• strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_handler_argument::init() should be compatible with views_handler::init(&$view, $options) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_argument.inc on line 33.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 17.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 6.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 14.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 25.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 255.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 260.
  • strict warning: Only variables should be passed by reference in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/date/date/date.theme on line 261.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /var/www/clients/client1/web34/web/2009/sites/all/modules/views/views.module on line 879.

podcast

"Make a Film and Share IT with Friends 2.0 !"

An e-Twinning Project. Two countries, Republic of Ireland and Sweden collaborate with each other in the domains of Environmental Science and Literature/Respective Legends..

1. Sommario progetto
Sommario: 

Pupils from Knockaclarig NS, Ireland and Vindängen Sweden collaborate and build knowledge together. The foundation for the project is to produce, share and give feed back on media material. Another keystone for the projects is to use ICT tools at it best. Self produced films are to be used as a didactic tool when pupils work with themes chosen from syllabus. The media material is published and discussed on the project blog “http://blog.eun.org/film2/”. Two initiating themes are set. The Irish partnership is preparing “Wild Flowers of the Countryside”. Vindänge have initiated “A study on small animals in a pond next to school.” The work with these themes is to proceed during autumn term. Yet another object added to the project is to expand the concept share. Tutorials on how our work is done will be prepared. Teacher students from University will be included in eTwinning activities. Year 2006 Pupils learn from pupils about life in different parts of Europe by sharing self-made DVD film. Pupils produce films with a DVD camera about their local community, interests and daily activities, and share it with a friend. The film can be published on a local web-site, or distribute it on CD / DVD record. The film will be first step to establish contact between pupils, and their teachers. Further contact between the participants will be proceeding by mail.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Ireland
Città: 
Knockaclarig, Mallow, Co. Cork
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Irish and Swedish Primary Schools
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Tom Roche
E-Mail: 
knockans@hotmail.com
6. Website
Il sito web del progetto: 
http://blog.eun.org/film2
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 15 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
01/09/2007
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

The principal aim is to do an environmental study of their respective localities under agreed headings, present the findings to each other, analyse, compare, contrast and conclude. Similar heading would be agreed in the Literature domain.  It would be hoped to produce an authentic DVD of the undertaking.

A second module within the project will deal with Multimedia Authoring and Production using a WIKI as an introduction to the Swedish language.
Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 
  • Language development, oral and written.

  • Voice projection and delivery.
  • Graphical visualization through Art/drawing and colouring.
  • Curriculum Linkage and Integration.
  • ICT skills-Consolidation and Acceleration.
  • ICT integration in the Teaching and Learning environment.
  • Showcase stories.
Quali opportunità/problemi affronta: 

The Science module explores a new, non traditional methodology for teaching Science. Many countries in Europe acknowledge there is a major decline in the uptake of science amongst students. Our alternative inquiry based, teacher facilitated , student collaborative methodology hopes to show and present scientific subjects in an easier assimilated platform.

The literature module mediated through the theme of legends present a bi-lateral aspect of our respective countries cultures.

It would to extend the methodology with its strong digital mediation in other curricular areas and subjects in the different European Curricula.

Please explain what is unique or special in your project: 

Integrating the project and this particular methodology  into the school curriculum is one of the aims of the eTwinning project so Knockaclarig National School  and Vindangen Primary School decided to align theirs with the science strand, Environmental Awareness and Care. As is often the case, however, the scope of the project was far greater. While science was the kernel of the project’s first module and it was strictly adhered to nonetheless a myriad of topics surfaced and were treated in many different formats.

 
One of the themes his pupils worked on was Irish wild flowers. Pupils went to a local farmer's field beside the school, captured images on still and movie cameras and handhelds of the ten flowers they had selected. As a result they became aware of the local names for the flowers, so then researched their botanical names. They found the Irish names and asked for the equivalents from the Swedish school. Each student gave an audio report on one of the flowers.
 
The project work then moved into other curriculum areas, drawing the plants, choosing music to accompany a journey to a field and exploring the theme of flowers in poetry, song and girls’ names. Much of their research was built into the slideshow that is uploaded to the blog.
 
This eTwinning project is also a great example of social networking. There was ease of communications, query and willingness to exchange and learn more about the other person’s point of view and the pupils got a perception of Sweden that could not be assimilated through an atlas or a text book.
Confidence and self esteem, ICT and technical skills all expanded in the virtual world of the lessons.
10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 
  • Interpersonal, international and intercultural development.
  • Team building and collaboration.
  • European Citizenship Awareness.
  • Development of trust and positive attitudes.
  • Sharing roles and responsibilities.
  • A willingness to see challenges as just problems to be solved.
  • Interactivity with Educational Institutions removed from one’s own educational platform and environment.
In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

We tentatively set out to develop an European relationship and hoped to set up a worthwhile international curriculum aligned project. This we did. Pedagogically, digitally and technically we progressed through sharing and while it was extensive and became intensive we thoroughly enjoyed our virtual experiences.

The project concept is also easily adaptable for differentiated learning.

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

We generate  approx. 2500 hits per month on our website, we have constant e-mail enquiries, other school nationally and inteernationally have visite us. I have designed and delivered inservice courses for teachers and student teachers based on this methodology.

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

It has given us an international platform and a different and positive perspective on the educational curricula of other countries.

We are at the moment exploring concepts such as Problem Based Learning, Modernity and Authenticty whichwe feel can be integrated into our style of teaching, learning and research.

 

The partnership impacted on the students involved in the project , other classes and filtered into the greater local community resulting in the following outputs.
 
  • Official launch of project on Thursday 9th October 2008 in “Bruach na Carraige Arts and Cultural Centre” at 20:00 hours, Rockchapel, Co.Cork Ireland by The Minister for Education and Science, Mr. Batt O’Keeffe TD. followed by Press Conference.
  • Visit of the Swedish partners to Ireland.
  • Swedish-Irish Science Day in KnockaclarigNationalSchool all day Friday 10th October 2008.
  • Social day visiting places of scenic and historical importance in the school locality.
  • Reflection and Final Report was written up.
 
  • It is proposed that we  enter the film at the “Tralee International Film Festival Summer 2010.”
Descrivete in quale modo il progetto ha ottimizzato la partecipazione di professionisti, ragazzi, giovani o altri soggetti: 

We have developed in the following areas:

  • Project Mangement Skills
  • Administration Skills  There has been an acceleration in our pedagogical, digital and technical skills.

 

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 

The following ICT tools were used:

blog; Skype; videoconferencing; podcast, web authoring, interactive generating tool; digital camera; digital camcorder, webcams and microphone, PDAs, projector; big screen.
 
