Manzi

IL PIGNETO TRA MEMORIA E FUTURO

Percorso laboratoriale triennale di educazione interculturale attraverso la realizzazione di video.

1. Project summary
Summary: 

L’idea nasce dall’esigenza di offrire ai ragazzi un percorso che li educhi ad una cittadinanza consapevole e attiva, sensibile alle tematiche interculturali: a partire dalla conoscenza della storia del proprio territorio, delle comunità che lo abitano e delle esigenze che le animano, si invita i ragazzi a progettare concretamente un quartiere che tenga in considerazione i diversi bisogni individuati e raccolti. Alla base del contenuto progettato c’è l’intenzione di documentare l’intero progetto triennale attraverso la produzione di materiale audiovisivo, così da poter motivare i ragazzi all’apprendimento, introdurli all’impiego di alcuni strumenti informatici specifici quali i programmi di video editing, offrire loro l’occasione di comunicare all’esterno il percorso formativo realizzato
L’idea è sviluppata e realizzata dalla docente di lettere Agnese Vourlis, supportata nella fase operativa dal docente di sostegno Stefano Zodiacali e da altri docenti via via coinvolti (di educazione tecnica, artistica, matematica, ecc.).

Segue schema dei punti salienti:
PRIMO ANNO
La città come insieme di segni da decodificare, che comunicano informazioni sui suoi luoghi, sugli abitanti, sulla sua storia.
Ricerca e individuazione dei “segni della memoria” del quartiere
Ogni ragazzo diviene l’esperto del segno della memoria individuato, dopo averne approfondito la conoscenza storica attraverso una ricerca in biblioteca e in rete
Si esce sul territorio con la classe, divenuta ormai un insieme di “esperti” che guidano a turno il gruppo nella scoperta dei monumenti del quartiere.
Prodotto conclusivo: video intitolato “I segni della memoria” che documenta l’intero percorso annuale. (già realizzato)
SECONDO ANNO
La città e i “fili invisibili” dei rapporti umani che la animano
La città e la pluralità dei punti di vista delle comunità che la abitano
La città come luogo dello scambio della memoria e del dialogo
Ricerca dei diversi gruppi comunitari che abitano il Pigneto e rilevamento delle loro esigenze
Individuazione, all’interno delle diverse identità comunitarie del quartiere, delle fasce sociali più deboli, le cui esigenze hanno minore possibilità di essere rispettate: donne, bambini, anziani, stranieri, invalidi
Come il quartiere risponde alle esigenze rilevate: “caccia al tesoro” sul territorio
Ricognizione fotografica rilevante il grado di civiltà di chi abita il territorio i rifiuti, parcheggi, barriere architettoniche, scritte sui muri, ecc.)
Prodotto conclusivo: video che documenta l’intero percorso annuale
TERZO ANNO
il “filo invisibile” che lega ognuno di noi al resto del mondo (ogni prodotto collega il consumatore del Nord del mondo al Sud del mondo)
Storie di vita che attestano lo sfruttamento ambientale e sociale che si cela dietro un oggetto comprato
Proviamo a “trasformare positivamente” quel filo invisibile attraverso strategie consumistiche alternative
Concreta fase di progettazione di un’area urbana della città, tenendo presente l’atteggiamento degli abitanti della città di Andria (da Le città invisibili di Calvino) che ”prima di ogni decisione calcolano rischi e vantaggi per loro e per l’insieme delle città e dei mondi”
Prodotto conclusivo: video che documenta l’intero percorso annuale.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I.C. “A. MANZI”
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Agnese Vourlis
E-Mail: 
avourlis@hotmail.com
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
NOT in Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il progetto si svolge all’interno dell’orario curricolare scolastico di una classe delle medie.
Tra gli obiettivi operativi: saper utilizzare la video camera e parte di alcuni programmi di video e foto editing (Photo Shop, Photo Editor, Pinnacle, ecc); saper progettare un’area urbana alla luce delle molteplici esigenze dei cittadini della comunità locale e globale; saper esprimere e rielaborare esperienze personali alla luce delle conoscenze apprese;
Tra gli obiettivi cognitivi: conoscere la storia del Pigneto; conoscere il legame esistente tra Nord e Sud del Mondo (aspetti problematici e proposte di intervento); conoscere i diritti dell’uomo e del cittadino;
Tra le finalità formative: contribuire allo sviluppo di una sensibilità ambientale e civico-sociale interculturale che muova dal locale al globale;

What does it try to achieve and how: 

