• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 33.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 6.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 14.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.

memoria

Tre GENERAZIONI: nonni,figli e nipoti

Fare scoprire ai ragazzi il mondo dei Nonni ed esperienze e stili di vita ormai scomparsi, ha offerto l'occasione, attraverso vari incontri diretti, di apprendere comportamenti in linea con una sana a

1. Project summary
Summary: 

Valorizzare la "cultura del focolare";
valorizzare la "persona umana" in ogni fascia di età;
presentare ai giovani la storia vissuta come risorsa per capire ed apprezzare il presente;
rammentare all'anziano che la sua "missione educativa" non va mai in pensione;
fare in modo che gli incontri siano per l'anziano e per il giovane uno stimolo a gestire correttamente la propria salute; rinsaldare, attraverso il rapporto nonni- nipoti, i legami affettivo - familiari
valorizzare la cultura tradizionale, anche regionale ed etnica, intesa come irrinunciabile patrimonio storico.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Uniroma1, S.M.S.Lodovico Pavoni, S.E.S. Giacomo Puccini, M.P.I.
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Raffaele Crispino
E-Mail: 
raffaele.crispino@istruzione.it
6. Website
The website of the project: 
http://www.scuolamediapavoni.it/progettotg/
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Ragazzi della Scuola Elementare, ragazzi della Scuola Media, Docenti della S.E e della S.M., Over 60, Genitori dei ragazzi.

What does it try to achieve and how: 

Ausilio dell'ideatore del progetto Prof. Augusto Ricci e anche l'ausilio dell'Ispettore Serra. Corsi di aggiornamento per docenti, per genitori e, soprattutto per gli over 60. Microprocesso particolareggiato. Sovvenzioni comunali e sponsor.

Which opportunities/problems does it address to: 

I ragazzi hanno bisogno dei nonni e, sperimentare quanto il calore umano sia fondamentale per una crescita equilibrata e sana. Il progetto sviluppa nei ragazzi e nei nonni curiosità, voglia di conoscersi e di mettere a raffronto i modi di vivere di un tempo rispetto a quelli odierni. Il recupero dei genitori esclusi a causa del vortice del vivere oggi.

Please explain what is unique or special in your project: 

Replicabile in altri contesti socio-culturali attraverso la preparazione di opportuni Tutors, previsti dallo stesso progetto. Costo non eccessivo. Coinvolgimento di moltissime persone. Creazione di documentazione, protocolli operativi replicabili.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

I risultati li ha documentati il Prof. Augusto Ricci, il quale asserisce che il progetto è stato avviato l'anno scorso in due istituti - una scuola elementare ed una media- con la partecipazione di oltre duecento ragazzi delle ultime classi. Il successo del progetto, a cui hanno collaborato giovani dietisti ed esperti sanitari, è stato possibile, oltre che per la presenza numerosa dei nonni, anche per la entusiasta partecipazione di oltre duecento ragazzi, degli insegnanti e dei dirigenti scolastici dei due istituti che hanno aderito al progetto.

How does it fulfill the users’ needs: 

Nei quattro mesi in cui il progetto si è sviluppato sono stati raccolti disegni, poesie dei ragazzi dedicate ai nonni, rappresentazioni teatrali di nipoti e nonni, ricerche sul tema della alimentazione e della prevenzione sanitaria. Il successo dell'iniziativa è stato confermato dalla numerosa partecipazione alla festa di chiusura, rallegrata dalle specialità culinarie provenienti da oltre dieci regioni italiane preparate dai nonni con l'aiuto dei nipoti.

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Alcune quinte elementari, alcune classi di scuola media, Centro anziani di Viale Spartaco già nonni su Internet, diversi genitori disponibili e 20 docenti. Corsi di aggiornamento per gli adulti, sulle tematicheteorico-pratiche da affrontare con i ragazzi. Realizzazione di prodotti in itinere e realizzazione di un prodotto finale denominato "Festa".

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

sviluppare nei ragazzi e nei nonni curiosità, voglia di conoscersi e di mettere a raffronto i modi di vivere di un tempo rispetto a quelli odierni. Coinvolgere i genitori dei ragazzi come mediatori tra due mondi apparentemente lontani.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Utilizzo delle nuove tecnologie. Ricerca-azione. Progress report continui e verticalizzati. Eliminazione dei punti deboli e potenziamento dei punti forti.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Progettazione, lezioni, rappresentazioni, realizzazioni grafiche e video-editing. Realizzazione sito web di raccolta materiale grigio inedito.

