo ancora ricevuto il libro in adozione nelle classi.
Ho utilizzato la strumentazione tecnologica di mia proprietà: il primo anno un portatile con sistema operativo Windows XP ed il secondo un portatile Mac e due casse per amplificare l'audio.

Segnalo il sito http://www.laits.utexas.edu/fi/ dell'Università del Texas; il sito http://www.lepointdufle.net/ specifico per la didattica del francese; la sezione dedicata allo studio del francese sul sito della BBC. Per gli ascolti si possono scaricare anche i podcast creati per l’apprendimento del francese: fra gli altri http://www.podcastfrancaisfacile.com/ .

Barriers: 

Da parte degli alunni non si sono riscontrati problemi di alcun tipo. Il primo anno la novità li ha incuriositi; il secondo anno gli alunni delle classi prime, durante le lezioni, hanno più volte registrato i dialoghi presenti nel libro di testo ed il doppiaggio era percepito come la prosecuzione di quella attività.
L'unica difficoltà riscontrata finora riguarda l'utilizzo di un solo computer per la registrazione.
Per quanto riguarda i video in lingua originale, fortunatamente internet viene in soccorso, ma si può forse anche pensare di stralciare qualche breve brano da un DVD in lingua originale.
Per quanto riguarda il doppiaggio dei filmati di scienze è necessaria un'accurata preparazione delle modalità di esecuzione dell'esperimento e del testo.

Future plans and wish list: 

Visti i risultati positivi raggiunti, in termini di partecipazione, impegno e qualità della pronuncia , l'esperienza sarà proposta agli alunni delle nuove classi prime e proseguita con le classi seconde. Sarebbe interessante creare un progetto con una scuola francofona in cui si studia l'italiano, creare e scambiarsi filmati di vita quotidiana affinché gli alunni non madrelingua li possano doppiare.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

A Scuola con Soddisfazione

L’I.C. Falcone riprende gli esperimenti di scienze all’interno del laboratorio scolastico e con un editor audio-video sostituisce il commento originale all’esperimento con un commento più formale.

1. Project summary
Summary: 

Nella scuola media dell’IC G. Falcone il laboratorio scientifico è parte fondamentale del percorso conoscitivo. Attraverso il progetto “A scuola con soddisfazione” si registrano gli esperimenti di scienze con la videocamera, si possono ritoccare le registrazioni attraverso un editor audio – video e si affinano i commenti all’esecuzione degli esperimenti. Nel sito web della scuola, nella piattaforma www.think.com o su www.mclink.it/personal/MM3594 è poi possibile mettere in vetrina la registrazione degli esperimenti di scienze. “
Se faccio imparo” è la raccolta di esperimenti per la didattica delle scienze nella scuola media che capitalizza l’esperienza accumulata nella pratica pluriennale del laboratorio di scienze.

Le insegnanti forniscono inoltre, agli allievi, schede operative con indicazioni e risultati per l'esecuzione dell'attività e per guidare i risultati raggiunti durante l’esperimento che andranno a comporre un quaderno di attività personale. Una parte degli esperimenti in vetrina è accessibile dal sito web http://www.mclink.it/personal/MM3594/ .

Il progetto “A scuola con soddisfazione è partito con le docenti Laura Bellisario e Giustina Delfino. Nella fase successiva che ha portato alla produzione delle schede operative per i ragazzi hanno lavorato Giustina Delfino e Annarosa Bognini, per i “Quaderni”del primo e del secondo anno, successivamente altri docenti, sempre coordinati dalla referente del progetto. Negli ultimi tre anni il prof. Luciano Nisticò ha pensato di unire la sua competenza di doppiaggio e ripresa video al nostro lavoro, allargando la sfera della comunicazione ad ambiti più ampi.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Grottaferrata-RM
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I.C. G.Falcone
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Giustina Delfino
E-Mail: 
RMIC8BT00Q@ISTRUZIONE.IT
6. Website
The website of the project: 
http://www.icgfalcone.it/homes.htm
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2004
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

I propositi educativi e sociali e la valenza educativa dell’esperienza riguardano l’alfabetizzazione scientifica nel contesto scolastico del laboratorio scientifico e nel contesto mondiale della rete telematica.