The website of the project shows the following ICT didactical outputs.
 
  • Audio Evidence.
  • Video Evidence.
  • Images.
  • Environmental Science Module.
  • 5 Exemplars therein.
  • History— Era of Myths and Legends Module.
  • Interactive Crossword Development.
  • On-Line Tutorials:
 
§         Pedagogical
§         Digital
§         Technical
 
  • On –Line Workshop.
  • DVD (Available on Streaming Download at the moment only).
  • Digital and Chronological Archives available on Blog.
  • Materials designed for future teacher and student teacher inservice courses.
  • Initial testing of emergent technology in teaching citing handhelds and dataloggers.
Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

The project has held its momentum. We are at the moment discussing more ideas as we move on to the next development phase which will commence at the start of the new academic year 2009-2010. 

We get many invitations from other schools in Ireland and in the EU to partner these schools in projects.

The project has been awarded The European Quality Label.

We have featured in inumerable media atricles, print ,audio, video internet and surveys. Our website has much activity. We have been honoured at the i-Reach Media Awards,Dublin 2006, The EMINENT Conference, Roma 2008 and at the e-Twinning Conference, Praha 2009.

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 3 a 6 anni
Is your project economically self sufficient now: 
Si
Insert date: 
07/28/2009
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
Si
Specifica: 

It has been used as a model for teacher and student teacher inservice.

Showcased in the e-Twinning portal as an example of good practice.

Showcased by The NCTE (National Centre for Technology in Education) IRELAND as an example of good practice for Digital School Award status.

Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

Think outside the box. It was our first international project. Many other schools throughout Europe are in the same position as were when we started. Learning does not have to always come from a textbook or atlas. Don't be totally dependant on prescriptive and expicit learning. Get into the world of implicit, participtive  learning.

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Background: 

I am a member of the e-Twinning portal, a virtual platform where teachers are continually attempting to set up partnerships and projects. It was from this portal that Swedish teacher Fredrik Olsson from Vindangen Primary School contacted me and we then set up the partnership. 

Ostacoli: 

At the start the novelty of the undertaking was a little barrier.a perceived barrier was the language but this did not materialise such was the enthusiasm of the participants.

Poor Broadband.

Time management. As the project is running parallel with the everyday curriculum (In Ireland there are 6 curricular areas and 11 subjects therein) our daily tuition timetable had to be addressed within the context of a compressed chronological configuration.

Soluzioni: 
    • Build up a strong mutual social base from the outset responding quickly to queries and e-mails.
    • Be diligently coherent in relation to the selected theme(s) in the project.
    • Keep a very firm focus at all times in the interest of strong pedagogy.
    • Fine tune all activities and contemplated outputs.
    • In order to address the time management challenge students made good use of their handhelds to complete assignments at home. This also brought the project from the school to the home generating parental interest and participation. 
    • Don’t let digital and technical aspects interfere with the fun element of such a virtual adventure.
Future plans and wish list: 

Explore further emergent technologies.

Extend from school partnerships,to partnerships with community groups, municipalities and sporting organisations in our respective countries. Develop educational tourism.

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali

Nuove tecnologie antichi valori: radio K2

Una web radio per conoscersi, comunicare, crescere.

1. Sommario progetto
Sommario: 

Il progetto in sintesi - Il lavoro è frutto di un percorso triennale svolto con alunni ricoverati presso la sezione ospedaliera della SMS Ranzoni presso l’Istituto Auxologico Italiano di Piancavallo (VB). L'attività ha coinvolto ragazzi tra gli undici e i quindici anni che inizialmente hanno utilizzato il podcast come fruitori e, in una seconda fase, sono diventati gli autori e i protagonisti di serie radiofoniche a tema. Nel 2008 è nata “Radio k2”: una comunità collaborativa per abbattere le distanze fisiche e psicologiche che troppo spesso definiscono “chi è dentro” e “chi è fuori” e creano inquietudine e frustrazione negli adolescenti specie se in una situazione di debolezza, dovuta alla malattia o al disagio psicologico/sociale. La otto puntate della serie “la montagna raccontata agli altri” vogliono avere un taglio brillante, attraverso il metodo dell’intervista e della raccolta inedita di aneddoti, racconti, esperienze, riflessioni, per narrare una realtà che può essere di esempio e di stimolo ad un approccio meno superficiale all’ambiente e alle persone che lo abitano. 

Riferimenti internet.
Il sito di Radio K2 www.radiok2.wordpress.com

Dove scaricare documentazione e prodotti: http://www.scuolapiancavallo.it/sito/GJC/radiok2.htm

Perché proprio la montagna? La scuola media di Piancavallo, sede dell’emittente, è una scuola d’ospedale, sita in un luogo isolato, a 1300 metri di altezza.

Chi ha sviluppato l’idea - Due docenti tutor, le prof.sse Palmina Trovato (area letteraria/tecnologica) e Rita Torelli (area scientifica/ambientale) hanno ideato e pianificato il progetto e coordinano le attività con i ragazzi, osservando i processi per promuovere la messa in comune di abilità individuali a servizio del gruppo e della crescita di un sapere comune intorno ad obiettivi condivisi.
Collaborano al progetto:
1. due “scuole test”, scuola primaria “Lorenzo Milani” di Domodossola (ins. Simonetta Siega) e IC Ornavasso (ins. Claudia Beltrami) che sono invitate ad ascoltare il prodotto e a compilare una scheda mettendo in evidenza punti di forza, di debolezza, criticità relative agli argomenti di ogni puntata e a proporre opportuni correttivi per le puntate successive;
2. un amico, Antonino Trovato, che produce o interpreta brani su indicazione dei ragazzi;
3.  esperti per attività di laboratorio o incontro/intervista. Per la redazione delle puntate sono state coinvolte persone quali (a titolo esemplificativo): guardiaparco del Parco Naturale Veglia-Devero (VB), un esperto del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, un guardiano di una diga, Club Alpino Italiano, alpinisti, abitanti di frazioni montane, rappresentanti di attività lavorative di montagna, sportivi, un monaco tibetano. In ogni puntata, inoltre, la signora Corinna, esperta di cucina offre una ricetta tipica delle nostre montagne.