Describe how you measure (parameters) these results: 

Validità dei prodotti in itinere e del prodotto finale

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
What lessons can others learn from your project: 

La procedura protocollata dell'attuazione

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Uniroma1 Prof. Augusto Ricci

Barriers: 

Nessuno

Future plans and wish list: 

Allargare il progetto su più scuole verticalizzate, fino alle superiori, realizzando diversi protocolli d'intesa.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Brins de mémoires :« Le monde est dangereux à vivre ! Non pas tant à cause de ceux qui font le mal, mais à cause de ceux qui regardent et laissent faire. » (Albert Einstein)

Il progetto, vede coinvolte le classi della professoressa Marino di L2 e L3, e le classi della Professoressa Ria de Wilde, Sint-Janscollege (Belgio)

1. Project summary
Summary: 

Abbiamo voluto fare di questo tema un momento di  pensiero,riflessione ma non isolandolo dalla didattica quotidiana. Abbiamo cercato di trasformarlo in comunicazione,confronto, scambio tra giovani. Gli alunni delle due scuole; hanno utilizzato blog,sito web, momenti di conferenze in sincrono ed asincrono per non dimenticare la memoria ed al tempo stesso arricchirre il proprio punto di vista dal confronto con quello dell'Altro. L'insegnamento della Storia è entrato,di fatto, nel corso di lingua francese. Accanto alla Storia,la lettura del romanzo "Acide Sulfurique" d' Amélielie Nothomb ( che denuncia diversi fenomeni del nostro tempo ,quali quello dei reality che tendono a disumanizzare l'Umanità). Tenuto conto di un certo riattivarsi dell'antisemitismo in alcuni Paesi d'Europa,e dell'esistenza di siti negazionisti su Internet,l'insegnamento dell'Olocausto è uno dei temi principali del nostro progetto. abbiamo scelto di lavorare utilizzando alcuni films ( come,per es.Nuit et brouillard, d'Alain Resnais,La liste de Schindler, de Steven Spielberg,La vie est belle, de Roberto Benigni,Shoah, de Claude Lanzmann ),che servono ad introdurre,illustrare,commentare..Altri films , in estratti,integrano il nostro percorso : Holland (Agnieszka), Europa, Europa, 1990,Malle (Lçuis), Au revoir les enfants, 1987,Mihaileanu (Radu), Train de vie, 1998,Stevens (George), Le journal d'Anne Frank, 1959,Roman Polanski, Le Pianiste, 2002....senza dimenticare che è dai films chele insegnanti ricavano gli elementi per presentare gli atti comunicativi e gli elementi morfosintattici per lo studio della lingua straniera come vivo elemento vettore di idee.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Livorno
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
liceo Scientifico Francesco Cecioni
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Marina Marino
E-Mail: 
marinomarina2@gmail.com
6. Website
The website of the project: 
http://twinblog.etwinning.net/8074/
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
19/10/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il nostro progetto a come obiettivi principali: interessare i giovani alla storia recente del nostro Continente ed aiutarli a stabilire dei legami tra le radici storiche e le nuove sfide in  cui si confronta l'Europa di oggi; aiutare i nostri giovani alunni ad identificarsi in una più grande Europa; insegnare loro a sviluppare delle competenze importantissime quali quella dell'analisi critica; sensibilizzarli all'idea che è basilare comprendere il punto di vista dell'Altro; incoraggiarli a porre le basi per una lettura europea della Storia ; fare della lingua straniera un vero mezzo di comunicazione e confronto; utilizzare le ITC come strumento di volta in volta diversoper raggiungere gli obiettivi.

 

What does it try to achieve and how: 

Utilizzazione di softwares (PowerPoint, video, foto e disegni), Ambienti di apprendimento virtuale , Audioconferenza, Chat, email, Forum, MP3, Pubblicazione su Web, Videconferenza Creazione di uno spazio virtuale - Mémoire che comprende le produzione dei nostri alunni ed anche numerosi documenti,foto,un blog/dialogo con gli aluni e tra alunni in aggiunta a numerosi links a siti ( verificati prima come ricchi ed interessanti)> Mezzi: Plateforme elearning blog site web wiki forum podcast générateur de B.D. numériques autre... Prodotti: Site web Blog Web Magazine

 

 

Which opportunities/problems does it address to: 

Il progetto si affianca all'evento organizzato dalla Regione Toscana" Il treno della Memoria", un viaggio che ha portato alcuni degli alunni coinvolti in questa nostra attività nei luoghi simbolo della shoà.Sulla base di questa esperienza abbiamo deciso di ampliare ed arricchire questa esperienza con il confronto con i ragazzi belgi che ,anch'essi,si sono recati ad Auschwitz. Crediamo che sia importante sviluppare il senso critico nei confronti della Storia in contesti diversi:conoscere è un dovere che ognuno di noi ha,ci insegna a non voltare le spalle e a pensare maggiormente ai fatti che ci coinvolgono nel presente. Insegna ad utilizzare le ITC come non come fine ma come mezzo .

