• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 33.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 6.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 14.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.

multimedialità

Viaggio di istruzione virtuale

Far partecipare al viaggio di istruzione un ragazzo costretto a rimanere in casa a causa della malattia

1. Project summary
Summary: 

Ad un mese dall’inizio della scuola si comincia a discutere per organizzare il viaggio di istruzione. In classe l’euforia è altissima. Tre giorni assieme, ma la fatalità vuole che un ragazzo venga colpito da una malattia che gli impedisce la frequenza. Addio viaggio di istruzione. L’idea, far partecipare all’organizzazione del viaggio anche lui attraverso i mezzi informatici. Si stabiliscono la data, l’itinerario, i luoghi da visitare tutto attraverso la ricerca in internet. Non basta, il viaggio viene realizzato e l’alunno, attraverso messenger e le e-mail segue costantemente tutte le tappe del viaggio. Oltre ai messaggi e alle indicazioni sui luoghi visitati si scambiamo idee e riflessioni, fotografie. Durante il giorno, mentre i compagni visitano le località, segue, attraverso internet, tutto il percorso, raccoglie informazioni, e successivamente, al momento del contatto scopre se i compagni hanno seguito e apprezzato la visita. La preparazione del progetto prevede di far acquisire competenze informatiche a tutti i componenti la classe, per l’alunno ammalato, oltre al pc fisso viene usato anche quello portatile per i periodi di degenza in ospedale. Le esercitazioni sono settimanali e permettono di acquisire competenze di ricerca e organizzazione utilizzando internet, di mantenere i contatti con il compagno utilizzando e-mail e messenger

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Codroipo Friuli Venezia Giulia
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Scuola Secondaria Statale di 1° grado Giuseppe Bianchi
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Sandro Fabello
E-Mail: 
sandro.fabello@istruzione.it
6. Website
The website of the project: 
http:// friuli.qnet.it/bianchi
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/11/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Obiettivi educativi e didattici viaggiano di pari passo: la scoperta dell’uso di internet per fare conoscenza e relazionare in forma attiva, Conoscere località a distanza. Riconoscere la complessità e l’adattamento a situazioni nuove e improvvise. Trovare risorse positive anche in situazioni drammatiche. Saper accettare e reagire alle difficoltà. Casa e scuola, imparare attraverso i mezzi informatici, sentirsi perciò partecipi della vita di classe

What does it try to achieve and how: 

L’uso delle e-mail, di messanger, di internet, della web cam, di software ha permesso di apprendere e comunicare a distanza

Which opportunities/problems does it address to: 

L’apprendimento a distanza, sentire la presenza della classe, vivere a distanza le opportunità degli altri, riconoscere le proprie difficoltà e superarle

Please explain what is unique or special in your project: 

In questa situazione l’unicità è rappresentata dal caso affrontato e dal come tutti hanno contribuito alla riuscita. Le idee risolutive venivano di giorno in giorno. I problemi venivano superati con grande sforzo di volontà

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Ottimi risultati per il ragazzo ammalato sia per l’apprendimento scolastico che per il superamento della malattia, per i coetanei è stata un’esperienza che ha fatto maturare la consapevolezza dell’aiuto reciproco, ha fatto comprendere come la volontà permetta di raggiungere grandi obiettivi

How does it fulfill the users’ needs: 

Ottimi, perché l’obiettivo prefissato ha fatto sì che l’alunno non si lasciasse andare e soprattutto ha fatto vivere intensamente un’esperienza di collaborazione reciproca che per gli adolescenti non è sempre scontata

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Tutte la classi

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

L’aiuto reciproco, la consapevolezza di poter contribuire alla riuscita di un progetto, la creatività nel dare idee hanno permesso di far maturare capacità di relazione molto forti

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Docenti e alunni hanno messo in gioco le loro competenze per far funzionare l’intera organizzazione. Dall’uso dei pc e delle periferiche alle strategie didattiche e metodologiche

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Utilizzare e apprendere attraverso la multimedialità è stato l’argomento costante di tutto il progetto. Saper installare software, destreggiarsi tra mezzi informatici con il problem solving, apprezzare la tecnologia non solo per i giochi o per scaricare musica e filmati

Describe how you measure (parameters) these results: 

l’osservazione sistematica dei risultati raggiunti sia in classe che casa, senza la competenza informatica o senza la conoscenza degli argomenti il progetto si sarebbe arenato. I tempi rispettati nelle consegne, la creatività nelle discussioni hanno permesso di adeguare il processo formativo.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 3 to 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto ha avuto origine pensando a come far partecipare un ragazzo impossibilitato a frequentare la scuola a tutte le iniziative che la scuola avrebbe intrapreso durante l’anno scolastico. Hanno partecipato all’iniziativa i docenti, gli alunni della classe e la famiglia. Inizialmente l’Ufficio Scolastico Regionale doveva contribuire all’acquisto della tecnologia, ma poi la famiglia ha fatto da sola.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

PoliCulturaKids

PoliCultura è un’iniziativa del Politecnico di Milano per la scuola italiana, realizzata dal Laboratorio HOC del Dipartimento di Elettronica e Informazione, che si pone l’obietti

1. Project summary
Summary: 

Gli obiettivi educativo-didattici del progetto sono:

·         capacità di adattare contenuti complessi a un formato semplice
·         capacità di sintetizzare con efficacia un messaggio multimediale
·         capacità di lavorare in gruppo coordinandosi a vicenda
·         abilità tecniche nella gestione di contenuti multimediali
 
Il progetto si propone anche di far comprendere agli alunni che tecnologie e cultura tradizionale-umanistica possono integrarsi con reciproco beneficio, sviluppando così un atteggiamento diverso nei confronti delle nuove tecnologie.
2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Gorgonzola
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Circolo Didattico "Molino Vecchio" Gorgonzola (MI)
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Emanuela Bramati
E-Mail: 
emabra@fastwebnet.it
6. Website
The website of the project: 
http://www.policultura.it/kids/home.htm
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
04/02/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

PoliCultura KIDS è rivolto agli alunni e ai docenti delle Scuole Primarie. Propone un approccio semplice alle tecnologie multimediali, che consente di  sperimentare come queste possano essere uno straordinario strumento per imparare e comunicare contenuti culturali. Il “compito” che viene richiesto, come già accennato in precedenza, è quello di “raccontare una storia”, attività molto cara ai bambini. Mediante il motore “1001storia”, essi possono creare narrazioni multimediali interattive, assemblando testi, immagini e file audio, utilizzando quindi un linguaggio pluricodicale di grande efficacia comunicativa.

Which opportunities/problems does it address to: 

La narrazione, intitolata "La Shoah - Lo sterminio ebraico", affronta il tema della Shoah, già trattato in classe in occasione della Giornata della Memoria, soprattutto in riferimento al campo di Terezin dove furono rinchiusi moltissimi bambini ebrei, tra i quali Helga Weissova, di cui avevamo visto i disegni. I bambini hanno espresso il desiderio di approfondirlo nonostante la tragicità dell’evento.

 

Please explain what is unique or special in your project: 

La narrazione è stata progettata collettivamente da tuttia la classe ed è stato questo l’aspetto didattico più significativo: avanzare proposte, confrontarle, valutarle per selezionare argomenti e sottoargomenti, ha comportato per i bambini una attenta attività di riflessione, senza però mai perdere di vista l’obiettivo finale.