Prodotti

1.  8 puntate della durata di 15’ ciascuna, 14 ricerche a tema. Per un dettaglio vedi: http://www.scuolapiancavallo.it/sito/GJC/radiok2.pdf
2. Giornalino: una sorta di “guida ai programmi” di radio K2 http://www.scuolapiancavallo.it/sito/GJC/radiok2.htm

3 . Oggetti didattici creati dai docenti per introdurre gli studenti al progetto: gioca e impara le regole del podcast (PowerPoint); cos’è e come si registra un podcast (video tutorial); abbonarsi ad un podcast (video tutorial). http://www.scuolapiancavallo.it/sito/GJC/radiok2.htm 
 

Il Contesto scolastico: la scuola media di Piancavallo  è una scuola ospedaliera che fornisce un servizio all’Istituto Auxologico Italiano, fin dall’anno 1958. L’istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, si trova a 1300 metri di altezza sul Lago Maggiore nel nord del Piemonte, in provincia di Verbania. I ragazzi provenienti da tutte le regioni d’Italia, sono nella quasi totalità ricoverati presso la Divisione di Auxologia (grandi obesità, disfunzioni endocrine, anomalie cromosomiche, genetiche e malformative, basse stature, anoressia mentale). La didattica è rivolta a gruppi classe di numero variabile e mai a singoli alunni (come avviene nella maggior parte delle scuole ospedaliere), si segue la programmazione curricolare con approfondimenti tematici anche legati alle varie esigenze dell’alunno ricoverato per periodi lunghi e ripetuti di degenza.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Verbania
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Scuola Media Statale Ranzoni sede di Piancavallo
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Trovato Palmina e Rita Torelli
E-Mail: 
trovatopalmina@tiscali.it
6. Website
Il sito web del progetto: 
www.radiok2.wordpress.com
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 18 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
02/06/2008
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

Dal punto di vista disciplinare, la realizzazione di un podcast didattico prevede una serie di fasi che attivano un gran numero di abilità. Il lavoro permette di affinare competenze scientifiche, linguistiche e relazionali; di compiere un esercizio di stile utilizzando un linguaggio appropriato all’epoca e ai personaggi oggetto delle puntate; di riflettere su come debba essere costruita una comunicazione efficace; di conoscere le tecniche corrette dell’intervista.   
Obiettivi educativi sono:
1.      ampliare i propri interessi nei confronti di realtà non stereotipate;
2.      prendere coscienza di altri modelli di comportamento e stili di vita semplici ma “sani” che possono arricchire e modificare i moderni stili di vita;
3.      riflettere sulla diversa concezione del tempo e della velocità (confronto tra i ritmi di vita in città e in montagna);
4.      trasformare la condizione di isolamento del ricovero e dell’ambiente montano nel quale sorge la scuola in una potenzialità e non in un ostacolo utilizzando la creatività per sviluppare nuove forme di comunicazione;
5.      imparare a lavorare in team rispettando e integrando il lavoro di tutti;
6.      comprendere che per sviluppare un lavoro complesso non si può contare solo sulle proprie forze ma è necessario coordinarsi e portare responsabilmente a compimento il compito che è stato assegnato;
7.      sviluppare una tematica in modo creativo e coinvolgente che sappia lasciare un segno e un insegnamento.
 

Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 

Il lavoro é stato attentamente pianificato attraverso una scansione che prevede tempi, risorse, materiali da utilizzare e prodotti intermedi e finali. Come da tabella.
 

Tabella fasi di lavoro Radio K2

Please explain what is unique or special in your project: 

Punti di forza rilevati

Elemento di innovazione: linguaggio veloce e di efficacia comunicativa, possibilità di veicolare contenuti antichi attraverso forme moderne e con la sensibilità del giovani.
 
Valore didattico: esercitazione a tutto campo su abilità trasversali, possibilità di veicolare contenuti disciplinari attraverso una metodologia efficace, piacevole e coinvolgente.
 
Ampia diffusione del prodotto: la forma della puntata radiofonica offre anche una maggiore e veloce fruibilità dei contenuti e una grande diffusione attraverso il sito; la possibilità del podcast, inoltre permette di salvare, scambiare, riascoltare le puntate tramite semplici lettori mp3.
 
Peer education: il linguaggio utilizzato ne fa uno strumento per la diffusione della conoscenza della montagna non convenzionale, da giovane a giovane (peer education).
 
 

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

Nell'evoluzione del podcast didattico di Radio k2 abbiamo verificato una forte componente innovativa rispetto alla didattica tradizionale. In questo caso, le nuove tecnologie fungono da veri e propri “amplificatori dell'apprendimento” (P. Rivoltella): linguaggio veloce e comunicativo, forte componente interdisciplinare e ampia possibilità di veicolare contenuti classici attraverso forme moderne che riflettono la sensibilità dei giovani. Il podcast, inoltre, si è proposto come efficace strumento di manipolazione, produzione e diffusione di una conoscenza non convenzionale, stimolando l'apprendimento reciproco e l'educazione tra coetanei.

In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

In primo luogo, va certamente indicato il desiderio e l'esigenza dei docenti promotori di offrire un'esperienza didattica inclusiva, che tenga conto di quella che Dario Ianes definisce “speciale normalità” che nel nostro caso si declina nella volontà di offrire agli studenti ricoverati, disabili e non, un orizzonte di lavoro e di studio normale, senza però chiudere gli occhi sui bisogni speciali che ciascun ragazzo ha il diritto di esprimere e ai quali il docente ha il dovere di offrire una risposta professionale e attenta.
Nella nostra scuola è importante che i ragazzi possano sperimentare in maniera forte, toccare con mano le potenzialità che offre un lavoro fatto insieme e le nuove tecnologie (come in questo caso l’uso del podcast) sono un ottimo strumento che crea un clima favorevole al lavoro in team.
Imparare a credere nell’efficacia di un lavoro insieme è ancora più importante in una situazione di disagio o di malattia, quando si deve imparare a non contare solo sulle proprie forze, ci si confronta con la propria insufficienza e con il bisogno di affidarsi all’altro, a scoprire che la cura diverrà efficace solo con il contributo di tutti. Anche i lavori didattici che proponiamo e le strategie che adottiamo hanno come peculiarità questo bisogno che è per noi un obiettivo educativo: non c’è un protagonista che arriva prima e da solo ma c’è una condivisione di obiettivi dove si deve arrivare tutti insieme. Data la peculiarità della nostra scuola (1300 metri di altitudine), inoltre, un altro bisogno molto sentito è superare la condizione di isolamento e trasformarla in una potenzialità e non in un ostacolo. Tale condizione è superabile attraverso la forma della web radio e il coinvolgimento di enti del territorio che condividono obiettivi comuni e che mettono a disposizione le loro competenze offrendo la loro collaborazione attraverso incontri con gli alunni.
 