Please explain what is unique or special in your project: 

Fare dell'insegnamento della lingua straniera un modo per spingere i giovani ad essere attivi nella società partecipando in modo attivo e consapevole ; riaffermare il ruolo fondamentale della libertà come diritto inviolabile di ogni cittadino atttraverso il confronto tra le Storie e le Culture di differenti Paesi europei.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il progetto prevede molto tempo ( almeno tre anni) e quindi solo una parte dei risultati è già stata raggiunta. Ad oggi i nostri alunni sono motivati ad apprendere la lingua,nel nostro caso il francese, in un contesto più; largamente educativo; utilizzando le nuove tecnologie ;abbiamo alunni ormai molto più tolleranti verso gli Altri.soprattutto verso gli stranieri,o verso chi è diverso per colore della pelle e/o religione. abbiamo a lungo lavorato sull'importanza della democrazia nell'Europa Unita

How does it fulfill the users’ needs: 

Sottolinere la necessità dello studio della lingua straniera promuovendo la lo studio della Storia,della Memoria (intesa come personalizzazione,incontro-confronto con i pochi testimoni superstiti),della Testimonianza (per non dimenticare...),dell'Impegno (affinchè nel quotidiano si continui a vigilare perchè non si ripetano gli errori del passato) utilizzando le ITC a scuola in contesto di CLIL.

How many users interact with your project per month and what are the preferred forms of interaction: 

Le classi di due Paesi ( Belgio, Italia) scambiano ed enteragiscono con frequenza non decisa a priori ma che tiene conto dei loro desideri,bisogni e necessità;.I ragazzi entrano nell'ambiente virtuale quando vogliono e senza il "filtro"degli insegnanti anche dalle loro case

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Comegià detto sopra, conoscere per ... non dimenticare

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Collaborazione con un sopravvisuto belga, Creazione di un sito in cui studenti con insegnanti,hanno lavorato insieme promuovendo l'autostima e collaborazione. Viaggio ad Auscwitz preceduto da un serio approfondimento

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

mostrare come l'apprendimento delle lingue straniere possa rinnovarsi e declinarsi in creative attività di CLIL utilizzando blog edinternet per rendere la Storia viva .

Describe how you measure (parameters) these results: 

Obiettivi formativi; conoscenze maturate; abilità; informatiche; partecipazione; motivazione ed interesse per le attività

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
07/07/2009
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
What lessons can others learn from your project: 

un insegnamento che nel suo insieme (e non solo parlando di storia) viva, non solo dica, tolleranza, rispetto reciproco, accoglienza, pace. Gli alunni hanno vissutoi tragici momenti della Shoah, hanno studiato i fatti essenziali della II Guerra Mondiale, hanno analizzato in modo esaustivo la Resistenza facendo parlare le fonti, i documenti e ascoltando documenti ,superando l'apprendimento delle lingue che stimola e contribuisce alla formazione dell'uomo quale essere completo..

 
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progettoè stato coordinato dagli insegnanti Marina Marino, insegnante di lingua francese al Liceo Francesco Cecioni di Livorno e dalla professoressa Ria de Wilde Sint-Janscollege (Belgio)

Barriers: 

non abbiamo incontrato ostacoli significativi

Future plans and wish list: 

Sarebbe interessante allargare l'esperienza con la collaborazione con esperti :è un'idea che pensiamo di approfondire per il proseguimento del nostro percorso insieme a quella di scrivere un racconto a più mani..

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

La donna nella memoria

Creare un ipertesto che fornisca la possibilità di archiviare e rendere fruibili i materiali di lavoro ed i prodotti intermedi che sono stati utili alla creazione del prodotto finale del percorso sull

1. Project summary
Summary: 

Ogni anno il Comune di Roma propone alle scuole medie di partecipare ad un percorso di formazione-informazioe sui temi della Memoria, della Shoah, della Costituzione, dell'antifascismo, dell'evoluzione dell'Europa Unita, a cui segue un viaggio in uno dei luoghi della memoria in Italia.Le classi terze della scuola sviluppano insieme un percorso che realizza forme di democrazia partecipata, apprendono le informazioni utili, progettano un prodotto e lo realizzano, assegnandosene un porzione a ciascuna.Terminato il prodotto (in questo caso una stella a sei punte con un'immagine elaborata da una classe sul tema), i materiali di lavoro ed i prodotti di lavoro vengono raccolti organicamente in un ipertesto

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
SMS Luigi Di Liegro
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Anna Tonachella
E-Mail: 
sms.diliegro@tin.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Dare senso all'apprendimento della storia, far provare esperienze formative sul campo, far sperimentare modalità e tecniche comunicative, far produrre prodotti di lavoro e di comunicazione