I bambini si sono sentiti “protagonisti” del percorso, che è stato costruito grazie al contributo personale e creativo di ciascuno. La preparazione dei testi, la ricerca delle immagini, la realizzazione dei disegni, la registrazione delle voci hanno consentito lo sviluppo di abilità importanti, sia nell’ambito cognitivo sia in quello socio-relazionale: la capacità di analisi e sintesi, di confronto e di valutazione critica, la capacità di espressione scritta e grafica, il controllo dell’emotività nella fase della registrazione, la capacità di collaborare e di impegnarsi per un obiettivo comune, il rispetto del punto di vista altrui.

L’utilizzo delle nuove tecnologie ha reso tutto più “leggero” e coinvolgente: visualizzare sul monitor e condividere con gli altri il risultato del proprio lavoro è stato molto gratificante per i bambini.
 

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

L'attività ha portato alla realizzazione di una narrazione multimediale visibile al seguente link:

http://www.policultura.it/meuslive/meuslive.php?projectid=502&wget=1

La narrazione è risultata vincitrice del Concorso Nazionale abbinato al progetto, nella sezione PoliCultura Kids: http://www.policultura.it/vincitori0708.htm

Ho documentato tutto il percorso nel sito di classe al seguente link: http://quintamolino.altervista.org/

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
Less than 1 year
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto è stato portato avanti in modo collaborativo dall'intera classe. Seguendo le dettagliate istruzioni fornite dal Politecnico, abbiamo preparato tutti insieme il piano editoriale, caratterizzato da un’alternanza di fatti storici, testimonianze e riflessioni dei bambini. Abbiamo individuato il titolo della narrazione, gli argomenti e i sottoargomenti. Per alcuni argomenti si è deciso di chiedere ai genitori e ai nonni di raccontare le loro esperienze e i loro ricordi. Concludeva l’intera narrazione un Diario di bordo, come momento di metariflessione su tutta l’esperienza in cui i bambini hanno ripercorso le tappe del lavoro, prendendo consapevolezza del processo messo in atto e dei risultati conseguiti, sia in termini di prodotto finito, ma soprattutto in termini di crescita interiore ed etica.
Successivamente i bambini si sono divisi spontaneamente in coppie e ogni coppia ha scelto liberamente, ma in accordo con i compagni, l’argomento da sviluppare.

È quindi iniziata la fase che prevedeva l’utilizzo diretto del computer.

Prima di tutto abbiamo inserito nel motore il piano editoriale, per avere la visione globale del lavoro che saremmo andati a svolgere.
In seguito ha preso avvio la fase di stesura dei testi e di ricerca delle immagini. In precedenza avevo inserito nel sito della classe alcuni link all’interno dei quali i bambini avrebbero potuto trovare le informazioni necessarie. Ogni coppia ha letto il materiale fornito e ha selezionato le notizie che riteneva più importanti, riscrivendole e rielaborandole con il programma Word. Il Politecnico aveva dato istruzioni molto precise riguardo alla lunghezza dei testi, che dovevano stare tra le 90 e le 120 parole. L’attività ha perciò richiesto una grande capacità di attenzione, riflessione e sintesi.
Per la ricerca delle immagini, abbiamo utilizzato Google, inserendo opportune parole chiave. Le immagini trovate dai bambini venivano salvate nella cartella di coppia, precedentemente preparata, insieme al file di testo.
Ogni tanto facevamo il punto della situazione, per inserire modifiche, aggiustamenti o integrazioni. Ogni bambino ha tenuto un diario di bordo personale, per avere sempre presente il cammino percorso insieme.
Il passo successivo è stata la registrazione delle voci con il programma MyMP3 suggerito dallo staff del progetto. Prove di voci, prove di lettura e di intonazione hanno preceduto la registrazione vera e propria. Ogni coppia, munita di cuffia e microfono ha letto e registrato il testo che aveva predisposto e il file è stato salvato nella rispettiva cartella.
Testi, immagini e file audio sono stati poi inseriti nel motore, che i bambini hanno imparato a gestire senza difficoltà. Insieme alle immagini reperite in Internet, hanno inserito i disegni che ciascuno di loro aveva realizzato sull’argomento. Uno di questi è stato scelto come copertina della narrazione, tramite votazione.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

I RAGAZZI NELLA MULTIMODALITA': La matematica, questa incompresa ..."

Didattica laboratoriale di matematica con la Lavagna Interattiva Multimediale: un viaggio per cogliere la vera essenza della matematica attraverso la logica, l'uso delle T. I. C. e della L. I. M.

1. Project summary
Summary: 

L'idea è nata sia dalla presa di coscenza che il nostro Paese si colloca attualmente, a livello europeo, tra gli ultimi posti nella conoscenza della matematica che dalla necessità di far amare questa disciplina superando la convinzione diffusa che essa sia incomprensibile, spesso lontano dalla realtà e riservata solo a "pochi eletti". A tale scopo, risulta fondamentale la metodologia utilizzata nella didattica, quale strumento per la crescita dell'autostima personale e il conseguimento del successo formativo. Tale idea è stata sviluppata dal coordinatore del progetto , mediante l'uso di una didattica innovativa, basata sulla creazione di un nuovo ambiente di apprendimento caratterizzato dalla presenza delle nuove tecnologie didattiche e della L. I. M. In tal modo, l'attività didattica, risulta più efficace e coinvolgente, favorendo anche una significativa integrazione tra gli alunni. E' stato realizzato un video del progetto (filmati delle presentazioni in PowerPoint del lavoro che ogni alunno ha realizzato e poi presentato ai compagni) contenente il viaggio del tutto originale, effettuato in 4 tappe, al fine di scoprire la vera essenza della matematica e i suoi profondi legami con la vita quotidiana: 1) ricerca di pensieri sulla matematica di alcuni dei più famosi filosofi, matematici e scienziati; 2) studio della Logica matematica (come è nata, che cos'è e a cosa serve) e dei Passatempilogici; 3) studio della Matematica ricreativa (che cos'è e a cosa serve); 4) scelta di alcuni rompicapi (paradossi, enigmi, indovinelli) e di giochi matematici. Il video è stato presentato ai genitori degli alunni nel mese di maggio 2009, in occasione della giornata che l'Istituto ha dedicato al tema: "I ragazzi nella multimodalità".

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Istituto Comprensivo "Nando Martellini" - scuola secondaria di I grado
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Daniela De Vita
E-Mail: 
daniela.devita@fastwebnet.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
16/10/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Which opportunities/problems does it address to: 

Da l'opportunità ai ragazzi di accostarsi allo studio della matematica in un modo, senz'altro, più accattivante e questo gli consentirà di superare le enormi difficoltà che incontrano nello studio di tale disciplina.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Un maggiore coinvolgimento degli alunni nell'attività didattica ed un miglioramento nei risultati finali.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 
  1. conoscenza delle potenzialità dei diversi linguaggi di comunicazione e loro uso
  2. favorire lo sviluppo delle potenzialità degli alunni
  3. sviluppare l'apprendimento condiviso
  4. valorizzare le diversità per un reciproco arricchimento
  5. acquisire maggiore autonomia, autostima e originalità

 

 

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Un ambiente di lavoro che presuppone le T.I.C. e la L.I.M. a scuola ha radicalmente mutato le relazioni comunicative tra studenti e insegnanti. Infatti, si ha la possibilità di mescolare i contenuti digitali nella lezione frontale, trasformando l'ambiente classe in un ambiente di MIXED REALITY dove analogico e digitale, reale e virtuale interagiscono in perfetta sinergia. In tal modo, l'alunno ha la sensazione di non essere più uno spettatore passivo ma il vero protagonista delle lezioni che considera la soluzione di una qualsiasi situazione problematica a cui è arrivato, come una scoperta personale.