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

I ragazzi ricoverati che hanno partecipato direttamente alla redazione delle puntate sono stati 45.
Nel corso dell’anno scolastico 2008/2009 sono pervenute e sono state analizzate 255 schede di ascolto inviate dalle scuole delle test e dai visitatori del web.
Accessi diretti al sito www.radiok2.wordpress.com: 1529
 

 

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

Gli elementi che rendono il progetto una “buona pratica” per migliorare l'educazione e la formazione dei giovani (non solo coloro che hanno realizzato le puntate ma anche gli ascoltatori della web radio), secondo noi sono:
 
- dal punto di vista metodologico il lavoro collaborativo inteso come una reale partecipazione alla costruzione e condivisione delle conoscenze grazie all’apporto personale di ciascun soggetto coinvolto (anche di soggetti con difficoltà cognitive o emotive che possono portare il loro contributo e accrescere così la fiducia nelle proprie potenzialità ed elaborare una più realistica percezione di sé e del proprio valore)
- dal punto di vista delle abilità, l’acquisizione di un metodo di studio che si fondi sulla capacità di selezionare e scegliere nella massa di informazioni raccolte per offrire un prodotto efficace e valido dal punto di vista informativo e comunicativo
- dal punto di vista dei contenuti, l’acquisizione di conoscenze che facciano maturare la capacità di vivere un territorio in modo non convenzionale, per un approccio non scontato alla realtà che ci circonda
- dal punto di vista della cura, l'acquisizione di una maggiore autostima e una diversa opportunità per esprimere se stessi che apre i ragazzi al dialogo e alla riflessione personale su temi anche complessi quali il sacrificio, la sfida, la capacità di reagire, il rispetto e la fiducia nel prossimo.
 
 
Inoltre, la scelta dell’utilizzo, quando possibile, di software libero è dettata dalla possibilità di duplicazione e di libera distribuzione dello stesso, elemento che consente agli studenti di accrescere le competenze acquisite anche in ambiente domestico ed “esportarle” nelle scuole di appartenenza senza costi e senza dover incorrere nella duplicazione illegale di software proprietario. In questo modo si promuove trasversalmente anche una cultura della legalità e del sapere come condivisione e non come possesso.
 
 
 
 

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 
Per realizzare la nostra web radio, utilizziamo una semplice strumentazione costituita da PC con collegamento internet a banda larga, microfono+anti pop, scheda audio. La produzione delle puntate è volutamente artigianale, in modo da permettere ai ragazzi di prendere consapevolezza e sperimentare la costruzione e la pubblicazione del prodotto nella sua complessità
Come si é detto, tra l'altro, la rete di interazioni virtuali creata dalla radio e dal sito che la accoglie www.radiok2.wordpress.com non si riduce – come spesso accade - ad una chiacchiera da forum o da chat, ma lascia una traccia visibile, diventando un reale scambio di conoscenze e una reciproca occasione di crescita. Educa dunque ad un uso attivo e consapevole delle nuove tecnologie che, utilizzate in quest’ottica, sono efficaci e duttili strumenti di promozione di un sapere comune che si accresce grazie al contributo personale e originale di tutti i ragazzi, nessuno escluso. 
 
Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

Come è consuetudine per le attività collaborative attuate presso la nostra scuola, anche il lavoro di autovalutazione da parte dei singoli studenti, accanto alla valutazione del docente, ha un ruolo molto importante, perché il progetto non si riduca a un processo che si chiude con un voto ma sia soprattutto la “ricerca di occasioni che consentano agli studenti di dimostrare ciò che hanno imparato” (Gardner) per migliorare la qualità degli apprendimenti e dei prodotti futuri. La riflessione sui risultati, pertanto, è condivisa da tutti e utilizza una varietà di strumenti. Se ne elencano qui di seguito i principali.

1. I docenti coinvolti compilano una sorta di diario di bordo dove annotano osservazioni sul campo. Ogni trimestre compilano una scheda per verificare la corrispondenza tra risultati attesi e risultati ottenuti. Nel caso di un riscontro negativo vengono concordate delle modifiche.
2. Al termine della costruzione di ogni puntata viene proposto agli alunni e alle scuole test   un questionario per valutare il gradimento e la ricaduta del progetto (verificata anche attraverso alcune domande di comprensione e attraverso la valutazione della partecipazione attiva e dell’apporto personale nelle varie fasi di lavoro). Insieme ci si trova a discutere sui risultati ottenuti e sulle strategie da utilizzare per migliorare il prodotto.
3. Gradimento, ricaduta, suggerimenti, vengono verificate anche attraverso l’osservazione del numero di contatti registrati sul sito alla pagina del podcast e nel forum di discussione aperto agli ascoltatori del web.

  

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000
Come è finanziato il vostro progetto: 
Finanziamenti pubblici o privati
Is your project economically self sufficient now: 
Si
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

I risultati raggiunti sia come rispetto degli obiettivi prefissati sia come prodotto finale, in una realtà complessa e difficile come la scuola ospedaliera, rendono il progetto sicuramente esportabile nella scuola “normale” dove il poter contare su un gruppo classe stabile diventa un valore aggiunto per la realizzazione dell'attività del podcast. Del resto la scuola in ospedale é spesso indicata come luogo privilegiato per sperimentare nuove pratiche metodologiche e didattiche.
La ricaduta positiva su soggetti con varie disabilità, inoltre, ci invita a suggerire questa “buona pratica” anche nelle classi con alunni “difficili”, realtà ormai presenti in quasi tutte le scuole.

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Future plans and wish list: 

Piani per il futuro: continueremo sulla strada intrapresa con nuove serie radiofoniche a tema.
Desideri: considerando gli ottimi risultati raggiunti, ci piacerebbe che il modello di radio k2, sotto varie forme, fosse esportato in ambienti dove la realtà di disagio (sociale/psicologico/ ambientale) non permette lo svolgimento di una didattica di tipo "tradizionale". Saremmo molto motivate a coordinare/collaborare con operatori/insegnanti per elaborare esperienze di questo tipo.
Cosa servirebbe per realizzarli? L'esperienza é stata condotta in una piccola realtà. Serebbe interessante andare oltre il locale e avere le risorse per costituire un  gruppo di lavoro motivato che si dedicasse a promuovere/supervisionare/ coordinare/ supportare dal punto di vista teorico e pratico la trasferibilità di progetti di questo tipo. 