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Entusiasmo nella partecipazione, maggiore conoscenza dell'evoluzione storica dell'Italia, maggiore facilità nello studio della storia, esperienza nella democrazia partecipata e nel condividere obiettivi, progettazione e realizzazione di un prodotto con un gruppo di lavoro, apprendimento di linguaggi e tecniche digitali

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
fondo d'istituto
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

metodologia e prodotti vengono utilizzati per l'apprendimento di altre classi che sono poi invogliate a studiare e produrre

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Ti racconto la storia della mia città

Il progetto si propone di recuperare la memoria storica del paese e del territorio per i 2500 anni dalla fondazione di Lodi Vecchio.
1. Project summary
Summary: 

L’Istituto Comprensivo “A. Gramsci” di Lodi Vecchio ha aderito alla proposta del Comune di partecipare alle celebrazioni in occasione della ricorrenza dei 2500 anni di storia della città, e lo ha fatto elaborando un progetto globale ed articolato che ha coinvolto alunni e docenti dei tre ordini scolastici.

Sotto il titolo "Ti racconto la storia della mia città" si cela un lavoro collettivo che ha saputo valorizzare al meglio le potenzialità di ogni studente e che ha fatto di questa occasione un momento di crescita formativa ed educativa.

Il progetto si è proposto di recuperare la memoria storica del paese e del territorio. Nel contempo, dato il numero sempre crescente di alunni di origine straniera inseriti nelle nostre scuole, ha inteso favorire la loro integrazione attraverso la condivisione di questo ricco patrimonio culturale.

Il punto di partenza è stata la convinzione che difficilmente i bambini e gli adolescenti di oggi si interrogano sulla storia del paese in cui vivono; raramente la loro famiglia vi risiede da generazioni, più spesso i genitori vi abitano da una manciata di anni e in qualche caso loro stessi sono giunti da poco tempo, provenendo da un altro comune d'Italia o da un altro paese del mondo.

Eppure basta pochissimo a risvegliare il loro interesse e la loro curiosità: è sufficiente invitarli ad osservare il territorio in cui vivono e a domandarsi perché c'è quella chiesa, quella cascina, quell'autostrada, chi li ha costruiti e cosa c'era prima al loro posto.

Guardare il proprio paese con occhi nuovi, riconoscere le tracce del passato, ricostruirne la storia, immaginarsi come doveva essere viverci 100 o 1000 anni fa, tutto questo ha reso bambini e ragazzi, qualunque fosse la loro provenienza, un po' più cittadini, di Lodi Vecchio certo, ma anche un po' più cittadini nel senso più ampio del termine.

Il progetto, inoltre, ha fornito l’occasione per promuovere, costruire e consolidare rapporti di collaborazione con gli enti territoriali e con tutte le componenti che intervengono nella quotidianità dell’Istituto Comprensivo.

L’intero lavoro è stato sponsorizzato dalla società Trelleborg, leader mondiale nel settore della stampa, che ha sede nella nostra città. Al termine del progetto, ha deciso di lasciare un ricordo agli alunni raccogliendo in una pubblicazione una selezione dei lavori prodotti.

"Ti racconto la storia della mia città” ha costituito, altresì, un importante momento di lavoro condiviso fra i diversi ordini scolastici dell’Istituto Comprensivo.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Lodi Vecchio
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Istituto Comprensivo Statale "Antonio Gramsci"
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Maria Luisa Bosi
E-Mail: 
luisa_bosi@libero.it
6. Website
The website of the project: 
http://www.scuolalodivecchio.it/2500anni/index.html
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 10 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/03/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Lodi Vecchio è un comune di circa 7000 abitanti, in provincia di Lodi.

In un contesto prevalentemente rurale, ha visto sorgere piccoli insediamenti industriali ed artigianali che danno lavoro a molti dei suoi abitanti. L’ultramillenaria storia di questo insediamento è testimoniata dai continui ritrovamenti di reperti di epoca romana e dalla magnifica basilica romanica dei XII Apostoli.

L’Istituto Comprensivo “A. Gramsci” comprende una scuola per l’infanzia, una scuola primaria e una scuola secondaria di primo grado, per un totale di 650 alunni. Il POF dell’istituto pone attenzione alle esigenze di innovazione e rispetto della tradizione, che la compagine socio-culturale manifesta (nuove tecnologie, lingue straniere, dimensione europea, riscoperta delle tradizioni, apertura alla società civile).