What does it try to achieve and how: 

Attraverso l’utilizzo delle tecnologie per imparare e per comunicare: la videocamera digitale trattiene memoria dell’esperimento scientifico, accompagnato dal commento orale alla sua esecuzione. Gli allievi ascoltando e osservando il video possono migliorarlo con uno specifico software che sostituisce l’audio originale.

Which opportunities/problems does it address to: 

Il tema principale è la diffusione delle esperienze svoltesi nel laboratorio scientifico dell’IC G.Falcone in altre scuole dove questa pratica è meno radicata. Le situazioni di comunicazione pubblica di procedure e risultati offrono la possibilità di considerare con onestà scientifica i dati ottenuti in via sperimentale e gli effetti delle conclusioni che altri possono trarre dalle proprie affermazioni (responsabilità).

Please explain what is unique or special in your project: 

La comunicazione efficace, la diffusione in rete e la possibilità di personalizzare il materiale didattico.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

La pubblicazione degli esperimenti su www.think.com

How does it fulfill the users’ needs: 

I progetti diffusi in rete sono a disposizione di tutti in un ambiente di scuole.

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

15 dei 26 esperimenti prodotti nel corso di questo anno sono disponibili in rete sul sito www.mclink.it/personal/MM3594

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Gli allievi esercitano il problem solving in fase di lavoro, quando raccontano la procedura e quando considerano i risultati attesi e in particolare quelli inattesi cercando le cause di quest’ultimi grazie al pensiero creativo e critico.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

La ripresa video li conduce a migliorare la manualità nell'esecuzione delle varie esperienze e soprattutto a curare la forma espositiva, in quanto l'obiettivo è far comprendere ad altre persone, in modo semplice e tale da stimolare la curiosità, concetti a volte complessi. I ragazzi si sentono completamente presi nel loro ruolo che è quello di trasferire ad altri ciò che hanno appreso con uno stimolo enorme per loro, dato dal pubblico che li ascolta.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Attraverso l’utilizzo di tecnologie nel campo didattico e con la diffusione in rete dei risultati ottenuti, commentati e descritti dagli alunni stessi.

Describe how you measure (parameters) these results: 

L'interesse suscitato negli allievi, la voglia di partecipare, il desiderio di trasmettere ad altri quanto imparato, l'importanza della collaborazione, dell'impegno, hanno portato nel tempo a costituire un gruppo fortemente motivato in cui tutti si sentono partecipi e protagonisti.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
09/01/2004
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
What lessons can others learn from your project: 

L'uso del laboratorio nell'insegnamento delle scienze, svolto in modo creativo e motivante. Siamo disponibili ad offrire ad altri la nostra esperienza

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto ha origine nel laboratorio scientifico della scuola e proprio da lì inizia a diffondersi. Partecipano al progetto alunni e professori dell’istituto e gli utenti in rete.

Barriers: 

Il progetto richiede all'insegnante tempo da dedicare alla preparazione dei materiali da utilizzare e per seguire gli allievi e nell'attività loro affidata.

Solutions: 

Utilizzando una parte delle ore di scienze e le ore libere dei due docenti direttamente coinvolti, quando occorre seguire gli allievi individualmente.

Future plans and wish list: 

Incentivare lo scambio dei lavori tra le scuole. Le scuole che chiedono di entrare a far parte di questa piattaforma ricevono un accreditamento ed hanno un amministratore nominale che da agli altri insegnanti la possibilità di accedere.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Fisica in Laboratorio

Gli allievi del triennio del liceo Enriques possono partecipare ad un percorso di fisica in laboratorio nelle ora pomeridiane.