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali

“Cinque sensi in gioco…multimediale”

Produzione podcast per un percorso multisensoriale di educazione socio - affettiva

1. Sommario progetto
Sommario: 

L’intervento, (oltre all’attività in aula di discussione e condivisione, in palestra di espressione corporea e mimo), prevede la produzione di prodotti multimediali che vengono “fissati” in documenti audio/video chiamati podcast, Il prodotto ipertestuale realizzato dagli alunni, non solo è motivante, ma consente allo studente di acquisire le conoscenze abitandole dall’interno: costruire mappe provvisorie, arricchirle di link, perfezionarle,… gli consente di toccare quasi con mano, il naturale processo di costruzione delle conoscenze. .
Il laboratorio, sempre tenendo ben visibile il progetto didattico, vuole essere un gioco, una meravigliosa avventura che coinvolge l’essere in un tutto armonico.
La voglia di scoperta e di curiosità che stimola l’intelletto può essere attivata con la scoperta dei cinque sensi che entrano in gioco per ridestare l’interesse nascosto o sopito.
Si ritiene che un laboratorio di “linguaggi” possa avere un forte potenziale educativo di condivisione e possa concorrere alla formazione integrale della persona proprio perché coinvolge tutto l’essere teso alla ricerca di nuovi stimoli e nuovi orizzonti.
La multimedialità sperimentata sia come fruitori che come produttori, consente di esercitare l’apprendimento collaborativo, basato sul confronto, la condivisione e la rivalutazione delle esperienze reciproche in un arricchimento interpersonale positivo.
Attraverso la multimedialità si riscopre il ruolo delle emozioni nell’apprendimento, l’importanza di affiancare le immagini (che nella didattica tradizionale, ad eccezione di alcune materie, svolgono un ruolo meramente accessorio al testo) e si percepisce l’influenza delle rappresentazioni mentali visive sui processi cognitivi.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Roma
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Istituto secondario di primo grado Alberto Sordi
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Clara Sardella
E-Mail: 
clara.sardella1@istruzione.it
6. Website
Il sito web del progetto: 
http://docs.google.com/Presentation?docid=dcbrrkxp_113dq5pzkg8&hl=it, http://docs.google.com/Present?docid=dcbrrkxp_71dqg8zqgs, http://docs.google.com/Present?docid=dcbrrkxp_84f5ht9bfb, http://docs.google.com/Present?docid=dcbrrkxp_7qbsswhfn, http://docs.google.com/Present?docid=dcbrrkxp_132gtwx6255
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 15 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
02/01/2008
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

Favorire l’utilizzo dei linguaggi non verbali nell’apprendimento anche attraverso l’uso di nuove tecnologie multimediali per stimolare:
o L’intelligenza emotiva
o La gestione delle emozioni come risorsa e benessere (promozione dell’agio)
o La creatività
o L’immaginazione
o L’apprendimento collaborativo
o Lo sviluppo dell’autostima (fiducia in sé e negli altri)
o La motivazione all’apprendimento
o Riconoscimento delle emozioni
o Capacità di ascolto
o Rispetto reciproco
o Senso di responsabilità
o Cooperazione attiva
E promuovere una sana educazione socio-affettiva
Contesto:
Scolastico, ma allargato alle esperienze extrascolastiche

Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 

L’intervento è articolato in 10 incontri di un’ora per classe a partire dal pentamestre e si effettua in orario curricolare in compresenza tra l’insegnante di lettere e l’insegnante di scienze motorie, suddividendo la classe in sottogruppi di 3 o 4 alunni per ogni gruppo Nel primo anno si sono sperimentati i linguaggi non verbali, come l’espressione corporea, la musica, l’arte, che accompagnano, modellano e rinvigoriscono la parola scritta, letta e parlata e hanno come “missione” quella di esplorare l’invisibile e dare luce, corpo, forma, odore e sapore a quello che si va svelando, “sentendo” e “vivendo” interiormente le scoperte cognitive. L’immaginazione e la creatività hanno fornito la spinta per la motivazione ad apprendere Gli alunni vengono così coinvolti da un punto di vista emotivo ed esperienziale e si sentono protagonisti del loro sapere.
Il lavoro preparatorio del primo anno (l’utilizzo dei vari linguaggi per esprimere sentimenti, emozioni, stati d’animo) viene richiamato alla memoria e utilizzato in fase operativa concreta per produrre i podcast sui vari argomenti liberamente scelti dai sottogruppi.
Le tecniche utilizzate:

o Brainstorming
o Circle-time
o Espressione corporea
o Produzioni artistiche (collages)
o Psicodramma con scambio dei ruoli
o Diapomontaggio con produzione di didascalie per riflettere su emozioni e stati d’animo
o Produzione podcast

Quali opportunità/problemi affronta: 

Le problematiche affrontate riguardano l’educazione socio-affettiva e la gestione delle emozioni in riferimento a se stessi e nei rapporti interpersonali; in particolare:
o L’amicizia
o L’innamoramento
o I cambiamenti psico-fisici
o Il gruppo/il branco
o Il rapporto con i genitori (le piccole libertà…)
o Le diversità

Please explain what is unique or special in your project: 

La voglia di giocare e di mettersi in gioco, sperimentando la capacità di stupirsi di fronte alle piccole-grandi cose della vita.

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

Le classi coinvolte sono state due per un totale di 45 alunni e due portatori di handicap. Quasi la totalità degli alunni si è dichiarato entusiasta del lavoro finora svolto e molti hanno prodotto materiale originale e creativo. Sicuramente, specialmente nella produzione di podcast, si avrà bisogno di una maggiore specializzazione nei “ruoli”di :progettazione, produzione, post produzione, perché ognuna di queste fasi ha una specifica peculiarità che può essere acquisita solo con il tempo in maniera raffinata.

In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

Gli alunni vengono coinvolti da un punto di vista emotivo ed esperienziale e si sentono protagonisti del loro sapere. Essi stessi possono dar voce alle loro emozioni, ai loro sentimenti, al loro bisogno di identità e di integrazione nel gruppo. Utilizzando i loro codici comunicativi inoltre si cerca di entrare in mezzo a loro per ricercare insieme il “tesoro” nell’avventura della vita.

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

Alcuni prodotti sono stati inseriti nel sito della scuola e su google documenti, ma ancora non siamo passati alla “messa in onda dei podcast” perché ciò è previsto per l’inizio del nuovo anno scolastico in quanto l’attrezzatura per lo studio podcast è pervenuta solo da pochi mesi.