Describe how you measure (parameters) these results: 
  1. interesse e impegno
  2. iniziative personali
  3. originalità
  4. qualità del prodotto e della sua presentazione
11. Sustainability
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Il materiale prodotto verrà usato come supporto allo svolgimento delle lezioni nelle altre classi dell'Istituto e potrà essere implementato. Non solo, si cercherà, nel prossimo anno scolastico, di collaborare con altre scuole che saranno interessate a questo tipo di attività.

What lessons can others learn from your project: 

Un nuovo modo di fare scuola dove gli alunni sono attori e il docente è il regista.

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

La realizzazione del progetto è stata resa possibile a seguito di un finanziamento privato utilizzato per l'allestimento di un'aula multimediale di ultima generazione completa di L.I.M. Il progetto, inizialmente di durata annuale, potrà proseguire, probabilmente, anche nei prossimi anni se non ci saranno ostacoli.

Future plans and wish list: 

Sulla base dell'esperienza condotta e dei risultati conseguiti, si auspica che il progetto possa essere esteso a tutte le classi dell'Istituto. Ciò implica la trasformazione di ogni ambiente-classe in una moderna aula multimediale che consentirebbe ai docenti di svolgere, finalmente, una didattica "al passo con i tempi", in linea con quanto stabilito dalla "Strategia di Lisbona". In una società, dove "si legge poco o niente e le immagini e i mezzi di comunicazione rivestono un ruolo quasi esclusivo" tale piano potrebbe far riscoprire ai giovani l'importanza della Cultura e dei Valori umani. Ciò consentirebbe l'individuazione e la crescita delle eccellenze, nonchè il miglioramento della competitività con gli altri paesi.

Quanto sopra richiede, tuttavia, la destinazione solo di congrui finanziamenti, considerata la disponibilità e la professionalità dei docenti dell'Istituto.

Inoltre, alla realizzazione di tale piano si ritiene utile anche l'attivazione di un sito web dell'Istituto che consentirebbe il trasferimento dell'esperienza, lo scambio di informazioni e la collaborazione attiva con altre scuole.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Un computer per ogni studente

“L’obiettivo di usare un personal computer quotidianamente a casa e a scuola, al pari di un quaderno e non come strumento accessorio, è certamente ambizioso e non è mai

1. Project summary
Summary: 

Il progetto che prevede di usare un personal computer quotidianamente a casa e a scuola, al pari di un quaderno e non come strumento accessorio,  si sposa con la certezza che vada superato il modello dell’ora di informatica.

Il computer non è della scuola ma del bambino, può essere usato tutte le mattine a scuola e, quando si vuole, al pomeriggio; il computer affianca il quaderno e la classe ridiventa un laboratorio.

Alle famiglie degli studenti, giustamente interessate, è stata  garantita la piena congruenza del progetto con gli obiettivi e le finalità  delle classi coinvolte.  Il ruolo delle famiglie è, come sempre, molto importante: a loro è richiesto di seguire i figli nello svolgimento dei compiti a casa, siano essi assegnati su quaderni, libri o computer.

A scuola i computer non sono stati usati in modo continuativo per più di un'ora, e per non più di due ore nell'arco della giornata.

 

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Rivoli, Novi Ligure e Pavone Canavese
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
1° Circolo Didattico Rivoli e Istituto Majorana di Grugliasco (TO)
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Paola Limone
E-Mail: 
paola.limone@gmail.com
6. Website
The website of the project: 
http://share.dschola.it/olpc/jumpc.aspx
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
06/10/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il principale obiettivo che la sperimentazione si propone è quello di verificare le potenzialità dell'inserimento dell'uso del "computr nello zainetto" nei percorsi didattici quotidiani e di sperimentare l'uso di strumenti  "inusuali" nelle scuole. 

L'aspetto innovativo del progetto risiede nella possibilità di “rendere le tecnologie digitali di comunicazione un elemento davvero importante per la facilitazione degli apprendiment"i. Ogni allievo, avendo il suo pc portatile, è stato guidato ed invitato ad usarlo nelle attività didattiche e nei diversi campi di conoscenza.

Il lavoro di preparazione del "kit didattico" (scelta dei siti autorizzati per la navigazione, scelta dei software didatticamente utili da installare) è un altra importantissima novità. Non è la macchina a fare scuola, è sempre il docente che prepara percorsi didattici in base alle esigenze curricolari della propria classe. L'insegnante ha però bisogno di poter progettare attività e percorsi su computer che siano già ampliamente arricchiti di risorse e che garantiscano sicurezza e poca manutenzione .

Come già detto, a differenza di qualsiasi computer usato normalmente, i computer del bambino devono richiedere pochissima manutenzione (sono sempre con lui), non devono prendere virus e devono proteggere la navigazione sia a casa che a scuola.

Con un'adeguata progettazione e con una collaborazione tra scuole tecniche superiori e scuole primarie ci siamo riusciti con ottimi risultati. Gli studenti dell'ITIS Majorana di Grugliasco - dove il professor Zucchini insegna informatica - hanno preparato i JumPC, testandoli e attrezzandoli con una ricca gamma di software pronti all'uso fin dai primi giorni di scuola e con il collegamento wireless a Internet. Il loro aiuto è stato fondamentale e ha sollevato gli insegnanti della scuola primaria da problemi eccessivi legati al collaudo e alle installazioni.

I computer  utilizzano un’interfaccia software utile a semplificare la gestione delle operazioni con icone grandi e accattivanti, e a tutelare i minori. Magic Desktop, questo è il nome dell’interfaccia, è avviato in automatico all’accensione del computer e permette al bambino di utilizzare soltanto i moduli previsti al suo interno (videoscrittura, giochi, disegni) e i programmi autorizzati dai genitori, previo inserimento di password.

Allo stesso modo è possibile controllare l’uso di Internet, mediante la  preselezione di  siti considerati navigabili. Quest’ultimo accorgimento è a mio parere uno dei più validi del “parental control” e viene chiamato “white list”: noi abbiamo autorizzato 900 siti sicuri e adatti ai bambini della scuola primaria, 80 “preferiti” facilmente raggiungibili.
Al motore di ricerca in dotazione è stato sostituito il motore “Ricerche Maestre” .

Sono stati selezionati e quindi utilizzati dai bambini numerosi programmi ritenuti utili nella didattica e il cui uso non pretende il pagamento di diritti  d’autore (si tratta di software libero): ambienti per l’elaborazione delle immagini, per la realizzazione di mappe mentali e concettuali, per lo studio della geometria e della geografia, per la scrittura e per il disegno.
 

What does it try to achieve and how: 

Tutta l'attività  é stata attentamente pianificata. 