1. Project summary
Summary: 

Il progetto “Fisica in Laboratorio” propone l’uso delle tecnologie per imparare a raccogliere i dati e a rappresentarli con il supporto del foglio elettronico di calcolo. L’andamento delle attività di laboratorio viene poi raccolto e diffuso in rete tramite il sito web della scuola http://web.romascuola.net/liceoenriques in particolare attraverso presentazioni in Power Point. Le esperienze di lavoro del progetto vanno avanti dall’a.s.1999/2000 e sono ad oggi dirette a tutti gli studenti del triennio, dopo essere state aperte nei due anni precedenti solo agli allievi delle classi di Orietta Proietti, che ha potuto continuare il progetto grazie al rinnovamento costante della strumentazione del laboratorio e grazie alla collaborazione delle insegnanti Rossella Mancini e Fiamma Fabbri appositamente formate con un corso di specializzazione nel campo.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Liceo Scientifico F.Enriques
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Orietta Proietti
E-Mail: 
liceo.enriques@libero.it
6. Website
The website of the project: 
http://web.romascuola.net/liceoenriques/
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/06/2001
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

“L’obiettivo non è solo quello di orientare alla fisica, ma di abituare gli studenti ad affrontare un problema, a trovare gli strumenti idonei per risolverlo e a prospettare soluzioni. Fornire cioè quegli strumenti che consentano loro di decodificare la realtà e di esprimere giudizi relativamente a problematiche scientifiche.
Ritengo inoltre che tale attività costituisca una forma di didattica laboratoriale connotata da un forte significato orientativo secondo il modello
ESPLORAZIONE – SPERIMENTAZIONE – SCELTA
proposto dalla Prof.ssa Marisa Michelini (docente di fisica all’Università di Udine e membro del Gruppo Tecnico Scientifico nazionale per l’Orientamento).
Orietta Proietti

What does it try to achieve and how: 

Il progetto si sviluppa attraverso le esperienze pratiche realizzate all’interno del laboratorio di fisica del liceo Enriques in cui è presente una ricca strumentazione che consente di realizzare esperienze che vanno dalla meccanica alla fisica moderna.
Attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti nella ricerca sul web di altre e possibili esperienze da realizzare, si stimola la loro autonomia nella ricerca, la loro creatività e la capacità operativa.
Inoltre coinvolgendo direttamente i ragazzi nell’esposizione del loro lavoro si contribuisce a una consapevole formazione, responsabilizzazione e cooperazione nel campo professionale.

Which opportunities/problems does it address to: 

Il progetto propone una formazione professionale adeguata e ricca di esperienze sul campo. Attraverso il decison making gli allievi stessi decidono autonomamente chi fa che cosa e in che ordine.Alla fine del percorso, quando le attività sono meno strutturate, esercitano le capacità del pensiero creativo, quando, ad esempio, organizzano un esperimento che scelgono per verificare un’ipotesi. In seguito, nel confronto con i risultati ottenuti dagli altri ragazzi si esercita il pensiero critico.

Please explain what is unique or special in your project: 

L’utilizzo di strutture e strumentazioni adeguate e in continuo rinnovamento, la presenza di personale adeguatamente formato e specializzato, la produzione di materiale che può essere utilizzato anche nella didattica curriculare.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

L’ottimo esito del progetto ha permesso di utilizzare il laboratorio da un numero sempre crescente di docenti e studenti anche in orario curriculare e di continuare a rinnovare le strutture adibite alle attività. Inoltre è stata realizzata una “formazione informale continua” dei docenti e degli assistenti tecnici che in questi anni hanno partecipato al progetto ad opera dei docenti “esperti”.

How does it fulfill the users’ needs: 

Tutte le esperienze vengono diffuse in rete sul sito della scuola e sono pertanto accessibili a tutti.
Gli studenti che svolgono le attività in orario pomeridiano, fungono da tutor ai propri compagni di classe che svolgono le attività di mattina o a studenti delle scuole medie che svolgono progetti in continuità per l’obbligo d’istruzione.