Il progetto si è proposto, in particolare, di
• recuperare la memoria storica del paese e del territorio
• favorire, dato il numero sempre crescente di alunni di origine straniera inseriti nelle nostre scuole, la loro integrazione attraverso la condivisione di questo ricco patrimonio culturale
• stimolare il coinvolgimento emotivo e l’interesse nel conoscere il proprio contesto socio-ambientale
• rendere vivace e motivante l’apprendimento di molte discipline scolastiche
• valorizzare al meglio le potenzialità di ogni studente
• trasformare quest’occasione in un momento di crescita formativa ed educativa
• sviluppare la consapevolezza di essere “cittadini”
• usare il computer come mezzo di ricerca delle informazioni e come veicolo di organizzazione e di comunicazione delle stesse

What does it try to achieve and how: 

Per la realizzazione del progetto sono stati utilizzati sia materiali tradizionali (carta, cartoncino, colori, riviste, pastelli, pennarelli, china, carboncino), sia videocassette o DVD per gli approfondimenti, sia le nuove tecnologie.

L’uso delle nuove tecnologie, che ogni docente ha inserito nel proprio percorso, è stato fondamentale nella realizzazione del progetto. Mai come in questa occasione è parso evidente come lavorare con le Nuove Tecnologie significhi usare nuove e più efficaci forme di informazione, formazione, comunicazione e documentazione per conservare (futuro della memoria) e valorizzare il materiale prodotto.

Accedendo regolarmente ai laboratori d’informatica, gli alunni hanno imparato
• ad usare semplici programmi di videoscrittura
• ad utilizzare internet ed i principali motori di ricerca per la ricerca dei contenuti
• a digitalizzare disegni e immagini con lo scanner
• a catturare immagini e momenti particolari con fotocamere e videocamere.

I docenti hanno affinato le loro conoscenze informatiche per poter guidare gli alunni con competenza.

I materiali prodotti si sono rivelati di grande qualità, evidenziando l'impegno con cui sono stati realizzati. Per questo è stata fatta la scelta di inserirli tutti nell’ipertesto, così che ognuno si sentisse gratificato dal ritrovare nell'universo di internet il proprio contributo alla riuscita dell'iniziativa.
L'aver trasformato tutto il materiale in pagine web ha comportato un lungo e paziente lavoro, ma solo così rimarrà nella memoria del nostro istituto e costituirà un'importante "fonte storica e di documentazione" per chi vorrà recuperare un passato denso di tradizioni e di fatti storici importanti.

Which opportunities/problems does it address to: 

Il Collegio Docenti ha individuato gli argomenti da sviluppare, in modo che non si verificassero sovrapposizioni e che i diversi contributi fossero complementari.

La scuola dell’infanzia ha scelto come argomento “Danze, canti e musiche dal Medioevo” ed i suoi piccoli alunni hanno fatto rivivere alla città l’atmosfera di quel periodo sfilando per le vie cittadine con dei costumi d’epoca. Bambini e insegnanti hanno lavorato da febbraio a maggio 2008 per preparare costumi e coreografie (aiutati da mamme e nonne). La manifestazione è stata ripresa con una videocamera; il filmato, riprodotto su DVD, è stato regalato a tutte le famiglie dell’Istituto Comprensivo.

La scuola primaria ha approfondito i seguenti temi:
• Feste, ricorrenze e tradizioni di Lodi Vecchio.
Le classi prime hanno disegnato le feste, le ricorrenze e le tradizioni di Lodi Vecchio e con i disegni è stato realizzato il calendario “Un anno insieme”.

• Le cascine ludevegine.
Le classi seconde hanno svolto una ricerca sui mestieri di una volta, riaffiorati nei ricordi dei nonni, e sulle cascine di Lodi Vecchio. Il percorso è stato sviluppato attraverso escursioni sul territorio ed anche grazie all’incontro con gli “Amici di Santa Maria” e con i dipinti di un “nonno-pittore”.

• Miti e leggende.
Le classi terze hanno lavorato su due leggende locali: la boga di San Pietro (La "boga" è un pezzo di ferro, a cui vengono attribuite miracolose proprietà taumaturgiche: infatti chi, addentato da un cane idrofobo, venga ancor oggi a Lodi Vecchio a "baciare" la boga, viene guarito dalla rabbia) e la Dea Mefite, la cui immagine è diventata il logo del progetto.

• Visita alla Basilica di San Bassiano.
Le classi quarte hanno approfondito la storia della Basilica di San Bassiano. Si sono recate sul posto, dove hanno incontrato il responsabile della Basilica e hanno, poi, realizzato dei disegni.

• Alla ricerca delle nostre origini.
Le classi quinte, legandosi al loro programma scolastico, hanno approfondito la storia di Lodi Vecchio, dalle origini al periodo romano. La loro ricerca si è concretizzata nella realizzazione di originali disegni. Inoltre, guidati dalle insegnanti di Religione, hanno approfondito la vita di San Bassiano.

La scuola secondaria di I grado ha riprodotto alcuni scorci caratteristici di Lodi Vecchio e ha scritto dei testi sia sulla storia della città che sull’integrazione dei ragazzi stranieri nel nostro istituto.