Il progetto ha previsto l'individuazione di:

1. materie scolastiche/campi di apprendimento

2. obiettivi

3. aspetti metodologici

4. risorse digitali e motivazioni del loro impiego

5. risultati attesi

6. fasi di lavoro

7. schede di valutazione da parte degli insegnanti

8. schede di autovalutazione per gli alunni

Materia scolastica,

Obiettivi

Aspetti metodologici

Risorse digitali

Motivazioni dell'impiego delle risorse digitali

Risultati attesi

 

Area linguistico – espressiva

 

1.  1. Scrittura e lettura

Saper scrivere, modificare semplici testi

 

Saper inserire immagini

 

Saper inserire video, audio

 

Saper progettare in gruppo

Sintesi testuali

 

Creazione di storie, racconti e fiabe

 

Testi liberi

Programmi di word processing

Flessibilità offerta dalle risorse digitali:

Discutere

Progettare

Modificare

Scrivere

Correggere

Arricchire

Verificare

Cancellare

Integrare

Condividere

Adeguare

Valutare

Riorientare

 

Miglioramento nella strutturazione dei testi

Miglioramenti nella capacità di riassumere un testo.

Miglioramento nella capacità di autocorrezione.

Miglioramento della capacità di lettura.

Crescita nei rapporti di collaborazione.

 

 

 

 

2.    2. Scrittura e lettura LINGUA STRANIERA

Saper scrivere semplici testi

Saper fare semplici traduzioni

Saper inserire immagini e audio nel testo

 

Dettati

 

Dialoghi

 

Testi liberi

Programmi di word processing

 

Traduttori online

 

 

 

 

 

 

Flessibilità offerta dalle risorse digitali

Miglioramento nella strutturazione di semplici proposizioni in lingua inglese.

 

Miglioramento nella capacità di autocorrezione.

 

Più sicurezza nella lettura e nella traduzione

 

area matematico-scientifico-tecnologica

area storico-geografica

area linguistico-artistico-espressiva

 

3. Attività grafiche e creative

Saper disegnare al computer

Saper ricercare, importare, modificare, salvare le immagini(disegni, fotografie)

Saper creare fotogallery

Disegno libero o a tema

Modifica di una fotografia o di un disegno(con consegna)

Inserimento di elementi grafici in testi o fotografie.

Programmi per disegno

Programma per ritocco fotografico

 

Possibilità di di sviluppare la propria creatività utilizzando gli effetti grafici resi disponibili dai software di grafica

 

Sviluppo delle capacità grafico pittoriche

 

Maggior precisione nel disegno geometrico.

 

Capacità di progettare in maniera collaborativa

4. Ricerca, selezione, organizzazione e elaborazione di informazioni

 

Saper usare Internet per fare ricerche e per conoscere ambienti diversi

 

Saper selezionare tra le tante informazioni quelle utili al proprio lavoro.

 

Costruire un percorso di ricerca

 

Caccia al tesoro” digitale

 

Simulazione di viaggi

Visite ad ambienti virtuali

Motori di ricerca

 

Siti di interesse didattico

 

Link preorganizzati dai docenti

 

Ricchezza di informazioni a disposizione

 

Miglioramento nella capacità di ricerca di informazioni e di risposte a domande date.

Miglioramento della capacità di riassumere e rielaborare le informazioni acquisite

 

Miglioramento nell’esposizione del proprio lavoro di ricerca (scritto o orale)

5. Gioco

 

Saper trovare e usare giochi su internet e sul computer

Saper essere collaborativo nei momenti di gioco

 

Giochi su singole discipline per:

introdurre un nuovo argomento

Ripassare

Consolidare

Approfondire

Giochi caricati sul computer e su internet (portali per bambini)

 

Validità di molti giochi didattici utilizzabili nelle varie discipline

 

Capacità di coinvolgimento e stimolo al miglioramento dei giochi a punteggio.

 

Acquisizione più rapida e sicura di concetti legati alle diverse discipline.

 

 

 

 

 

6. Schematizzazioni e mappature

 

Saper progettare, collaborativamente e con l’aiuto dell’insegnante diagrammi, mappe mentali e concettuali

 

Produrre mappe in gruppo, con l’aiuto dell’insegnante e individualmente

 

Programmi per rappresentazioni grafiche della realtà

 

Possibilità di lavorare ad una mappa in diverse fasi, modificandola ed arricchendola nel corso dell’anno scolastico

 

Arricchimento delle capacità personali di rappresentazione grafica della realtà.

 

7.Modellizzazioni

Saper investigare

Ideare un'operazione o una sequenza di operazioni (modello) che riproduca il comportamento della macchina (sistema sperimentale).

 

"elaboratori" che acquisiscono dei dati (input) e li trasformano in un risultato (output)

 

 

Migliorare l'abilità di calcolo a mente e la comprensione delle operazioni aritmetiche

applicare il concetto di modello

 

Traguardi di Competenze (tratti dalle Nuove indicazioni)

 

1. Essere in grado di usare le tecnologie e i linguaggi multimediali per sviluppare il proprio lavoro in più discipline, per presentarne i risultati e anche

per potenziare le proprie capacità comunicative.

2.Utilizzare strumenti informatici e di comunicazione in situazioni significative di gioco e di relazione con gli altri.

3.Seguire istruzioni d’uso e saperle fornire ai compagni.

4.Usare oggetti, strumenti e materiali coerentemente con le funzioni e i principi di sicurezza che gli vengono dati.

 

Fasi di lavoro
 

OTTOBRE-NOVEMBRE

Fase di familiarizzazione con il jumpc ( a casa ed a scuola)

Attività di gioco (vedi punto 5)

Attività grafiche e creative (vedi punto 3)

Parallelamente i bambini avranno il compito di esercitarsi nella scrittura alla tastiera, per permetter loro di affrontare con maggior sicurezza le attività di scrittura.

DICEMBRE –GENNAIO

Inizio attività di scrittura e lettura in lingua italiana e straniera (punti 1 e 2)

Inizio attività di ricerca, selezione, organizzazione ed elaborazione di informazioni (punto 4)

Inizio produzione di schematizzazioni e mappature (punto 6)

FEBBRAIO

Stesura primi risultati della sperimentazione (preferibilmente in concomitanza con la preparazione delle schede di valutazione)

Consegna agli alunni di una scheda di autovalutazione e di valutazione del jumpc

Febbraio:
 

  1. Fase di familiarizzazione con il jumpc ( a casa ed a scuola) (solo classe di NOVI LIGURE

  2. Attività di gioco ( punto 5)

  3. Attività grafiche e creative (punto 3)

  4. Attività di esercitazione nella scrittura alla tastiera ( leggermente difforme da quella che utilizzano normalmente)

Marzo – Aprile – 15 Maggio

 

  1. Attività di scrittura e lettura in lingua italiana e straniera (punti 1 e 2);

  2. Attività di ricerca, selezione, organizzazione ed elaborazione di informazioni (punto 4)

  3. Produzione di schematizzazioni e mappature (punto 6)

  4. Attività di investigazione come modello del metodo scientifico

 

15 Maggio – Giugno
 

  1. Attività di verifica
     

  1. Consegna di un questionario di autovalutazione e di valutazione del jumpc
     

  1. Stesura dei risultati della sperimentazione
     

 

 

Which opportunities/problems does it address to: 

Alcune riflessioni:
 

perchè progetti simili abbiano successo sul piano didattico/formativo è indispensabile un accordo e la partecipazione  di tutte le componenti del team (insegnanti contitolari, prevalenti, di sostegno, di lingua straniera, prevalenti, stellari, planetari....). Tale partecipazione potrà ovviamente avere livelli di competenza e  tempi diversi, ma vedrà comunque unito il corpo docente intorno al curricolo da sviluppare anche con l'apporto delle tic in classe.
 

non ha senso che un collega di una singola disciplina (o di poche) sia lasciato solo a gestire tutta l'attività: è il fallimento della nostra idea, l'esatto contrario di quanto ci si sta prefiggetndo come obiettivo.
 