STRUMENTI: Pinnacle - Photo Editor - PC – Videocamera – Macchina fotografica – Internet – Bibliografia specifica (“Le città invisibili” di Italo Calvino - “Ai figli del pianeta” del Centro del Nuovo Modello di Sviluppo - “Geografia del Supermercato Mondiale” del Centro del Nuovo modello di Sviluppo) - Materiale audiovisivo e cartografico
METODOLOGIA: Brain storming - Lezione interattiva - Cooperative Learning secondo il modello di lavoro di gruppo Brown-Campione - Lezione itinerante - Osservazione diretta del territorio - Interviste

Which opportunities/problems does it address to: 

Il percorso interdisciplinare “Pigneto tra memoria e futuro” rappresenta un’opportunità per:
- introdurre gradualmente i ragazzi all’impiego di alcuni specifici programmi della tecnologia informatica
- contribuire allo sviluppo di una sensibilità civico-sociale interculturale, basata sulla valorizzazione delle diversità individuali intese come risorse e tesoro di “alterità” con cui si è in continuo scambio e dialogo

Please explain what is unique or special in your project: 

L’obiettivo trasversale di voler documentare il percorso tramite la realizzazione di materiale audiovisivo creato dai ragazzi, introdotti gradualmente all’uso della videocamera e all’impiego di specifici programmi di montaggio video e pubblicazione foto. La realizzazione di un prodotto video previsto al termine di ogni anno rappresenta infatti non solo l’occasione per recuperare e potenziare le competenze informatiche degli alunni, ma anche un’importante elemento di motivazione all’apprendimento.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Ad oggi è stata realizzata e conclusa la prima fase, relativa alla conoscenza storica del quartiere. Si è prodotto un video che ha documentato l’intero percorso, una mappa del quartiere dove sono stati individuati i “segni della memoria” selezionati e studiati; una serie di elaborati scritti che sono confluiti in un libro realizzato dalla classe. Tutti i ragazzi hanno partecipato con impegno ed entusiasmo all’iniziativa che ha mostrato al docente l’importanza dell’uso della tecnologia informatica in ambito didattico.

How does it fulfill the users’ needs: 

Il progetto risponde innanzitutto al bisogno dei ragazzi di essere al centro della didattica, come parte attiva e protagonista dell’esperienza formativa. Essi infatti divengono non solo attori-protagonisti dei filmati realizzati, ma anche piccoli fotografi, cameraman, tecnici sempre più concretamente impegnati nella realizzazione dei video, attivi “manipolatori” di quel linguaggio audiovisivo cui sono costantemente esposti come fruitori passivi. Inoltre l’uso della tecnologia informatica va incontro alle esigenze dei ragazzi di realizzare un percorso formativo che adoperi strumenti e canali comunicativi di diverso tipo, tra cui il più familiare linguaggio televisivo.

Describe how you measure (parameters) these results: 

Gli ambiti formativi oggetto della valutazione sono: Prodotto, attività di produzione, processo di lavoro, lavoro di gruppo.
All’interno di ogni ambito formativo sono diversi i parametri di valutazione applicati, tra cui: acquisizione e uso delle conoscenze, comprensione e uso dei linguaggi e degli strumenti specifici, partecipazione, interesse, impegno, collaborazione, ecc..

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
From 1 to 3 years
12. Transferability
We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data

UN MARE DI PAROLE

Percorso laboratoriale annuale di scrittura creativa realizzato dagli alunni della scuola

1. Project summary
Summary: 

L’idea nasce dall’esperienza dei docenti coinvolti nell’ambito della scrittura creativa, sulla base di conoscenze e competenze acquisite dagli stessi grazie ad una bibliografia di riferimento sia scritta che multimediale raccolta nel tempo.
L’idea è sviluppata e realizzata dalla docente di lettere Agnese Vourlis, supportata nella fase operativa dal docente di sostegno Stefano Zodiacali. Segue schema dei punti salienti:

Gioco del “se fossi…”
L’acrostico del nostro nome
L’anagramma del nostro nome
La storia del mio anagramma
Giochiamo con l’ortografia
I miti “poli-gonici”
Le favole ai cinque sensi
I limerick
Mi metto nei panni di..
Giochiamo con le figure retoriche
Ragazzi “di-versi”

Al momento il progetto è concluso.