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Attualmente sono coinvolti direttamente nel progetto quarantacinque studenti di classi diverse che a cascata disseminano in istituto le conoscenze e le competenze acquisite.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Il progetto insegna ai ragazzi ad affrontare i problemi con gli strumenti trovando gli strumenti adeguati per risolverli e prospettando soluzioni.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Attraverso la diffusione delle esperienze didattiche sul sito web della scuola.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Durante le esercitazioni di laboratorio, gli studenti non manipolano solo le strumentazioni ma raccolgono dati, usano il foglio elettronico per costruire tabelle e grafici, interpretano i dati, relazionano le attività mediante presentazioni in powerpoint, si scambiano in rete osservazioni e materiali tra loro e con gli insegnanti realizzando una “comunità in rete”

Describe how you measure (parameters) these results: 

Vengono considerati come indicatori per la valutazione: l’interesse e la partecipazione attiva alle attività proposte,la capacità di lavorare in gruppo e di saper ascoltare le idee altrui, l’autonomia nel reperire informazioni, la capacità di apportare contributi personali, la creatività e la capacità operativa, le competenze informatiche, la capacità di relazionare l’attività svolta in modo chiaro e riproducibile da altri .
La valutazione usa come strumenti: le relazioni di laboratorio, le presentazioni in power point.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

IC “Leonori” di Acilia-Roma In che modo? Attività di laboratorio di Scienze per studenti in situazione di difficoltà nell’apprendimento.

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto, nato sette anni fa, inizialmente era rivolto solo ai miei studenti per cercare di eseguire, in orario pomeridiano, l’attività di laboratorio che è indispensabile per acquisire il metodo sperimentale ma che non è possibile svolgere nel numero esiguo di ore curriculari di lezione.
Successivamente la richiesta del Dirigente Scolastico, Prof.ssa Donatella Bresciani, e del Collegio Docenti di aprire l’attività anche agli altri studenti del liceo, ha reso necessario il coinvolgimento di altri docenti di Matematica e Fisica. Poiché nessuno dei miei colleghi era laureato in Fisica ho svolto un corso di aggiornamento per “socializzare” con loro le competenze di laboratorio. Tale socializzazione è poi continuata con le colleghe (Fiamma Fabbri e Rossella Mancini) che hanno nel tempo condiviso con me e reso possibile l’attuazione del progetto che negli anni è cresciuto sia nei contenuti che nei materiali prodotti.
I docenti che negli anni hanno partecipato all’attività hanno riversato nella pratica didattica ciò che hanno acquisito nell’esecuzione delle varie fasi del progetto e hanno utilizzato i materiali didattici prodotti: schede di laboratorio, schema della relazione finale.

Barriers: 

La mancanza di risorse, la concorrenza in istituto di attività più “ludiche”, la disaffezione degli studenti verso le discipline scientifiche.

Solutions: 

Proponendo attività laboratoriali con strumentazione tecnologicamente più vicina alla realtà degli studenti: attrezzature sportive per la rilevazione di accelerazioni e velocità durante una corsa, navigatore satellitare, applicazione del laser,……

Future plans and wish list: 

Abbiamo aderito al progetto pilota Scienze e Automazione del MPI che prevede l’acquisto di strumentazioni informatiche che consentiranno, attraverso opportuni sensori, la raccolta di un gran numero di dati da elaborare on line.
Inoltre contiamo di avere a breve una lavagna interattiva in laboratorio con la quale svolgere attività di “laboratorio virtuale”.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

“Maratona di Matematica”

In vista della Maratona di Matematica nell’Istituto Fanelli – Marini il software Kabrì Geometre II Plus è usato per la preparazione e la selezione dei partecipanti.