     

Please explain what is unique or special in your project: 

Alcune riflessioni:
 

perchè progetti simili abbiano successo sul piano didattico/formativo è indispensabile un accordo e la partecipazione  di tutte le componenti del team (insegnanti contitolari, prevalenti, di sostegno, di lingua straniera, prevalenti, stellari, planetari....). Tale partecipazione potrà ovviamente avere livelli di competenza e  tempi diversi, ma vedrà comunque unito il corpo docente intorno al curricolo da sviluppare anche con l'apporto delle tic in classe.
 

non ha senso che un collega di una singola disciplina (o di poche) sia lasciato solo a gestire tutta l'attività: è il fallimento della nostra idea, l'esatto contrario di quanto ci si sta prefiggetndo come obiettivo.
 

     

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il valore della condivisione

Il progetto “Un computer per ogni studente” ha previsto, fin dai primi passi, che il materiale prodotto dal gruppo di lavoro fosse messo a disposizione di tutti in rete: schede tecniche e didattiche, suggerimenti per la configurazione dei computer, elenchi dei programmi installati e suggerimenti di attività e percorsi attuabili, riflessioni sull’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella didattica, programmazioni di classe, relazioni sul lavoro in corso di svolgimento.
A supporto della comunicazione ci è stato offerto anche un blog nelle pagine del quotidiano La Stampa: è in questo spazio che noi docenti abbiamo raccontato i passaggi più significativi del nostro lavoro in classe, linkando materiali prodotti dai bambini e documenti che possono essere utili o interessanti per chiunque stia seguendo il progetto.

 

How does it fulfill the users’ needs: 

Le attività realizzate in maniera gradevole, stimolante, collaborativa, propositiva si traducono in apprendimento.

Non solo: si dà modo a tutti di esprimersi, realizzare e costruire conoscenze con attività insolite, diversificate e personalizzate.

Ma permette anche agli insegnanti di predisporre attività mirate per tutti gli alunni. 

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

coinvolto 4 classi di tre scuole primarie più una scuola superiore

9 docenti di scuola primaria e 3 docenti della scuola superiore di secondo grado, 33 ragazzidelle superiori.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Gli elementi che rendono il progetto una “buona pratica” per migliorare l'educazione e la formazione dei giovani a nostro parere possono essere: 

- dal punto di vista metodologico:  il lavoro collaborativo ( tutti partecipano alla costruzione e condivisione delle conoscenze con un apporto personale e ciò vale anche gli alunni che presentano  difficoltà )

- dal punto di vista delle abilità, il divenire capaci di selezionare le informazioni raccolte

- dal punto di vista dei contenuti, l’acquisizione di conoscenze anche con l'utilizzo di strumenti multimediali

- l'acquisizione di una maggiore autostima  nel rendersi partecipi e protagonisti del proprio apprendimento
 
 

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Il progetto ha permesso di migliorare:

  1. la capacità degli insegnanti di collaborare e  di confrontarsi con altre metodologie didattiche.
  2. la competenza nell’uso delle TIC.
How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Gli elementi che rendono il progetto una “buona pratica” per migliorare l'educazione e la formazione dei giovani a nostro parere possono essere: 

- dal punto di vista metodologico:  il lavoro collaborativo ( tutti partecipano alla costruzione e condivisione delle conoscenze con un apporto personale e ciò vale anche gli alunni che presentano  difficoltà )

- dal punto di vista delle abilità, il divenire capaci di selezionare le informazioni raccolte

- dal punto di vista dei contenuti, l’acquisizione di conoscenze anche con l'utilizzo di strumenti multimediali

- l'acquisizione di una maggiore autostima  nel rendersi partecipi e protagonisti del proprio apprendimento
 
 

Describe how you measure (parameters) these results: 

Tutte le attività realizzate sono pubblicate sul sito http://share.dschola.it/olpc/jumpc.aspx 

Il nostro interesse , in quanto docenti, è soprattutto quello di vedere i nostri studenti pieni di curiosità e di voglia di imparare, impegnati e cooperativi, pronti ad affrontare nuove difficoltà nel passaggio ad una classe o ad un livello di scuola successivo.
Il computer e la rete in classe ci hanno aiutato molto, molto abbiamo dovuto fare con le nostre programmazioni e la nostra esperienza.

E’ sempre e comunque l’insegnante a dover progettare percorsi significativi, e a dover cercare le migliori strategie per raggiungere gli obiettivi previsti. Il computer è uno dei tanti strumenti a sua disposizione.
Siamo convinte che se il modello di lezione resta di tipo frontale difficilmente l’utilizzo di tecnologie potrà incidere in modo significativo sull’apprendimento.
 

Le strategie per prova e verifica in un’ottica costruzionista, la valutazione/autovalutazione in progress e collaborativa, la consapevolezza della perfezionabilità, possono invece rendere docenti e allievi protagonisti nel percorso di apprendimento e autoapprendimento. 

Riportiamo la valutazione qualitativa finale del progetto:

Motivazioni emerse:

La  possibilità offerta di avere “il mondo sulla porta di casa” ha stimolato la volontà di fare ricerca e di reperire informazioni nel web, oltre che sui libri scolastici.

La possibilità di salvare in rete i propri lavori, rendendoli così pubblici e condividendoli ha maggiormente motivato gli alunni, che hanno posto maggior cura nell’esposizione e nell’autocorrezione.

Cosa e' cambiato, cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, qualche sorpresa?

Maggiore facilità nel fare ricerche, utilizzando libri e internet in classe.

Sono migliorati i rapporti di cooperazione in attività quali la scrittura e la ricerca, la produzione di semplici video.

 

·        Grazie al computer i bambini hanno anche imparato ad utilizzare le fotografie, i files musicali (registrazioni vocali e musica), i disegni, i video le parole per esprimere sentimenti e per raccontare.

·        Le mappe mentali e concettuali che abbiamo fatto per anni sui quaderni e alla lavagna ora sono costruite dai bambini sui loro computer, sono salvate in rete e quindi  riutilizzabili da qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento

·        La possibilità di avere un controllo ortografico automatico (la sottolineatura) ha aiutato i bambini a riflettere sulla lingua e sui possibili errori commessi. Grande vantaggio in particolare per i bambini stranieri.

·        I ragazzini che hanno avuto l'opportunità di partecipare a questo progetto hanno acquisito un modo diverso di pensare al computer: non solo gioco, ma lavoro, apprendimento, condivisione, collaborazione.