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

Utilizzare il computer sviluppa una pratica che è diversa, non soltanto da un punto di vista pratico, manuale, (si usano i tasti invece della penna o del libro), ma anche da un punto di vista intellettuale, perché il rapporto con il testo scritto e letto diventa un rapporto diverso di ascolto, integrazione, registrazione, creazione; perché è plastico, modificabile, classificabile. La multimedialità si presta, proprio per la sua natura reticolare, a potenziare e ad esplicitare le connessioni logiche e concettuali della conoscenza favorendo forme di apprendimento personalizzato

Descrivete in quale modo il progetto ha ottimizzato la partecipazione di professionisti, ragazzi, giovani o altri soggetti: 

Gli alunni (e gli insegnanti) hanno mostrato molto entusiasmo nella parte iniziale del progetto proprio per l’aspetto innovativo e coinvolgente, anche se ancora c’è da lavorare molto sulla puntualità delle consegne del materiale, sulla sintesi, sulla capacità di ascolto, sul lavoro in équipe…

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 

Il laboratorio proposto permette allo studente di sviluppare le proprie abilità cognitive in forme diverse tramite il magico mondo virtuale e l’introduzione di nuovi codici che andranno ad affiancarsi ai codici tradizionali della scuola, sviluppando quindi l’intelligenza emotiva.
Si cerca di far sperimentare agli alunni le opportunità che uno “stimolo” (brano letterario, musicale, iconografia)… può evocare nella loro mente, ricercando l’opera d’arte totale: ideale fusione di letteratura, musica, poesia, recitazione...utilizzando codici e canali propri dei giovani.

Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

STRUMENTI DI VERIFICA

o Osservazione diretta nelle varie fasi di lavoro
o Riflessioni scritte degli alunni sull’esperienza
o Confronto con i compagni, dibattito
o Questionari
o Griglie di rilevazione predisposte

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Da 1 a 3 anni
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000
Come è finanziato il vostro progetto: 
Altro
Altro: 
Donazione Fondazione Roma Fondo d’Istituto
Is your project economically self sufficient now: 
Si
Insert date: 
01/01/2008
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
No
Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

o A lavorare in équipe
o A sviluppare la capacità d’ascolto
o A riflettere sulle problematiche adolescenziali
o A produrre podcast
o A scrivere per l’orecchio

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Background: 

Il progetto è nato dall’esigenza di andare in mezzo ai giovani, parlando il loro linguaggio e utilizzando i loro codici per poter interagire in maniera positiva e propositiva. L’idea era quella di riflettere con gli alunni per cercare di scoprire insieme il “pianeta giovani” e proporre delle alternative al problema della dispersione scolastica e del bullismo.

Ostacoli: 

Alcuni docenti hanno mostrato perplessità sulla validità educativa del progetto in quanto i metodi utilizzati sono molto lontani dal “repertorio tradizionale” solitamente proposto.
Le attrezzature tecnologiche sono arrivate solo da pochi mesi e all’inizio abbiamo lavorato con “strumenti di fortuna”.

Soluzioni: 

Chiedendo sponsorizzazioni per quanto concerne l’attrezzatura tecnologica e facendo un lavoro capillare di sensibilizzazione e promozione del “prodotto” del progetto.

Future plans and wish list: 

Sarebbe auspicabile un corso di formazione per docenti sulla produzione di podcast.
I podcast prodotti questo anno si potranno registrare su iTunes Music Store e potranno così essere fruibili da tutti senza sintonizzarsi. Si cercherà, quindi di creare una comunità di produttori e fruitori che consentirà di continuare la vita vissuta tra i banchi di scuola aprendosi a nuove esperienze e nuovi contatti.
In futuro ci potrebbe essere la creazione di una vera e propria radio scolastica, una radio che si vede, si legge, si ascolta, si naviga…e la produzione di una piattaforma giovani nella quale favorire l’interazione tra studenti, docenti, genitori.
Sarebbe opportuno creare una classe sperimentale che utilizzi la didattica web non solo in alcune ore e per alcuni temi, ma proprio come modalità di studio e di interazione. Per questo servirebbero computer portatili e lavagne interattive.
Per il prossimo anno si prevede di inserire nei podcast anche immagini fisse e in movimento per arricchire ulteriormente la proposta formativa.

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali

“Podcast in classe”

La Scuola Media Di Liegro ha fatto del podcast un punto di congiunzione d’iniziative tra le tre sedi, nel senso della sintesi del tema affrontato durante l’anno da punti di vista diversi, trasposto ne

1. Sommario progetto
Sommario: 

L’uso del Podcast in classe nella Scuola Media Di Liegro è iniziato lo scorso anno in via sperimentale in orario scolastico e prosegue quest’anno nel senso d’iniziative radiofoniche anche in fase di progettazione. Un podcast – da IPod, il lettore di musica digitale attualmente più diffuso - è una registrazione digitale audio o video, scaricabile tramite un programma gratuito dai siti web che mettono a disposizione questo servizio: questo sistema è detto podcasting. La strumentazione in uso nella Scuola Di Liegro per la creazione e fruizione di podcast in classe è un computer, un microfono, un software gratuito per il trattamento del suono. Nel sito web della Scuola Di Liegro c’è una sezione dedicata ai podcast registrati dalle allieve e dagli allievi della scuola. Il motto della Scuola Di Liegro è “Tre per una”, a significare il lavoro fortemente congiunto nelle sue tre sedi, infatti la diffusione del podcast ha visto la collaborazione degli insegnanti Marco Giacobbe
(sede di via Cortina), Mirella di Marcantonio (sede di via Facchinetti) e Anna Tonachella (sede di via Fiorentini). A partire da quest’anno la redazione sarà gestita da un laboratorio pomeridiano, l’addestramento software sarà portato avanti durante gli altri laboratori d’informatica, per fare sì che da parte dei ragazzi ci sia una maggiore e diffusa autonomia in tutte le tappe del percorso. Inizialmente soltanto alcuni ragazzi allestivano il materiale per registrare e imparavano a usare il software per il montaggio audio che pure – assicura Marco Giacobbe – è molto intuitivo. I podcast orbitano in genere sul tema annuale (tematica) intorno al quale le classi realizzano annualmente all’insegna del “lavoro per compiti reali”, un percorso di apprendimento trasversale ai diversi ambiti discipinari. In questo percorso le energie confluiscono nella realizzazione di un prodotto finale che sarà esposto alla fine dell’anno nel polo didattico museale MUSIS, che ormai da molti anni raccoglie i lavori di tutte le scuole che appartengono a questa filiera. La tematica delle classi prime dello scorso anno è stata il cielo: una classe ha realizzato un lampadario zodiaco e tra i prodotti finali ha scelto di scrivere e cantare in coro una canzone traendo spunto dalla poesia scritta in classe da una compagna. La canzone Il cielo è uno dei lavori fruibili tramite podcasting accedendo al sito web della Scuola Di Liegro; Livia, che abbiamo incontrato a scuola ricorda
in ritornello: “Io e il mare, voglio scoprire i misteri che parlano di te”. Le ragazze e i ragazzi sono abituati a introdurre la motivazione di quello che viene fatto: “Come nasce una canzone?” – si chiede un allievo della classe prima che introduce all’ascoltatrice la canzone Il cielo – “Potremmo dire che succede come le buone idee. Per gioco, un po’ per caso e quando meno te l’aspetti”. Le canzoni sono cantate in coro da tutta la classe, la stesura e la scelta dei testi delle canzoni
vedono la collaborazione degli insegnanti d’italiano, di educazione musicale e d’informatica.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Roma
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Scuola Media Statale L. Di Liegro
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Mirella di Marcantoni, Marco Giacobbe, Anna Tonachella
E-Mail: 
sms.diliegro@tin.it
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
09/01/2007
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