1. Project summary
Summary: 

La Maratona di Matematica è diretta agli allievi del terzo anno di tutte le scuole medie d’Italia che selezionano internamente i candidati che parteciperanno alla competizione nella giornata densa d’iniziative organizzata dall’Istituto Fanelli Marini. L’iniziativa nasce da un’idea della prof.ssa Luisa Pelli, in quiescenza, e dall’entusiasmo e dall’impegno del Dirigente scolastico uscente Maria Ruffino
Aprile, prosegue attualmente con la coordinazione dell’insegnante di matematica e scienze CristinaBrajon e il sostegno del Dirigente scolastico Ornella Bergamini. Con l’intento di valorizzare gli studi scientifici.La selezione dei partecipanti alla Maratona tra le alunne e gli alunni dell’Istituto Fanelli-Marini avviene attraverso un’altra gara di matematica, il Kangourou. Per la preparazione degli alunni si utilizza il software Kabrì Geometre II Plus. Con il quale è possibile fare esercizi di matematica on line e avere un feedback immediato sui risultati.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma (Ostia Antica)
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I C A. Fanelli – F. Marini
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Cristina Brajon
E-Mail: 
nomail@nomail.nomail
6. Website
The website of the project: 
http:// www.icfanelli.it/
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
09/01/1997
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

La Maratona di Matematica ha lo scopo di promuovere la ricerca, l’approfondimento, la speculazione matematica nella scuola media e, nel contempo, abituare le allieve e gli allievi a un approccio motivante e giocoso, nella consapevolezza che la matematica è strumento essenziale per capire, descrivere e interpretare la realtà.

What does it try to achieve and how: 

Gli alunni che partecipano alla maratona vengono accuratamente selezionati. Nel caso specifico dell’IC Fanelli Marini i partecipanti alla maratona sono i vincitori di un'altra gara selettiva indetta nell’istituto chiamata Kangourou. I ragazzi si preparano esercitandosi con il software Kabrì Geometre II Plus con il quale è possibile esercitarsi on line ed avere un feedback immediato dei risultati.

Please explain what is unique or special in your project: 

L’uso delle tecnologie è per imparare: con il software Kabrì Geometre II Plus è possibile fare esercizi di matematica on line e avere un feedback immediato sui risultati

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

La maratona organizzata dall’istituto in collaborazione con il Dipartimento di Matematica
dell’Università “La Sapienza” di Roma e il Ministero della Pubblica Istruzione si tiene ogni anno dall’ a.s. 1997. L’esperienza tesaurizzata dall’Istituto Fanelli-Marini nell’insegnamento della matematica nel sempre più complesso quadro scientifico-tecnologico è in seguito consegnata alle euristiche per la preparazione di gruppi di eccellenza

How does it fulfill the users’ needs: 

La maratona è uno sbocco professionale per i vincitori e un’esperienza formativa per tutti i partecipanti.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

I ragazzi si allenano con uno specifico software per le esercitazioni matematiche i cui risultati vengono diffusi on line al fine di ricevere un feedback e di incentivare comunicazione e collaborazione tra gli alunni.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

La partecipazione alla maratona è stata incrementata grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Matematica dell’Università “La Sapienza” di Roma e il Ministero della Pubblica Istruzione.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Tramite il software Kabrì Geometre II Plus con il quale è possibile fare esercizi di matematica on line e avere un feedback immediato sui risultati.

Describe how you measure (parameters) these results: 

individuazione delle possibili soluzioni per un quesito logico-matematico o un problema pratico;ricerca di soluzioni non standardizzate;valutazione degli approcci differenti;scoperta di stereotipi nell’approccio ai problemi e costruzione di nuovi modelli operativi;commento linguistico scritto delle sequenze operative;discussione orale in gruppo delle strategie e delle soluzioni.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Sponsorships
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
09/01/1997
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

L’Istituto Comprensivo Fanelli Marini promuove e organizza dal 1997 la Maratona di Matematica in collaborazione con il Dipartimento di Matematica dell’Università “La Sapienza” di Roma e il Ministero della Pubblica Istruzione. L’iniziativa nasce da un’idea della prof.ssa Luisa Pelli, in quiescenza, e dall’entusiasmo e dall’impegno del Dirigente scolastico uscente Maria Ruffino Aprile, prosegue attualmente con la coordinazione dell’insegnante di matematica e scienze Cristina Brajon e il sostegno del Dirigente scolastico Ornella Bergamini.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