·        Molte delle loro famiglie hanno conosciuto un modo diverso di lavorare fianco a fianco con i propri figli, in molte occasioni imparando da loro.

·        Abbiamo avuto naturalmente anche dei problemi, di perdita di documenti e di blocco dei computer in momenti inopportuni, o di password di protezione da sostituire.

·        D'altra parte l'esperienza è stata utile per ribadire (nel caso ce ne fosse ancora bisogno) l'importanza di una protezione per i minori che, per quanto consapevoli e responsabilizzati, sono pur sempre bambini/ragazzini con tutte le curiosità perfettamente naturali alla loro età, curiosità che possono soddisfare in pochi minuti (non parliamo qui della qualità delle risposte ma della quantità) grazie alla rete.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
Gruppo Consiliare Regionale "Insieme per Bresso" , Intel e Olidata (computer in comodato d' uso perl'anno scolastico 2008-2009)
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Il progetto si è svolto nelle scuole del 1° Circolo di Rivoli (TO), nel 1° Circolo di Novi Ligure (AL) e nel Circolo di Pavone Canavese (TO).

Molte scuole italiane ci hanno contattati, ed hanno tratto spunto dal nostro progetto e dai materali da noi messi a disposizione per preparare progetti analoghi

Intel, Olidata e Mondo Digitale hanno organizzato in alcune scuole di Roma e Palermo laboratori informatici con i jumpc.

A Roma si è trattato di un laboratorio prettamente dedicato alla lingua inglese, a Palermo all' ambito matematico.

In questi casi i computer rimanevano a scuola.

I docenti avevano la possibilitò di utilizzare un software di controllo di tutti i computer degli studenti (che nel nostro progetto abbiamo scelto di non usare.)

What lessons can others learn from your project: 

Sviluppare le capacità informatiche nella consapevolezza che  anche le nuove tecnologie sono un mezzo per realizzare gli obiettivididattici.

Sviluppare la creatività

Creare motivazione apprendere

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Barriers: 

Occorre che il team sia disponibile non solo a collaborare, ma ad acquisire competenze informatiche.

Future plans and wish list: 

Speriamo per il futuro, che chi si occupa ad alti livelli di istruzione si renda conto di quanto di buono, nascendo dalla scuola per le scuole, possa essere valorizzato e replicato in altre realtà.
La collaborazione tra scuola primaria e scuola secondaria si è rivelata vincente, un valore aggiunto senza il quale nulla avrebbe funzionato così bene.

 

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

BLA BLA BLA E-DEMOCRACY E MINORI

“BLA BLA BLA E-DEMOCRACY E MINORI” è un progetto ludico-educativo rivolto ai ragazzi della classe quinta della scuola primaria che utilizzano il linguaggio creativo e strategico del cartone animato di

1. Project summary
Summary: 

Tra le tante informazioni che devono pervenire ai ragazzi è necessario che trovino spazio “i nuovi codici espressivi del linguaggio delle immagini digitali fisse e in movimento”, affinché vengano comprese sintatticamente e siano gestite in modo appropriato.
Attraverso il linguaggio mediatico è infatti possibile effettuare informazione, educazione e socializzazione, ma se l’educazione deve essere divertente, il divertimento deve essere educativo.
Ecco perchè con questo progetto si punta l’attenzione su una forma di comunicazione spesso sottovalutata dal punto di vista educativo e formativo come il cartone animato.
Entrare nei meccanismi della produzione di immagini in movimento è un’attività multidisciplinare che stimola le più diverse abilità creative, riflessive e comunicative e con essa affrontare, in modo creativo, un tema reale e attuale come quello dell’e-democracy.
Si propongono agli alunni attività di lettura attiva di testi, ma anche video e cartoni animati (es. i cartoni animati dell’Unicef), dei Principi Fondamentali della Costituzione, per evidenziare quanto siano un riferimento importante ed essenziale per la convivenza civile e per la costruzione di buoni rapporti tra le persone, in particolare l’articolo 21:
“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”.
Da essa si parte per esplorare altre dichiarazioni sui diritti e doveri a livello mondiale, Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (ONU 10 dicembre 1948), articolo 19:
“Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione.”
Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo (ONU 20 novembre 1959), articolo 7:
“Diritto all’educazione. Il bambino ha diritto a un’educazione che, almeno a livello elementare, deve essere gratuita e obbligatoria. Egli ha diritto ad avere una formazione che arricchisca la sua cultura generale e gli consenta, in una situazione di uguaglianza, di sviluppare le sue facoltà, il suo giudizio personale e il suo senso di responsabilità morale e sociale e di diventare un individuo utile alla società”.
Le proposte didattiche sono sempre legate a fatti quotidiani, in cui ogni ragazzo può riconoscere e proporre la propria esperienza.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
CASSOLA - VI
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CASSOLA – SCUOLA PRIMARIA
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
ADRIANA SARTORE
E-Mail: 
adrianasartore@me.com
6. Website
The website of the project: 
http://civillifelab.ning.com/page/edemocracy-e-minori
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il laboratorio “BLA BLA BLA E-DEMOCRACY E MINORI” è un progetto ludico-educativo dedicato ai ragazzi della scuola primaria per:
• indagare sulle percezioni e conoscenze dei bambini rispetto ai media;
• ideare e realizzare un cartone animato sul tema del rapporto minori, new media ed e-democracy.

What does it try to achieve and how: 

CREATIVITA’ E IL CARTONE ANIMATO: utilizzare uno strumento di “comunicazione giovane”, ecco l’idea di progettare e realizzare un cartone animato digitale, uno strumento immediato e di buon impatto, molto comune nel gergo giovanile, con il quale i minori daranno voce alle loro idee.

Una nuova politica del cartone animato: uno spunto multidisciplinare per un qualsiasi lavoro di classe, per dare voce ai ragazzi e alla loro voglia di parlare - veicolando nello stesso tempo messaggi forti e importanti.
Molte sono le valenze positive che giocano a favore di una tale esperienza: essendo il cinema d’animazione una forma espressiva variamente articolata, richiede necessariamente il contatto, il coinvolgimento e quindi la partecipazione delle varie discipline. Si può dire che il "cartone animato" rappresenta una vera e propria sintesi interdisciplinare, nella quale disegno, suono, linguaggio si fondono insieme in un ritmo spazio-temporale dove le cadenze sono date da un procedimento logico-matematico.
Man mano i ragazzi vengono coinvolti in questo genere di attività e si impadroniscono delle tecniche trovano nuove soluzioni sia tecniche che espressive.
Non dimentichiamo inoltre che con la tecnica del cinema d’animazione ogni immagine o situazione, anche le più assurde e irreali possono prendere forma: nessun limite è dato alla fantasia. Inoltre, caratteristica unica del film d’animazione, vi è l’attesa e quindi la sorpresa, la meraviglia di vedere personaggi, oggetti, prendere vita per la prima volta sullo schermo.

Il cartone animato realizzato potrà essere condiviso nel web attraverso portali dedicati ai video ,attraverso la tecnologia Podcast e fruibile su videotelefoni o sul'iPod, ormai onnipresenti in jeans e zainetti.