I podcast orbitano in genere sul tema annuale (tematica) intorno al quale le classi realizzano annualmente all’insegna del “lavoro per compiti reali”, un percorso di apprendimento trasversale ai diversi ambiti discipinari. In questo percorso le energie confluiscono nella realizzazione di un prodotto finale che sarà esposto alla fine dell’anno nel polo didattico museale MUSIS, che ormai da molti anni raccoglie i lavori di tutte le scuole che appartengono a questa filiera.Il progetto ha valenza didattica in campo musicale ed informatico e si serve delle attuali tecnologie di scambio gratuito in rete.

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

I ragazzi hanno imparato il corretto utilizzo dei mezzi informatici attraverso i quali sono reperibili prodotti in podcasting realizzati da altri e a comunicare attraverso il software Audacity di trattamento del suono e modifica di un messaggio pre-registrato per realizzare direttamente podcast.

12. Trasferibilità
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
We are not available to help others starting or working on similar projects.
Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali

Videopodcast

videopodcast sulla storia della chitarra
videopodcast sulla storia del flauto
videopodcast su Infanzia Negata

1. Sommario progetto
Sommario: 

videopodcast sulla storia della chitarra
videopodcast sulla storia del flauto
videopodcast su Infanzia Negata

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Roma
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
S. M. S. "Gioacchino Belli"
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
maurizio felici
E-Mail: 
rmmm018006@istruzione.it
6. Website
Il sito web del progetto: 
http://www.sms-belli.roma.scuolaeservizi.it/lavori/lavori.htm
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 15 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
01/01/2008
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

Elaborazione ed esposizione sintetica.
Acquisizione delle tecniche basilari di montaggio audio/video.
Stesura di un progetto editoriale audio-video.

Quali opportunità/problemi affronta: 

Il progetto offre l’opportunità di finalizzare in modo coerente e creativo l’uso delle tecnologie che i ragazzi adoperano quotidianamente.

10. Risultati
In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

Anche se nei contenuti non c’è molta differenza tra un cartellone da appendere in classe e un video da pubblicare on-line, l’opportunità di mostrare e condividere le proprie abilità con un maggior numero di persone e la personale esposizione fisica nel progetto realizzato danno una maggiore risposta al reale bisogno dei ragazzi di esprimere la propria presenza.

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Indicate il costo di massima del vostro progetto (in Euro): 
Meno di 10.000
Come è finanziato il vostro progetto: 
Finanziamenti pubblici o privati
12. Trasferibilità
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Background: 

Illustrate le origini del progetto, come è stato ideato, chi ha partecipato (potete fare riferimento a partner, sponsor, le persone che lavorano sul progetto, come è stato finanziato ed altre informazioni che permetteranno alla giuria di conoscere meglio il vostro progetto)

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali

Un podcast per la scuola: CHOCOLAT 3.B

Sotto forma di podcast, ovvero di episodi radiofonici, mettiamo a confronto le poesie dei classici della letteratura con le canzoni dei grandi cantautori italiani, attraverso un’analisi

1. Sommario progetto
Sommario: 

L’idea di fare podcasting mi è venuta allo scopo di rendere più accattivanti le lezioni d’Italiano, ed in particolare lo studio della poesia. Tutto il materiale prodotto durante il “confronto tra poesia e canzone” e lo “studio del mondo dei podcast”, viene trasformato in dialoghi radiofonici, che sono poi registrati con un’attrezzatura adeguata (pc, mixer, cuffie e microfono) e software specifici, e pubblicati infine sul web con l’aiuto di un audio-hosting.

2. Paese (Città / Regione)
Stato: 
Italy
Città: 
Faloppio (CO)
3. Nome dell'organizzazione che presenta il progetto
Organizzazione: 
Classe scolastica
4. Tipo di organizzazione
Scegli tipo: 
Scuola
5. Coordinatore del progetto
Nome e Cognome: 
Luca Piergiovanni
E-Mail: 
luca.piergiovanni@libero.it
6. Website
Il sito web del progetto: 
http://chocolat3b.podomatic.com/
7. Selezionate la categoria di appartenenza del vostro progetto
Youth Education Project. Select Project Users by age: 
Fino a 15 anni
Inserimento dei giovani nel mondo del lavoro: 
NOT Helping youth step in the job market
Creatività e Innovazione sociale: 
Creatività e Innovazione sociale
8. Da quando è funzionante il vostro progetto?
Da: 
20/03/2009
9. Obiettivi ed elementi di innovazione
Please explain the targets and the background of your project: 

Si svolge a scuola. Obiettivi relazionali ed emozionali 1) gli alunni imparano a lavorare come un gruppo unito, apprendono ad interagire e ad autogestirsi, affidandosi vicendevolmente compiti da portare a termine; 2) imparano a portare avanti un progetto che oltretutto li costringe a rispettare delle scadenze fisse (la produzione degli episodi radiofonici ha una scansione precisa); 3) imparano a gestire la propria emotività (e davanti ad un microfono ce n’è sempre tanta di emozione), cosa questa che può aiutarli indirettamente ad autocontrollarsi durante le interrogazioni a scuola; 4) il docente, chiamato a partecipare attivamente al progetto, può mettersi alla prova ed avere così la possibilità di autovalutarsi; 5) gli studenti possono sentirsi più motivati ed interessati alle attività di apprendimento, dal momento che i giovani dimostrano generalmente propensione verso l’uso delle nuove tecnologie; 6) i ragazzi si educano ad un uso positivo, critico ed efficace di tecnologie che sono molto diffuse fra loro, ma che non sempre risultano usate con giudizio. Obiettivi disciplinari 1) gli alunni si esercitano nell’uso della lingua orale e scritta. Il confronto con l’arte della scrittura e con la grammatica italiana è continuo, dal momento che ogni materiale raccolto va poi trasformato in un dialogo radiofonico; 2) migliorano la propria dizione (l’inflessione dialettale non si dovrebbe sentire in radio). Si esercitano ad usare efficacemente il tono della voce, per colorire il racconto di sfumature e renderlo più comprensibile, e imparano ad utilizzare nel modo giusto le pause, come se fossero segni interpuntivi indispensabili per conferire un senso al discorso. Obiettivi legati al mondo dell’informatica 1) gli studenti apprendono l’uso di strumentazioni come un mixer, nonché alcune tecniche di registrazione e di manipolazione dei file audio; 2) imparano a realizzare una trasmissione radiofonica. 3) apprendono come ricercare nella rete e abbonarsi ai Podcast, così come il fatto di saperne costruire e realizzare uno, diventando autori ed editori di contenuti multimediali.