“Il Forno Solare”

Le allieve e gli allievi del 120° Circolo Gandhi hanno fatto ricerca per costruire con materiali poveri un forno solare a scopo dimostrativo e - grazie agli impianti della piattaforma ATENA per la con

1. Project summary
Summary: 

La costruzione di un forno solare a scopo dimostrativo con materiali poveri nella scuola
primaria del 120° Circolo2 ha avuto luogo nel quadro dell’adesione alla settimana dello sviluppo sostenibile proclamata dall’Unesco. Il forno solare è una scatola: la base misura
70×50 cm, l’altezza 50 cm circa. Per costruire un forno solare a scopo educativo
occorrono:4 una scatola di cartone, un foglio d’alluminio, molti fogli di giornale, una lastra di vetro,una lastra di lamiera, un pennarello nero, un rotolo di nastro adesivo, un barattolo di colla. Due strati di cartone liberi di muoversi attaccati con il nastro adesivo a uno dei lati della scatola compongono il coperchio del forno solare. La parte esterna del coperchio è stata tagliata al centro per lasciare spazio a una lastra di vetro attaccata con il nastro adesivo. Nella parte interna del coperchio c’è un foglio di alluminio attaccato al cartone con la colla. Il foglio d’alluminio nella strato interno del coperchio corrisponde alla lastra di vetro nella parte esterna. Nella parte interna della scatola c’è un vano in corrispondenza della lastra di vetro, il fondo del vano è una lastra di lamiera colorata di nero, le pareti sono di cartone. Il vano è tenuto fermo da fogli di giornale accartocciati che riempiono gli spazi vuoti tra le pareti esterne della scatola e le pareti del vano interno. Nel vano interno la temperatura si alza rapidamente grazie al calore del sole. La costruzione del forno è stata preceduta da esperienze dirette degli effetti del calore solare.
Giorgia, della classe quinta, racconta di aver scoperto nel cortile della scuola che un cartoncino
bianco e un cartoncino nero freddi prima di essere esposti al sole dopo essere stati esposti al sole hanno comportamenti diversi: il cartoncino bianco diventa meno caldo del cartoncino nero perché il cartoncino nero attira la luce del sole e sulle mani brucia. Le esperienze di Energia solare e del Forno solare rientrano nel quadro della piattaforma Atena (Avanzate Tecnologie e Nuovi Apprendimenti) per la condivisione dei lavori delle scuole,dall’ambito scientifico allo stare bene a scuola.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
120° CD Mahatma Gandhi
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Walter Cozzolino
E-Mail: 
nomail@nomail.nomail
6. Website
The website of the project: 
http://www.mahatmagandhi.it/index.htm
7. Please select the category in which you candidate your project
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
09/01/2006
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Nella sede centrale del 120° Circolo Didattico ci sono i laboratori d’informatica, di
cucina, di scienze, di ceramica, di lingua seconda, il teatro, e la biblioteca. Nel plesso di via Fabriano ci sono i laboratori d’informatica, di cucina, di lingua seconda, e la biblioteca. Nel plesso di via Pennabilli ci sono i laboratori d’informatica, di cucina, di musica, di lingua seconda, l’aula multimediale e la biblioteca. Nel plesso di Largo P. Rossi ci sono i laboratori d’informatica, di manipolazione, di lingua seconda.Il forno solare costruito dalle bambine e dai bambini della scuola primaria in via Corinaldo con gli insegnanti Maria Gentile, Maria Carolina Picaro, Rita Pompa, Walter Cozzolino, ha partecipato al concorso dell’Enel “Energia in gioco”, nel quale ha ricevuto una menzione speciale. “Abbiamo costruito questo forno solare – ricorda Maria Carolina Pitaro - che ha fatto capire ai bambini qual era l’obiettivo che si voleva raggiungere: si sono resi conto che ci sono strategie che si possono utilizzare per risparmiare energia elettrica”.