Which opportunities/problems does it address to: 

Libertà di espressione e informazione sottintendono l’esistenza di un pubblico in grado di esercitare tale diritto. Radio, stampa, cinema, internet e tv persuadono, influenzano, suggestionano e indirizzano nell’interesse di chi li usa e finanzia. I cittadini possono fare uso della propria libertà critica solo quando sono in grado di comprendere il linguaggio dei media.
Il giornalismo partecipativo (in inglese, citizen journalism) è una nuova forma di giornalismo che vede la partecipazione attiva dei lettori, grazie alla natura interattiva dei nuovi media e alla possibilità di collaborazione tra la moltitudine di utenti collegati alla rete Internet che, come abbiamo potuto constatare negli ultimi anni con la diffusione di YouTube, MySpace, Fluxtv, Flickr, Second Life, Wikipedia, Face Book, utilizzano la natura interattiva del web per partecipare direttamente allo scambio delle notizie e delle idee.
Gli utenti diventano “user generated content”, sono gli utenti stessi che generano stima e popolarità in Rete con il loro agire e interagire quotidiano attraverso il fenomeno comunicativo del word of mouth – passaparola. E’ un sintomo della democratizzazione della produzione di contenuti multimediali reso possibile dalla diffusione di soluzioni hardware e software semplici ed a basso costo.
L’informazione giornalistica tradizionale sta lasciando spazio all’informazione come conversazione e lo spazio ideale ormai acquisito è il blog.
Il principio di generazione dei contenuti stimola il proliferare in Rete di siti personali, blog, audio e video autoprodotti. In particolare i new media stimolano il processo di learning by using - imparare usando, che si lega al producing by using - produrre usando, che porta alla genesi del processo di learning by producing - imparare producendo.
Un meccanismo con evidenti ripercussioni sulle modalità cognitive dei ragazzi che la scuola deve tenere in considerazione. Produrre contenuti audio, video e scritti significa manifestare la propria individualità e volontà di appartenenza a una comunità. L’individualismo si trasforma in ricerca di originalità. La spontaneità diventa individualità.
Per sviluppare una cultura mediale positiva è indispensabile riferirsi a quello spazio consensuale condiviso da molti, che individua nella promozione e nell’esercizio di alcuni diritti l’opportunità concreta di progredire verso lo scopo e lo scenario al quale ispirare le azioni di media education.
Così contestualizzata la Media Education non è solo una pratica didattica o un’esperienza di acculturazione, ma contribuisce a fondare il principio democratico e civile che fruire pienamente dei media è nella società di oggi un diritto, la cui mancanza è motivo di esclusione sociale e di disparità.
La Media Education, quindi, può considerarsi a tutti gli effetti un canale di promozione dell’infanzia, in quanto sollecita nei bambini lo sviluppo di capacità orientate alla consapevolezza, alla comprensione, a prendere posizione e a relazionarsi con il mondo circostante, nel quale i media svolgono una funzione centrale.
Il diritto passivo e attivo all’informazione e alla comunicazione, come risposta che soddisfa sia l’art. 21 della Costituzione della Repubblica Italiana, laddove è sancito che tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con ogni mezzo di diffusione, sia le disposizioni della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia sottoscritta a New York nel 1989 da quasi tutti i Paesi del mondo, nella quale si afferma che i bambini hanno diritto alla libertà di espressione.
Questo diritto “comprende la libertà di ricercare, di ricevere e divulgare informazioni e idee di ogni specie, indipendentemente dalle frontiere, sotto forma orale, scritta, stampata o artistica, o con ogni altro mezzo a scelta del fanciullo”.
Tutto ciò significa, in termini più concreti, che i bambini sono considerati all’atto della nascita soggetti di diritto come gli adulti e che, rispetto ai media, deve essere garantito loro il diritto di ricevere informazioni e di partecipare attivamente alla costruzione della comunicazione, come processo di relazione e interazione con la società.
Scendendo ancora di più nello specifico delle disposizioni normative, sia il dettato Costituzionale sia l’articolo della Convenzione Onu indirizzano i media a prendere in forte considerazione due elementi: per primo, l’assunzione di responsabilità rispetto al dovere di informare i bambini sul mondo, intendendo con ciò la capacità di utilizzare linguaggi e contenuti appropriati e tagliati sulle esigenze dei minori; secondariamente, aprire ai bambini degli spazi reali di partecipazione, con cui si intende sia dare visibilità e concretezza all’infanzia in tutti i suoi aspetti (e non solo quando i bambini sono triste oggetto di fatti violenti di cronaca o comparse pubblicitarie), sia il loro coinvolgimento in trasmissioni nelle quali viene data priorità alla loro voce, creando così, per il pubblico da casa e per la televisione stessa, le condizioni dell’ascolto.

Please explain what is unique or special in your project: 

Si tratta di un risultato straordinario perché, diversamente dagli altri casi di prodotti multimediali, i protagonisti non sono dei professionisti, ma proprio gli studenti che sono diventati protagonisti di un’esperienza nella quale si sono condensate didattica, uso delle tecnologie e comunicazione.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il progetto, inserito nel Piano dell’Offerta Formativa di Istituto, coinvolge direttamente gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria della Direzione Didattica di Cassola, circa 200 studenti. Da settembre 2009 sarà condiviso in Rete attraverso la pubblicazione in portali dedicati ai ragazzi e alla scuola, presentato all’Expo Scuola 2009 (manifestazione delle scuole presso la Fiera di Padova). Il cartone animato e il video che documenta le fasi di realizzazione sarà trasferito su dvd (circa 2000 copie) e inviato a tutte le scuole primarie del Veneto.

How does it fulfill the users’ needs: 

I minori hanno idee e proposte da comunicare su svariate tematiche del vivere sociale: tra le tante ricordiamo quelle legate ai programmi della scuola inerenti all’educazione alla convivenza civile (educazione alla cittadinanza, stradale, ambientale, alla salute, alimentare e all’affettività). La media education rafforza le potenzialità comunicative e interpretative della realtà, proponendo nel contempo percorsi innovativi per affrontare lo sviluppo evolutivo e il percorso di conoscenza dei minori, agendo sulla dimensione emotiva, attraverso un modello di intervento che li stimola a esprimere la propria creatività.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

I bambini sono considerati portatori sia del diritto passivo di ricevere informazioni dai media, sia del diritto attivo di essere protagonisti della comunicazione.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Progettare un film d’animazione assume particolare valore didattico in quanto si realizza attraverso un organizzato lavoro di gruppo dove tutti si sentono coinvolti e responsabili della riuscita del prodotto: consentendo la partecipazione a vari livelli e richiedendo differenti abilità non crea "esclusi" od "emarginati" nel processo produttivo anzi, favorisce la valorizzazione delle singole competenze. All’interno della classe il gruppo lavora come in un laboratorio artigianale dove i compiti sono suddivisi ma si è tutti partecipi dell’intero processo produttivo. Attitudini e abilità sono messe continuamente in gioco e si sviluppano e differenziano man mano l’esperienza procede.
Un altro aspetto significativo della produzione di un cartone animato è che per la sua realizzazione si deve fare ricorso a differenti tipi di manualità.
Nell’era dei computer, dove l’unica manualità è quella della digitazione, dare la possibilità di operare con materiali di vario genere (dalla carta, ai colori, dagli oggetti tridimensionali articolati, alla plastilina, ecc) per disegnare o costruire i personaggi e gli sfondi, usare le mani per muovere i vari elementi, organizzare il lavoro di équipe per ottenere un prodotto che trasforma una serie di immagini statiche in immagini in movimento è certamente emozionante e gratificante per tutti i ragazzi che collaborano alla realizzazione.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

La pubblicazione in portali Internet dedicati alla scuola e non, la pubblicazione di Videocast, il fatto che il cartone animato si possa trasferire su cellulari e lettori multimediali come l’iPod, che possa essere trasmesso in tv e visto al cinema, rende i ragazzi consapevoli del fatto che possono contribuire alla diffusione di messaggi positivi per la promozione di comportamenti sociali corretti come la valorizzazione e la diffusione dell’e-democracy.
Ecco come un’attività di questo tipo avvicina i ragazzi alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione rendendoli consapevoli e partecipi delle potenzialità offerte dai new media.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
09/01/2008
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Il progetto è trasferibile e sono stati attivati laboratori formativi rivolti agli insegnanti in provincia di Trento e Treviso.