Come, e con quali mezzi cerca di raggiungere gli obiettivi prefissati: 

Pc (software appositi), mixer, cuffie, microfono

Quali opportunità/problemi affronta: 

L'integrazione delle nuove tecnologie nella didattica tradizionale

Please explain what is unique or special in your project: 

Il fatto di fare podcast a scuola permette di integrare e migliorare l’insegnamento dell’Italiano – come nel nostro caso specifico, ma tutto ciò è applicabile a qualsiasi disciplina – con l’esperienza informatica e radiofonica. Per gli studenti, partire da un terreno come quello della musica, conosciuto ed apprezzato e nel quale si sentono a proprio agio, permette loro di entrare gradualmente nel mondo della poesia, così da amarla in quanto fonte di piacere intellettuale e crescita dell’anima. L’uso inoltre di nuove tecnologie applicate all’insegnamento, li educa ad un uso positivo delle stesse, rendendoli coscienti del fatto che con esse è possibile dare vita a qualcosa di originale e creativo.

10. Risultati
Describe the results of your project as per today: 

Lusinghieri. Hanno scritto di noi i più prestigiosi quotidiani italiani, come il Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa, il Sole24Ore, Il Messaggero, l’Avvenire. Si sono occupati del nostro podcast Il Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie della Presidenza del Consiglio, Rai Educational, ElearningEuropa, AEDE, le più importanti riviste per ragazzi (Andersen, Popotus, MondoErre, Il Giornalino dei ragazzi), oltre a molti siti da sempre dediti al mondo della scuola e all’educazione informatica. Siamo entrati a far parte della Carta europea per l’alfabetizzazione ai media.

In che misura risponde ai bisogni degli utenti: 

Caratteristica peculiare di un podcast è il fatto che gli episodi possono essere scaricati in automatico da internet e messi su qualsiasi tipo di lettore, dall'i-Pod all'autoradio. Questo permette agli utenti di ascoltarli quando e dove preferiscono. Chi non ha tempo per documentarsi da solo potrà ugualmente usufruire di certi contenuti culturali, e magari, in un secondo momento, scegliere un libro sull'argomento che lo ha incuriosito o appassionato maggiormente. Nel nostro caso, ad esempio, avrà la possibilità di andare a ricercare le poesie di quell'autore che, ascoltando le puntate del nostro podcast, lo ha affascinato di più.

Quanti utenti interagiscono con il progetto mensilmente e in quale modo: 

Ad oggi abbiamo circa 900 abbonati. Si tratta di utenti di varie età: dagli studenti a colleghi docenti o semplici appassionati di poesia e canzone. Intervengono tramite e-mail, lasciandoci commenti sulla pagina web del podcast o sul nostro blog, rendendoci noti i loro pareri, impressioni, critiche e consigli.

Descrivete in quale modo il progetto contribuisce a migliorare l'educazione e la formazione dei giovani: 

Educa i ragazzi ad un uso positivo e creativo dei mezzi tecnologici, spiegando loro l'aspetto istruttivo di certi strumenti e svelandone le innumerevoli potenzialità.

Descrivete in quale modo il progetto ha ottimizzato la partecipazione di professionisti, ragazzi, giovani o altri soggetti: 

La partecipazione di professionisti dell’educazione, dei giovani, come di semplici appassionati del settore, è possibile grazie al fatto che il podcast è in rete, cosa che agevola notevolmente lo scambio di pareri, consigli e materiali tra gli utenti.

Descrivete in quale modo il progetto favorisce l'uso delle nuove tecnologie da parte di professionisti, ragazzi e giovani per lo sviluppo culturale e didattico: 

Fare podcast a scuola dà la possibilità agli studenti di liberare la loro creatività utilizzando le nuove tecnologie, verso le quali dimostrano generalmente una naturale propensione.

Descrivete i criteri che usate per misurate i risultati raggiunti dal vostro progetto: 

1) Il nostro grado di divertimento e di soddisfazione alla fine del lavoro 2) i giudizi degli ascoltatori 3) la qualità dei contenuti proposti 4) i risultati ottenuti nell’uso della strumentazione di registrazione e in quello dei software per il sito.

11. Sostenibilità
Indicate la durata complessiva del progetto: 
Meno di 1 anno
Is your project economically self sufficient now: 
No
12. Trasferibilità
Il progetto è stato replicato/adattato altrove: 
Si
Specifica: 

Classi di altre scuole italiane hanno deciso di realizzare podcast, con tematiche differenti, ma con le stesse nostre modalità.

Che cosa possono imparare altri soggetti dal vostro progetto: 

Quanto sia importante lasciare spazio alle nuove tecnologie all'interno della scuola, senza che queste sostituiscano del tutto i tradizionali strumenti d'insegnamento, ma si integrino con essi, in modo da dare la possibilità agli studenti di liberare la loro creatività, facendo uso della multimedialità che loro tanto amano.

Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti: 
Siamo disponibili ad aiutare altri soggetti a sviluppare progetti o a migliorare progetti esistenti.
13. Informazioni aggiuntive
Ostacoli: 

Gli unici ostacoli sono arrivati da colleghi scettici all'uso della tecnologia in ambiente scolastico e comunque completamente all'oscuro del mondo-podcast.

Soluzioni: 

Con il dialogo e mostrando loro la stesura del progetto e il funzionamento di un podcast didattico.

Future plans and wish list: 

Migliorare nella realizzazione delle puntate per il podcast, nell'uso della tecnologia di registrazione e di quella informatica, e avere la possibilità di comperare un'attrezzatura professionale (microfono, mixer ecc.) per alzare la qualità degli episodi radiofonici. Entrare in contatto con altre scuole, anche estere, che già da anni sperimentano questo genere di progetto, per uno scambio di vedute ed un aiuto reciproco. Iniziare una collaborazione con riviste per ragazzi, dando vita magari ad una rubrica interamente dedicata al mondo del podcast didattico.

Legge sulla privacy
Do you authorize the FMD to the treatment of your personal data?: 
Autorizzo la FMD al trattamento dei miei dati personali
Condividi contenuti