What does it try to achieve and how: 

L’uso delle tecnologie è per imparare e per comunicare. La capacità di apprendere in rete è stata esercitata cooperativamente a distanza: grazie alla connessione in videoconferenza tra le scuole di Atena bambine e bambini della scuola primaria hanno illustrato il forno solare e descritto la procedura per costruirlo alle ragazze e ai ragazzi più grandi di una scuola secondaria di primo grado di Tivoli. La capacità di apprendere in Rete è stata esercitata cooperativamente in presenza in gruppi in genere di due quattro allievi a uno stesso computer per la ricerca dei materiali e degli accorgimenti per il risparmio energetico.

Which opportunities/problems does it address to: 

Il progetto vuole indirizzare i bambini alla consapevolezza e alla scoperta di fonti energetiche alternative e di facile produzione ed utilizzo. Inoltre,l’esperienza della videoconferenza apre la strada ai bambini ad un mondo di comunicazione in tempo reale e senza barriere e allo scambio di informazioni e conoscenza fondamentali per il progresso e per il futuro delle loro generazioni.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Le esperienze di Energia solare e del Forno solare rientrano nel quadro della piattaforma Atena (Avanzate Tecnologie e Nuovi Apprendimenti) per
la condivisione dei lavori delle scuole, dall’ambito scientifico allo stare bene a scuola. Il forno solare costruito dalle bambine e dai
bambini della scuola primaria in via Corinaldo con gli insegnanti Maria Gentile, Maria Carolina Picaro, Rita Pompa, Walter Cozzolino, ha partecipato al concorso
dell’Enel “Energia in gioco”, nel quale ha ricevuto una menzione speciale.

How does it fulfill the users’ needs: 

Rendere funzionali i materiali di scarto presi da altri contesti per costruire il forno solare stimola il problem solving. Il pensiero creativo e il pensiero critico sono stimolati nella ricerca della soluzione migliore dal punto di vista energetico, la capacità di relazioni interpersonali dalla natura relazionale delle attività.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Attraverso la consapevolezza del possibile utilizzo di materiali ed energie alternative a basso costo e tramite l’apprendimento e la comunicazione in rete.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Attraverso la diffusione delle informazioni in rete delle esperienze vissute dai bambini durante lo svolgersi del progetto

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Le impressioni e le attività dei bambini sono state diffuse in rete. L’intero progetto inoltre, è stato completato con un commento simultaneo fatto dai bambini

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
Less than 1 year
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il 120° Circolo Didattico Gandhi si trova nel V Municipio tra i quartieri di San Basilio e di Torraccia, in prossimità dell’uscita 12 del G.R.A. e della stazione
Rebibbia della metro B. Nella sede centrale del 120° Circolo Didattico ci sono i laboratori d’informatica, di cucina, di scienze, di ceramica, di lingua seconda, il
teatro, e la biblioteca. Nel plesso di via Fabriano ci sono i laboratori d’informatica, di cucina, di lingua seconda, e la biblioteca. Nel plesso di via Pennabilli ci
sono i laboratori d’informatica, di cucina, di musica, di lingua seconda, l’aula multimediale e la biblioteca. Nel plesso di Largo P. Rossi ci sono i laboratori
d’informatica, di manipolazione, di lingua seconda. Il corpo docente e il personale ATA sono composti rispettivamente di 155 e 25 elementi. Gli allievi iscritti sono 998, di cui 27 stranieri provenienti prevalentemente dalla Romania,
dall’Europa dell’Est, dal Sudamerica e di cui 58 disabili. Gli studenti del 120° Circolo Didattico orbitano nel V Municipio; il livello d’istruzione delle famiglie di
provenienza è medio-basso. Tra i progetti più significativi del 120° Circolo Didattico, ci sono:
• Sapere i sapori
• Cittadinanza attiva

Future plans and wish list: 

L’ ambizione più grande è quella di donare consapevolezza alle generazioni future che uno sviluppo sostenibile è possibile e dev’essere incentivato .

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data
Syndicate content