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto è condotto e realizzato dall’insegnante Adriana Sartore, esperta di alfabetizzazione informatica e dei linguaggi della multimedialità.
Adriana Sartore è un’Apple Distinguisched Educator. Gli Apple Distinguished Educators (ADEs) sono insegnanti selezionati da Apple Education che si sono distinti per la loro abilità e il loro grado di conoscenza nell'utilizzare le moderne teconologie dell'informazione e della comunicazione nella didattica.
Per la loro lungimiranza e per la costanza del loro impegno nel supportare gli obiettivi educativi e didattici con le nuove tecnologie, possono essere considerati dei veri e propri pionieri.
Con il loro lavoro essi aggiornano professionalmente gli altri colleghi su tutte le novità tecnologiche, didattiche ed educative, condividendo con loro esperienze e progetti innovativi e di successo. Nei loro interventi a convegni, seminari e incontri presentano i loro lavori e propongono nuove esperienze.
Durante il loro incarico, gli Apple Distinguished Educators vengono costantemente forniti delle più innovative risorse hardware, software e di sviluppo professionale con lo scopo di promuoverle, di dimostrarne l'efficacia educativa-didattica e di utilizzarle per il proprio lavoro.
La loro formazione professionale è direttamente curata da Apple Education. Alla fine dell'anno di incarico possono venire reincaricati.

Il progetto “Bla Bla Bla e-democracy e minori” rientra nell’ambito del Progetto CIVIL LIFE, promosso dal Consiglio Regionale e dall’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto, con il quale siamo impegnati a contribuire alla diffusione di esperienze didattiche innovative di educazione alla cittadinanza attiva.

Barriers: 

Nessun ostacolo o problema. Insegnanti, alunni e genitori hanno accolto favorevolmente il progetto.

Future plans and wish list: 

Il progetto è trasferibile ad altre realtà scolastiche e si prevede di attivare, a partire dall’anno scolastico 2009/2010, laboratori formativi rivolti agli insegnanti delle scuole venete.
Le fasi di realizzazione di un cartone animato digitale sono state semplificate al massimo (scelta del soggetto, studio dei personaggi, stesura dello story board, animazione digitale, registrazione dei dialoghi, sonoro e condivisione) e l’attività può essere proposta a tutti i ragazzi della scuola primaria. Non sono necessarie particolari dotazioni informatiche e semplici software di basso costo sono sufficienti per realizzare semplici animazioni.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

CLIL Project - Fisica ( Work&Energy )

Utilizzo delle tecnologie multimediali per ai fini della didattica innovativa

1. Project summary
Summary: 

Sviluppare delle lezioni attraverso l'uso dell'inglese e del computer e di videocamere

2. Country (City / Region)
State: 
Iceland
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
LSS I.Newton
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Donatella Gentilini, prof. Loreti
E-Mail: 
nomail@nomail.nomail
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2007
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Si svolge durante le lezioni, per sviluppare in un contesto iperattivo le situazioni didattiche

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Un video

12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Musicanto

Progetto di continuità tra la scuola primaria e la scuola secondaria all'interno dell'IC

1. Project summary
Summary: 

Il progetto consiste di brani musicali, eseguiti con il flauto dagli alunni.I brani vengono poi inseriti nelle favole realizzate con Power Point

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
IC Fratelli Cervi
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Mara DI Teodoro
E-Mail: 
icscervi@quipo.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/12/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Nell'ambito della continuità didattica gli alunni vengono guidati nell'uso del flauto

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il progett osi è concluso con il concerto finale dei ragazzi

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

La Tecnofavola

Progetto di continuità didattica tra scuola primaria e secondaria nell'istituto comprensivo

1. Project summary
Summary: 

Nell'ambito della continuità didattica i docenti di scuola secondaria realizzano fiabe in Power Point fatte da alunni di scuola secondaria.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
IC Fratelli Cervi
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Pina Salvatore Antonio
E-Mail: 
icscervi@quipo.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/12/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Nell'ambito della formazione informatica gli alunni acquisiscono competenze nuove da spendere nel corso degli studi futuri

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Realizzazione di ipertesto in Power Point

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

Pubblicazione sul sito web della scuola

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Suono e Immagine 2009

Avvicinare gli studenti ad un rapporto più diretto e consapevole con i nuovi linguaggi multimediali in modo da poter approfittare delle enormi possibilità creative offerte per aprire sempre più gli st

1. Project summary
Summary: 

IL PROGETTO "SUONO e IMMAGINE 2009"
Da oltre 10 anni nel nostro istituto viene da me proposto il progetto "SUONO e IMMAGINE",che, come obiettivo principale, si propone di avvicnare gli studenti ad un rapporto più diretto e consapevole coi linguaggi multimediali, per realizzare e approfondire quell'incontro tra suono e immagine, che è alla base delle più avanzate forme di comunicazione.Dal cinema agli spot pubblicitari, dai vido clips fino a tutta la produzione multimediale, compresa quella che si sviluppa attraverso la rete internet,non esiste forma di comunicazione "evoluta" che nn faccia uso dell'immagine legata a uno specifico suono che sottolinea o richiama ad una certa situazione.La cultura del suono e dell'immagine è ormai parte integrante del nostro vivere quotidiano.
Ci troviamo immersi in un flusso enorme di messaggi: immagini di ogni tipo 2d, 3d, stereoscopiche-musica-internet.
La grande sfida a cui i giovani dovranno essere pronti a rispondere sarà quella, da una parte conosolidare le proprie capacità critiche per riuscire a replicare alle suggestioni e alle offensive del mondo della comunicazione, ma dall'altra saper approfittare delle enormi possibilità espressive a disposizione.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I.T.I.S. Albert Einstein
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Maurizio Pierantozzi
E-Mail: 
maurizio.pierantozzi@fastwebnet.it
6. Website
The website of the project: 
www.itis-einstein.roma.it/suonoweb
7. Please select the category in which you candidate your project
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
31/12/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il progetto si sviluppa principalmente a scuola ma anche attraverso iniziative e progetti internazionali e multiculturali.( Convenzione Centro ENEA di Roma- Digital Bridge Saharawi )

11. Sustainability
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
From 10.001 to 30.000
What is the source of funding for your project: 
Grants
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

in altre scuole

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

VEDI SITO

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data
Syndicate content