Please explain what is unique or special in your project: 

Una scuola di qualità sa conservare la memoria del passato, ascoltare i segni del presente e guardare con responsabilità al futuro.

Il progetto “Ti racconto la storia della mia città” ha unito questi tre momenti:

• è partito dal presente, dall’osservazione dell’esistente per chiedersi cosa c'era prima
• ha riportato al passato, alla scoperta delle proprie radici, a conoscere come era la vita 100 o 1000 anni fa
• ha reso bambini e ragazzi un po' più cittadini e gli ha offerto gli strumenti per guardare al futuro con più responsabilità.

Filo conduttore di questo viaggio nel tempo sono state le Nuove tecnologie che hanno raccolto le tracce del passato e le hanno elaborate per affidarle al futuro.
Questi sono gli elementi che fanno del nostro progetto un momento di formazione “unico e speciale”.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il progetto ha risposto alle esigenze di innovazione e rispetto della tradizione (nuove tecnologie, riscoperta delle tradizioni e delle proprie radici, apertura al territorio) a cui il POF dell’istituto pone particolare attenzione ed ha fornito l’occasione per promuovere, costruire e consolidare rapporti di collaborazione con gli enti territoriali e con tutte le componenti che intervengono nella quotidianità dell’Istituto Comprensivo.

É stato, inoltre, considerato un importante momento di lavoro condiviso dai docenti dei diversi ordini scolastici che, pur facendo parte dello stesso Istituto Comprensivo, spesso si comportano da “separati in casa”: ognuno vive, progetta e lavora senza chiedersi che cosa faccia l’altro.

Grazie alla trasversalità e alla molteplicità dei contenuti, ha offerto l’opportunità di
• rendere vivace e motivante l’apprendimento di molte discipline scolastiche
• coinvolgere e facilitare l’inserimento di alunni con disabilità
• superare, nella collaborazione con gli altri, i propri limiti
• usare in modo vivo le nuove tecnologie
• crescere e maturare nel confronto con gli altri

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
What is the source of funding for your project: 
Sponsorships
12. Transferability
What lessons can others learn from your project: 

Il nostro progetto può fornire ad altri soggetti un percorso e un metodo di lavoro per arrivare, in modo stimolante e interessante, alle proprie radici.

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Future plans and wish list: 

Il progetto si è concluso, ma si è pensato ad un modo molto originale per esportare la storia e la vita di Lodi Vecchio in tutto il mondo: la mail art.

La mail art, ovvero l’arte postale per corrispondenza, è un movimento artistico che utilizza il servizio postale per comunicare, per far circolare l’arte.
L’idea di utilizzarla per far conoscere la nostra città e la sua trasformazione nel tempo, per farne apprezzare le ricchezze e salvaguardarne i beni presenti, deriva dal fatto che l’arte unisce, emoziona, sperimenta, è creativa ma anche scientifica.
La mail–art rappresenta la voglia di aprire una finestra sul mondo all’esterno della scuola, di recuperare il valore dello scambio epistolare, di esprimersi utilizzando diversi linguaggi, di vivere il momento dell’attesa e il desiderio di scoprire e immaginare chi c’è dall’altra parte.
Il progetto vedrà impegnati, ancora una volta, tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo, a cui sarà spiegato cos’è l’arte postale. Si proseguirà con la decorazione di buste che verranno inviate in Italia, in Europa e in tutto il mondo. Le buste conterranno l’invito per i destinatari (individuati grazie ad appositi siti internet, ma non solo) a visitare l’area del nostro sito dedicata al progetto “Ti racconto la storia della mia città” e ad inviare una busta decorata con un soggetto che faccia riferimento a Lodi Vecchio.

Si passerà, quindi, alla fase dell’attesa ... nella speranza che sia ben ripagata.

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

“ Viaggio della memoria”

Documentazione multimediale del viaggio di ragazzi insieme ad alcuni ex deportati e superstiti della Shoah che offrono sul luogo simbolo dello sterminio nazista la loro indelebile e indimenticabile t

1. Project summary
Summary: 

L’idea è nata per comunicare ai compagni le emozioni di un viaggio speciale, affinché il valore della Memoria si imprima nelle coscienze delle future generazioni e si rafforzi quale patrimonio collettivo e incancellabile.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Scuola secondaria di 1° grado statale “Luigi Di Liegro”
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Anna Tonachella
E-Mail: 
galileo4@alice.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Coinvolgere i giovani affinché guardino con occhio più attento, cosciente e sensibile i valori che fortificano le nostre istituzioni democratiche.

What does it try to achieve and how: 

Attraverso la documentazione fotografica e video di un viaggio in un luogo simbolo dello sterminio nazista.