2. Country (City / Region)
State: 
Italy
City: 
Roma
3. Company/organization/institute presenting the project
Organization: 
I.C. “A. MANZI”
4. Type of organization
Select type: 
School
5. Project coordinator
Name and Surname: 
Agnese Vourlis
E-Mail: 
avourlis@hotmail.com
7. Please select the category in which you candidate your project
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Up to 15 years
Helping youth step in the job market: 
NOT Helping youth step in the job market
Creativity and Social Innovation: 
Creativity and Social Innovation
8. How long has your project been running?
From: 
01/09/2008
9. Targets and Elements of Innovation
Please explain the targets and the background of your project: 

Il progetto si sviluppa all’interno di una classe di prima media il cui orario curricolare prevede un laboratorio pomeridiano settimanale dedicato alla scrittura creativa. Tra gli obiettivi:
- offrire agli alunni un percorso laboratoriale che contribuisca al recupero e insieme al potenziamento di competenze linguistiche fondamentali previste nella programmazione di Italiano e di competenze informatiche basilari necessarie alla realizzazione del prodotto previsto (un libro conclusivo).
- favorire negli alunni un atteggiamento più motivato all’apprendimento tramite una didattica operativa e ludico-creativa e mediante l’utilizzo di strumenti a loro familiari come il PC e la rete
- contribuire allo sviluppo della fantasia e creatività dei ragazzi
- educare alla valorizzazione delle differenze e contribuire a creare tra gli alunni un clima relazionale positivo e rispettoso del diverso (diversi giochi linguistici prevedono la presentazione di sé e dell’altro in maniera creativa, l’esercizio del “mettersi nei panni di…”, l’educazione alla relatività dei punti di vista, ecc.)

What does it try to achieve and how: 

Gli obiettivi prefissati prevedono l’adozione di una didattica laboratoriale articolata attraverso momenti di lezione interattiva, di lavoro individuale, di gruppo allargato o di piccolo gruppo. In ogni situazione formativa l’alunno è posto al centro dell’apprendimento e l’insegnante interviene solo a fornire strumenti e a supportare o coordinare il lavoro dei ragazzi.
I mezzi cui si ricorre per raggiungere gli obiettivi sono testi scritti e multimediali reperiti in rete e non, il libro di testo di italiano, il PC, la rete.

Which opportunities/problems does it address to: 

Il progetto offre l’opportunità di apprendere e potenziare le proprie competenze divertendosi. E’ anche un’occasione per favorire la conoscenza e il rispetto reciproco all’interno del gruppo di partecipanti. Potrebbe rappresentare anche un momento per giocare con la lingua madre di partecipanti stranieri e rappresentare così il primo gradino per uno scambio interculturale.

Please explain what is unique or special in your project: 

Ciò che rende speciale il progetto è il contenuto creativo che portano i ragazzi, ogni volta diverso e multiforme a seconda del gruppo e delle persone cui viene offerto.

10. Results
Describe the results of your project as per today: 

Il progetto innanzitutto ha consentito ai ragazzi di acquisire, recuperare o potenziare competenze specifiche legate all’uso dell’italiano e di alcuni programmi Windows. Il percorso ha inoltre costituito sicuramente un’occasione per adoperare competenze trasversali inerenti l’ambito relazionale e del confronto e riguardanti l’uso delle capacità creative, critiche e di discussione.

How does it fulfill the users’ needs: 

Il progetto vuole essere una risposta al bisogno dei ragazzi di essere al centro della didattica, come parte attiva e protagonista dell’esperienza formativa; bisogno di dar voce ai propri vissuti perché essi possano essere riconosciuti e valorizzati. Inoltre il percorso, richiedendo l’uso del PC, prevede l’uscita del gruppo classe dal solito contesto educativo dell’aula e il frequente uso di spazi laboratoriali di informatica, spazi e strumenti che rispondono alle esigenze dei ragazzi di adoperare diversi linguaggi (tra cui il familiare linguaggio informatico) per il loro percorso formativo.

How has it improved the quality of educational and/or training services: 

Si leggano i punti relativi agli obiettivi, ai risultati del progetto e alle opportunità che esso offre.

How has it improved the participation of professionals, children, youth and other stakeholders: 

Si leggano i punti relativi agli obiettivi, ai risultati del progetto e alle opportunità che esso offre.

How does it promote the use of ICT for the educational and cultural development by professionals, children and youth: 

Gli ambiti formativi oggetto della valutazione sono: Prodotto, attività di produzione, processo di lavoro, lavoro di gruppo.
All’interno di ogni ambito formativo sono diversi i parametri di valutazione applicati, tra cui: acquisizione e uso delle conoscenze, comprensione e uso dei linguaggi e degli strumenti specifici, partecipazione, interesse, impegno, collaborazione, ecc..

11. Sustainability
What is the full duration of your project: 
Less than 1 year
12. Transferability
Has your project been replicated/adapted elsewhere: 
Yes
Specify: 

In altre classi della prima media.

What lessons can others learn from your project: 

Il prodotto conclusivo (libro che raccoglie i diversi elaborati) può essere utilizzato da altri gruppi classe come spunto per creare altri elaborati, come strumento per veicolare conoscenze e competenze specifiche dell’educazione linguistica e come fattore motivazionale dell’apprendimento.

We are available to help others starting or working on similar projects: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Privacy Law
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
I do authorize the FMD to the treatment of my personal data
Syndicate content