Which opportunities/problems does it address to: 

Testimonianze dirette di persone che hanno vissuto il fascismo, le leggi razziali e l’occupazione nazista e visione di luoghi in cui sono stati tenuti prigionieri tanti innocenti.

Please explain what is unique or special in your project: 

Immagini che ricordano vicende dolorose e sono testimonianze di vita vissuta.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Attraverso il recupero della storia passata, la visita di campi di prigionia e l'ascolto delle storie di vita personali dei sopravvissuti.

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
More than 6 years
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
What is the source of funding for your project: 
Other
Other: 
Fondo istituito dalla scuola
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

IL PIGNETO TRA MEMORIA E FUTURO

Percorso laboratoriale triennale di educazione interculturale attraverso la realizzazione di video.

1. Project summary
Summary: 

L’idea nasce dall’esigenza di offrire ai ragazzi un percorso che li educhi ad una cittadinanza consapevole e attiva, sensibile alle tematiche interculturali: a partire dalla conoscenza della storia del proprio territorio, delle comunità che lo abitano e delle esigenze che le animano, si invita i ragazzi a progettare concretamente un quartiere che tenga in considerazione i diversi bisogni individuati e raccolti. Alla base del contenuto progettato c’è l’intenzione di documentare l’intero progetto triennale attraverso la produzione di materiale audiovisivo, così da poter motivare i ragazzi all’apprendimento, introdurli all’impiego di alcuni strumenti informatici specifici quali i programmi di video editing, offrire loro l’occasione di comunicare all’esterno il percorso formativo realizzato
L’idea è sviluppata e realizzata dalla docente di lettere Agnese Vourlis, supportata nella fase operativa dal docente di sostegno Stefano Zodiacali e da altri docenti via via coinvolti (di educazione tecnica, artistica, matematica, ecc.).

Segue schema dei punti salienti:
PRIMO ANNO
La città come insieme di segni da decodificare, che comunicano informazioni sui suoi luoghi, sugli abitanti, sulla sua storia.
Ricerca e individuazione dei “segni della memoria” del quartiere
Ogni ragazzo diviene l’esperto del segno della memoria individuato, dopo averne approfondito la conoscenza storica attraverso una ricerca in biblioteca e in rete
Si esce sul territorio con la classe, divenuta ormai un insieme di “esperti” che guidano a turno il gruppo nella scoperta dei monumenti del quartiere.
Prodotto conclusivo: video intitolato “I segni della memoria” che documenta l’intero percorso annuale. (già realizzato)
SECONDO ANNO
La città e i “fili invisibili” dei rapporti umani che la animano
La città e la pluralità dei punti di vista delle comunità che la abitano
La città come luogo dello scambio della memoria e del dialogo
Ricerca dei diversi gruppi comunitari che abitano il Pigneto e rilevamento delle loro esigenze
Individuazione, all’interno delle diverse identità comunitarie del quartiere, delle fasce sociali più deboli, le cui esigenze hanno minore possibilità di essere rispettate: donne, bambini, anziani, stranieri, invalidi
Come il quartiere risponde alle esigenze rilevate: “caccia al tesoro” sul territorio
Ricognizione fotografica rilevante il grado di civiltà di chi abita il territorio i rifiuti, parcheggi, barriere architettoniche, scritte sui muri, ecc.)
Prodotto conclusivo: video che documenta l’intero percorso annuale
TERZO ANNO
il “filo invisibile” che lega ognuno di noi al resto del mondo (ogni prodotto collega il consumatore del Nord del mondo al Sud del mondo)
Storie di vita che attestano lo sfruttamento ambientale e sociale che si cela dietro un oggetto comprato
Proviamo a “trasformare positivamente” quel filo invisibile attraverso strategie consumistiche alternative
Concreta fase di progettazione di un’area urbana della città, tenendo presente l’atteggiamento degli abitanti della città di Andria (da Le città invisibili di Calvino) che ”prima di ogni decisione calcolano rischi e vantaggi per loro e per l’insieme delle città e dei mondi”
Prodotto conclusivo: video che documenta l’intero percorso annuale.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I.C. “A. MANZI”
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Agnese Vourlis
E-Mail: 
avourlis@hotmail.com
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il progetto si svolge all’interno dell’orario curricolare scolastico di una classe delle medie.
Tra gli obiettivi operativi: saper utilizzare la video camera e parte di alcuni programmi di video e foto editing (Photo Shop, Photo Editor, Pinnacle, ecc); saper progettare un’area urbana alla luce delle molteplici esigenze dei cittadini della comunità locale e globale; saper esprimere e rielaborare esperienze personali alla luce delle conoscenze apprese;
Tra gli obiettivi cognitivi: conoscere la storia del Pigneto; conoscere il legame esistente tra Nord e Sud del Mondo (aspetti problematici e proposte di intervento); conoscere i diritti dell’uomo e del cittadino;
Tra le finalità formative: contribuire allo sviluppo di una sensibilità ambientale e civico-sociale interculturale che muova dal locale al globale;

What does it try to achieve and how: 

STRUMENTI: Pinnacle - Photo Editor - PC – Videocamera – Macchina fotografica – Internet – Bibliografia specifica (“Le città invisibili” di Italo Calvino - “Ai figli del pianeta” del Centro del Nuovo Modello di Sviluppo - “Geografia del Supermercato Mondiale” del Centro del Nuovo modello di Sviluppo) - Materiale audiovisivo e cartografico
METODOLOGIA: Brain storming - Lezione interattiva - Cooperative Learning secondo il modello di lavoro di gruppo Brown-Campione - Lezione itinerante - Osservazione diretta del territorio - Interviste

Which opportunities/problems does it address to: 

Il percorso interdisciplinare “Pigneto tra memoria e futuro” rappresenta un’opportunità per:
- introdurre gradualmente i ragazzi all’impiego di alcuni specifici programmi della tecnologia informatica
- contribuire allo sviluppo di una sensibilità civico-sociale interculturale, basata sulla valorizzazione delle diversità individuali intese come risorse e tesoro di “alterità” con cui si è in continuo scambio e dialogo

Please explain what is unique or special in your project: 

L’obiettivo trasversale di voler documentare il percorso tramite la realizzazione di materiale audiovisivo creato dai ragazzi, introdotti gradualmente all’uso della videocamera e all’impiego di specifici programmi di montaggio video e pubblicazione foto. La realizzazione di un prodotto video previsto al termine di ogni anno rappresenta infatti non solo l’occasione per recuperare e potenziare le competenze informatiche degli alunni, ma anche un’importante elemento di motivazione all’apprendimento.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Ad oggi è stata realizzata e conclusa la prima fase, relativa alla conoscenza storica del quartiere. Si è prodotto un video che ha documentato l’intero percorso, una mappa del quartiere dove sono stati individuati i “segni della memoria” selezionati e studiati; una serie di elaborati scritti che sono confluiti in un libro realizzato dalla classe. Tutti i ragazzi hanno partecipato con impegno ed entusiasmo all’iniziativa che ha mostrato al docente l’importanza dell’uso della tecnologia informatica in ambito didattico.

How does it fulfill the users’ needs: 

Il progetto risponde innanzitutto al bisogno dei ragazzi di essere al centro della didattica, come parte attiva e protagonista dell’esperienza formativa. Essi infatti divengono non solo attori-protagonisti dei filmati realizzati, ma anche piccoli fotografi, cameraman, tecnici sempre più concretamente impegnati nella realizzazione dei video, attivi “manipolatori” di quel linguaggio audiovisivo cui sono costantemente esposti come fruitori passivi. Inoltre l’uso della tecnologia informatica va incontro alle esigenze dei ragazzi di realizzare un percorso formativo che adoperi strumenti e canali comunicativi di diverso tipo, tra cui il più familiare linguaggio televisivo.

Describe how you measure (parameters) these results: 

Gli ambiti formativi oggetto della valutazione sono: Prodotto, attività di produzione, processo di lavoro, lavoro di gruppo.
All’interno di ogni ambito formativo sono diversi i parametri di valutazione applicati, tra cui: acquisizione e uso delle conoscenze, comprensione e uso dei linguaggi e degli strumenti specifici, partecipazione, interesse, impegno, collaborazione, ecc..

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

Video diario del Viaggio della Memoria 2009

Shoah, fallimento del genere umano. Dvd del "viaggio della memoria" 2009.

1. Project summary
Summary: 

Diario che racconta un'esperienza vissuta dalla V grafici sul tema dell'olocausto

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
Istituto di stato per la cinematografia e televisione "R. Rossellini"
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Favio Ventura
E-Mail: 
venturafab@tiscali.it
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 18 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/11/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Si tratta di un lavoro finalizzato alla ricerca della convivenza di diversi linguaggi all'interno di un prodotto audiovisivo destinato ad un fine educativo

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Realizzazione di un DVD in tutto il suo format (locandina, copertina, etichetta cd, ecc). Si prevedono proiezioni a fine di divulgazione didattica

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
Less than 1 year
What is the approximate total budget for your project (in USD): 
Less than 10.000
Is your project economically self sufficient now: 
Yes
Insert date: 
11/01/2008
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
No
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
13. Background information
Background: 

Il progetto è stato ideato dalla classe V grafici

Barriers: 

nessuno

Future plans and wish list: 

Divulgazione in altri contesti

Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data
Syndicate content